Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

Lista dei buoni motivi per NON DIVENTARE MAMMA

Immagine
1 - non ho più l'ansia di dover qualcosa agli altri.
...che nessuno mi ha chiesto nulla, anzi, ma io sentivo di dover loro paternità, zieggiamento, nonnitudine, bisnonnitudine...

2 - non devo più vivere con l'ansia da ago della bilancia.
...che so che per molte consorelle non è così, ma io sono dannatamente magra, fatico a mettere su 10 grammi, ed essere sottopeso si mal coniuga col poter figliare.

3 - posso cercare la mia vera vocazione nel mondo del lavoro.
...con la consapevolezza che sarò solamente io a sbagliare, mi prendo oneri ed onori della cosa, il ché, per uno spirito inquieto come quello della sottoscritta, non è poco!

4 - aspirare alla laurea.
...che lo so che come studentessa sono cougarissima, ma hai visto mai...

5 - posso essere egoista.
...fare scelte pensando a me, me me e ancora sopratutto, sopra ogni cosa me! 
[...e Brivido, ovvio, ma lui è incluso nel "me"]

6 - non devo smettere di andare in palestra.
...che tra accortezze per la FIVET e riposo forzato per …

una moderna Cenerentola... no le scarpe non c'entrano

Immagine
...e siamo giunti alla resa dei conti...
Come dicono nei reality: "Patalice, per te il sogno finisce qui."

Ci sono sogni che non hanno abbastanza fortuna e bravura e resistenza e determinazione, per diventare realtà... 
Magari non è colpa tua, magari è per via di altri, magari è per il destino, magari perché è giusto così...

...fattostà che un sogno è solo un sogno, ed è talmente impalpabile che non puoi nemmeno raccoglierne i cocci, o abbracciarlo forte per supplicarlo di rimanere.

E' un sogno e si infrange, come il vetro, e se cerchi di raccogliere i pezzi ti tagli, e se cerchi di reincollare i pezzi, per recuperare, esce qualcosa di simile e più brutto.

Capisco perché le scarpette di Cenerentola fossero di cristallo: era racchiuso dentro quella abbandonata sulla scalinata dopo la fuga, tutto il suo sogno, la speranza, l'aspettativa, il coraggio di vivere fino in fondo, fino alla fine...

Bellissime e fragili, alla portata di tanti, ma indossabili da una persona sola...

For…

...cosa dicono...

Immagine
Alla fine andrà tutto bene. Se non andrà tutto bene,  Non è la fine.

Normale

Immagine
La normalità è un concetto astratto e distratto.
Ti dimentichi di lei, quando non devi averci a che fare per forza, e vieni spinto a considerarla ancestrale, quando non sei costretto a ricercarla. 
Ad esempio:
Quando è una bella giornata di inizio primavera è NORMALE aver voglia di allacciarsi le scarpe da ginnastica ed iniziare a correre.
Quando uno vuole partire, ha voglia di evadere, di un'esperienza che non parli la sua lingua, è NORMALE faccia la valigia, prenda e vada, sopratutto se non ha ancora trent'anni e non c'è legame che tenga.
Quando due si sposano e si amano ed hanno l'età giusta e l'auspicabile coerenza economica, è NORMALE voler allargare la famiglia.
Teoricamente dovrebbe anche essere NORMALE poter fare tutte queste cose, e mille altre ancora.
Solo che non è così.
Perché la normalità ha uno spietato e poco democratico senso dell'umorismo.
La normalità reputa spiritoso ghignare in faccia a chi non vorrebbe altro che lei, e, rende ancor più semplice le e…

Potere del sole vieni a me

Immagine
...non male il clima...
Per essere novembre!
Con questa sagace battutona che, nessuno che abiti i pressi dell pianura padana, ha mai sentito, incamminiamoci in questo gioioso nuovo 7 giorni di croce e delizia.
Piove. Piove sempre. Mi è cresciuto del muschio sulla pelle, e sto valutando se chiamare l'estetista o il botanico. Le giornate trascorrono in sommessa noia, sospese tra il bisogno di fare qualcosa, e l'impossibilità di farlo causa pioggia battente bastarda ed impenitente.
Quando succedono questi giorni alla volta della lametta per tagliarsi le vene, il weekend regala comunque piccoli eventi di felicità suprema...

