invest in yourself... che è più meglio

Fate un favore a voi stessi.

Imparate a stare da soli.

La qualità del vostro tempo, della vostra solitudine, del vostro peso sociale, ha una sua essenza, ed una vitale importanza... tanto vitale quanto siete disposti ad accordarlo loro.
Rendetevi conto di chi siete e di quanto contate per voi stessi.

No, non è l'incipit del peggior libricino motivazionale che potrebbe capitarvi di leggere, è una cosa che vorrei davvero passasse.

per quanto abbia finto di essere capace di esserlo, non sono una Yes-man, perché sono convinta di non averne le doti e nemmeno i numeri, e so di non poter vantare il fatto di essere positiva ottimista e gioiosa sempre e comunque, dire che non ho il sole dentro che si sprigiona fuori, cambiando la vita e l'umore delle persone, è dire una verità inappuntabile...

...tuttavia...

...vuoi l'età che inesorabile avanza, vuoi che sto riflettendo sulle persone più di quanto non dovrei/vorrei, vuoi che mi sono lasciata deludere ancora e ancora; ma, ultimamente mi sono resa accorta che viviamo sempre più corazzati sotto il peso delle opinioni altrui, e questo decisamente non va bene!

Verrebbe da chiederci perché non possiamo vivere come gli abitanti di Beirut...

No, non sono ubraica alle 9:00 del mattino, e nemmeno ho sparato una città a caso, il fatto è che, un mio cliente, l'altro giorno, mi ha spiegato che gli abitanti di Beirut hanno visto la guerra, sono sopravvissuti, ed ora vivono ogni giorno, come se fosse l'unico giorno,non si tratta di ultimo ne di primo di sorta, ma di unico giorno.
Una responsabilità bella tosta, direi che migliora la vita, il modo di viverla e di guardarla, ma che permette anche di essere più realisti e fatalisti nei confronti della sua stessa esistenza.

Cioè, rifletteteci un attimo: essere davvero veramente capaci di vivere alla giornata, con il simbolismo di 24 ore uniche, delle quali godere, non dovrebbe portarci a fare ciò che realmente ci rende felici di essere ed esserci?

Dai, dopotutto, se poteste avere un giorno solo a disposizione, davvero lo sprechereste con persone che non vi piacciono? Facendo cose che non sopportate? Seguendo le convenzioni convinte di una società che vi ha ammorbato, e non si stufa di farlo?

...voglio sperare non siate veramente così sciocchi...

E, alla soglia del 32esimo compleanno da festeggiare, nel solito trambusto social di idee per i regali che vorrei mi fossero fatti; scelte sbagliate compiute perché mi fanno sentire meglio, e decisioni prese con gli occhi tappati ed il naso che non inala profumi o puzze di sorta; mi sono fiondata su un'idea di domani che potesse farmi sorridere il cuore... e se sono rose fioriranno!

Commenti

  1. Ciao!
    Penso che tu abbia assolutamente ragione! Proprio ieri stavo pensando che a metà giugno sarà già un anno da quando sono andata a vivere da sola, ed il tempo è volato, perché mi sono trovata davvero a mio agio. Ho semplicemente cambiato quartiere, quindi vedo sempre amici e famiglia, ma ho l'indipendenza di cui, alla mia età, ho bisogno, anche per mettermi alla prova.

    Anche io, come tutti, ho fatto l'errore di donare tempo ed energie a persone che non se lo meritavano, specie in quella fascia di età tra i 18 ed i 22 quando si è, di fatto, ancora delle tardo-adolescenti: vorremmo sentirci adulte ma non sappiamo ancora bene tutto quello che vogliamo.
    A 27 anni spero di aver imparato la lezione almeno un pochino :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono passata da essere figlia a essere moglie, senza una tappa fondamentale che è il vivere da soli SILVIA, e non posso negare che, tornassi indietro, non me ne priverei certamente! anche se, lo ammetto, alla solitudine mi sono abituata comunque...

