5 pensieri estivi perfetti per noi trentenni...

Io non ho il dono del tempismo.
Si perché è un dono.
Ed io non ce l’ho.
Quindi ci metto più tempo del dovuto a realizzare le cose.

Siamo ad estate inoltrata ed io non ho fatto il consueto elenco delle cose da fare.
Un vero peccato per il mio nutrito pubblico che mi ama e mi segue,
e sta aspettando sul divano in grazia,
trepidante all’idea dei miei summer suggerimenti!

Beh, luglio è agli sgoccioli, e non posso esimermi ancora.

ATTENZIONE
Questa è una guida per i trentenni,
perché il nostro decennio è flagellato da cose come,
i figli, il compagno, la stanchezza cosmica, l’entusiasmo da bradipo,
la ritenzione idrica galoppante, l’acido lattico che si attiva aprendo un barattolo di marmellata…
e necessitiamo di aiuto extra, per non arrivare a settembre consci e consapevoli di non aver fatto
una cacca di vacca in tutta estate!

Questa raccolta è perfettibile, naturalmente,
ergo, se vi vengono in mente spunti condivisibili,
vedete di metterli nei commenti…

abbiamo bisogno del supporto di tutti!

1* PARCHI DIVERTIMENTO
Ebbene si, non è solo il sogno di ogni bambino, andare a Gardaland,
ma anche di quelle che alla fin delle finite non riescono a crescere mai…
Tuttavia, siamo solitamente alquanto frenati dall’andarci,
perché i parchi divertimento hanno nel nome un’ambiguità non di poco conto:
D I V E R T I M E N T O parola che presuppone spasso e giuoiosa armonia,
ma che è lo specchietto per le allodole, di una sottospecie di lager a misura di bambino,
dove tutto costa uno sproposito, e ci si ritrova ad espiare ogni peccato.
Con la fila.
Una lunga, insopportabile, estenuante, infinita fila.
Fila per i giochi, fila per mangiare, fila per andare in bagno, fila per entrare, fila per uscire,
fila per spendere 30 euro per un peluches di 6 centimetri, fila per la foto coi pirati,
fila per tutto…
E allora perché andarci?
Perché l’atmosfera leggera che si respira, toglie un po’ di serietà alle circostanze, permettendoci di comportarci in modo sciocco,
spensierato, infantile anche.
E d’estate non si può in alcun modo fare a meno di respirare quella libertà, o no?
Come affrontarlo da adulti?
Magari senza bambini appresso?
Fate l’ingresso serale, che tutto il giorno diventa estenuante!
Prevedete un budget per la birra SE non fate le montagne russe…
Giocatevi la carta della maniaca organizzatrice, e portatevi da casa un programmino della giornata.
Divertitevi.
Tanto.
In modo poco consono.

2* GRIGLIATA NEL PARCO
Avere a che fare con gli uomini può essere parecchio stancante.
Sempre.
…però d’estate di più…
E al mitico grido di “Antò! Fa caldo” cercare di scollarceli di dosso è una mission per tutte.
Le relazioni sono messe alla dura prova in questi mesi, in effetti.
E no, non è la presenza di minigonne, o l’animo malandrino che vien fuori dal maschio alfa,
il vero dramma è che le aziende chiudono, il lavoro cala, il calcio è in stand by,
e questi poveri maschietti non hanno di meglio da fare, se non importunare noi.
Li molliamo?
Prendiamo una pausa sabbatica da trascorrere a Santorini con le amiche?
Scappiamo in un eremo montagnino?
Anche, oppure, troviamo loro valvole di sfogo.
E quale miglior modo di far credere loro di essere utili?
Facendoli tornare ad una moderna età della pietra!
Trovate uno spazio, ormai in collina o nei parchi ce ne sono diversi,
che offra la possibilità di cucinare una grigliata.
Sono solitamente spazi verdi accoglienti, perfetti per un pomeriggio in compagnia,
quindi perché limitarvi a farceli andare strettamente il tempo necessario alla cottura delle salamine?
Inviateli a fare la spesa, fategli fare un bel giro ricognitivo, procurate fior fior di birra dissetante.
Fidatevi: per una giornata intera ve li siete levati dalle palle!
…va beh, probabilmente ne usciranno con il fegato vagamente ingrossato, ma ne sarà valsa la pena…

3* IL CINEMA ALL’APERTO
Da qualche anno a questa parte,
lo zio Sam ha cercato di indurci in tentazione,
mettendo in cartellone film che attanagliano,
con lo scopo di spostare il consueto trend che ci vuole al cinema mentre fuori fa freddo.
Diciamo che le tradizioni sono dure a morire,
ed il popolo italico,
a parte le novità sul calcio mercato,
la settima stagione de “Il trono di spade”-
e lo smodato, e un po’ colpevole, “Temptation Island”,
non ha aderito al trend…
Ma questo non significa che il cinema d’estate sia un insuccesso conclamato, anzi!
Sebbene, decisamente troppo sottovalutato dai giovani,
il fenomeno del cinema all’aperto rischia di diventare uno di quegli appuntamenti da collegare alla movida…
Forti di un’amministrazione attenta a ‘ste cose,
Brescia ha allestito uno spazio d grande atmosfera, il Castello, con seggioline marittime anni 80,
ed una selezione di film che accontentano i più svariati palati…
…e, a proposito di palati da accontentare, non manca un food track, ricco di pop corn, birra e molto altro….

