mercoledì 5 ottobre 2016

insolito sapore di bello nel normale

Io adoro sezionare i weekend, quelli trascorsi, anche se sono trascorsi da un bel po', che siamo già a mercoledì, e la SuperMamma sostiene che il mercoledì sia quello splendido giorno nel quale, finalmente si vede la fine del tunnel (c'era a dire della settimana) e quindi c'è da essere belli allegri e sorridenti!

Comunque, l'ultimo giorno di settembre ed i primi due di ottobre, sono stati belli, come sono belli quelli che inaspettatamente riescono meglio in assoluto. 

Perché venerdì sera c'era la cena della palestra, ed io ero scoglionata, non ci volevo andare, in più, aggravante non indifferente per qualsiasi donna degna di tale nome, il mio amatissimo parrucchiere mi aveva pure sbagliato il taglio, accorciandolo laddove lo volevo più lungo, e tenendolo lungo laddove l'avrei maggiormente accorciato... una tragedia, al netto degli avvenimenti! 

Invece niente, affronto indomita il look poco soddisfacente, con un abito che mi fa risaltare le tette, facendole sembrare grosse.
Beh, che dire, la figura che mi rimandava lo specchio, mi ha ripagata di qualunque fastidio tricotico!

La cena è stata scanzonata e veloce, ho ballato come nei peggiori bar dei mini club Valtur, e fatto selfie innumerevoli, e me ne sono andata a nanna con la colita che mi risuonava in testa martellante!

Sabato pomeriggio, Brivido, ha mostrato il suo malumore per un guardaroba decimato, e siamo stati a fare shopping selvaggio.
Mio marito non ama fare shopping, tutt'altro.
Solitamente lo fa due volte l'anno, prova innumerevoli modelli di calzone, sceglie quelli che gli stanno meglio, e li prende in più colori.
Lo stesso fa con camicie, maglioni e intimo. 

Alla fine, godiamo di una sostanziale varietà cromatica, in modelli in serie.

Io non mi sono regalata nulla, mio malgrado, ma solo perché mi ero dedicata una mattinata in sommessa solitudine, di beato e gioioso relax supremo! 

In centro, a Brescia, c'era la fiera del libro, quindi io e RDog, siamo stati a vagabondare un'ora buona tra le bancarelle, alla ricerca delle promozioni migliori, e alla fine, siamo tornati a casa con 8 libri a 20 euro.

Non paghi, ci siamo presi un latte chai a portar via, sorseggiato alla newyorkese, ed abbiamo puntato alla fumetteria, alla ricerca di nuovi Pop Funko, da me definiti testoni, e siamo rientrati con un Silente è un Charlie Brown, che vanno a rifocillare la mia collezione. 

Sono state ore molto belle, contemplative, ed importanti, ore godibilissime, che mi ha fatto piacere vivere sola soletta, in quello stato di mescolanza tra pensieri che vagano ininterrotti e voglia di stare. Bene. 

La sera ho prenotato in un nuovo Japan restaurant, e devo dire che non avrebbe potuto concludersi in modo più goloso il mio sabato, tra bocconi di Tiger Rolls, e baccelli di Edamame... 

La mattina dopo, evento eccelso ed eccezionale: mi sveglio, faccio una lauta colazione, mi dispongo per l'allenamento domenicale, e vengo richiamata dal letto!

Ecco, il vero lusso, quello vero per davvero, è tornare ad appisolarsi con la pancia piena di una colazione abbondante! 

Alzo le mie terga che sono le 9, in un sottobosco di ozio libri e sole che filtra dalle finestre, e vado con la family a fare colazione prima, ed al super mega centro commerciale appena aperto, "El nos", poi.

Dopo aver speso tutto lo spendibile in teoria, senza azzardarmi veramente a farlo, visto che sono povera in canna, ho compilato una wishlist, lunga quanto "Shantaram" e sono rientrata a casa, con le voglie...

Nel pomeriggio, avevo un appuntamento con la mia amica Robby e la Jn, per una merendina gustosa veloce veloce, e per la visione dell'ultimo film di Woody Allen, "Cafè Society", l'ennesimo lavoro del regista newyorkese, che creerà le solite controversie: è bello non è bello, dovrebbe smettere dovrebbe continuare...

