venerdì 14 ottobre 2016

Un settembre di cinema andato

Dal glorioso collage sovrastante, direi che l'argomento dell'odierno post, non è un segreto!

I FILM VISTI A SETTEMBRE!

...non starò a dirvi che il mese è già iniziato da 14 giorni, e bla bla bla...
Spero piuttosto apprezziate, che stiamo tornando ad una quantità rilevante, finalmente un po' più scevra dell'apatia estiva.

Sono tornata al cinema.
E questa cosa è buona e giusta!

Dal mese scorso, il secondo mercoledì del mese, ci sono cinema convenzionati che proiettano a 2 euri.

Questa cosa ha sollevato unisono un grido di entusiasmo per la cinematografia (di quello specifico giorno), rivelando quanto siamo barboni, visto e considerato l'afflusso massimo; e che sottolinea quanto i proprietari di cinema vadano appresso alla gente, dato che la rincorsa al biglietto mega scontato, costringe a prenotare, e di conseguenza, a spendere almeno un euro e 20 centesimi in più a biglietto!

Un cane che si morde la coda, e che va sempre e comunque ad ingrassare le casse di chi dovrebbe stare a dieta.

...e dopo questo discorso possentemente reazionario, veniamo ai film...

PROFESSORE PER AMORE
Hugh Grant mi piace da sempre, e mi spiace che sia il classico sex symbol, anni 90, che guardavo sulle foto di "Novella2000", e che ora fa solo film marginali, per non essere mai uscito dal ruolo del belloccio della commedia, ruolo che, data l'età, decisamente non gli compete più...
Comunque, questa è una commedia, dove Grant fa il belloccio. Stagionato, ma pur sempre belloccio. 
Strappa qualche risata, ed è all'insegna di sentimenti buoni, quanto la provincia americana dov'è ambientato. 
Non all'altezza di "Nothing Hill" o "Love actually" ma si lascia guardare...

L'ESTATE ADDOSSO:
Muccino.
E già il solo nome, del regista italiano emigrato in cerca di fortuna negli States, fa discutere: se i suoi lavori in patria, "Ultimo bacio" "Che ne sarà di noi" "Ricordati di me", furono osannati, quelli americani lasciano parecchio l'amaro in bocca, nonostante la presenza di cast sempre stellati e stellari. 
Questo è una piccola parentesi abbastanza felice, sebbene ci siano i soliti elementi Mucciniani che danno sui nervi; come la costante ricerca di senso, l'ossessione per la morte, il conflitto alla svolta dall'adolescenza all'età adulta... 
Tuttavia i protagonisti abbastanza sconosciuti, e la bellissima città di San Francisco, per una volta fanno il loro tanto. 

BRIDGET JONES BABY:
terzo capitolo, a distanza di una decina d'anni dall'incipit, delle avventure della biondina inglese che, finalmente accantonati i problemi di peso, si trova a lottarsela con quelli di paternità.
Non è vero spoiler, lo diceva ogni trailer, l'intera querelle si dipana su un dubbio terrorizzante: il vero padre del figlio di Bridget è l'ex fidanzato Mark Darcy, principe del foro inglese, mai dimenticato, nonostante i caratteri opposti ed il maglione con le renne di Natale; o Jake Qwat, startupper americano, conosciuto ed amato fortuitamente, capace di gesti improbabilmente romantici, e con uno stile maledettamente affascinante.
Inutile e retorico svelarvi il finale, ma posso dirvi che merita una serata tra ragazze un po' vintage, disposte e disponibili alla risata facile.

CODICE MERCURY:
Vecchiotto col sempre fico, nonostante la Vodafone e gli anni che passano, Bruce Wills, che qui si trova nella sua zona di comfort, il filmone action e adrenalinico, dove lo scopo è salvare un povero bambino indifeso, nientemeno che dai servizi segreti, rei di non essere abbastanza bravi a trovare codici segreti, sa non farsi scoprire da piccoli genietti autistici... Non è il mio genere favorito, in special modo quand'è così vintage, ma decisamente ha fatto storia...

PEANUTS & FRIENDS:
il cartone animato, con la sempre amatissima banda dei Peanuts, torna nel periodo natalizio del 2015, ed io, attendendo Paparotto Gigiotto, grossissimo fan, come la sottoscritta, me lo perdo... Esce su Sky e con ciotola di pop corn e mug di Estathe al limone, non posso fare a meno di godermelo volentieri e con occhioni a cuore. Che dire? La storia è la romantica quanto impacciata rincorsa alla bambina dai capelli rossi, da parte dello sventurato Charlie Brown, che pur avvalendosi del validissimo aiuto degli amici, Lynus, Snoopy e Lucy in primis, non riesce a non essere sbeffeggiato in continuazione dalla sorte... per fortuna che si tratta di Peanuts, ed il lieto fine è assicurato!
Personalmente, da fan incallita, avrei molto molto gradito un più massiccio intervento di Snoopy nelle vicende, ma mi sono comunque divertita tanto.

IL SEGRETO DEGLI OCCHI:
partiamo col dire che quest è la versione americana e piena di star, di un film argentino che ha raccolto il favore della critica... che però io non ho visto!
Qui i campo abbiamo una disperata Julia Roberts, ed una Nicole Kidman, poco mordace eppure bellissima. Là vicende ruota attorno a due agenti e ad un procuratore, la figlia dell'agente Julia Roberts viene violentata e brutalmente uccisa, il suo partner non si dà pace, e a distanza di anni ancora continua a darsi da fare per scoprirne l'assassino, uscendo anche dal corpo di polizia... Per anni nulla accade quando nuovi indizi portano alla luce nuove verità... Ma forse è troppo tardi...
Come ho detto, non ho visto la versione originale di questo film, tuttavia, il finale di questo è davvero da togliere il fiato... Vale tutto un film, oggettivamente non così entusiasmante!

