venerdì 15 aprile 2016

25 fatti libreschi che parlano della mia passione, ergo, di me!

Mi è presa la voglia di raccontarvi un po' della mia passione per la lettura, leggendo Sofasophia

Partiamo dal presupposto che, quando si tratta di libri, io sono fagocitante, ovvero non conosco l'antica arte del fermarsi, o dell'essere morigerata... In libreria sono un furetto con il pepe al sederino, che apre libri, si innamora e si appassiona, nell'arco di 8 secondi netti, a 75 titoli differenti... 

Quindi, immaginatevi quale sia la mia giuoia, nel potervi narrare ben 25 peculiarità che raèpresentano la mia me lettrice, e la mia iper sensibilità letturosa... 

1' Le saghe le leggo tutte d'un fiato.
Tra la Elena Ferrante e la sua "Amica Geniale" e la K. Rowling ed il suo magico mondo hogwardsiano, quando alla fine di un libro c'è un "to be continued", scritto o figurato, io non mi so trattenere dall'aprire immediatamente il capitolo successivo!

2' Nello scegliere un libro, raramente leggo il riassunto. 
Mi lascio guidare dalla copertina, dalle recensione su blogger letterari, dai consigli di amici, dalla prima buona impressione; ma rarissimamente mi interesso a quelle prime righe di indirizzo...spesso fuorvianti quanto un trailer cinematografico!

3' Raramente esco di casa senza libro.
Io leggo ovunque, e se ho un quarto d'ora di attesa, o 10 minuti di perdita di tempo, li riempio con qualche pagina di lettura... che sia io nella sala d'aspetto del dottore, o in auto, in coda ad un semaforo o in tangenziale nell'ora di punta!

4' Tolgo sempre la copertina di "carta" sui libri rigidi.
Tendendo a portare il libro un po' ovunque, rischio sempre di smangiucchiare gli angolini, o di macchiare lea copertina; ergo, volendo preservarne la forma, custodisco la sovracopertina, per riapporla, solo una volta terminata la lettura.

5' Il posto più strano dove leggo è sul tapis roulant.
Amo camminare e leggere, nel medesimo momento, ma siccome per strada ho rischiato più di una volta il suicidio, finendo sotto un'automobile, o prendendo una storta sul marciapiedi, preferisco farlo in palestra! E, debbo ammettere, il fatto che i miei genitori ne posseggano una, mi è di profondo aiuto, visto e considerato che, mentre non c'è nessuno-nessuno, io posso godere della quiete e della lettura.

6' Non inizio mai due libri contemporaneamente.
Ci ho provato. Ma non è andata niente bene. Infatti, se ne leggo uno, e quello mi prende e mi piace, molto molto difficilmente riesco ad affrontarne un altro. Oddio, se mi piace, diciamo sempre, perché se anche non mi piace non allungo il brodo, affiancandone un altro...

7' Conto sulle dita i libri che ho abbandonato senza finirli.
Devo proprio arrivare all'ultima pagina, spesso con fatica e dilaniamento, ma lo faccio praticamente sempre, perché non posso accettare di dire "fa schifo", senza essere arrivata all'ultima parola dell'ultima frase dell'ultima pagina.
E' una questione di principio.

8' Libro è solo letteratura.
Quando io parlo di libri, mi rivolgo quasi sempre alla narrativa; è rarissimo parli di biografie o di manuali o di poesia. Non perché non ne legga, ma perché li trovo un corollario, una cosa extra, che informa soprattutto. Si intrattiene anche, ma per me libro è narrativa. Punto.

9' Io sono "quella che legge"
Per amici, follower, conoscenti, io sono quella con il libro sempre in mano, e la passione cocente che mi rappresenta al meglio! E' una cosa che mi piace moltissimo, una particolarità che mi fa sentire incredibilmente me stessa!

10' Dare una seconda possibilità ai libri
Da non moltissimo tempo, circa un paio di anni, ho scoperto di adorare i libri usati... La mia banca del sangue favorita, è il Libraccio, dove mi perdo spesso e volentieri nei meandri di scaffali stra colmi di libri che qualcuno non ha voluto più, e che per qualcun altro sono diventati risorsa... ecco, ora, quando mi chiedono dove prendermi un buono per compleanni e regali vari e variegati, indico sempre il "Libraccio". Anche perché con la stessa cifra, di usato, si compra il doppio che di nuovo!

11' Alterno best sellers a classiconi
Adoro scoprire i libri che fanno parte del bagaglio classico, che ogni lettore degno di tale nome, dovrebbe avere! Quindi mi sono innamorata mille volte di Jane Austen, ho letto e continuo a leggere Fitzgerald, e prima o poi mi farò una cultura dei russi, con Anna Karenina...

12' Il giovane Holden.
E' stato il libro che mi ha insegnato quanto amassi leggere.
Ricordo che ce n'era un pezzo sull'antologia di italiano delle medie, Paparotto Gigiotto un freddissimo sabato pomeriggio, mi ha portato a comprarlo, ed è stato grande amore...

13' Il battello a vapore.
Il mondo dei giovanissimi lettori, si divideva tra questa collana, e quella dei "Piccoli Brividi", io sono sempre stata per la prima, dove, devo dire, ho avuto modo di leggere ed apprezzare alcuni romanzi veramente molto ben scritti...

14' Edizione tascabile.
Da me sempre nettamente preferita, rispetto a quelle con copertina rigida, più istituzionali, ma scomode da portare in giro... Se devo comprare io un libro, per me stessa, tendo a scegliere sempre l'edizione con copertina morbida ed ergonomica, adattissima a stare in borsa...

15' Fabio Volo, Cristina Parodi.
Gli unici due appuntamenti con lo scrittore ai quali ho partecipato.
Il primo era un must per me, uso il tempo passato, perché poi mi è un po' sceso, mentre la seconda, non me l'aspettavo una donna tanto raffinata e di gusto... Generalmente vorrei partecipare di più a questo tipo di evento, ma a Brescia siamo un po' preclusi dalla cerchia dei grandi tour!

16' Mai a letto senza!
Non vado mai a dormire, se prima non ho letto qualche pagina.
Un lascito della SuperMamma, che molto probabilmente, mi trascinerò per tutta la vita...
Anche se non è il momento in cui amo di più leggere, è quello dove sono più ben predisposta, di sicuro!

17' Passione condivisa.
Nella mia famiglia sono tutti lettori.
Non credo di essere la più accanita, mi gioco lo scettro con Jn, mia sorella, che perde forse solo perché io ho più tempo, e soffro di insonnia! Però, bisogna ammettere che tutte e due, a causa di una mamma che ha sempre speso cifre importanti nella lettura, e di un papà che tutti i giorni, ha il quotidiano locale in mano, abbiamo imparato quanto ci piacesse leggere!

18' Only paper please!
Per me il libro è tale solo se lo posso toccare, sfogliare e conservare; quindi per me l'ebook è un'invenzione del tutto inutile, che, fosse per la sottoscritta, non solo non esisterebbe, ma sarebbe stata sostituita da qualdirsivoglia altra cosa, come la gomma da cancellare che non cancella, medesima utilità li accomuna.

19' Si chiama Pietro.
...perché torna indietro...
Ecco quello che mi è stato insegnato sul prestare le cose, peccato che la medesima attenzione io non l'abbia ricevuta, ergo molto molto difficilmente presto i miei libri! Se lo faccio, si tratta di una persona della quale mi fido, ma comunque non sto a cuor leggero... proprio per nulla!

20' Biblioteca personale.
Siccome non amo prestare libri, ed ho un rapporto quasi fisico coi miei, vien da se che le biblioteche, per quanto affascinanti luoghi dove perdersi, non facciano per me! Amo possedere fisicamente i miei libri, poterli vedere esposti e bearmi della loro esistenza nei miei spazi.

21' Una libreria grande quanto una stanza.
Quando abbiamo cambiato casa, Brivido mi a regalato la possibilità di avere una stanza studio, tutta per me! L'ha stipata di librerie e scaffalature, e mi ha autorizzata a riempirla riempirla riempirla... Quella camera, è diventato il mio paradiso terrestre, ed ogni volta che voglio mettere ordine nella mia vita, mi trovo lì.

22' Recensione? Anche no...
Mi hanno spesso chiesto come, dal momento che sono una lettrice così assidua ed accanita, il mio blog non sia diventato a sfondo bookoso. la verità è che, è capitato che io recensissi qualche mia lettura, ma ho un registro stilistico tale che vien difficile poter fare un'analisi oggettiva di ciò che ho appena letto... ne risulterebbe una macchietta non per forza gradita e gradevole.

23' Reliquie preziose.
Tanto quanto mi piacciono i libri usati, tant poco mi piace usare (male) i libri.
Questo significa che uso un gioioso segnalibro e non faccio le "orecchie" per tenere il segno; non sottolineo le parti che mi piacciono di più (ma le trascrivo su un'agendina) e non mi sognerei mai di piegare crudelmente la prima pagina, a mo' di rivista... sono troppo gelosa del loro benessere!

24' Arredamento.
Ultimamente, complice anche il gusto di Jn, mi sono messa a guardare con particolare interesse quei ibrozzi di arredamento o fotografia, con le star hollywoodiane, o con la storia della moda, solo con l'idea di sparnegarli in giro per il salotto, a far compagnia ai gatti di polvere... ideona, no?

25' Futuro... 
I libri, nella mia vita, sono stati così essenziali che, nella mia piccola testa di sognatrice implacabile, ho sempre pensato/sperato/creduto che quella sarebbe stata la via per la mia felicità, nonoché la mia professione a tutti gli effetti... Beh, una giovane promessa non la sarò più, a trent'anni passati, ma mai dire mai, no?

51 commenti:

  1. Anch'io ho conosciuto Il Giovane Holden da un brano sul libro di italiano delle medie... era l'incontro nello studio del suo professore se non erro.
    Il libro l'ho letto qualche anno dopo, e l'ho odiato subito.

    Ho odiato il personaggio, e leggere mi creava fastidio e voglia di prendere il protagonista a bastonate. Non riuscivo a staccarmi ma non vedevo l'ora che finisse (Quando poi ho visto "Ipotesi di Complotto, con Mel Gibson mi sono preoccupato).

    Un disagio emotivo nella lettura simile me lo ha procurato solo American Psycho.

    Non che sia un male, di certo è peggio quando un libro passa inosservato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una reazione SPIRITODEIMORTI che mi affascina moltissimo a dirti la verità, perché credo che nella letteratura i punti morti siano pari a zero, e che quando si incappa in emozioni tanto forti ci sia energia ragguardevole!

      Elimina
  2. Mi sono ritrovata in certi punti, davvero.
    Però l'ebook è comodo, c'è poco da fare.. almeno per come lo uso io. Spesso leggo in ufficio (quando proprio non ho nulla da fare eh)e lui passa tranquillamente inosservato =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, hai mai pensato di aprire un profilo anche su Anobii?

      Elimina
    2. ci avevo provato PERSEFONE, ma in concomitanza con un periodo in cui Anobii funzionava male, ed ho perso presto la poesia!

      Elimina
    3. E se ti piacciono le saghe...
      Cerca Pseudonymous Bosch e i suoi 5 libri della "serie segreta".. Letti tutti, una bella serie!

      Elimina
    4. prendo il consiglio molto molto volentieri

      Elimina
  3. Uh condivido molti punti con te anche se io da un po' di tempo leggo davvero pochissimo, sob!! Che bella la primavera arrivata sul blog, trovi sempre le immagini più azzeccate a contorno dei post e del sito!! Mi piace sempre di più leggerti, anche quando ho poco tempo i tuoi post non posso saltarli! B weekend!! Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CARAMALU che splendida sei... mi fa piacere ti piaccia la versione estiva del blog, ho cercato di renderla il più primaverile possibile, lasciandole il tocco spinoso che sono io.... vedi cactus!

      Elimina
  4. Condivido la maggior parte dei tuoi punti... ma le saghe proprio non le reggo.
    Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. point of view XAVIER, io non ne ho lette tantissime, devo dire, ma quelle delle quali mi sono appassionata, mi hanno proprio tenuta incollata, altroché!

      Elimina
  5. Anch'io sono considerato "quello dei libri" a casa, però ho abitudini assai diverse. Non leggo 'a manetta' ma faccio parecchie pause, non leggo prima di dormire, e penso che su un tapis roulant non saprei proprio leggere :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa ADRIANO che è tutta questione di abitudine, leggere sul tapis... una volta "imparato" si adora farlo!

      Elimina
  6. Condividiamo tantissimi punti.
    Tuttavia, anche se uso un segnalibro, mi piace sottolineare con matite colorate i passi veramente belli e in alto faccio una piccola piegolina. Così ogni tanto, tiro fuori qualche libro già letto e rileggo le frasi più belle.
    Ultimamente leggo poco e questo mi uccide ma ahimè il lavoro chiama.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh no, colpo all'anima CRISTINA, io non sarò in grado mai di sottolineare... a parte che mi ricorderebbe la scuola, e poi no, preferisco viaggiare di quadernino sul quale apporre i pensieri

      Elimina
  7. Brava, Patalice! Uno slogan che adoro è: "La vita è breve! leggete in fretta!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei tranquillamente tatuarmelo SILVANA, con la consapevolezza che mi appartenga

      Elimina
  8. se non è CARTA non è libro.
    ti lovvo pata. :-)

    RispondiElimina
  9. lettrice incallita come te, abbiamo molte cose in comune:
    - leggo di un fiato i gialli dei miei autori preferiti, devo vedere come va a finire
    -scelgo i libri anche per la copertina
    -tolgo la copertina di carta
    -non leggo mai due libri insieme e li finisco tutti!
    - leggo a letto la sera o quando mi sveglio e fatico a riaddormentarmi
    -prima anche per me "only paper please", da qualche mese però ho comprato un kindle e mi sono ricreduta. Un modo diverso di leggere ma altrettanto valido!
    potrei continuare...presto libri solo agli amici fidati, amo i libri usati...
    insomma noi lettrici siamo molto simili, forse perché condividiamo la piacevole avventura della lettura.
    A presto Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace tu la definisca un'avventura MATEMATICACUCINA, perché la vedo esattamente come te, ogni volta che apro un libro... ma sul Kindle non mi convinci

      Elimina
  10. Che goduria questo post, come mi ci rivedo!...e uno dei motivi del mio orgoglio materno è proprio quello di aver trasmesso l'amore per la lettura ai miei figli.
    Qualche tempo fa ho trovato e acquistato in internet, in un sito di libri rari, un romanzo che avevo letto da ragazzina e che poi è andato perso in vari traslochi. L'avevo cercato ovunque per biblioteche e librerie, ma ovunque ne ignoravano l'esistenza. Non ti dico la gioia quando il corriere me l'ha consegnato! Sarò stupida, ma quando l'ho avuto tra le mani ho proprio pianto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...se reputassi stupida te SONTYNA, che dovrei dire di me stessa? no no, sono d'accordo, la lettura è commovente, ed una mamma che inculca la passione per i libri ai propri figli, ha fatto un gran buon lavoro

      Elimina
  11. Che invidia la tua stanza libreria! Io invece ho deciso che se un un libro non mi "acchiappa" subito è inutile insistere, ci sono così tante storie da leggere che è inutile perderci tempo. E ho letto un solo e-book, con difficoltà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sinceramente trovo che il tuo metodo sia ben più arguto ALDABRA, che io alle volte mi perdo in libri orripilanti

      Elimina
  12. Ho fatto lo stesso tag ieri. :)
    Adoro "Il giovane Holden" e pure gli eBook. Se non ci fossero, nessuno mi leggerebbe. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...forse MONICA, il giorno in cui ne pubblicherò uno, mi convertirò...

      Elimina
  13. No alle scritte sui libri (anche quelli di scuola, odiavo chi ci usava penne, colori, e così via, per sottolineare o aggiungerci appunti); no alle orecchiette ed alle spiegazzature delle pagine; sempre e solo si ai libri cartacei.

    Bellissima la libreria, la vorrò assolutamente anche io quando avrò una casa tutta mia.
    Un abbraccio ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pretendila da te stessa e dal tuo coinquilino PAOLA, poiché è un dono di raro pregio

      Elimina
  14. Ciao Patalice è stato un piacere leggere i tuoi 25 punti! Ho in comune con te molte cose, come ad esempio la lettura delle saghe tutta d'un fiato, infatti l'attesa mi uccide e preferisco sempre iniziarne una già conclusa.
    La sovracopertina la tolgo sempre anche io mentre sto leggendo il libro, gliela rimetto solo al termine della lettura, non le sopporto proprio altrimenti!
    Un'altra somiglianza è quella di alternare i classici con le letture più leggere, lo trovo un giusto equilibrio per godere appieno del piacere della letteratura.
    A presto! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avevo notato delle somiglianze SOFASOPHIA, ed è stato un bel divertimento prendere tempo per un tag così appassionante

      Elimina
  15. Il battello a vapore!! Che ricordi che hai evocato!!!
    Comunque ci sono tantissimi punti su cui siamo totalmente d'accordo! Ad esempio io non presto mai (o quasi) i libri.. so che sembra molto Scrooge, ma il fatto è che so già come va a finire e non voglio rovinare amicizie!;)
    E poi penso che non mi convertiranno mai a Kindle, Kobo e compagnia bella!!! Carta, carta, carta!!!!

    [Siccome sono una fottutissima snob anch'io, a proposito del punto 21, ti rendo noto che anch'io a casa mia ho una zona adibita esclusivamente a biblioteca!!:) Detto ciò, ti seguo!:*]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra snob RISPARMIARECHIC, ce la si intende a meraviglia, non c'è che dire

      Elimina
  16. Mi ritrovo in molti punti. E' molto carino questo tag, tra l'altro il Giovane Holden e il Battello a Vapore, quanto amore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è verissimo VIOLA!
      e pensa che, per quanto io sia una lettrice davvero accanita, non pensavo di arrivare a 25 punti con facilità... invece mi sono resa conto ne avrei avuto altri

      Elimina
  17. Ciao Patalice, anch'io amo molto leggere, soprattutto la sera e di notte, quando soffro di insonnia! Come te preferisco la narrativa e i libri cartacei, ma da quando i figli mi hanno regalato il Kindle uso anche quello...Un abbraccio e buona serata!!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mio marito CARMEN, sono anni che mi chiede se non ne voglia uno, ma io non cedo: sono carta dipendente

      Elimina
  18. Condividiamo moltissimi punti della lista...sopratutto il discorso sulle saghe, sul non prestare i libri e sul trattarli bene! Io Harry Potter l'ho letto tutto almeno tre volte ma il mio preferito è Il Conte di Montecristo. Per me è il libro dei libri! Ho letto la tua definizione di blogger Snob, ma io sul mio blog ti invito lo stesso e in ogni caso ti seguirò volentieri! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. passerò a trovarti MAKEUP80, però non prometto niente... certo, gioca a tuo favore "il conte di Montecristo"!

      Elimina
  19. Il libro da portarsi dietro è fondamentale. Non esco senza libri. Senza portafogli, soldi, telefono, testa..si può sopravvivere. Ma la fermata dell'autobus senza libro non si è mai vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...come potrei essere più d'accordo di così LUDO proprio non lo so...

      Elimina
  20. Ieri ho fatto anch'io questo tag!😊 Condividiamo alcuni punti in comune, tra cui non amare le biblioteche e adorare i classici e soprattutto Jane Austen! Se vuoi leggere il mio tag dai un'occhiata al mio blog!😘 A presto!👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. verrò a leggerlo certamente VANESSA

      Elimina
  21. Che bella la tua passione....è anche la mia...ma è da quando ho i bambini che leggo solo fiabe per loro :-) però devo dire che sono molto belle anche quelle! Complimenti per il post, davvero bello! unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IRENE grazie della visita!
      io, sebbene non sia mamma e non abbia più l'età, non disdegno qualche libro di fiaba di tanto in tanto

      Elimina
  22. Penso che questo sarà il mio prossimo post, dato che è già il secondo che leggoe mi trovo a condividere nella sua quasi totalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un tag bello che mi farà piacere trovare dalle tue parti APPRENDISTANOCCHERO

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!