Un aperitivo fatto sulla spiaggia di un lago non assolato, una cena a due in un ristornare che serve carne deliziosa, un paio di infradito acquistate con la consapevolezza che non sono i 15 euro meglio spesi, ma, dopotutto, sono solo 15 euro.
Io ho benedetto, una volta di più, il mio beneamatissimo mysky, perché mi ha ben servito durtante tutta la settimana. Ho visto &qu…

Tutte contro il pregiudizio

Immagine
Ci sono cose che, indipendentemente dai luoghi/ estrazioni sociali/ credo politico-religioso/ età/ condizioni economiche, non cambiano mai. 

Una donna cornificata se la prenderà sempre con l'amante e non con il marito!
Non bastano tutte le Erica Jong e le suffragette dell'emisfero, per scardinare questa credenza aggrappata a noi e alla nostra testolina. 
Per quanto il genere femminile si sia emancipato, per quanti passi avanti abbiamo fatto per rivoluzionare il nostro status quo, e si colga sempre occasione per parlare di quote rosa e similari, noi donne siamo le solite cretine che, invece di prendere per le palle quei lestofanti con il cervello dietro la zip dei calzoni, ci accapigliamo con l'altra, nell'assoluta convinzione che lui non sarebbe MAI caduto, se quella diavolessa tentatrice non avesse sferrato il colpo. 
La tristezza cosmica si impadronisce di me, mentre scrivo queste righe, scontenta nel constatare una volta in più, che l'evoluzione al quale siamo assog…

Lettrice compulsiva

Immagine
...faccio con i libri la stessa cosa che Valerio Scanu, fa con le donne [...credo...], lui fa l'amore in tutti i luoghi e in tutti i laghi, io leggo.
In tutti i luoghi e in tutti i laghi. Sulla metropolitana ed il divano, nelle ore di stanca sul lavoro, e seduta sul ciottolato del campo dove porto R-Dog a pascolare, in attesa dal dottore e mentre pranzo o ceno in solitudine.
Io leggo dove capita, ed è raro ch'io esca di casa senza un libro a farmi compagnia
Qualche tempo fa, io e me medesima, abbiamo fatto un breefing ed abbiamo stabilito che avrei alternato un libro "moderno" ad uno della tradizione.  Il nostro intento era di non farmi perdere abitudine ai classici, e di incrementare la lista di libri storici che vanno letti almeno una volta nella vita.
L'esperimento dura da un annetto ed io non posso che dirmi soddisfatta pienamente della riuscita. 
I classici, moderni/italiani/russi/di gente morta che sia, mi danno solide basi sulle quali fare giri e voli pindarici, …

guardandomi attorno, vedendo qualcosa

Immagine
1- Ho capito che l'originalità è sopravvalutata.

Il potenziale espresso da ciò che già si conosce non ha eguali. Tipo, mi hai regalato un paio di scarpe che ho immensamente apprezzato, il natale scorso, e non sai cosa regalarmi quest'anno? Cosa ti fa pensare che non apprezzeró anche quest'anno un paio di scarpe? [diverse possibilmente...]
2- Esci di casa ogni giorno come se oggi, fosse il giorno giusto per incontrare il tuo principe azzurro.
Sei già fidanzata o sposata? Cosa ti fa pensare che non sia proprio così che si fa durare di più e meglio una relazione?
Perché devi iniziare ad essere sciatta e poco curata "solo perché" hai a che fare sempre e solo con lui?

3- La gente apprezza di più il passato del presente.


Vi chiedete il perché, vero?
Perché Messi non è ancora ai livelli di Maradona?
Perché quello che è già stato tende ad affascinarci di più?

Semplice:
perché sappiamo già come è andata a finire.
E noi esseri umani non siamo fatti per non sapere!
Ci hanno provato guerre…

Quando la brioches fa cheeeeese

Immagine
Instagram è un gran bel passatempo.

È proprio vero che, il più delle volte, le immagini dicono quanto, se non più, delle parole; ed è un bell'esercizio di comprendonio per chi, si interessa di esseri umani, sfogliare tra gli scatti in cerca di anime e storie da raccontare. 
C'è una sovrabbondanza di persone che fotografa il cibo: appare ormai impossibile fare colazione senza scattare alcuna foto al cornetto e al cappuccino. 
Sembra che il pasto perda il suo celestiale sapore, senza un flash ad immortalarlo.
Però non tutti sono tanto temerari nel conteggio delle calorie, esiste chi, e ce ne sono davvero parecchie di queste persone, fa colazione con spremuta e succo. 
Ora, ma come fanno a campare? Come si fa a resistere alla tentazione della coccolina mattutina?
Sempre perché qua non si giudica, per me son matte! 
Io la mattina necessito di energia e gusto, di un mix che mi riporti al mondo con violenta dolcezza, un bel calcio in culo glicemico è tutto quel che chiedo! 
Invece stamattina…

...invecchiamento di gran classe...

Immagine
...ci sono persone che ti sembra di conoscere da sempre, ma la realtà è che averle conosciute è la fortuna...

Io non lo immaginavo che, 9 mesi dopo aver saputo da Little Lawer che eri il ragazzo più super-dotato del mondo, mi avresti passato quel bigliettino al ristorante, e, tremante, mi avresti chiesto di sposarti. 

...mai al mondo avrei potuto pensare di dire si per altro!

Ero così concentrata su me stessa, sulla ricerca di nulla, che nel momento in cui mi sono imbattuta in quel qualcosa di grande, tutto ha assunto contorni che uno non può far finta di non vedere...

Poi lo so che tu ti sei innamorato di me, solo perché non te l'ho data la prima sera, ma questo è un altro discorso...

Io non sapevo che avrei dovuto condividere con te i miei demoni pesantissimi, e non immaginavo certo che avresti accettato di portarne una parte del peso, concedendomi, a volte, di dimenticarmene, e la maggior parte delle altre volte, invogliandomi a non farli saltare fuori.

Scegliere di vivere la vita c…

prendi una shopper e ti porto in vacanza

Immagine
Venerdì pomeriggio si parte. Direzione "foxtown" enorme outlet in Svizzera... Sabato iniziano i saldi, e partire col piede giusto, immersa in abiti/scarpe/borse/promozioni/prezzi speciali, mi pare una gran cosa!  È il regalo di compleanno per me e Jn, fatto dal Paparotto Gigiotto, il quale non è mai puntuale...  E per "mai" intendo dire MAI MAI!
Il biglietto dice che potrebbe servirci per rendere ancora più forte quello che abbiamo, il nostro rapporto... Credo non serva, ma poi ci sono sfumature, che durano mica tanto, il tempo di un viaggio in auto, che ti ricordano perché l'hai scelta come tua persona. E ti senti bene.
La pagella del weekend:
9 all'outlet in questione, che è più un centro commerciale che altro, di quelli belli davvero, non hai mai l'impressione che l'ossigeno finisca e tu possa essere inglobato con l'emisfero tramite bizzarrie cosmiche...
8 alla colazione in hotel, che non c'erano i pancakes, cosa della quale mi ero svegli…

Il riassunto del mese: GIUGNO col bene che ti voglio

Immagine
Giugno non è il momento giusto per l'impegno.
Sebbene sia stato il giugno più freddo e piovoso che si possa annoverare, quella sensazione di libertino disimpegno ha fatto capolino a più e più riprese...
Con i colori più accesi sui vestiti, i piatti più deliziosi a tavola, i frutti della terra che riempiono le dispense di frutta e verdura dolcissima ed allettante, la voglia di bighellonare di programmare di recidere e conquistare...

Giugno è il mese in cui l'estate prende il via, e segna che metà anno se ne è andato...
E lascia la metà più polposa, quella che prima ha il respiro di sollievo del relax stagionale, e poi esplode nella routine e nei buoni propositi settembrini...


Con queste gioviali premesse, che profumano di limone e di gerbera, ed hanno il sapore di una fetta d'anguria e di un ghiacciolo alla menta, reputo sia giunto il momento del riassunto del mese, con gli attimi che hanno dato "la svolta" e le cose che fanno parte del pacchetto, senza macchi…

ineluttabile come...?

Immagine
La SuperNonna mi ha detto che il Signore una cosa veramente giusta l'ha fatta, non c'è ricco, non c'è povero, la morte prende tutti noi, con democrazia, con il primo vero senso di giustizia annoverabile, nei secoli dei secoli.

La morte ha colpito due famiglie alle quali sono, per ragioni diverse ed in modi differenti, legata.

Oltre all'immenso dispiacere per la perdita, mi sono soffermata a guardare le reazioni umane, scomposte e compostissime, inspiegabili e mutate in corso d'opera, strani stracci di storie, che ci appartengono solo in parte, quella parte che possiamo spiegare nei gesti e nelle parole, ma che sono così lontane dalla comprensione, quando si tratta di viverle... 

La morte...
Universale...
Spietata o dolcissima...

Il mio approccio è quello di una signor nessuno che si fa domande...
Dove andiamo, Chi siamo, A cosa porterà tutto questo vagare...

Aspetto l'onda lunga che scelga per me, o decido il mare in cui poggiare lo scafo?

Un rispettoso abbassare di voc…