giovedì 4 dicembre 2014

per colpa mia


 Voglio dire una cosa.

Sono triste.

Triste per una cosa che mi sembra adolescenziale, ma che in verità è molto molto matura.

Mi intristisce aver preso una scelta, e, sebbene l'ambito sia un po' da ragazzini, il fatto di essere stata io l'artefice del mio destino mi fa sentire incredibilmente matura.

Perché, è quando i giochi sono duri, che i duri iniziano a giocare, e se sei tu che fai le regole del gioco, accade che può anche non piacerti particolarmente la partita, ma non puoi mollare, non ti puoi lamentare, puoi solamente stare in partita ed accettare anche di perdere.

Si, quando accetti le conseguenze delle tue azioni, sei incredibilmente matura, giochi con regole che fai tu, e stai male... 
Stai male lo stesso anche se sei stata coerente, 
stai male lo stesso anche se hai avuto il coraggio delle tue azioni,
stai male lo stesso anche se la tua vita cambia e a te cambiare non piace,
stai male lo stesso anche se non riesci a pensare ad altro,
stai male anche se scrivi sms che non invii,
stai male lo stesso anche se sai che si doveva fare così punto e basta.
Stop.

Ho smarrito la mia bussola.
Ho scelto io di lasciarla in quel mare che è la vita, e quando ti butti alle spalle qualcosa dovresti essere più leggera, sentire il cervello più libero, le mani più creative, l'animo più spensierato... ed io devo aver sbagliato qualcosa, perché mai ho sentito più pesantezza e schiavitù.

...però sono matura e consapevole e coerente...

Ho deciso io, 
fatto e disfatto io, 
io sempre e solo io.

42 commenti:

  1. già poter decidere è qualcosa

    peccato che non abbia capito 'na cippa di quanto hai scritto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...in realtà solo l'argomento di scelta è oscuro FRANCESCO, tutto il resto ha contorni incredibilmente semplici.

      Elimina
  2. Pata io ti abbraccio forte! ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ed io, che non amo abbracci ed effusioni PHIIIBI, oggi quest'abbraccio lo prendo e ne faccio tesoro

      Elimina
  3. per quanto poi rimanga sempre quella sensazione che non è mai la piena soddisfazione che immaginiamo dovremmo provare, il solo fatto di scegliere e decidere e fare e disfare da se' è un gran traguardo.
    ti abbraccio forte Compare bella :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho bisogno Compare... Sarà un weekend lungo un po' difficilotto temo

      Elimina
  4. Anche se non so di cosa tu stia parlando in particolare, capisco molto la sensazione di cui parli. Ci sono passata, nel tagliare i ponti con qualcosa che non andava, non andava proprio più. E ci son stata male lo stesso, tanto, anche se sapevo che era la cosa giusta da fare.Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tagliare ponti MECHANICALROSE... Allora sono stata molto chiara direi...

      Elimina
  5. Quanto è difficile a volte essere maturi, coerenti e consapevoli!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. La maturità non è solo decidere di tagliare dei rami per far prendere alla pianta la forma voluta, no... certe volte si deve assistere alla caduta di quelli che seccano nostro malgrado.
    Questo non ci squalifica come giardiniere della vita, anzi.
    Ti abbraccio, piccola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una giardiniera della vita NONSENSESPOT... Che ruolo ingrato, sebbene indispensabile

      Elimina
  7. Per fare una scelta, anche una facile, è di per se un atto coraggioso. Se poi le scelte sono complicate, prenderle è ciò che ci rende padroni della nostra vita, nel bene e nel male, e di conseguenza estremamente coraggiosi di oltrepassare qualsiasi bivio.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scegliere con la consapevolezza che si starà male, che si sentirà freddo la notte, che si avrà voglia di trovare un cuscino nel quale affondare la faccia per affogare le lacrime MYP, ecco cosa sto vivendo

      Elimina
  8. le questioni adolescenziali, o apparentemente adolescenziali, sono in realtà le più serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARCOGOI io sono sempre stata un esserino celebrale, don dall'adolescenza, ho sempre messo la testa al di sopra della pancia, e non sempre, ammetto, mi ha detto bene

      Elimina
  9. Ma sai, Pata, a volte si lascia indietro qualcosa, si rinuncia a qualcosa, si decide di voltar pagina perché razionalmente si sa che è giusto farlo. Ma questo non significa che per il resto di noi sia un lutto. Si chiudono porte con amarezza. Un po' come si fa con gli amori impossibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai vissuto un amore impossibile MAREVA... Forse la mia criticità di scelta e di esistenza mi ha sempre posto in una nicchia che non mi ha preparata al dolore di persone che ami più dell'aria, e che bin sono all'altezza delle tue aspettative

      Elimina
  10. Ultimamente ho tagliato diversi ponti anch'io, non senti leggerezza, ma pesantezza, è vero, seppur sai che è stata la cosa giusta da fare. Forse col tempo la leggerezza si farà sentire, con la certezza comprovata di aver fatto la cosa giusta, anche col senno di poi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse
      Magari
      Presto
      MOKY credo tu stia parlando con rettitudine, arriverà il momento nel quale le mie scelte non mi parranno più paradossali... Attendo quel momento!

      Elimina
  11. Datti tempo, sempre e comunque: te lo sarai dato per scegliere, dattelo per vederne le conseguenze, che all'inizio nulla è facile, anzi, se lo è da subito sicuro c'è una fregatura da qualche parte ;)
    Un abbraccio
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che sapevo, ancor prima di decidere di tagliare i ponti con questi amici, che sarei stata malissimo LUISA. Eppure ho deciso comunque di farlo. Perché sarebbe stata la cosa giusta. E lo è ancora. Ma non fa meno male solo perché ha la legittimità dalla sua

      Elimina
  12. Ecco, l'argomento di scelta incuriosisce pure me, ma, d'altra parte, se avessi voluto farcelo sapere l'avresti scritto chiaramente.

    Quindi ti abbraccio e ti dico di perseverare nella tua decisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BCHERRY si parla di persone particolarmente importanti che, ad un certo punto, svaniscono dalle nostre vite perché tenerle è doloroso../

      Elimina
  13. Non posso immaginare la portata di questa tua decisione, ma se ti fa soffrire sicuramente è quaclcosa di importante...il problema di essere adulti è che quando fai una scelta perdi sempre qualcosa, e di solito non è facile...e comunque a volte si può anche tornare indietro, se la scelta è sbagliata. Bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello sul quale ho ancora una diatriba aperta ELLIE... Fare un passo indietro, perdere un po della mia amata coerenza, ma vivere senza quel magone che non passa, oppure vivere con la certezza di aver agito per il meglio, sebbene con dolore?

      Elimina
  14. Anche io mi sento incredibilmente figa quando scelgo una direzione. Il problema è che continuo comunque a chiedermi "e se avessi sbagliato a scegliere?" finchè non mi rendo conto che ho fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io FOLLE non mi sento figa... Anzi! Avrei mille volte preferito non dover prendere proprio nessuna decisione, vivere più in sordina e non avere quel viscerale bisogno di ritrovarmi nel giusto piuttosto...

      Elimina
  15. Essere coerenti costa piccoli lutti. Io in questo momento, per poter sorridere, ho accettato la "vergogna" di essere incoerente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...forse TINA ci hai visto lungo tu...

      Elimina
  16. fare delle scelte è davvero da persone mature, non è facile...

    RispondiElimina
  17. Io sono dell'idea che si possa sempre cambiare idea...e non c'è niente di male...in particolare se la decisione presa ci lascia un po' perplessi...ma in concreto, tu sai di cosa si tratta. A volte alcune decisioni, anche se sofferte, sono obbligate e necessarie...anche se fanno male...e magari è il tuo caso...
    Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È verissimo M4RY: concentrarsi sulla coerenza come unica via alle volte da ai pazzi...

      Elimina
  18. Le scelte mature sono le più pesanti, ma non preoccuparti, col tempo capirai che è stata la decisione giusta e tutto si alleggerira`, vedrai.
    Baci ed abbracci cara Patalice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che, prima che si alleggerisca questo macigno che ho dentro PIA, ne passerà di acqua sotto il ponte!

      Elimina
  19. Socia mia adorata la scelte fanno schifo, è questa la realtà. Perché ti danno l'illusione del libero arbitrio ma, in realtà, la contropartita è sempre una rinuncia e che due palle le rinunce. Io ti abbraccio forte. Spero che questa tristezza passi presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È passata a tratti Socia, pregna della consapevolezza che certe cose fossero da accettare, bocconi amari da ingoiare nonostante tutto!

      Elimina
  20. Mi accodo alla Princess.
    Scegliere è dura a volte ma sarà l'unica consolazione, magari:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia più dura scegliere LIZ, o accettare le conseguenze delle scelte...

      Elimina
  21. Il prezzo dell'andare avanti.....

    RispondiElimina
  22. I cambiamenti, belli o brutti che siano, nel momento in cui si decide di affrontarli, portano con se tante vicissitudini differenti, perché non è solo il cambiamento ciò che ci sconvolge, ma anche ciò che è stato fatto prima, il tragitto che si è compiuto per arrivare a questa decisione e inevitabilmente continua ad accompagnarci anche dopo averlo intrapreso. La tristezza è una delle tappe da affrontare affinché il cambiamento avvenga. E' un lavoro duro, ma quando lo si fa e lo si accetta, il dopo non può che non essere meglio del prima. Te lo dice una che di cambiamenti ne ha fatti molti nella sua vita.
    Non so se il tuo si riferisce ad una persona, o un evento, ma secondo me il cambiamento è cosa buona e giusta.

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!