4* LA SERATA SOLO DONNE
Sottotitolo “a fare tirare cazzi”
Eddai, non mi fate le santarelline che non vi crede nessuno!
Ragazze, giocare al flirt non è tradimento, è esercizio di rinforzo per l’autostima.
Chiaro?
Quindi niente, battezzate il gruppo più adatto, quelle che:
non fanno la morale,
si sanno divertire,
non vivono in simbiosi con i fidanzati,
reggono l’alcol,
non escono solo alla Festa della Donna,
sapranno (discretamente) fermarvi al momento opportuno,
e saranno la parte migliore del fight club,
nel quale quello che succede, rimane segreto.
Segretissimo.
Perché d'estate?
No, effettivamente va bene farla sempre la serata SOLO donne,
ma quando fa caldo siamo di default più nude e spensierate...
...hai detto niente!

5* LA CAMMINATA IN COMPAGNIA
Il tempo per la prova costume è passato.
C’è chi ha fallito, chi nemmeno ci ha provato, chi è intelligente ma non si applica, e chi alla fine se l’è cavata…
Ma ormai il dado è tratto.
I miracoli lasciamoli a San Gennaro, che noi di sangue che cola non ne vogliamo sapere,
però pensiamo ad una cosa incombente, anche se non sembra…
le vacanze di natale!
Si, okay, ci sono 40 gradi all’ombra, non discuto, però la SuperNonna lo dice sempre che,
passato Ferragosto, è un attimo che arriva natale!
Ergo, tirate fuori lo shorts che non potete permettervi, perché non avete più l'età, chiamate un paio di amici,
e sgambettate alla grande...
Una manna dal cielo per l'adipe in eccesso, spettacolare per le confidenze con sfondo terapeutico...  grandiosa per l'abbronzatura inconsapevole, anche se rea del segno della canotta, non particolarmente estetico... 

Commenti

  1. Cara Patalice, che bello questo post, ai fatto un programma speciale per le trentenni, e a quanto pare molto chiaro e semplice.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...diglielo tu TOMASO, a stì ventenni che il divertimento non è prerogativa loro...

      Elimina
  2. Per fortuna a parte il quarto punto mi è successo di fare già tutto, ed anche prima dei trent'anni, anche se al cinema all'aperto non sono mai andato...
    In ogni caso 5 pensieri da sottoscrivere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che ti è già capitato PIETRO, ma è importante per la "nostra generazione" non cadere nell'irrimediabile routine...

      Elimina
  3. Sono a 38...vale anche per me?!?!?!
    Adoro il cinema all'aperto appena ho avuto la serata senza nano siamo corsi al cinema, serata tra ragazze domani sera, grigliata fatta per un compleanno, mi manca il parco divertimento e le camminate in compagnia le rare volte in settimana da sola e all'alba!
    Ma sono piu' vicina ai 40.... :OOOO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no no MANU, mancherebbe altro, fai decisamente parte delle trentenni, e come tale devi completare tutti u punti!

      Elimina
  4. Eheh, anche io mi illudo che bastino le camminate per scongiurare gli inestetismi. E per quel velo di doratura che basta e avanza. Alla fine arrivo ad agosto ancora bianchissima e con gli inestetismi tutti lì, ma sono sicura che l'apparato cardiocircolatorio ne abbia giovato lo stesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non ho grossi drammi da abbronzatura MIKY, perché con gli antibiotici divento talmente amata dal sole che scottarmi a ripetizione è una solida realtà...

      Elimina
  5. Direi che sono pensieri perfetti per ogni età! Una mia cara amica ha compiuto 40 anni, le ho regalato due ingressi a Gardaland (conto di andarci con lei), adoro le grigliate all'aperto con gli amici e le serate tra donne sono fondamentali. Tentenno solo un po' sugli shorts, ma quello è un mio problema da sempre... Che dici, me ne frego e li metto lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi dire giuro CICCOLA che te lo puoi concedere

      Elimina
  6. Io le mie cose da fare quest'estate le sto realizzando proprio adesso... :-)

    RispondiElimina
  7. Cara Amica,sarà perché i trenta gli ho passati da tantissimo tempo che mi dedico ad altre amenità,mare sopra o immerso e solo mare, cena leggera di pesce e verdure e per la sete vino gelato delle mie colline.
    Felice estate,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh come programma direi che puoi fare invidia a moltissimi FULVIO, un Brindisi alla mia per favore

      Elimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo