mercoledì 22 marzo 2017

cattivissima io

Odio un sacco di cose.
...qualcuno potrebbe dire che è perché sono difficile...

Stronzate.
Il fatto è che godo di buongusto.

E' una maledizione, perché devo avere a che fare con le pessime scelte della gente; con la sua scarsissima predisposizione alla cosa migliore; e pure con la loro litania moralista che sembra impartire la giusta, amara, medicina su cosa fare...

Tutta la mia comprensione agli incompresi.
Ad esempio, coloro i quali guardano alle coppie bruttissime, dove lei è visibilmente incinta, e sentono la domanda formarsi spontanea: MA PERCHE' VI RIPRODUCETE!?

A quelli che, guardano il cane (?!) vestito come la peggior bagascia thai, che invece di correre dietro ad una palla, abbaiano incessantemente in borsetta, e si domandano: MA PERCHE' CAZZO LI CHIAMATE CANI?!

Ed anche a chi va a cena con i suoi amici, e si deve pippare la cretina di turno, che vuole l'hamburger senza insalata e senza salsa, ma con i cetrioli e il pomodoro, e che prima di lasciar mangiare gli altri, deve fare 46mila foto della tavola, con dovizia di particolari ed angolazioni differenti, e ti viene da chiderle: MA A TE, CHI TI HA INVITATA?

E' un dato di fatto.
Odio un sacco di cose, sono intollerante ad una serie di piccoli/grandi eventi che tormentano il mio cervello, facendomi un macello cerebrale di quelli giusti...

E ve l'ho detto, sono certa che la colpa sia del buon gusto che mi contraddistingue, nulla di più...
Ed oggi, sebbene sia passato qualche giorno dal fatto, credo sia doveroso usare, anzi ABUSARE di questa parola: buongusto.

Credo sia noto a tutti, quanto è accaduto lunedì mattina, all'interno di non so quale trasmissione televisiva sulla RAI, che invece di dare sfoggio di intelligenza, o quantomeno, di temperanza, dando servizio pubblico decorosamente detto, ci informa che le donne dell'est sono le perfette compagne da avere accanto, perché quando sei vecchio non hanno problemi a cambiarti il pannolino, e perché tornano prontamente in forma dopo il parto...

Un degrado illegittimo di maschilismo e razzismo, che farebbe accapponare la pelle anche a chiunque sia dotato di un cervello pensante.

Ironia?
Stì cazzi.
Io sono ironica, parecchio ironica, riesco addirittura ad essere auto-ironica a volte, ma io non sono la Rai, io posso permettermelo, io non devo rendere conto a milioni di italiani che mi pagano per dar loro qualcosa di più di aria fritta di bassa lega ed infimo livello.

Traducendo in soldoni, io posso sparare cagate a raffica, al massimo mi mandate a quel paese, non mi leggete più, mi depennate dalle preferenze... ma io dico, come si fa ad insultare tante persona in una botta sola, passando per il tubo catodico?

Ci vuole il talento del cattivo gusto.
Talento che non ho.
Che Dio mi abbia in gloria.

26 commenti:

  1. ma comunque si è esagerato. la censura non va mai bene, soprattutto su argomenti di cui comunque la gente, fose anche in un bar, una sua opinione ce l'ha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. concordo FRANCESCO: la censura è mala cosa in ogni forma possibile ed immaginabile, punto e basta.
      tuttavia, io non avrei mai voluto la cosa si risolvesse, con l'ennesimo colpo codardo di scena, della dirigenza rai, che tutto fa, tranne che essere servizio per il cittadino.
      auspicavo scuse, nei confronti delle donne dell'est, messe alla stregua di macchietta ridicolizzabile all'occorrenza di una scarsissima capacità degli autori del programma della Perego, niente di più, niente di differente

      Elimina
  2. Cara Patalice, io credo che la frasetta del cazzo "Ma dai, è ironico! E fatevela una risata!" sia diventata, negli ultimi tempi, il rifugio di chi abusa di sessismo, razzismo, omofobia ed altre amenità. Queste persone fingono di scherzare, ma purtroppo pensano davvero quelle cose.
    Giustissimo prendere dei provvedimenti contro un programma che ha detto cose molto offensive per tutti, donne dell'Est, donne dell'Ovest e uomini.
    Non sarebbe bello, però, se questo restasse un caso isolato: bisognerebbe ridurre il trash televisivo ovunque. Io, personalmente, sono stufa di accendere la tv e vedere certe schifezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ammetto SILVIA, che il trash televisivo è una realtà alla quale gioco forza ci siamo dovuti piegare, ammettendone anche la parte ludica e spiritosa, forse perché prende così bene spunto dalla realtà che interpretiamo noi stessi ogni giorno... tuttavia, nemmeno questo può trasformarsi nella retorica che fa spallucce dicendo che "siamo fatti cosi", perché questo menefreghismo a tutti gli effetti, non fa altro che penalizzarci, facendoci cadere punto e basta.

      Elimina
    2. È la frasetta tipica di mikymoz non ve ne siete accorti? Daniela

      Elimina
  3. Ne so il giusto di questa vicenda ho sentito solo le polemiche.
    Sicuramente è stata un'offesa per tutti uomini e donne.
    Sospendere il programma e allontanare la Perego facendo gli gnorri e prendendo le distanze mi è sembrata una vigliaccata tremenda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...perché lo è MANU, una vigliaccata fatta e finita, che è la trasposizione pari pari della politica italica, dove è più semplice alzare le braccia perfettamente gnorri, piuttosto che prendersi le responsabilità per i pass falsi, che diventano ancor meno sopportabili, se fanno la parte degli scarica barile fino a loro stessi...

      Elimina
  4. Io sono ironica e anche autoironica, però odio un sacco di cose come te, forse troppe. E la Rai ha fatto una cagata pazzesca, come purtroppo ne fa tante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi pregio di un'auto ironia non sempre attiva NONPUOESSEREVERO, mio malgrado è questa la verità... però cerco di adoperare quanto più buon senso mi è stato dato di esercitare, ed ammetto che, solitamente, mi dice pure bene...

      Elimina
  5. Cara Patalice, ma che bello poter leggere tutto quello che pensi!!!
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. filtri e soldi TOMASO, mai avuti...
      un sorriso affettuoso

      Elimina
  6. E io che credevo fossi un angioletto, come quel ciuffetto rosso del film recensito oggi.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma te pare PIETRO? su da bravino che di angelico io, manco la reputazione vah...

      Elimina
  7. Che poi.
    Hamburger senza salse. Puoi fare tutte le foto che vuoi ma sei sfigata.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ehi tu MOZZINO, ce l'hai con me, no dimmelo, ce l'hai con me?

      Elimina
    2. Eccolo lo sfigato per eccellenza,sessista e tuttologo. Daniela

      Elimina
  8. Anche io ODIO un sacco di cose grrrrr :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si fa a farsi piacere tutto RICCIOLINO? non mi sarebbe mai e poi mai possibile!

      Elimina
  9. La rai mi sembra ferma agli anni '80, con certi personaggi che ne fanno un feudo privato, tutto a discapito della qualità di un sevizio pubblico, che paghiamo anche se non ne usufruiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la mossa di metterci il pagamento in bolletta SARA non la dice solo lunga, dice tutto rispetto a quello che è... una truffa ai danni dei cittadini, prima di essere un servizio ai contribuenti

      Elimina
  10. Pata sono assolutamente d'accordo con te sul fatto che sia stato un episodio di cattivo gusto che la Rai non si doveva permettere di fare. Il servizio delle Iene di ieri sera, però, mi ha fatto un po' riflettere sull'attribuzione di colpe.
    Attualmente, infatti, sono più indignata per il giochetto dei dirigenti Rai di tirare la pietra e nascondere la mano piuttosto che sul messaggio becero e sessista di una pagina televisiva di bassa lega come tante altre.
    Se è stato approvato prima della messa in onda perchè fare scarica barile e lavarsi le mani delle proprie responsabilità dando il contentino pubblico di facciata, licenziando la Perego e tutto lo staff del programma?!?
    Non sapersi assumere le proprie responsabilità credo che sia un'altra forma di cattivo gusto intollerabile.

    P.S.
    Ho finalmente recuperato la tua lettera su Vanity, l'ho trovata davvero appasionata e toccante. Non tutti riuscirebbero ad essere così schietti e veri su un tema così delicato come quello della maternità. Davvero complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio per le parole che mi hai riservato SOFASOPHIA, e mi dico d'accordo per il comportamento sostanzialmente bieco è scarsamente morale dei vertici rai, sempre meno all'altezza del loro ruolo istituzionale, poco ma sicuro

      Elimina
  11. Ciao Alice io non ho la tv, scelta che risale ad anni fa,ora col pc, che uso anche per lavoro decido cosa guardare anche di televisivo, e molte poraccitudini le scanso anche involontariamente! Orribile l'episodio di cui parli, che schifo, senza parole!:(

    Per le altre tue osservazioni concordo a proposito del cane "umanizzato" porello! Per le coppie brutta , mi hai fatto sorridere, perche' è vero che sorge spontanea la domanda ma non ti è mai capitato di conoscere persone bellissime che poi ti presentano i genitori e pensi che son miracolate? Cioe' da due brutti a volte nasce una miss!:)))Quella che fotografa il cibo probabilmente ha un blog di recensioni e deve riportare tutto! Ah ah!


    PS La tua lettera e possibile leggerla solo su Vanity?

    Ciao!Bacioni!

    RispondiElimina
  12. e pensare che la rai la paghiamo pure...
    Senza generalizzare (chiaramente!) ci voleva qualcuno che telefonava per parlare di quante donne dell'est cambiano quel pannolone SOLO per ottenere la cittadinanza italiana... e si pensa al fatto che subito tornino in forma? Grazie! Perché la pensione la usano per loro, mica per la famiglia?
    Bah! Meglio non continuare... se solo penso che certi messaggi passano in TV...

    Buona giornata, Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato un contenuto degradante, quello propinatoci dalla tv pubblica LUISA; e sebbene non condivida lo scarica barile, che ha portato la Perego a chiudere i battenti, mi fa ribrezzo la svolta che ha preso la comunicazione italica

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

per una nuova me

I N V E S T I M E N T O una bella parola non c'è che dire vengono in mente i soldi e la speranza la speranza di fare soldi se...