martedì 23 agosto 2016

...e accetta il consiglio...

Vivo in un mondo in cui tutti mi dicono cosa devo fare e cosa no.

Scommetto che è il medesimo mondo in cui vivete voi, e sono quasi certa che ce l'avete a morte con chi vi dice cosa fare e cosa no.

Lo dico perché io ce l'ho a morte con chi lo fa con me...

Perché se sbaglio voglio farlo io; se scopro voglio scoprire io; se mi faccio male voglio essere io a ferirmi; se mi abbronzo è perché io mi sono messa al sole; se sono in forma lo devo al mio non arrendermi...

Tuttavia ci sono cose che la gente dice, che tu puoi ignorare, ne hai il diritto, ma che poi si rivelano vere... 
E che ci sia o meno quello che, ad un certo punto, danzerà per te il balletto del "te l'avevo detto" oppure no, saprai che lo sapevi già... ma hai fatto di testa tua!

Il famosissimo monologo di "The Big Kahuna", recitato meravigliosamente da Kevin Spacey, da consigli di vita, semplicità banali delle quali sei perfettamente a conoscenza, ma che è bene ricordare una volta di più... magari traslandole alla MIA maniera...

Goditi il potere fugace del tuo metabolismo, non ci pensare.
Il potere fugace del tuo metabolismo  lo capirai, solo quando al 6 di gennaio dei tuoi 38 anni, capirai che i "soliti" tre chiletti delle feste, non se ne andranno con la "solita" settimana detox, tra cetrioli e zenzero. 
Ma credimi, un bombolone alla crema alle tre del mattino che ora ti fa inorridire, al pensiero di tutti quei grassi idrogenati, lo rimpiangerai in un modo che non puoi immaginarlo, adesso. 

Non sei affatto grassa come pensi, anzi, guardando le tue vecchie foto capirai che eri in forma smagliante, e vorresti prenderti a pugni per tutte le menate e le paranoie sfoderate! 

Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupartene, ma sapendo che ti servirà come masticare un chewing-gum per risolvere un'equazione algebrica. O come parlare con gli uomini, per far loro comprendere che dovrebbero interessarsi a te, piuttosto che a quelle modello Belen, che almeno il tuo umorismo non subirà il rinculo della legge di gravità... 

Comunque, i veri problemi della vita saranno altre cose, rispetto all'esame in cui si è preso 21 rovinando la media, o all'impossibilità di andare al concerto di Biagio a inizio settembre... Saranno quelle cose che, una domenica pomeriggio che stai sul divano, iniziano a farti sudare freddo... 

Fa una cosa ogni volta che sei spaventato: fai shopping!

Non essere crudele con le commesse del weekend, e non lasciare che loro lo siano con te; se una ti dice che quel vestito ti sta malissimo, valuta che non sia solo sindrome da sabato pomeriggio alle 18, del primo sabato dei saldi. 

Lavati i denti. E le ascelle. E fatti la ceretta sempre, che non si sa mai...

Non perdere tempo con gli uomini che vogliono cambiarti, o ti impongono il loro volere, o alzano le mani su di te... Se a Natale c'è ancora qualche parente che ti chiede perché sei sola, ricordargli dei vari divorzi e delle varie corna in famiglia... Cambierà discorso.

Non snobbare o sdegnare i fischi per strada, e nemmeno i complimenti che ti fanno sul bagnasciuga a Rimini, perché il vero dramma sarà quando nessuno più fischierà o ti abborderà... 

Non cancellare le conversazioni whatsup che ti fanno stare bene, ma fallo con le foto dell'amica che ti ha tirato nella schiena, quelle dov'è vi abbracciavate, che chi ha trattenuto Giuda, che fine fece, lo sappiamo...

Rilassati!
Spegni lo smartphone, apri un libro, dormi, fai una passeggiata...

Non piangere troppo disperatamente se, a trent'anni suonati, non sei quella che ti aspettavi di essere quando ne avevo 20... Anche se ti sentì una vecchia decrepita, in confronto a quella "ragazzina" là, sappi che hai ancora tempo per scoprire il tuo cammino, e diventare la persona che speravi di essere! 

Iscriviti in palestra.
Che la cellulite già ce l'hai, ma che non possa essere peggio di così, è una cazzara.

Abbronzati con moderazione, quando sarai una vecchia rugosa, ti mancherà l'elasticità delle tue guanciotte pallide!

Forse ti sposerai, farai figli, ballerai con tuo marito al vostro cinquantesimo anniversario...
Forse no, resterai solo, passerai il Natale comprando regali per il cane, divorzierai dopo tre anni...
Comunque vada, sappi che, in ogni caso, non sarai né la prima né l'ultima, quindi non complimentarti troppo con te stessa, ma non annichilirti nemmeno più del necessario! 
Se scommetterai su di te, potresti sbagliare, oppure no, ma è così per tutti, credimi!


Viziati, fatti regali, concediti il lusso dell'ozio e quello delle cose belle.
Sei l'unica persona con la quale starai per il resto dei tuoi giorni, questo dovrebbe valere un bel po', no?
E se la gente ti guarderà, apostrofandoti dicendo che hai buon tempo e fai una bella vita, da loro ragione, e invoca il cielo affinché tu possa avere ancora di più!

