mercoledì 7 gennaio 2015

tra famiglia e befana, le feste son proprio passate...

In leggero ritardo, vorrei augurare alle mie blogfriends speciali auguri per la festa dedicata a noi...
le BEFANE!

Esseri maltrattati dalla storia, spesso dipinte come racchie inguardabili, e, solo di recente, riabilitate di una certa femminilità, grazie alla flebile forza di un femminismo tentato di certe donnine dal pelo sullo stomaco più sviluppato... come la sottoscritta.

Io, che cerco perennemente di essere donna da parte delle donne, colgo questo 6 gennaio, come occasione per ricordare alle vaginomunite di non mollare, mai, nemmeno quando è dura.

Comunque, per tutti, ieri era l'Epifania, quella stronza giornata, che tutte le feste si porta via...
Brutta roba l'Epifania.
Voi ditemi se dev'esserci una giornata nazionalmente riconosciuta per essere titolo di 24 ore di tristezza, miseria e disfacimento di decorazioni... ma che caspiterina di senso ha?!

Io, che non mi arrendo del tutto alla funzione di questa nefasta giornata, mi sono rifiutata categoricamente di smontare l'albero, togliere fiocchetti e palline, smantellare suppellettili e calendari dell'avvento.

Credo potrei fortemente risentire di questa presa di posizione, già oggi pomeriggio, quando, invece di stirare come dovrei, mi toccherà fare ciò che non ho fatto ieri... 
ma tant'è...

Trascorrendo mentalmente queste feste, debbo dire che è stato davvero un bel manipolo di giorni, tutti belli, a loro modo, con un picco importante pure ieri, giornata splendidamente assolata nella quale io e Brivido abbiamo deciso di fare una passeggiata sui monti con R-Dog. 
Poi arriva l'invito a pranzo del Paparotto Gigiotto, e vuoi non accettare di buon grado?
...peccato che, mentre raggiungevamo l'agriturismo dove ci aspettava un buon pollastrino ai ferri, l'auto ci si è arroccata su una bastardissima e pericolosissima lastra di ghiaccio... 

Io, Jn, la SuperMamma ed i nostri amici quadrupedi, ci siamo fatti vari chilometri appiedati, un po' pure in bilico sul fondo ghiaccioloso, mentre il paparotto e Brivido cercavano un carrattrezzi... nel frattempo il nostro buon RocketMan, che per una volta ha partecipato alla liason, si è trovato a fare su e giù in auto in balia del "chissà come si arriva in cima"!

Alla fine ci siamo messi a tavola che erano già passate le 2,30... 
Intorno a noi nuvole di panna montata, troneggiavano su tazzone di cioccolata calda, mentre noi divoravamo voracemente pezzi di pollo, costine, salamine grigliate e patate fritte... 

Ci siamo alzati che erano passate le 5, ma tutti eravamo divertiti e rifocillati, e, stranamente, anche Paparotto Gigiotto, vero protagonista di questa sventurata vicenda, ha riso e scherzato come se nulla fosse! 

La famiglia....
Che uno se ci pensa ci trova sempre mille e più lati negativi, ma che, alla fin delle finite, è la risorsa con la "R" maiuscola che cambia volto alle giornate...

37 commenti:

  1. Bel finale, mi fa piacere sentirtelo dire...a proposito, mi è capitato di rileggere il messaggio al modulo dei commenti e ho dedotto che è meglio che io lasci il gruppo dei lettori : se non "ti convinco" ( non parlo di ricambiarel'iscrizione al mio schiaccianoci, ma almeno una visita di cortesia...) è meglio che lasci il posto a qualcuno "più convincente" di me.
    Auguri e buon proseguimento
    Fata C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda FATACONFETTO mi spiace la polemica di inizio anno, non sei tra quelle nelle preferenze [perche negarlo visto che quelle sono palesate a sinistra?!] ma ti leggo volentieri... Se però necessiti di commenti mi prodigherò volentieri... È che io sono per la libertà di espressione e parola... Ma so che c'è chi ci tiene alla forma...

      Elimina
    2. Le necessità sono ben altre, se vuoi prodigarti, libera di esercitare la libertà di espressione e di parola che rivendichi nel finale della tua gentile risposta.
      Fata Confetto

      Elimina
  2. Ho passato una befana simile alla tua: a tavola, con la famiglia, dalle 13.30 oltre le 17.00, mangiando, parlando, scherzando, ridendo. E queste sono quelle cose tanto semplici quanto belle, che sarà pure vero che le feste volano via, ma volano con un sapore in bocca tutt'altro che amaro!
    Un abbraccio!
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero LUISA, le feste in famiglia allargano il cuore, tanto più se non siamo sempre disposto a condividere tempo con loro...

      Elimina
  3. Anche io ieri giornata in famiglia e ammetto che, dopo una settimana via, mi erano un po' mancati i miei.
    Certo, da prendere sempre a piccole dosi però poi sono quegli attimi che ti fanno stare bene e ti ricordano che, comunque vadano le cose, ci saranno sempre due personcine su cui potrai contare. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi ben dirlo MORA Compare, sono da amare e da coccolare, perché poi saranno loro a starci vicino quando non ce lo aspettiamo...

