depressione, pizza, alcool e corsa... di tutto (tanto) un po'

...che dire?

Lunedì.
Un nuovo lunedì afoso, con un caldo porco che fa scendere quelle gioiose goccioline dietro la schiena, e che (alle altre ragazze) toglie l'appetito, mentre a me fa salire solamente una gran gran voglia di non fare una fava di niente!

Ah si, poi c'è da dire che sta iniziando la seconda settimana di lavoro nel nuovo ufficio.
E le cose NON vanno bene.
NON vanno bene per niente.
Nel senso che NON è un posto che mi piace.
E' diverso.
Estremamente diverso.

Bisogna stare tranquilli, bisogna aspettare, bisogna pazientare.
Bisogna che anneghi la noia e la mia natura nel lago della temperanza.
Zen.
Devo essere zen insomma...
Che il Dalai Lama mi abbia in gloria.

Non parliamo però (solo) del lavoro che (NON) va.
Parliamo del fatto che venerdì, ho fatto i miei primi 5 chilometri in una gara.
Okay, non c'erano tempi segnati o medaglie vinte, però li ho fatti.
Tutti, di seguito, senza fermarmi.

Grazie esclusivamente alla mia amica Tatuata, che non mi ha mollata un solo istante.
Ha spronato quegli infami dei miei polmoni a non smettere di respirare, nonostante volessero fermarsi dopo 600 metri, e mi ha portata in fondo, anche se ha un ginocchio mal concio.

E' stata una settimana cruciale.
Una settimana pazzesca, di caldo eccessivo, di capelli tagliati corti, di cene improvvisate e molto alcoliche, di pizze mangiate troppo tardi, di messaggi ricevuti da amici blogger che conosco da una vita e si accorgono delle lune storte...

La strategia è di trovare una nuova routine.
Ma ancora non ho iniziato... prima devo fare pratica col quotidiano, alla fine potrei anche farcela.
E se non ce la dovessi fare, mi inventerò un nuovo giorno ogni giorno... potrebbe essere un'idea, no?

Commenti

  1. Anche qui (MI) fa caldissimo !! Complimenti per i cinque chilometri in una gara. Io, anni fa, ne ho fatti oltre dodici ma erano anni fa... Speriamo che il nuovo lavoro migliori, te lo auguro. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me lo auguro io pure MIRTILLO... di avere soddisfazione dal nuovo lavoro, e di superare i 5km

      Elimina
  2. Cara Patalice, per noi anziani, diventa una sofferenza, io cerco di bere il più possibile e mangiare non cose molto pesanti, sempre avanti!!!
    Ciao e buon inizio della settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi raccomando TOMASO abbi cura di te che la calura imperversa impietosa in questi giorni

      Elimina
  3. Weekend di stravizi culinari e camminate intense sotto il caldo (alla corsa non arrivo ma 14 km in collina non sono male) anche per me. Mi spiace per il lavoro, purtroppo non sempre i cambiamenti sono positivi... ne so qualcosa! Ma siccome hai appena iniziato c'è speranza, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi auguro sia davvero la difficoltà che porta con se il nuovo inizio BABOL però me lo auguro

      Elimina
  4. Ciao,la pizza,le cene alcoliche e il caldo torrido,non sono il toccasana per la corsa e ricorda sempre, per correre bisogna essere allenati e non trainati da una amica.
    Auguri per il lavoro.
    ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FULVIO consigli giustissimi, ma io sono figlia di un allenatore di partecipanti a nazionali, ed ho lavorato in palestra 13 anni... qualcosina so, giuro ;-)

      Elimina
  5. Non va?
    Come mai? Madonna... io ho l'ansia di finire in un posto che non va. Sempre che il post lo trovi, s'intende...
    5km senza fermarsi? Sei il mio nuovo eroe. Io mi alleno mi alleno ma il tennis non ti prepara per la resistenza, e quindi sono una schiappa totale. Potrei mettermi a correre, ma preferisco invidiare chi riesce.
    Hai la mia invidia Pataliss ;)

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e me la tengo tutta CERVELLINO, molto gelosamente per altro...
      il lavoro nuovo, credo, sia un po' come il vicinato di casa, non è che lo puoi sempre scegliere, e non è che ti può sempre dire bene-bene...

      Elimina
  6. Cosa non va nel nuovo posto di lavoro?
    Dai,magari il fatto che sia estate può scoraggiare da un lato ma incoraggiare dall'altro, perché tendiamo a essere più spensierati...^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco di spensieratezza MOZZINO, nel nuovo lavoro non ce n'è manco mezzo etto...

      Elimina
  7. il peggio, nelle gare, è quando i vecchietti ti superano incitandoti ad andare più forte (che poi non ho capito se ti stiano realmente incitante o se ti stanno prendendo per il culo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. propendo per la seconda CHARLIEBROWN, perché scommetto che nella testa si dicono "io alla sua eta non ero mai stanco, altroché... mezza pippa!"

      Elimina
  8. mi sono aggiornata nei post precedenti e ho letto del nuovo lavoro, non ti abbattere, le prime settimane sono sempre tragiche, perchè ti senti anche spaesata, non sai bene dove mettere le mani, però tieni duro, dimostra a te stessa che ce la puoi fare. Io ricordo il mio primo lavori in un agenzia di assicurazioni, andavo a piangere in bagno, ti dico solo questo!!! FORZA! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco no FRANCIS, non sono a quel livello, solo perché aspetto di andare in auto per rientrare a casa

      Elimina
  9. Anche io andavo a piangere in bagno....in tutti i posti di lavoro nuovi! poi passa...porta pazienza! un abbraccio e forza! Taty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo TATY che la pazienza non è la mia miglior dote... però la sto affinando parecchio

      Elimina
  10. Coraggio, vedrai che con il lavoro andrà meglio! Non so cosa tu faccia, ma potrebbe essere che dovendo fare pratica tu non possa ancora far tutto, quindi capita che ti annoi per questo? Con il tempo potrai forse fare più cose... in ogni caso, potrebbe anche solo essere un passaggio verso qualcos'altro, chi lo sa?! Intanto ti sei messa in moto, che non è poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco da questo punto di vista MIKY non l'avevo ancora guardata... forse davvero serve un passaggio per portarmi al mio destino

      Elimina
  11. Col tempo e la pazienza son sicuro troverai nuovamente una nuova solida e piacevole quotidianità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me lo sto augurando a più riprese PIETRO... ora sono un po' disillusa ma me lo sto augurando

      Elimina
  12. Pata, la vita d'ufficio. Per una buona percentuale lavori di una noia mortale. O rogne. Tante, tante tonnellate di rogne da risolvere. Cì sono dentro da 15 anni giusti, appena dopo la laurea (QUINDICI) e non riesco ad uscirne. Tu ci entri a 30 anni, molto più dura farci il callo. E' il sistema che non va. Discorso complesso. Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che sia determinante il fatto che per 13 anni ho lavorato in un castello dorato al quale, per altro, non sono stata in grado di dare il giusto valore DANI, ma che vuoi che ti dica? c'est la vie...

      Elimina
  13. Una settimanina bollente e difficoltosa.
    Ma consoliamoci, perché l'estate deve ancora iniziare e quindi le cose fanno in tempo a peggiorare ancora ahahah

    Scherzo, speriamo di no. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non c'è mai limite dopotutto MARCOGOI, no?
      al peggio intendo ovviamente ;-)

      Elimina
  14. Si chiama lavoro.. hai presente? Ma forse no... dovresti lavorare in fabbrica..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi il lavoro è sofferenza a prescindere?

      Elimina
    2. Solo per chi non è abituato a lavorara

      Elimina
    3. Povera principessa snob,magari hai scoperto che devi lavorare e che non funziona tutto come vorresti. Pensa quanto è immenso il cazzo che ai tuoi colleghi e datori di lavoro frega di te e delle tue manie di protagonismo.. hai il numero uno che ti si addice.. partendo dal basso... benvenuta nel mondo reale

      Elimina
    4. Ma come fai a scrivere commenti del genere?
      Sono allibito...

      Ah già, sei anonimo!

      Elimina
    5. Perché non ti fai i cazzi tuoi?

      Elimina
    6. ANONIMO perché i cazzi tuoi non te li fai tu, e non eviti di importunare me ed i miei amici?
      in realtà il fatto che ti importi così tanto della mia vita da principessa viziata, che tranquillo sta prendendo il sopravvento su un'azienda gigantesca che sarà ai suoi piedi a breve, mi fa pensare che la tua di vita sia davvero di una pochezza imbarazzante...
      prenditela con me, fallo serenamente, i miei trilioni di tacchi si puliranno sempre gioiosamente sulla tua schiena da povero reietto mentale.

      Elimina
    7. Sei veramente ridicola

      Elimina
    8. quando vuoi CERVELLINO!
      ANONIMO, tesoro, ancora attenzioni ad una principessa snob dai? guarda che mi ci potrei abituare... sono già lusingata...

      Elimina
  15. Risposte
    1. se solo non facesse così caldo FRANCESCO...
      giusto la mattina prestissimissimo riesco a correre, ma non sempre, con il nuovo lavoro mi è fattibile farlo

      Elimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo