mercoledì 5 aprile 2017

vergognosamente felice... tra hamburger a domicilio e domande esistenziali

Ho letto che Mc Donald's farà consegne a domicilio, per contrastare la crisi accusata dalla multinazionale... 

Povero signor Ronald, qui nel Bel Paese, sono fioriti in ogni dove locali dove servono hamburger gourmet che, se come ha detto mio cognato RocketMan, non sei assuefatto dal fast food ed hai un palato un minimo decoroso, non puoi che preferire...

Le associazioni di obesi anonimi si disperano, mentre le gattare del venerdì sera, gioiscono per questa alternativa alla pizza.

Dopo questo gioioso preludio, vi annuncio che sto respirando come un bulldog a Ferragosto.
Mah, sarà l'allergia, sarà questo clima che cambia di 10 gradi da due ore con le altre, ma io sono mezza influenzata, e questo è un dato di fatto!
La cosa divertente è la gente, che arriva al lavoro, sente la mia voce da transessuale, e mi chiede se sono raffreddata... nooooooooooo, imito Amanda Lear, sono brava, eh?

Siccome sono a secco di argomenti interessanti, sappiate che ho iniziato a rivedere "Ally Mcbeal", che tutte le mattina danno in doppio episodio su Italia1, e mi sono chiesta se sia davvero quella la vita negli studi legali, perché se la risposta è si, meriterebbe un pensierino... anche se mi sa che sono fuori tempo massimo, a 31 anni e mezzo, quasi 32, una non è che si può inventare di diventare avvocato.

Oppure si?

La domanda è questa, che oggi mi attanaglia, e che ovviamente io giro a voi, è: quando arriva il momento in cui non puoi più decidere il lavoro dei tuoi sogni? Quando è "troppo tardi"?

E no, per favore, non mi rifilate la storiella che non è mai troppo tardi, perché arriva un momento in cui è troppo tardi... il fatto è che mi piacerebbe sapere quando.

Conosco persone che hanno fatto della propria passione un mestiere; imprenditori che hanno rischiato tanto, alle volte partendo da poco, pochissimo, riuscendo in grandiose imprese; gente che si è fatta il mazzo ed alla fine ce l'ha fatta... ma erano tutti giovani!
Si parla sempre e solo di gente giovane!

Ed io mi chiedo quanto giovane debba essere una persona per realizzarsi, quale sia la dead-line, oltre la quale è inutile sperare, perché materialmente manca il tempo per riuscire...

Ma voi ve lo ricordate cosa volevate fare da grandi?
Cioè, vi ricordate quando eravate piccini e vi chiedevano cosa voleste fare da grandi?
Cosa rispondevate voi?

Io mi ricordo che volevo fare la dottoressa.
La pediatra.
Poi la psichiatra.
Ma sempre stare nell'ambito medico.

Ci ho pensato per tanto tempo, ero piccina picciò quando formulai il pensiero, che mi stette attaccato per un bel po'... poi successero la matematica, la fisica, la biologia... e facevo il liceo classico, quindi ci avevo a che fare al massimo 6 ore in tutto a settimana, ma capii che non poteva proprio essere il mio destino!

Quindi passai a pensare di me che avrei fatto l'attrice.
Fu una parentesi piuttosto breve, rifocillata dal prete del mio paese che mi fece interpretare Rizzo in "Grease", Doris in "Fame" e pure Giulietta del dramma di Shakespeare... e, diciamocelo, ero brava, decisamente brava.
Ma non poteva essere una carriera vera per davvero... daaaaai...

Dunque si esaurisce la mia dose di idee fanciullesche, riguardo a quello che avrei fatto da grande, si potrebbe annoverare quel periodo in cui avevo pensato di essere davvero la delfina designata del Paparotto Gigiotto, e che nella vita avrei fatto l'imprenditrice, prendendo in mano le redini dell'azienda di famiglia, portando in auge le mie idee.
Maaaaaa...
Naaaaaaa
Non è durata manco questa di cosa, ma lì ci sono sotto motivi e motivi e motivi, che ora non sto ad elencare, perché francamente sono solo fatti miei (e della mia famiglia)

Da tutta la vita sogno di scrivere, ma mi sa che quel sogno sta bene dove sta, nel cassetto non aperto delle cose che avrebbero potuto essere e non saranno, ma non per questo sono sbagliate, o vanno forzate o mi fanno male.
Dopotutto ci sono altre cose, ed oggi ho idee, aspirazioni, intuizioni, che valgono tutto un panorama lavorativo nuovo, esaltato esaltante e da scoprire.
Non credo di non essere in tempo a realizzarle e a realizzarmi, ma credo di dovercela mettere tutta adesso, se ci voglio provare per davvero.
Coi fatti, senza parole.

Perché se è vero che non è mai troppo tardi, è anche vero che chi ha tempo non aspetti tempo...  

30 commenti:

  1. Cara Patalice,
    innanzitutto ti auguro di rimetterti presto dalla tua allergia.
    Personalmente io non ho mai avuto dei "grandi sogni" nel cassetto molto precisi, bensì delle "linee guida" un po' generali: lavorare in campo umanistico/letterario, continuare a danzare, rendermi indipendente, avere tempo per hobbies/famiglia/amici... è ovvio, non sempre riesco a seguire questi dettami al 100% ed i brutti periodi capitano a tutte, però so che questo è più o meno quello che voglio.
    Poi secondo me la vita può farci scoprire nuovi mondi ed interessi inediti a tutte le età! Io ultimamente sto vedendo i miei genitori ed i loro amici e mi sembra che all'alba dei 60 anni, con i figli fuori casa e la prospettiva della pensione, tante persone si sentano tornare giovani di nuovo ed abbiano voglia di rimettere in gioco tutto!!
    per me no, non è mai troppo tardi davvero :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh SILVIA, okay, non saranno i sogni nel cassetto più pindarici mai esposti, però sono anche piuttosto chiari e definito direi, ergo non vanno buttati nel calderone delle linee guida dell'esistenza, che sono decisamente meno ardimentose! dopotutto anche tu ci hai messo qualche sprazzo di bell'aria!

      Elimina
  2. E' sempre troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mai e sempre VIPERO, che parole insopportabilmente fasulle...

      Elimina
    2. pensavo l'avresti detto per "troppo" ;)
      Era la semplificazione di un aforisma di Doris Lessing, che un'amica m'ha fatto scoprire tempo fa:
      "qualsiasi cosa tu debba fare falla subito. le condizioni sono sempre impossibili".

      Sempre non sempre è fasulla ;)

      Elimina
  3. 32 anni è una buona età. Poi arrivi ai 40 e passa la voglia. Perciò Patalice se hai qualche idea: o ora, o ora. Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e pensa che sono ancora a "soli" 31 anni DANI, i 32 arriveranno tra un mesetto o poco più

      Elimina
  4. Non voglio fare del facile tuttoèrelativismo, ma in parte è proprio tutto relativo. Per alcune cose, o le fai da giovane o poi per un motivo o l'altro non ci riesci più (ma anche qui dipende da che persona sei, da che altri impegni hai eccetera eccetera). Però, guarda Elda Lanza, ha sempre scritto nella sua vita, ma ha debuttato come romanziera vera e propria nel 2012, e se pensi che è nata nel 1924... Oddio, ti auguro comunque di realizzare alcuni dei tuoi sogni MOLTO PRIMA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no dai MIKY una volta morta lasciatemi giacere in pace vah... comunque che ci sia la possibilità reale di realizzarsi anche avanti con gli anni, io alla fine lo credo, però temo non abbia lo stesso sapore

      Elimina
  5. Io ho sempre voluto fare il chirurgo.
    Poi ha 17 anni sono arrivati i grilli per la testa delle materie umanistiche ed è stata la fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo fascino per le materie umanistiche MARE... chi prima chi poi, ci ha fregate tutte e due, eh?!

