...come il primo amore: non si scorda mai!

Se l'ultimo tatuaggio è una chimera, il primo è una certezza.

Arriva un momento, nella vita di qualsiasi persona, in cui succede una cosa grossa, ma talmente grossa, che ti viene voglia di averla addosso, di non perderla mai di vista, di sentirla dentro perché si rispecchi fuori.

E ti fai un tatuaggio.

C'è chi ha, potenzialmente, già nel DNA la passione per l'inchiostro, c'è chi lo vede ancora come la trasgressione che non è più, e poi ci sono quelli che scoprono di volerlo fare...e sono i più fortunati di tutti!

Io avevo 19 anni quando ho fatto il mio primo tatuaggio.
Un tribale dietro il collo.
Volevo farlo da mesi, ma ho aspettato un'occasione speciale.

Perché quando fai una cosa per la prima volta, non la vuoi buttare via, vuoi dargli una luce speciale, un faro che abbia la sbrilluccicanza che non sai spiegare, e che quindi è quello il momento.
E' lui.

La mia maturità, ed il rischio di perdere la SuperMamma.
Due validi motivi lasciati alle spalle, che volevo esorcizzare, la fanciullezza e la paura.

E' il tatuaggio che amo di più di tutti.
Quello che ho ragionato di più, e che non mi ricordo mai di avere.
Ne farò molti altri, già ne ho due in testa, e a scadenza regolare mi viene una voglia matta di avere aghi e colori addosso, ma nessuno toglierà a quello il suo primato.

...e c'è, e ci sarà...
Anche se non è stato capace di portarsi via la paura, e mi ha lasciato un gran rimpianto quotidiano per quella giovinezza che non sono stata capace di vivere al 3mila per 100, gli voglio bene lo stesso.

Commenti

  1. Mi piacciono molto i tatuaggi ,ma non credo nel "per sempre"così non mi sono mai tatuato.
    Oggi avendo passato i settanta,il mio per sempre sarà più breve e allora,chissà.......
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
  2. Io sono curiosa di vederlo quel tatuaggio :)

    RispondiElimina
  3. A me piacciono i tatuaggi, ma su di me non li vedo moltissimo! Ho una mezza idea di cosa mi piacerebbe fare se trovassi il coraggio...ma per ora latita. Magari ci vuole una vera convinzione :-)

    RispondiElimina
  4. Cara Patalice, io sono del tutto contrario ai tatuaggi messi in vista!!!
    Se parliamo d'amore! È vero il primo amore non si scorda mai!!!
    Ciao e buona giornata, è tornato il caldo! Un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Senza dubbio il tuo tatuaggio ha un significato ed è giusto che ognuno faccia quello che vuole, ma a me non piacciono proprio tanto ;)

    RispondiElimina
  6. A me non piacciono, ma capisco la voglia di "certificare" un momento importante nella vita.

    RispondiElimina
  7. A me fa tristezza vedere gente tatuata, che poi servano (i tatuaggi) per ricordare cose fondamentali, ancora di più.. ;)

    RispondiElimina
  8. Mi sà che io sono una di quelle che ha nel dna la passione per l'inchiostro, come dici te, ma il mio primo tatuaggio l'ho fatto in ritardissimo, perchè li adoro sugli altri, ma su di me non riesco a vederli tanto. Dei tuoi ne ho visto qualcuno su instagram, e sono tutti WOW! :*

    RispondiElimina
  9. Tutti i tatuati con cui sono entrato in contatto mi hanno detto lo stesso: hanno già idee sui futuri tatuaggi, e aspettano il momento di farlo. Io oltre a non vedermici, non amerei avere quel reminder magari visibile tutta la vita.

    RispondiElimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

La forza di accettare ciò che non puoi cambiare