      Elimina
  4. Stare bene in famiglia è una delle fortune più grandi. Fortune poi, dovrebbe essere sempre così, ma a quanto pare non lo è per tutti, tant'è che si parla di fortuna. Comunque sì, l'epifania sta un po' sulle scatole anche a me. Anche perché lascia spazio al Carnevale, e io odio il carnevale.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi ridere CERVELLINO? Lunedì ero alla simply a fare spese e c'erano già le lattughe in vendita! Ma poteva miseria! Ho ancora un Bauli da finire io!

      Elimina
  5. Non potrei essere più d'accordo.
    Il più delle volte, dai momenti più grigi e cupi, è sempre la famiglia che ti salva e ti scalda l'anima.
    D'altronde... ci si conosce da così taaaaanto tempo.
    E ci si sopporta sempre (più o meno).
    E non ci si abbandona mai davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho una famiglia meravigliosa DOLLS, certo alle volte ha le sue pecche, ma non potrei proprio farne a meno

      Elimina
  6. Ah...quanta verità in queste righe. La Risorsa più grande delle nostre vite. Come potrei non essere d'accordo con te? E poi, ho appena trovato qualcuno che non abbia disfatto l'albero, proprio come me :)
    Felicissima di constare di non essere stata l'unica a ribellarsi al disfacimento di albero&co!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ANNAONTHECLOUDS io di disfare l'albero proprio non avevo voglia! Poi, come ho scritto, tocca comunque a me, quindi se non oggi, domani, dovrò farlo lo stesso...

      Elimina
  7. Cara Patalice,è proprio vero! È tutto passato e è di fare come ho pensato io cambiare in qualcosa di nuovo
    per ricordarsi dei veri amici.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I veri amici son sempre da coccolare, è necessario TOMASO! Buona ripresa di normalità mio caro

      Elimina
  8. Dai, un'avventura vacanziera che comunque è tutta da raccontare!^^
    Buon rientro nella routine!
    Quanto alla nuova head, direi che con quelle scarpe e calze le cose belle del nuovo anno scappano sicuramente^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo tentando di attualizzare la scenografia MOZ, ma il tempo è tiranno, e mi e riuscito solo di cambiare testata... Sapevo che a qualcuno non sarebbe sfuggita...

      Elimina
  9. oggi sto cercando di far passare la giornata.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È il rientro alla quotidianità FRANCESCO, richiede un attimo per rimettersi in moto il tutto... Però pensa che oggi è già mercoledì!

      Elimina
  10. Ho mangiato tre chili di cioccolato... se anche mi fosse caduto in testa un pino, sarei stata comunque felice!! <3
    Buon Anno, PATALICE!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PAOLAROOM quanta meravigliosa poesia c'è nella cioccolata...

      Elimina
  11. Concordo sull'ultimo pensiero dedicato alla famiglia!!!
    Per il resto direi di dare vita a una petizione che istituisca ufficialmente una "giornata-tristezza" post feste :-)

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me serve ben altro che il 6 gennaio, per portare via le feste PRINCESSVANILLA...

      Elimina
  12. Tanti auguruuuuuuuuuuuuuii :)

    RispondiElimina
  13. è quello che mi manca... una grande famiglia unita, pronta a riunirsi in ogni avvenimento... invece, quando ci sono di mezzo i soldi e le case, non c'è mai quella serenità... e quindi ci ritroviamo sempre noi 4... ringrazio di avere le mie amicizie, non le arrivo a considerare parte della mia famiglia, ma di sicuro persone importantissime sì... e comunque... già da oggi a casa mia è scomparso ogni segno del Natale... figurati che ieri ci siamo pure dimenticati di mettere i re Magi nel presepe...li ho messi io stamattina... dopo 3 ore mia madre ha disfatto tutto!!!
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai KANACHAN la famiglia è un emisfero bizzarro... Nel quale ritrovarsi alle volte significa perdersi... Ma serve per tenersi bene e per tenere a fuoco chi siamo, davvero...

      Elimina
  14. Per me il 6 gennaio è ancora festa e non il giorno in cui finisce tutto. Albero e addobbi si toglieranno poi.
    Buon anno cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...meno male che non sono stata l'unica a procrastinare NATALIA...

      Elimina
  15. Per me non se ne parla prima del 7... Che poi ieri ero a lavoro, quindi ho lasciato l'ingrato compito a marito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io DUERANOCCHI ho fatto tutto ieri sera, al fianco di un R-Dog pesantemente addormentato...

      Elimina
  16. pensa che qui in argentina la befana non esiste :(

    io preferisco personalmente festeggiare il6 gennaio piuttosto che l'8 marzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh FEDERICA, considero l'8 marzo la consacrazione del maschilismo, quindi...

      Elimina
  17. Non so se mi sta più sui maroni Capodanno (divertirsi a tutti i costi? L'ansia di dover fare per forza qualcosa?naaah) o l'epifania, che la befana mi sta pure simpatica ma si porta via tutta quella magia e quell'atmosfera di speranza che è per me il Natale. I primi giorni dopo il 6 mi sembrano sempre un po'...squallidi? Per cui credo che dal 7 è ricominciato il countdown al prossimo 22/11 (giorno in cui dove abito si incominciano a mettere le luminarie:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un countdown che ha del meraviglioso BRIDGETRICCIO

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!