      Elimina
  6. Cmq mia mamma diceva sempre che Amanda era un Amando. Ma non si è mai capito bene ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può anche darsi MERCOLEDIADDAMS che tua madre non avesse proprio tutti i torti

      Elimina
  7. Cara Patalice, a me gli hamburger non mi piacciono tanto ma ce molta altre cose che oggi è facile trovare e somo molto buone.
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece TOMASO li adoro proprio...

      Elimina
  8. Come sempre ottimo post, ma la domanda più imbarazzante è..quandpo è ora di smettere...
    Sai quante volte ho pensato di smettere con questo lavoro( anzi questi lavori che adoro?) Mille volte e tutte per ragioni di salute che per essere figlia di un chirurgo va a pennello..infatti posso descrivervi con esattezza tutte le operazioni che ho subito.
    Volevo farmi monaca, non ridete su, ero in collegio da tre anni d'età, poi ballerima, data la danza classica.Poi chirurgo, finche' facendo lingue ho avuto il " culo" di entrare al giornale perchè masticavo l'olandese. Ma ero una giovane madre già separata e piena di vita( sempre meno la salute) e avevo mille entusiasmi..ora è il fisico che zoppica parecchio...
    E la mia risposta è sempre la solita, andate avanti finchè potete e ne avete voglia, ma fermatevi quando la salute dà i primi segni di stanca. Io non ho frenato a tempo!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CROSIGLIA vorrei sedermi di fronte a te, tazza di the e biscotti, ad ascoltare della tua vita... dell'affascinante passato che hai avuto, del tribolato presente che hai, e dell'imprevedibile futuro che ti aspetta...

      Elimina
    2. Che conforto queste parole , anch'io lo desidererei moltissimo..Il cancello è aperto vieni quando vuoi...

      Elimina
  9. Non male come idea, peccato che il McDonald's più vicino è a 50 km...
    Io cosa volevo fare da grande? ormai non me lo ricordo più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da quando ho scoperto che abbiamo la stessa età PIETRO, il tuo dirti incapace di ricordare che cosa sognavi per te stesso da piccolo, mi fa quasi orrore!

      Elimina
  10. Bella domanda la tua.
    Non ho idea. Io credo di essere sempre in tempo :p
    Penso di aver sempre voluto scrivere, ideare, organizzare. Per diletto e talvolta per mestiere, è successo... Penso e spero succederà ancora.
    Dopotutto ho sempre 12 anni^^

    E al Mc ci voglio andare di persona, al massimo col McDrive XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e mi ci porti vero MOZZINO?
      carica di Fanta, patatine extra large e crocchette!

      Elimina
  11. Io volevo fare la veterinaria ma la ma avversione per le materie scientifiche mi ha fatto cambiare idea e ho fatto il liceo artistico, tutta un'altra cosa! Ho fatto teatro e mi piace anche recitare ma è difficile farci una professione. E ora sono diplomata in grafica pubblicitaria ma è molto difficile trovare lavoro quindi mi sto orientando su altri lavori, forse era meglio che facevo un liceo scientifico!😂 Comunque penso che non sia mai troppo tardi, ti auguro di realizzare i tuoi sogni!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i sogni alla fine possono realizzarsi VANESSA, e bisogna sempre stare molto molto attenti alle cose che si desiderano, perché può accadere che succedano!