Personalmente, adoro Allen, la sua ironia ebraica è semplicemente spassosa, e le sue storie, ambientate come queste negli anni '30 sono le mie favorite, perché riportano ad un'epoca che è quella che mi piace maggiormente, e sembra che quell'uomo abbia passato tutta la vita, in quegli anni.

Certo, di banalità ce n'è a bizzeffe, è un po' sempre il solito Allen, con una voce fuoricampo che ironizza e conquista, e trovo che Jesse Eisenberg sia perfetto come alter ego del regista, che si trasforma in un protagonista non bellissimo, eppure dotato del giusto fascino per il quale sventa le ritrosie di splendide donne, facendole sue.

Kristen Steward, la protagonista femminile Vonny, è la nota stonata in un cast, altrimenti di altissimo livello...
Io parto già abbastanza prevenuta, perché non la sopporto dai tempi di "Twilight", e la sua mono-espressione mi annoia sempre di più di film in film, e tutto questo, unitamente al fatto che, come lo stesso regista, che l'ha diretta, ha affermato "...è sensuale come un giocatore di baseball...", trovo che avrebbe potuto e dovuto essere sostituita da qualcuna di più "peperino"... tipo Emma Stone, già musa di Allen in altri lavori precedenti. 

Blake Lively, femme fatale dalla bellezza mozzafiato, ha un ruolo talmente marginale che spiace!
Cioè qualsiasi strafigona dalla gamba lunga, avrebbe potuto fare l'altra donna... suvvia, perché scomodare la Lively e le sue grazie?!

Va beh, ciò detto, il film a me è piaciuto tanto, mi ha fatta ridere, e l'ora e mezza mi è volata a dire poco, e anche alle mie compari di visione ha dato impressioni positive...
...ergo lo consiglio, anche se non è il miglior Allen di tutti i tempi!

Con questa micro recensione cinematografica, e la solita consapevolezza che adoro stare con la Jn e la Robby, ho esaurito le avventure del fine settimana, e si, lo so, sono stata più prolissa del dovuto, ma non ce la posso fare altrimenti... ora sto già pensando a quello che arriverà, perché se la SuperMamma ha ragione... è già qui!

27 commenti:

  1. Mi piacciono davvero tanto questi weekend di relax, grandi passeggiate e shopping, magari di libri. Da replicare sempre in caso di stress. ;-) e cmq l'ultima volta che il mio parrucchiere ha sbagliato taglio non ho più tagliato i capelli per 11 mesi... un bel trauma xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io, grazie alla filosofia di Jn LOLA, ho imparato a non fasciarmi troppo la testa se il taglio è sbagliato, tuttavia i capelli ricrescono...

      Elimina
  2. Un bel week end :) Café Society mi ispira, pur non amando Woody. Manca il tempo però.
    Baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il tempo non c'è veramente mai PIER, tocca di ritagliarselo con caparbietà...

      Elimina
  3. Belli questi week end di shopping, relax, amici, marito e allegre brigate. Io odio i parrucchieri che sbagliano il taglio, anche quelli che gli dici "taglia solo due dita" e ti fanno lo scalpo 😟

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho tranciato anni fa le chiome GIULIALU, e pensavo, grazie al taglio netto, che non avrei più subito il disarmo da errore, invece coi capelli corti è ancor più grave quando c'è un erroraccio!

      Elimina
  4. Ero un po' indecisa se vedere o meno Cafè Society, perché con i film di Allen ho un rapporto odi et amo (perché o li amo o mi annoiano da morire, senza vie di mezzo), però questo prometteva bene, le righe che hai scritto al riguardo mi hanno convinta a volerlo vedere. So già che maledirò la Steward che la tolleravo in Twilight, ma in altri film volevo prenderla a schiaffi solo per vedere se così riusciva a cambiare espressione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io EM non sono mai riuscita a trovare la Steward nemmeno minimamente interessante...

      Elimina
  5. Ciao Alice! Eccomi in notturna(ore circa le tre), per me diretta per te differita nel caso tu legga domani che poi, data l'ora è gia' oggi!La notte porta consiglio e.... altro farneticare!:)
    Ma che bello il racconto del tuo fine settimana,e cosi' come i tacchi 12 ci dovresti mostrare pure l'abito della tette grosse, tutte magie trasformatrici!Con questo non metto in dubbio l'aspetto estetico delle tue tette al netto dello stesso vestito, sia chiaro!:))Ah dimenticavo anche il taglio dei capelli!
    Insomma di tutto il racconto sembra che mi sia rimasta solo l'apparenza e non la sostanza! Non è cosi' perche' anche questa apparenza fa parte della sostanza!Comunque sia è bello stare a zonzo da sole ogni tanto, è bello il cine con le amiche e Allen , di solito, non delude!Lo shopping librario anche! Non mi piacciono invece i parrucchieri, possono causare sconforto che si protrae per giorni, sono sempre un rischio purtroppo!
    Baci e buona continuazione di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho constatato RITAB, che il mio parrucchiere vien fuori a distanza, ovvero mi piace post, quando lavo i capelli e mi auto faccio la piega...
      ciò detto, io amo molto la superficialità, trovo abbia più sostanza di tanti discorsoni infine delle finite, pressoché inutili!

      Elimina
  6. Avrei voluto essere lo specchio per un momento :D
    Adesso poi sta pure riecheggiando nella mia testa la colita, mannaggia a te ;)
    Comunque bella scelta quella dei due personaggi per la tua collezione, soprattutto dopo aver visto il film dei Peanuts Charlie Brown mi è ancora più simpatico :)
    Infine a me Woody proprio non piace e per me è un regista sopravvaluto nonostante alcuni discreti film..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come sempre Woody crea spaccature tra la gente, c'è chi lo ama molto, io, chi non lo apprezza, PIETRO, però questo suo ultimo lavoro è davvero pregevole, quando passerà su Sky non fartelo scappare!

      Elimina
  7. Che vita attiva! E' veramente piacevole leggere il racconto di un weekend che emana serenità e soddisfazione.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io necessito di una vita molto veloce CRISTIANA, è il mio quieto vivere necessario, quello che riesce ad appagarmi con totalitarismo

      Elimina
  8. Scusa l'ignoranza ma..cos'è un latte chai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un latte speziato molto molto buono CARAMALU, e ricco di caratteristiche positive!

      Elimina
  9. I tuoi weekend sollazzevoli riempiono di buonumore.. e Cafè Society stavolta è piaciuto anche a me, rispetto ai suoi cinque/sei ultimi film.. perlomeno perché è tornato a pescare dove ne capisce meglio, e cioè nella classica struttura familiare ebrea e squinternata anni '30 ... un bacio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si FRANCO, anche a parer mio è la sua zona di comfort, ed alle volte è doveroso tornarci per ritrovarcisi...

      Elimina
  10. Risposte
    1. ...thank you God for weekend and K...

      Elimina
    2. K loves weekends
      and
      K loves pata
      si sa....

      Elimina
    3. wow, che commento... l'hashtag è "ecchisenefrega"?

      Elimina
  11. Neanche io amo Kristen Stewart, ha sempre la solita espressione, però la saga di "Twilight" l'ho vista tutta. Apprezzo di gran lunga Blake Lively che seguo dai tempi di "Gossip Girl"!😊 Buona serata!👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VANESSA anche io adoro Blake, bellissima, elegante e molto talentuosa... ai tempi di "Gossip girl" personalmente preferivo, Blair a Serena, ma il futuro dello spettacolo ha detto molto meglio alla seconda!

      Elimina
  12. Cafè society lo salto,non amo Allen,e tantomeno i sui ultimi lavori ;)
    Quando qualcosa non va a livello estetico,tirare fuori le tette è sempre una buona soluzione XD
    Viva le cene al giappo,e viva il tuo cagnetto che è bellissimo!!!!
    Ma Brivido è tuo marito? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah, quando qualcosa a livello estetico non va, tiro fuori le terre!
      LAZYFISH ne farò un mantra di vita, assolutissimamente! per quanto riguarda Woody non concordo, per me is always a very good idea, ma oggettivamente è un regista che regala soprattutto tanta discussione! si, Brivido è mio marito, un soprannome dato in tempi non sospetti, che ora è un po'... esagerato! ah ah ah

      Elimina
  13. Quando andavo a scuola il mercoledì era il mio giorno preferito in assoluto. Così perfetto, lì nel mezzo, spartiacque di una meta costante, per una come me che vive spesso ponendosi mete.

    Avrei voglia anche io di shopping ma anche qui, il denaro scarseggia. Aspetto aprano Primark a Elnos per tornare a Brescia e impazzire!

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!