SELF LESS:
la scienza usata come arma a doppio taglio dai più ricchi, per combattere l'ultimo baluardo di democrazia della nostra società: la morte.
Un magnate malato di cancro scopre che c'è un gruppo di scienziati che ha sviluppato un progetto di criogenia tale da mettere l'anima, la mente, le esperienze e le sensazioni di una persona, nel corpo di un altro. L'occasione è ghiotta, e sebbene ci siano svariate controindicazioni e logistici problemi, non se la lascia scappare. Peccato che, ben presto, emergono le vere intenzioni per nulla etiche, del progetto. Che dirvi? Si incastra in quel filone di film sulla fantascientifica realtà che verrà, che ha spopolato un paio di anni or sono, e dei quali faccio molto volentieri a meno.

GHOSTBUSTER 2016:
non sono tra le super fan degli acchiappa fantasmi, diciamo che ho visto i film degli anni 80 e goduto dei cartoni animati che davano su Italia1, però non sono tra quanti ripensano a quel cult eleggendolo a sempre verde meraviglioso... Tuttavia, in questo, la segretaria svampita, era niente popo di meno che Chris Hamsworth, con occhiale finto, fisico pazzesco e cervello di gallina! ...non era oggettivamente perdibile! Il fatto che i 4 dediti all'ectoplasma, fossero donne, non mi ha fatto storcere il naso come ai veri cultori della pellicola, ma non mi ha nemmeno fatto esultare come l'ultima delle femministe! Classico blockbuster estivo, che probabilmente non avrà la forza per diventare un cult, ma che sicuramente ci regalerà un seguito da qui ad un annetto!

X MAN:
il primo film dedicato ai mutanti che non sono come noi, ma vivono con noi.
Io sono una che i super eroi li adora, ergo ho visto molti capitoli, ma il primo francamente mi mancava... E potevo anche fare a meno di vederlo, dato che non mi parso poi niente di tanto esaltante, trattasi di un inizio moscio, migliorato di molto nel corso del tempo! Probabilmente lo dico perché è stato visto postumo rispetto agli altri, però boh, non ero poi tanto presa devo dire...

HITMAN AGENTE 47:
vederlo l'ho visto.
Va beh c'è sto pelato parecchio incazzato che ammazza gente e scopre di avere una sorella... Non è che sono stitica di parole, è che sostanzialmente non l'ho seguito ne apprezzato come forse avrebbe potuto... È che io con questi film che non hanno trama, dialoghi appena accennati, ed una miriade di spari e di violenza, proprio non ci vado a nozze... Che cosa l'ho guardato a fare? Toccava a mio marito scegliere... 

LORD OF WAR:
una bellissima parabola dell'atteggiamento ambiguo, che il governo americano riserva alla sua società. È un film complesso, non complicato, ma ricco di spunti, interpretazioni e forte delle recitazione di Leto e Cage, che hanno dato vita a due protagonisti dallo spessore e dalla personalità tangibile.
Un cineasta appassionato, apprezzerà la profondità della regia, le la fotografia potentissima e la sceneggiatura potente, io, che sono più facilona, mi sono sentita coinvolta a dire poco...

6 commenti:

  1. Ho fatto i due mercoledì a 2 euro perchè mi trovavo a poca distanza dal cinema... lo scorso mercoledì, spettacolo delle 18.30, arrivo alle 18.20 e fila paragonabile a quella dei cinepanettoni.... esco alle 20.20... la fila si era allungata ulteriormente! No, grazie, continuo a usare le mie tessere fedeltà e a pagare 5 euro tutti i giorni! Anche perchè ho cordialmente odiato le mie vicine che, invece di stare a studiare all'università, erano lì a chiacchierare e a fare casino mangiando schifose patatine! (avevano un odore disgustoso! a seguire... salvietta igienizzante che avrà ucciso tutti i batteri nel raggio di 40 metri!)

    tornando in argomento, del tuo elenco ho visto solo quello di Muccino... sinceramente non mi è dispiaciuto (nonostante a me Muccino non faccia impazzire) e l'ho trovato un ottimo esercizio per l'inglese!
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è stato un Muccino sorprendente in positivo KANACHAN, considerati "Padri e Figlie", e "Cosa so dell'amore", due filmacci di infima categoria!

      Elimina
  2. Snoopy ♥ temevo fosse troppo per bambini, invece mi è piaciuto molto! (Fatto benissimo, tra l'altro).
    Ultimamente non ho tempo di andare al cinema (e dire che ci lavoro), però mi consolo con sky. Se non l'hai visto ti consiglio "Il ponte delle spie", che film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho visto al cinema CICCOLA, e penso sia splendido... un premio Oscar, all'attore non protagonista, per altro, assolutamente azzeccato!

      Elimina
  3. Professore per amore dovrei vederlo oggi e già non è che mi ispira tanto e dopo averti letto sarà peggio...
    Anche a me i Peanuts mi sono piaciuti anche se Snoopy doveva e poteva starci di più ma è comunque ottimo :)
    De Il Segreto dei suoi occhi ho visto l'originale e qualcosa in peggio c'è, non il finale ugualmente potente..
    Anche Lord of war ho già visto e nonostante l'intensa noia è un film coi controc... potente e crudo.
    Infine Hitman e Self/less mi mancano, ma conto di recuperarli presto..
    Comunque discreto mese filmico il tuo ;)

    RispondiElimina
  4. Muccino e Bridget sono i titoli che mi attirano fra quelli che nomini, vedremo se ho tempo di recuperare. Non sono fan né di uno né dell'altra ma son curioso. Curioso anche de Il segreto degli occhi seppur me lo smonti un po'! Buon week end!

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!