      Elimina
  12. Ciao Pata, non ricordo, da piccola, cosa volessi fare da grande, in realtà perché non erano argomenti trattati all'epoca (ed io di anni quest'anno ne compio 40).
    In età adolescenziale, invece, ricordo che volevo volare, sì, diventare hostess di volo, ma ahimè, mi fregò l'altezza e la mezza bellezza, perché sì ho studiato Lingue e letterature straniere, perché forse ci speravo anche un pò, ma difatti non accadde un bel niente...oddio...l'hostess la feci per un periodo, ma di terra e di prodotti da vendere, in vista della laurea imminente e del matrimonio dietro l'angolo. La domanda non mi è più stata posta, ed io, con la fretta di mettere su famiglia, ho ripiegato e son diventata impiegata. Dopo qualche anno, un po' prepotentemente, si è fatto capolino in me, l'idea, che forse dietro una scrivania non ero propriamente a mio agio, sebbene andassi forte, decisi che quella non poteva essere la mia strada, perché non mi rendeva felice.
    Così si risvegliò in me una passione, quella della pasticceria, che era sopita da anni e che si invischiò nella mia allora vita abbastanza confusa e incasinata.
    Ora, tutto questo per dirti, che l'età è avanzata alla grande, come ti dicevo, quest'anno corrono gli -anta, ma nella mia testolina c'è ancora l'idea che io possa farcela a realizzare il sogno di lavorare in un laboratorio, e forse ci credo ancora tanto, sebbene abbia studiato e frequentato corsi e come in tutti i campi, bisogna oltre allo studio, avere pratica, ed è quella che mi manca, perché ho lavorato nell'ambito solo 6 mesi...ma da testarda quale sono (anche io), io vado avanti nel credere che questo sia realizzabile e fattibile, che prima o poi indosserò nuovamente il mio grembiule bianco e con il sonno negli occhi, mi possa cimentare in preparazioni notturne da colazione o torte o bignè e rendere felici persone che al loro morso sulla pastarella, rendono me orgogliosa del mio sogno. Io ci credo e vado avanti, sebbene l'età, non tanto più giovane, sebbene la poca esperienza, sebbene quelle persone che mi dicono che non ce la farò mai, vado avanti perché vedo l'obiettivo davanti a me...ed in parte è ciò che ti consiglio di fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace respirare i sogni altrui, anche quando sono "solo" nero su bianco tra i commenti di un blog...
      mi ha fatto piacere sentire di come ti percepisci tu FETTADIPARADISO, ancora assolutamente in costruzione, nonostante quegli anta, che un po' ti tormentano, altrimenti nemmeno li avresti nominati, e tu li ribadisci...
      ed io credo che perseveranza siano armi molto potente, sebbene siano disgraziatamente sottovalutate... si, perché lo sappiamo tutti che servono, ma quanto sono realmente pronti a mettersi in gioco al mille x mille come te?

      Elimina
  13. Pata sei giovane, puoi fare tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh là SARA! io giusto una risposta come questa volevo, mica altro!

      Elimina
  14. Chiunque mi porti la cena a domicilio per me è un mito se poi è il Mac...Ciao proprio!!Standing ovation appena si rende concreta questa cosa provo di sicuro!
    Per i resto non so se ti piacerà la mia risposta, ma sono coraggiosa e ti dico come la penso
    ci sono persone che potrebbero fare qualunque cosa e in qualunque momento perché sono "fortunate"?Dotate? Capaci!??! Non lo so ma qualunque cosa facciano riescono...E ci sono persone che arrancano con tutto, anche con i sogni base...
    Volere è potere?!?! Non sempre fatto è pero' che con la vecchiaia (sono quasi a 38) su qualcosa ci si puo' buttare..e no gli studi legali in Italia non sono così...Parlo da moglie di avvocato!
    E starei a casa la mattina solo per vedere Ally e Private Prictice subito dopo su rai5 e Ghost Whisperer...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a parte che definirti vecchia a 38 anni è già di per se piuttosto coraggioso, e molto poco realistico MANU, direi che non c'è niente di straordinario in quanto hai scritto... che a certe persone la vita dica meglio che ad altre, è un dato di fatto che non so se si possa dire giusto, ma in quanto dato di fatto, a parte l'alzare rassegnato le spallucce, se non si fa parte della fortunata crew, non si può far altro...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

per una nuova me

I N V E S T I M E N T O una bella parola non c'è che dire vengono in mente i soldi e la speranza la speranza di fare soldi se...