Balla!
Anche se sei scoordinato, ti piace pessima musica, e sei sola in pigiama, di fronte a "Footlose"!

Leggi le istruzioni dei mobiletti Ikea, ma chiama qualcuno affinché li monti per te, o fallo tu, ma a modo tuo, e non disperarti se ti restano più di due bulloni.
Compra riviste patinate, ma non lasciare che ti deprimano con le cosce perfette delle modelle, piuttosto sfotti i look improbabili che a volte propongono...

Telefona a tua madre, che è pesante a volte, ma ci tiene... Parla con tuo padre, che sa sempre tutto lui, ma a volte con le cose c'azzecca... E bevi un caffè con tua nonna, la vedrai felicissima... 
Non puoi sapere quando i tuoi cari se ne andranno, sarà dolorosissimo, ma sarà peggio avere il rimpianto di aver trattato il tuo tempo come troppo prezioso, perché tu potessi condividerlo con loro. 

Scegli con cura i tuoi amici, la famiglia non imposta che potrebbe accompagnarti fino all'ultimo giorno della tua vita.
Abbi cura di loro, non rivolgerti a loro solo nel bisogno, e non frequentarli solo per solitudine.
Ci sono persone che, sul tuo libro, apporranno solo poche righe, ma altre occuperanno capitoli e capitoli, sii accorto nella scelta di chi far rimanere!
...e taglia i rami secchi, fa male al momento, ma poi la pianta riprende letteralmente vita! 

Visita New York, Parigi, Marrakech, Londra, la Val Gardena, Vienna, San Francisco, Valencia, Bruges, Venezia, Atene, Los Angeles, l'Havana, il Cairo, Banckok, Amsterdam, Formentera... ma trovati sempre un luogo che tu possa chiamare casa, e lascia lì qualcosa di te e di tuo... 

Fatti tatuaggi, non avere paura del"per sempre", ed accettali, anche quando ti accorgerai che sono ridicoli, perché parleranno di te, e ti ricorderanno chi sei... anche se hai 70 anni ed un fenicottero rosa sulla caviglia sinistra!

Sii cauto nel dare consigli, l'ho già detto che i "so tutto io" non sono simpatici a nessuno, ma non mandare immediatamente a cagare chi ve ne dà!
Alla fine, cos'è un consiglio se non una forma di nostalgia? La voglia di ripercorrere un errore, per non lasciare che qualcun altro lo commetta? Il desiderio di evitare a qualcuno una sofferenza, o un buco nero? 

Ma, per questa volta, e solo questa, accetta il consiglio...

17 commenti:

  1. Non aggiungo altro!
    Hai detto tutto quello che direi io che posso essere tua madre.
    E non credere che perchè ho 55 anni nessuno venga a dirmi come devo vivere la mia vita. E sono pseudo amiche che vivono una vita completamente diversa dalla mia.
    Comunque ho comperato un bel paio di cesoie metaforiche e mi diverto...zac zac zac....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aaaah le cesoie metaforiche, che cosa straordinaria PATRICIA!

      Elimina
  2. Cara Patalice, ho letto tutto in un fiato,e dico la verità non saprei cosa aggiungere, io credo che in questo mondo ce chi è nato per comandare e chi invece è costretto ad obbedire!!!
    La prossima volta che rinasco voglio essere una di quelli che comandano:) ciao e buon pomeriggio cara amica, e fatti una risata come faccio io, un bel sorriso:) ci aiuta sempre.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai proprio ragione TOMASO, della vita abbiamo davvero scarso controllo, e l'unico modo per non impazzire, è proprio ridere di noi e dell'esistenza stessa...

      Elimina
  3. ho iniziato tardi a seguire i tuoi consigli, ma meglio tardi che mai...approvo tutto sopratutto l'amare se stessi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh beh PAOLA, non sono tanto i "miei" consigli da seguire, anche se oggettivamente sono saggi... quanto le idee spontanee di una meravigliosa saggezza dalla quale non trascendere e non prescindere...

      Elimina
  4. L'ho letto tutto di fila e non so che dire perché è vero. Nel senso, questa magari è la tua lista di consigli, che un può condividere o meno, però è un bell'esempio di come non possiamo star lì spaventati a fissare il vuoto. Ci tocca vivere, e l'unica è almeno godersela!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sì che è così PIER!
      perché aspettare che la vita si viva per noi? perché non prendere il toro per le corna? non mi vanno le idee prestabilite di un modello che non è il mio...

      Elimina
  5. Dovremmo tutti seguire questi tuoi consigli, condivisibili o meno perché sono l'esempio perfetto per godersi la vita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e per non farsi sopraffare dal vivere PIETRO, che pare una cavolate, ma Dio solo sa quanto non lo sia

      Elimina
  6. Tanti tanti mi piace, sopratutto per la parte sui tatuaggi.

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. contenta di avere un'altra tatoo's addicted da queste parti VENERE!

      Elimina
  7. the big Kahupata

    che poi, la K sta sempre benissimo, sulla Pata :-D

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!