      Elimina
  2. Io per fortuna da solo so stare benissimo, più che materialmente spiritualmente, perché stare bene con se stessi aiuta ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ad avere ottimi rapporti anche con il resto del mondo, mi permetto di fare chiosa al tuo commento PIETRO

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma no, è che non in realtà non c'è risposta, non è fattibile una cosa simile. Noto una certa dicotomia tra lo stare bene da soli e fare quello che ci rende felici.
      Such a shame mi sembrava la colonna sonora adatta.
      Tutto qui.

      Elimina
    2. VIPERO io questa volta mi sa che non ti ho compreso...

      Elimina
    3. Stare bene da soli...è un traguardo personale, non una prova a cui tocca sottoporsi a forza.
      Se c'è qualcuno con cui condividere, ben venga, è un completamento ulteriore. Se quel qualcuno non c'è (o come accade spessissimo ci facciamo andar bene qualcuno che non ci corrisponde per troppi aspetti - paura della solitudine -) allora no. Ne convieni?

      Elimina
    4. assolutamente si GIOIA: come spesso accade, meglio soli che male accompagnati!

      Elimina
  4. ...Pietro ha detto tutto quello che volevo scrivere io...! Quand'è il tuo compleanno? Così passo a farti gli auguri! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 16maggio RIGHINE, e sono talmente egocentrica che lo metto un bel po' in piazza l'evento...

      Elimina
  5. Io sto molto bene con me stessa, tanto che a volte devo stare attenta a non isolarmi troppo...Ogni giorno può essere l'ultimo, per questo il mio motto è 'cogli l'attimo'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la paura di isolarmi, perché amo molto i miei spazi non condivisibili, ce l'ho anche io GIULIALU, ma non la combatto come facevo anni fa, ora mi sforzo di capirmi... in fondo anche io ho le mie esigenze!

      Elimina
  6. Cara Patalice, è sempre stato un problema passare il tempo libero, anche quando non ce!!! è un dilemma che talvolta non sai cosa fare.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah guarda TOMASO, come per tutte le cose del mondo, se davvero ci stanno a cuore, troviamo tempo e modo per farle

      Elimina
  7. Io ho imparato a stare da sola... è stata dura, ci ho messo circa 6 anni e anche se preferisco sapere di avere qualcuno su cui poter contare sempre, so cosa aspettarmi se il domani dovesse di nuovo costringermi a ritrovarmi sola...
    Per quanto riguarda il vivere alla giornata, giuro che ci ho provato milioni di volte, ma proprio non ci riesco! E' più forte di me! Continuo a ripetermi che è meglio l'uovo domani e non riesco a uscire da questo circolo vizioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ehi NAT, spetta un minutino! cioè, ci sono tanto di guru indiani che provano a vivere alla giornata, fallendo, figurati se io posso essere già capace... ci provo e mi ci impegno

      Elimina
  8. Ciao,sono d'accordo con il tuo post.Io sono uno,quasi solitario che va d'amore e d'accordo con se stesso.Assieme passiamo meravigliose giornate,divertenti e impegnate.Veleggiare in barca,camminare sulle alte vie montane o visitare una mostra d'arte in solitudine è meraviglioso.
    Ciao, fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando stare soli non è un'imposizione data da una triste condizione di vita FULVIO, ma una scelta fatta consapevolmente, trovo sia la migliore che si possa fare

      Elimina
  9. e speriamo flower power, allora ;-)

    RispondiElimina
  10. Sto bene da sola, benissimo. Forse è questo il mio problema.
    A me piace il gioco "vivi la tua vita come se fosse l'ultimo e fai solo ciò che ti fa stare bene". Anche se scritta così sembra il finale sdolcinato di un film sciocco e romantico.
    Io saprei cosa fare. Ecco, forse nella vita oltre a stare bene con se stessi bisogna sapere cosa ci rende felici, e farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che questa sia la migliore delle benedizioni: stare bene con se stessi. Che diventa la peggiore delle maledizioni quando si trasforma in: bastarsi.

      Elimina
    2. eh già K, quando ci bastiamo diventiamo intransigenti con gli altri, esclusivisti con il nostro tempo, che ci troviamo a considerare talmente migliore rispetto a quello vissuto dagli altri, che è dura accettare che la cosa che ci rende felice, come ti auspicavi di trovare tu KTML, sia condivisa e non elitaria

      Elimina
    3. Già. La pessima ironia della vita....

      Elimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo