Berlino ich liebe dich

...non ho mai creduto che nella vita ci si innamorasse una volta soltanto...

E' decisamente troppo poco, e la vita è troppo lunga.
Ergo, sarebbe riduttivo accettare senza proferir verbo, le implicazioni del cuore che possano andare a braccetto con quelle di una ragione stereotipata.

...e dopo questa pipposa premessa, direi che posso andare al succo del discorso: ho fatto un weekend a Berlino, e mi sono (follemente) innamorata della bellissima città che è!

E' un amore viscerale, che a poche ore dal mio rientro me ne fa già sentire la mancanza.
E' un amore inatteso, perché sebbene nutrissi aspettative altissime, non pensavo mi potesse piacere così tanto.
E' un amore puro, che mi ha presa dentro, e che mi fa sognare di viverla ancora ed ancora.

Non sono brava coi resoconti di viaggio, mi pare di essere troppo istituzionale, e poi troppo prolissa, e poi troppo poco particolareggiata, e non riesco mai a rendere piena giustizia alla delizia dei miei occhi... ma sappiate che l'ho stra vissuta e molto molto apprezzata.

Il nuovo ed il vecchio, vivono pacificamente, pestandosi i piedi ad ogni via che si percorre, e senza rispetto per la storia e l'innovazione, ma questo non le impedisce di essere un avventura a cielo aperto.

I chilometri, tantissimi, fatti su e giù per le vie, alla ricerca dell'ennesima meraviglia dalla quale farci rapire, alla volta di idee che regalano emozioni, un una testolina (la mia) che vagava alla ricerca di un senso, laddove di senso non ce n'è molto ultimamente...

Berlino ispira pensieri forti, e anche felici; perché la sua identità te la sbatte orgogliosa e rigogliosa, in faccia, con grande auspicio di grazia e virtù, ed una sana volontà di farsi riconoscere.

E' una mamma che non sgrida il proprio figlio perché si fa riconoscere, ma che lo incita ad essere lui, senza filtri, e senza mediazione.

Berlino ha saputo dare e dire, di se e della sua gente, molto molto più di quanto non ci si potesse aspettare, perché è lei stessa a disegnare le proprie pareti, sdoganando confini e posticipando il momento di crescere davvero; perché, per quanto matura sia, Berlino ha il sapore di una Peter Pan, dall'ombra ingombrante...

Come ho premesso, io di analisi sul viaggio come un travel-blogger, di quelle brave, non la so fare... però vi assicuro che c'è tanto, tantissimo da vedere...

L'iconica e turisticissima Porta di Brandeburgo, l'impattante ed emozionante Muro di Berlino, le evocative vie di trasgressione modernità e lusso, i mille locali etnici, e i pochi posti tipicamente germanici dove mangiare; il mercato domenicale che avvolge di meraviglia un parco altrimenti scevro... è tutto un dialogo di beltà prepotente, nella quale ho già voglia di ributtarmi.

Dopo il post "forte" della settimana scorsa, che ha attratto molte risposte, anche nel ed in privato, necessitavo di staccare... mai avrei potuto pensare di farlo in modo tanto autentico.

Insomma, prendetevi un weekend ed andate a Berlino, questo è il succo del discorso.

Commenti

  1. Io Berlino l'ho amata, non ho mai capito se perchè fosse davvero scattata la scintilla o perchè avevo desiderato per quasi dieci anni di andarci prima di riuscire a realizzare il tutto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...anche io NONPUOESSEREVERO volevo vederla da tempo immemore... ringrazio il cielo che Jn mi abbia regalato un weekend li, perché chissà quanto tempo ancora sarebbe trascorso altrimenti!

      Elimina
  2. Cara Patalice, sono d'accordo con te!!! Capita di trovarsi bene dove non lo immaginavi nemmeno!!!
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio vero TOMASO: avevo delle aspettative alte, ma non pensavo la città mi avrebbe così appassionata!

      Elimina
  3. Ti ho seguito tramite foto, e anche se non ci sono mai andato sono d'accordo con te di affermare che è davvero una bella città ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ne avrai mai la possibilità PIETRO non fartela scappare! perché è un luogo magico, davvero

      Elimina
  4. Mia cognata è stata qualche anno fa e l'ha trovata molto bella.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CAVALIERE crea la giusta occasione per andarci, fallo per te!

      Elimina
  5. Delusione pazzesca da Berlino... aspettative crollate... salvo il cimitero storico ebraico, con l'edera a ricoprire tutto...e dove devi entrare con la kippah, il tipico copricapo ebreo e i numerosi richiami al periodo storico che l'ha vista protagonista. Per il resto parliamo di una provincialona. Montagne di colonne doriche, un Alexanderplatz che sembra la Stazione Termini di Roma.. una roba inguardabile... eppoi vialoni, palazzoni colonne doriche, stradoni, palazzoni e ancora colonne doriche... per uno innamorato di Londra, Berlino è un bagno di sangue nel vuoto cosmico.
    Dall'Italia ci partono i provincialotti (arricchiti) per una sola notte in discoteca. Forse giusto quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non potrei essere più in disaccordo con te FRANCO, e te lo dice una che ha amato Londra, e pensa di tornarci a breve. i confronti non mi piacciono, ma se vuoi paragonarle, la capitale britannica è una moralista bacchettone che si traveste da moderna in un prosaico carnevale anzi e fuori tempo; la città della Merkel regala una visione unilaterale che spacca.
      non posso che sposare quindi la seconda.
      della sua architettura, essendo io ignorante in materia, posso solo dire che smuove, snodandosi senza vergogna tra vecchio e nuovo, e facendo spallucce, di fronte al giogo di canoni che vogliono un mondo in dirittura d'arrivo.

      Elimina
  6. mmmmh... me sa che parlano troppo tedesco là...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono molto d'accordo con te! Berlino è splendida!
      Allo stesso tempo però, pensavo che come ci si può trovare bene in posti che non ci si immaginava neanche, si corre il rischio di trovarsi malissimo in posti che, invece, si conosce benissimo.
      Ma questo è un altro discorso.
      Grazie!

      Elimina
    2. VIPERO ti sa bene... infatti c'è stato più di un problema di comprendonio, essendo io e Jn totalmente ignurante... però è una mancanza che si fa perdonare grazie a tutti il resto, credimi...

      Elimina
    3. effettivamente STEFANO è tutto un altro discorso... giustificabile, ma che non ha molto a che vedere

      Elimina
  7. io come te amo molto questa città. come hai detto tu, ci sono vecchio e nuovo che convivono. est e ovest ormai riuniti, alcune cicatrici che ancora si vedono e rendono la sua bellezza ancora più autentica. è bello innamorarsi di una città, sono felice che sia successo anche a te ;) buona serata, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono cicatrici valorizzate, che spero non cercheranno di nascondere mai del tutto, sebbene si intuisca una sorta di scrupolo per il proprio passato TIZI...

      Elimina
    2. ...questo è uno dei valori.. camminare sulla riga che segnala il Muro anche dove questo non esiste più, è emozionante.. ma resta ...una grande Torino

      Elimina
  8. Berlino è stato il mio primo viaggio all'estero e mi è piaciuta molto come città. Convivono edifici vecchi e nuovi, modernità ed antichità è questa la bellezza di Berlino. Mi ha colpito molto anche il muro, anche se l'ho visto di notte! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di notte perde molto VANESSA, perché manca la componente colorata che i fari rimandano solo marginalmente

      Elimina
  9. "Berlino è una città a divenire e mai ad essere"
    parole di un noto filosofo o altro , tedesco .
    Ho vissuto a Berlino negli anni '60 , all'epoca del muro e
    della guerra fredda . Lì ho visto John Kennedy quando in un
    suo discorso pronunciò le famose parole "Ich bin ein Berliner.
    Berlino è una città MOLTO particolare , o la si ama , oppure
    non c'è feeling . E' una città piena di Storia e per capirla
    bisogna prima conoscere la sua Storia ,poi visitarla .
    Una città che è stata racchiusa x più di 50 anni nella DDR ,
    il muro , le spie che venivano dal freddo , la Cia ,una
    probabile guerra calda (visto che fredda c'era già ).
    Sono stata in parte e testimone in un caso di diserzione .
    (troppo lungo da raccontare ). Alexander Platz , dovevate
    vederla negli anni '60 , e così anche Unter den Linden ,
    Brandenburgo porta , non era così , c'era il muro , carri
    armati , sentinelle con fucili e altro....Come straniera
    potevo entrare a Berlino Est quando volevo , quante foto
    e quanti ricordi conservo . Un periodo unico della mia vita.
    Poi sono andata a Londra . Tempo dei Beatles , Rolling Stones
    Mary Quant , Carnabay street , potete immaginarvi l'enorme differenza tra le 2 città ?
    BERLINO ,STORIA DI UNA METROPOLI. Un libro interessantissimo
    della città sul fiume Sprea .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente averla vissuta così, con questa intensità e questa tensione emotiva LAURA, rende tutto molto più vivido.

      io ho la fortuna di amare la storia, e di aver dedicato tempo e risorse nello studio matto e disperatissimo del periodo, che ha sempre acceso la fiamma della mia curiosità e del mio entusiasmo; ergo sono entrata a Berlino con la testa piena di episodi e nozioni, ed hai ragione, mi è occorso.

      Elimina
  10. Aggiungo , in questi anni sono stata spesso a Berlino ,ho
    ancora delle amiche e mia figlia viveva là fino allo scorso
    anno . Ora , per amore , vive nella Renania-Palatinato .
    Per dirvi , che so , come è Berlino oggi .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...diversa e con un fascino dissimile, ma non penso tu la troverai mai brutta.

      Elimina
    2. No Patalice , mai brutta ma , onestamente neanche
      bella, affascinante per la sua Storia e tutto
      quello che c'è da visitare di ieri e oggi .
      Contenta che tu la ama e anch'io .Buona giornata.

      Elimina
  11. "andiamo a berlino" -cit.
    Bella, come la maggior parte delle città europee, io non ci sono mai stata, ma dal racconto delle mie amiche, a parte i monumenti, parlano di di tantissimi caffè carinissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero FRANCIS.
      noi abbiamo fatto le tutistissime, preferendo Starbucks a tutto spiano, ma c'erano posti belli da paura...

      ah, il nostro hashtag è sempre stato #BeppeandiamoaBerlino

      Elimina
  12. Non la conosco ma è nella mia lista delle città da visitare!
    a presto
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fallo il prima possibile CUCINAESME, ti stai perdendo una fonte inesauribile di idee

      Elimina
  13. Pata io ho un volo già prenotato per il mese prossimo! Mi piacerebbe avere un tuo personalissimo consiglio su un qualche posto che ti ha affascinata particolarmente :) un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio NORA scusa...
      spero di essere ancora in tempo...
      domenica pomeriggio, Mauerpark

      Elimina

Posta un commento

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!

Post popolari in questo blog

..." cuore in arresto favorisca i sentimenti"

Nessun obbligo di commento

cara Chiara ti scrivo