giovedì 11 agosto 2016

Giorno 3: Wonder Pata

Al netto della pigrizia, che non è mai stata particolarmente problematica per la sottoscritta, ho pulito lo studio estraendo ogni libro e svuotando ogni cassetto (stra colmo di ricordo dal quale è stata dura non farsi attanagliare...); depredato la scarpiera facendo ordine e disciplina (e dando l'estremo saluto a qualche paio di scarpe oggettivamente mai messo); scoperto che, nonostante io abbia un numero spropositato di mutande e reggiseno, la demografia dei calzini è paurosamente schiacciante (e sì, ho ovviamente ribaltato/pulito/gettato/sistemato i cassetti del settimino); fatto liste indicibilmente lunghe e (molto probabilmente inutili) sui lavoretti domestici da fare assolutissimamentissimamente e sugli appuntamenti estivi che non dovrei lasciarmi aspettare, includendo le persone con le quali vorrei gioiosamente relazionarmi...

Ah, è stato un martedì di quelli che vanno vissuti, quello trascorso. 
La mattinata a zonzo per un mercato di paese con le mie Spaziali, cariche di dolcezza, sorrisi, attenzioni per me, voglia di vivere, confronto da condividere, e pure di bimbi belli. Che aumenteranno di numero. E quando lo apprendo, sarebbe legittima la sana invidia, e c'è... in parte c'è... ma non è che invidia utile! Ergo sono (tanto) felice per le mie mammine bisssss... ma felice per davvero.
Il pomeriggio parte con un caffé con la SuperMamma e la Jn, e quest'ultima me la porto con la Sciure della palestra, in piscina... la mia sorellina che non si concede mai a nessuno, e che viene adorata da quelle belle donzelle che a 50anni suonati ancora mi dimostrano che la vita piace e che viverla è un privilegio che va condiviso. 
Parole, parole, tante parole...
Cavoli, ma quanto sono belle e chiacchierone le donne?
Le amo.

Ho finito l'ennesimo libro, "Quando si ama non scende mai la notte" e mi è piaciuto parecchio, Musso l'ho letto a più riprese quest'estate e mi pare a dir poco brillante; ho iniziato "Le ricette di Chloe Zivago per il matrimonio e il tradimento" che ha succeduto "Uno splendido disastro", e posso dirvi che quello che sto leggendo è fin troppo leggero, e quello che è uno dei best sellers principali degli ultimi anni, in me non ha sortito chissà quale effetto... anzi... è ridondante, ripetitivo, e francamente pure un po' scontatello, diciamocelo! 
E questo turbinio di letture, che se ne fregano del tempo che scorre e fanno passare veloci lettere una dietro l'altra, è una delle cose più migliorissime di tutta l'estate. 

Partita la Tatuata, parte anche la Roby, in contemporanea con i miei, che con Brivido raggiungeremo domenica mattina o sabato notte, ora decidiamo...
Di riabbracciare le montagne con sguardo incantato ho voglia. 
Tanta.

Le ferie si susseguono veloci, scrivo tanto, paturnio troppo, e bevo abbastanza caffè freddo da isterizzare, ma va tutto bene.

Ho provato a seguire delle lezioni di yoga su YouTube e mi sono quasi rotta una clavicola; ho messo una bacheca di sughero in studio, ma è piena solo nella mia testa, prima devo fare il resto.

Ma rimando, tergiverso e pospongo.
Straordinariamente ritardataria con e per me stessa. 

3 commenti:

  1. Cara Patalice, ogni anno quando arrivano le ferie, tutti si preparano e programmano tante cose, alla fine spesso capitano sempre degli imprevisti, e te ne accorgi che non è andata come speravi.
    Ciao e buona giornata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ah quanto sono belle le vacanze, peccato che non si può sempre ma quando capita è meglio godersele appieno ;)

    RispondiElimina
  3. Posso permettermi? Goditi la pigrizia quando si può... poi ricominciando il periodo lavorativo/stressante/spaccamaroni dovremo dirle bye bye!
    :))
    Buone vacanze!

    ps io conterei di dormire 2 dormire, 3 dormire e 4 forse... dormire ahahahahahh

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!