Ferragosto da fare

Ieri è iniziata la seconda settimana di ferie.

Inizialmente avrei dovuto averne solo due, e mi si è quasi storto il naso quando me ne hanno "imposte" tre, invece ora sono decisamente contenta della vacanza extra.

Ho trascorso il weekend in Trentino, in Val Folgarida, a due passi da Madonna di Campiglio, ho mangiato panini imbottiti di salamelle e wuster, patatine fritte, fette di strudel fresco delizioso, e tanta di quella carne di selvaggina da far inorridire ogni vegano nel raggio di 10 chilometri.

E si ho camminato.
Più di 50 chilometri macinati in 3 giorni.
Le pedule ben strette alla caviglia, l'abbronzatura da muratore, i capelli scarmigliati e bisognosi di una bella mano di hairstylist professionista, le gambe dure e soddisfatte.
Amo camminare,
non c'è niente di più bello che farlo con il profumo della natura che non sento ma so che c'è.

Mi sarei regalata ancora un paio di giorni così,
immersa nella vacanza deliziosa che mi sono costruita attorno,
con mio marito, il mio migliore amico e quel figo peloso del mio quadrupede.

Invece siamo rientrati,
in una Brescia assopita che sa di ieri,
e tantissima voglia di fare.

Oggi è Ferragosto,
la tosse ha avuto il sopravvento sul sonno,
ed invece di dormire,
ho iniziato a guardare la seconda stagione di "Matrimonio a prima vista",
ed ho proseguito nella visione di "The Good Wife" ed "American Horror Story - Roanoke",
mi chiedono come faccia a fare tante cose... dovrebbero dormire poco come me!

Tra una ventina di minuti andiamo a fare un'altra camminata.
Di nuovo con la cumpa,
la mia famiglia,
che si sta tingendo di una nuova sfumatura,
e vorrei poter dire che non sono spaventata all'idea,
ma la realtà è che io ed il cambiamento non andiamo affatto d'amore e d'accordo.

Però va bene uguale.

Ho imparato che è lontano dalla mia zona di comfort che riesco più felicemente ad emergere,
assurdo in verità,
perché sono sempre stata piuttosto viziatella,
ma è esattamente questa la verità delle cose:
quando mi mettono in pericolo vinco.

O almeno me la lotto come una guerriera vera.

Ferragosto.
Caldo ma non troppo.
Occhiaia profonde.
Un programma già prestabilito.
E ancora tante cose da fare e vivere.
Stop.




Commenti

  1. Vedo che siamo in due ad amare le passeggiate.
    E, ovviamente, il buon cibo (e la ciccia). Anche io ho fatto schifo, in Trentino **
    Da una panterona rossa come te non mi aspetto di meglio!

    Buon ferragosto :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Alla grande Pata! Buon Ferragosto ;)

    RispondiElimina
  3. Cara Patalice, spero che le tue lunghe vacanze il tempo sia sempre bello!!!
    Ciao e buon ferragosto!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Non c'è cosa più bella di camminare con il naso all'insù a guardare cose mai viste prima. O a vedere cose viste e riviste ma sempre con una prospettiva diversa.
    Ciao Bella!

    RispondiElimina
  5. Io ti abbraccio come sempre. Sono a Brescia anche io ma mi va davvero stretta.

    RispondiElimina

  6. < mi si è quasi storto il naso quando me ne hanno "imposte" tre>

    poveretta, dev'essere proprio frustrante fare un'altra settimana a godere della natura! XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo