mercoledì 20 gennaio 2016

Amiche di sangue

Il weekend scorso-scorso siamo state a Milano.

Era il regalo da parte mia e della Jn, per la SuperMamma: due giorni di shopping lazzi e sollazzi...

Come sempre più spesso succede, mi rendo conto che avere le proprie migliori amiche in casa, è una gran bella botta di sbaragnaus!

Ma non è che si possano dare per scontate, solo perché si tratta di tua sorella e tua mamma, e loro capirebbero e capiranno, sempre e comunque...

No, no, c'è bisogno di impegno. 

Ad esempio con Jn di certe cose non si può parlare, perché lei di certi fatti suoi non vuole far confidenza, te ne parla quando ne ha voglia lei; in special modo in presenza di nostra madre, che se io mi ostino nel vederla amica, non è che di conseguenza anche per lei lo sia, ed è giusto così...

E poi bisogna trattare coi guanti i mutevoli e repentini cambiamenti d'umore della SuperMamma, che spesse volte pensa giallo dice blu e lamenta verde, e voi direte "come tutte le donne!", ed io vi rispondo: no, lei peggio! 

Oltre all'impegno, è importantissimo non darle per scontate: i martedì sera sacri ci la Jn, tra un rotolo piadinoso ed un film al cinema; e la colazione del sabato mattina con la SuperMamma, con annesso giretto shopping... 

Un lavorio, un perpetuo dispiegamento di forze, per far sentire loro che sono speciali... uniche. 

Perché nei rapporti che esistono da un po' è facile cadere nel tranello del tram tram, quelle abitudini che si innescano e pare non fare la differenza che tu ti ci impegni... E invece la fa eccome!

Ho pochi fondati rapporti, e di essi ho pieno rispetto... 

Ma sono ben contenta che siano pochini, perché sono certa di non avere abbastanza dedizione per tutti!

...per instaurare maggiormente la dedizione, comunque, questo weekend siamo state a Genova, regalo natalizio del Paparotto alle sue figliole... 

Genova è una città stratosfericamente bella... 
Ho trovato in essa la città del libro per antonomasia; ci sono bancarelle che vendono libri usati a destra e a manca, e questo mi ha fatto venire gli occhi enormi, a cuore...

Ci vorrei tornare, in primavera, senza il freddo artico che ci attanagliava, senza la fretta vogliosa di vedere Palazzo Ducale e la sua mostra sugli impressionisti, senza la meraviglia che avremmo provato vedendo per la prima volta l'acquario e la sua fauna imprevedibile...

E' una città che accoglie e non respinge, è una città che prende tutti trasversalmente, con persone "grandi" e ragazzine frivole, donne molto ben vestite, d'altri tempi, e ragazzini con i pantaloni bracaloni e le felpe aperte su maglie leggere...

Tre giorni di risate, di altra fidelizzazione all'unione che c'è ed è forte, lo ribadisco...
Ed una certezza: mi piace andare, viaggiare, vedere, visitare, conoscere, imparare... e voglio farlo ancora e ancora e ancora e ancora... 


33 commenti:

  1. E' bello il vostro rapporto!=) Troppa Mamma per amica mi ha traviato il cervello....vorrei rivivere una vita per avere una mamma così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che ci sono arrivata solo da grande LIZ, perché quand'ero adolescente e guardavo "una mamma per amica", non concepivo di poter avere un'unione tale con mia madre

      Elimina
  2. Una curiosità, che c'entra poco con il post, ma pota .... com'è la mostra a Palazzo Ducale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto molto bella BAFFOBP, c'è "Ragazza che legge" di Picasso, che da solo valeva tutta la mostra!

      Elimina
  3. anch'io considero mia mamma la mia migliore amica, su mia sorella ci sto lavorando..ma non è facile, caratteri troppo diversi, anche se so che qualsiasi cosa dovessi aver bisogno lei di certo ci sarà. di sicuro un rapporto giocato in casa ci garantisce una sincerità che io non ho mai trovato purtroppo in nessun'altra amicizia. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non penso che il fatto di essere "in famiglia" sia immediata certificazione di onestà, credo piuttosto sia un lavorio al quale sottoporre i rapporti ANTONELLA, e se va a finire che va bene, e ci si trova, meglio così

      Elimina
  4. Che bel rapporto avete!!!!! io son figlia unica.. e conmia mamma non ho questo rapporto così "intimo".. non usciamo assieme a fare shpping.. né le raccono tante cse mie personali.. Quindi si.. che "chiul" hihihihihih.. Contenta vi siate divertite. smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una vera fortuna CLAUDIA, costruita giornalmente e con coriaceo entusiasmo...

      Elimina
  5. e quindi lo scorso weekend sei stata nella mia Milano! beh io ora abito poco fuori, ma per 31 anni ho abitato lì, quasi nel cuore! ti capisco quando parli di dedizione a poche persone, anche io nella vita ho un campo veramente ristretto di persone fidate e di cui sento di esserne parte pienamente! per quanto riguarda Genova, ci sono stata almeno tre volte...è una città in cui senti il vissuto nei muri di tutti i vicoli! a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è verissimo SILVIA, ogni pezzo di strada appare come una fetta di storia da vivere e godere a Genova.
      certo che anche Milano sa donare un'ampissima gamma di colore all'esistenza

      Elimina
  6. Allora ti aspetto a Torino: ha tante bancarelle di libri, volendo fino al 14 febbraio c'è la mostra su Monet con i quadri del d'Orsay, e se ti porti mamma e sorella potete fare shopping in tutto il centro (non sarà Milano ma il numero di negozi è rispettabilissimo!)
    Comunque che bel rapporto; sarà che io e mia sorella siamo lei il giorno e io la notte, ma invidio chi riesce ad essere unito nonostante le diversità. Noi ci ritroviamo nei momenti duri, in quelli più leggeri sembra sempre la corsa al litigio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in verità anche io e Jn siamo giorno e notte ALICEOFM, ma questo ha accresciuto la forza esplosiva del vicendevole, portandoci a condividere ogni giorno un po' di più...
      Torino sarà la prossima, e non è una battuta!
      Il fatto che trabocchi di bancarelle di libri mi elettrizza!

      Elimina
  7. Io credo che se, nonostante tutto, siete ancora qui così meravigliosamente belle, allora va bene. Allora nulla vi dividerà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero sia davvero così MAREVA, perché mi si chiuderebbe un'importantissima porta sul l'infinito a non averle

      Elimina
  8. Brava, Patalice! Mi piace lo spirito del tuo blog e della tua vita! Ti seguo.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Mi sarebbe tanto piaciuto avere una sorella. Forse è per questo che l'ho sempre cercata nelle amiche (quando succede il legame è fortissimo, anche se non è la stessa cosa).
    Con la mamma invece...ci stiamo lavorando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà non credo il rapporto con un'amica sia poi tanto differente CICCOLA, alla fine, non è tanto il legame di sangue, quanto quello in cui quotidianamente si investe, a contare davvero

      Elimina
  11. Uh sei stata nella mia città! Contenta ti piaccia :) Serena

    RispondiElimina
  12. Uh sei stata nella mia città! Contenta ti piaccia :) Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piace un sacco CARAMALU e farò in modo di tornarci quanto prima!

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  14. Ogni rapporto a cui teniamo,va curato,fai bene a ricordarlo.Voglio attenzioni,senza capricci e cerco di riservarle di conseguenza a chi mi e' caro...Pochi rapporti,ma buoni,diffido di chi dice di aver milioni di amicizie,e come te,credo che mia mamma e mia sorella,siano quelle reali!😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco davvero troppe persone che parlano di amicizia con la stessa facilità con la quale mangiano un hamburger DAMIANA, quindi ho cominciato a pesare persone e rapporti scrupolosamente

      Elimina
  15. Ciao Patalice,grazie al tuo commento da me ora sto conoscendo il tuo blog!
    Mi piace il tuo entusiasmo,ti leggo volentieri! Un bacione a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì RITA, l'entusiasmo di certo non manca, quello proprio no

      Elimina
  16. Sai che non sono mai stata a Genova? è strano, credo che sia una di quelle città che o si ama o si odia perchè alcuni me ne hanno parlato benissimo e altri invece non tanto. Fai bene a coltivare i rapporti con tua sorella e la tua mamy, bisogna metterci energie ma ne vale sempre la pena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le energie ELENUCCI, non mancano, e l'entusiasmo c'è ed è poderoso, quindi vediamo di far fruttare il rapporto con loro

      Elimina
  17. ..E allora cara amica mia, quando ritornerai a Genova , fai un salto ad Imperia da me nel primo entroterra e scoprirai le meraviglie del mondo...ahahahah
    Questo per spingerti ad accettare l'invito, non credere,ma felice di vederti e conoscerti...ci tengo molto...Promesso?
    Bacione !

    RispondiElimina
  18. Concordo sul fascino di Genova, città fantastica. Non delude mai !!!
    :-)

    RispondiElimina
  19. Ciao,l'Italia è meravigliosa e spesso sconosciuta a molti italiani,peccato perché visitare le nostre bellissime città apre la mente.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  20. anche a me piacerebbe tanto andare a Genova: così vicina che uno rimanda sempre...
    e pure io non so come farei senza mia sorella!

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!