venerdì 24 giugno 2016

Sensibilità e dintorni

Parliamo di sensibilità.

C'è chi ce l'ha e chi, alla consegna, si stava togliendo un pezzo d'abbacchio dai molari, o la mutanda dal deretano.

Non mi pregio d'essere donnino avvezzo a quella speciale accezione, ma di certo ho vissuto e vivo all'ombra di un qualcosa di imprescindibile: la tua libertà inizia e finisce laddove c'è la mia.

Questo mantra non è tutela di una sensibilità pazzesca, ma certamente mi mette al riparo da certi sfondoni così tipici e maldestri, così dolorosi e frequenti.

Da quando esiste internet l'uomo è stato a repentaglio di se stesso, e quand'esso ha imparato come usarlo, ha messo a repentaglio gli altri; una sorta di liberalizzazione del pensiero e della parola, è stata asservita al giogo dei più, che ne hanno fatto spada affilatissima per arrovellare i singoli pensieri, affondando nella generale retorica, per riemergere, sporca di lacrime e sangue, da qualdirsivoglia situazione.

Non good 
Non good per niente.

La tanto citata "libertà di opinione", ha spinto parecchi "Signori Nessuno" a farsi baluardi di verità assolutamente opinabili, rese solo un po' più plausibili dall'eloquenza nella favella, o dalla fortuna in termini di social-seguito.

Si, perché pare che, se tu sia possessore di un nutrito seguito di follower, quegli individui che spuntano con un "like" il tuo progetto/blog/post/fanpage che dir si voglia, la tua voce abbia più credito e maggior valenza di quella d'altri...

Non importa se ti chiami Pinna, ed hai fatto del tuo sarcasmo acido/frocieggiante, il tuo punto di forza: Pinna è ragguardevole su ogni point of view... 
...discutibile...

Non Pinna, che stra amo, e lo dimostra il mio addict nei non sospetti tempi di "Pechino Express", ma il fatto che la sua voce sia così preponderante, sulla base di battute molto ben congeniali, e di una vittoria meritatissima ad un reality. 

Cioè, solo perché è arguto, simpatico e pungente, il suo punto di vista sull'Inghilterra vale maggiormente?

E che dire della Selvaggiona Lucarelli, altra socialista di spicco che stimo, la quale si sente in pieno diritto di metter becco su tutto, e di dire ciò che vuole, e pare per questo un'esperta... senza esserlo però!

Perché?

E' la faccia più indelicata dei social?
Quella patetica patina bianco sporco, che alle volte confondiamo con una trasparenza millantata?

Ma chi sono io per parlare?

...la mia fanpage non ha nemmeno 1000 followers, dopotutto...     

18 commenti:

  1. Finalmente! !!! Ah ! mi sento liberata come se l'avessi scritto io questo post.. Kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivisibili dalla gente che, sacrosantemente FABYAPOIS, si è rotta le balle!

      Elimina
  2. Cara Patalice, sempre piena di umorismo per portare un sorriso:)
    Mi piaci quando prendi le cose nel modo giusto...
    Ciao e buona serata con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerco di farmi sempre trasportare da sano umorismo TOMASO, e solitamente ci riesco anche... poi certo, ho anche io i miei lati oscuri... eh eh

      Elimina
  3. E dopo aver finito di gustarmi il mio gelato per cena, ti ho letta, tutta d'un fiato poi mi sono alzata dalla seggiola ed è partito l'applauso. Interminabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. onoratissima NICOL!
      ...che poi essere binomio con il gelato è spettacolo!

      Elimina
  4. Bravissima Patalice, a volte si esagera. Abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a volte spesso, soprattutto nel caso di alcuni PIA, poi ammetto che ci siamo un po' tutto dentro, eh...

      Elimina
  5. Mi trovi perfettamente d'accordo, mi stava per partire un applauso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lascialo andare CICCOLA, che male non può fare...

      Elimina
  6. Non so chi siano Pinna e Selvaggiona Lucarell e forse la cosa è gravissima, ma condivido ciò che hai scritto.
    Felice weekend.
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no ENRICOZIO le cose gravissime sono ben altre... comunque sono due blogger particolarmente noti!

      Elimina
  7. Ciao Alice...che dire...dico solo che il web da libertà d'espressione, giusta sbagliata ma pur sempre un' espressione di idee. Le si possono cogliere,condividere cestinare e disapprovare come esiste libertà di parola esiste la libertà di dissenso e il mondo continua a girare uguale.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono pro libertà di espressione CAROLINA, ma bisogna ammetterlo, ultimamente tutto questo è diventato alibi per accettare tutto, anche l'insulto a tratti...

      Elimina
  8. Ciao Patalice, diciamo come CArolina che il web è "libertà di parola", libertà di mettere al corrente del proprio pensierotutti quelli che vogliono leggere.
    Diciamo che è anche vetrina. "Io" (in senso molto lato) scrivo per essere letta. Più mi leggono e più scrivo.
    Un cane che si morde la coda o anche quell'uruboro di cui parla Anna Massè nel suo post di pochi giorni fa. Che poi si dicano scemate o cose intelligenti non significa niente. Fnchè c'è ualcuno che legge, sono senz'altro intelligenti, iù o meno.... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. essere letti è probabilmente il motore che ci muove un po' tutti PATRICIA, alla fin delle finite; il fatto però, che alle volte ci si permetta di tutto, fa un po spavento

      Elimina
  9. Nell'internet a volte servirebbe una giusta monarchia, come nella vita, Pata! ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi dire "giuro" LOLA, che l'anarchia tanto invocata dall'uomo è pericolosa per l'uomo stesso, fidati

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!