lunedì 1 dicembre 2014

Happy thanksgiving day

Giovedì è stato il 
GIORNO DEL RINGRAZIAMENTO

E' un must per questo blog essere perennemente in ritardo sulle giornate nelle quali bisognerebbe festeggiare qualcosa, ed immancabilmente mi ritrovo a farlo dopo, facendo "mea culpa" ricchi di verba e di personalità... la reale realtà è che questa volta me ne stavo lì, in procinto di partire per Bolzano ed i suoi mercatini natalizi, e mi è passata la poesia del ringraziamento...

Con la promessa che avrete un resoconto del mio weekend fuori porta, adesso concentriamoci sul Thanksgiving Day; mi piace il fatto che, gli amici oltre oceano, abbiano l'umiltà, ogni quarto giovedì di novembre che il buon Dio manda in terra, di raccogliersi attorno ad una tavola, farci sedere le persone che contano maggiormente nelle loro esistenze, rimpinzarle di tacchino, patate dolci, torte di zucca, e dedicare loro parole colme di gratitudine per le vite che si vivono, e per ciò che si ha.

C'è fascino in tutto questo, anche e sopratutto, perché la cosa è da fuoriclasse assoluti, e non da sovrani del buonismo come i sottoscritti italiani.

In questo traboccare di "grazie", anche io mi sobbarco la felice missione, dicendovi per cosa mi par giusto onorare una tavola immaginaria, alla quale non ho avuto modo di sedermi... 

GRAZIE per quel casino sovrumano della mia FAMIGLIA
che rompe e fa incazzare, che ha il dito pronto per giudicare le scelte dei componenti, che non fa la cosa giusta sebbene sappia quale sia, ma che si riempie vicendevolmente d'amore... e che cos'altro è la famiglia se non il luogo dove sentirsi a casa?

GRAZIE per mio MARITO
che non sa fare regali, che è scarsissimo nelle sorprese, che non ha lo stesso concetto di divertimento di me, ma che mi fa sognare di vivere tanto a lungo da vedere quel meglio che deve ancora venire

GRAZIE per R-DOG
che mi basta vederlo per sentirmi indispensabile e al mio posto nel mondo

GRAZIE per il NATALE che sta arrivando
che regali, pandoro, lucine colorate, scuse per sentirsi felici, saranno anche da veri consumisti, ma io non ci trovo niente di male nel consumismo... 

GRAZIE per la COLAZIONE
che latte, marmellata, biscotti, cereali, schiuma zuccherata, succo e fette biscottate sono un pazzesco incentivo ad alzarsi dal letto

GRAZIE per il TAPIS ROULANT
che a me piace davvero trovarmi a pensare che ci sia un posto perfetto per ognuno di noi, ed il mio ha il programma "collinare", il livello 9, dura una sessantina di minuti, ed ha 6.3 di velocità

GRAZIE per il mio CARATTERACCIO
che c'è chi cercherebbe di cambiarlo per stare meglio con gli altri, ma a me piace troppo essere come sono, e di giustificarmi sono così stufa che mi diverte vivere come vivo, difetti inclusi...

GRAZIE per MYSKY
che come farei a ricordarmi di registrare tutte le puntate di "How I met your mother" senza la funzione registra serie? e come potrei aver scoperto "Bones" senza la fiducia accordata al mio sesto senso? e come vivrei l'insonnia senza mille cose da guardare?


GRAZIE per la CIOCCOLATA
che è ingiusto che faccia ingrassare, ed inimmaginabile che non venga passata dalla mutua come cura preventiva, ma è un dato di fatto che sia una coccola che nessuna persona al mondo può vietarsi!

GRAZIE per l'OROSCOPO 
che iniziano a girarne a destra e a manca, grazie al fatto che il capodanno si avvicina a grandi passi, ed ogni volta sembra che possa esserci una nuova possibilità, un nuovo inizio, una novella occasione per trovare il posto giusto dove deporre desideri e possibilità...

GRAZIE per il MIO BEL FACCINO
che erano anni che non ero davvero carina, perché non stavo abbastanza bene per essere semplicemente bella, ma adesso invece si, sono tornata ad essere bella... ed è una figata pazzesca!

GRAZIE per gli INIZI
che non c'è ne età, ne classe sociale, nessun licenziamento, o periodo che tenga... la realtà è che c'è sempre la possibilità di fare le valigie e partire per trovare... cosa? importa davvero?


...io ve lo dico, ci sarebbe ancora una serie di GRAZIE da mettere nero su bianco, certe cagate del genere grazie per avermi fatto venire una bella idea per il regalo di Natale della Lesbi, a qualcosa di più "grosso" che comprende il dover essere grata perché.... cazzo ci sono e sono in piedi e corro ed ho tempo di perdere fiato per prenderne e ri-spiccare il volo...

Trovate un modo per dire GRAZIE ragazzi, perché essere grati è una sensazione impagabile, una sorta di delirio di onnipotenza che potete concedere ai vostri giorni, una sbronza colossale del vostro ego, che non vi costa nulla, ma che ubriaca come una bottiglia di crema whiskey post giornata piena e nemmeno un cracker nello stomaco!

29 commenti:

  1. Il grazie sentito è un piacere e gratifica il destinatario, ma è anche importante per chi lo pronuncia lo scrive.
    Poi c'è la questione di come mantenerlo vivo, sentito.
    Trovare un equilibrio tra intensità e frequenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ed in particolarmodo UOMOINCAMMINO è indispensabile che non sia un grazie di mera convenienza o di circostanza e nulla più

      Elimina
  2. Si dovrebbe ringraziare più spesso e più sentitamente.. purtroppo a volte non tutti sono dello steso parere.
    Comunque bel post.. ^^ Essere grati è davvero una bella sensazione come sentire gratitudine da parte degli altri. Ultimamente è diventata una cosa rara!
    A presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DREAMTELLER io non sono mai stata dal "grazie" facile, tutt'altro... Però ammetto che sentire gratitudine per qualcuno è una sensazione del tutto positiva!

      Elimina
    2. Assolutamente si ^^ sentirla e riceverla ^^
      A presto.. Dream Teller ^^

      Elimina
  3. E' bellissimo dire grazie. Perché significa che qualcuno è in sintonia con noi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E qualcuno ci pensa MOZ, al di là degli interessi e delle circostanze...

      Elimina
  4. a me non piace ringraziare più di tanto sai ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh FRANCESCO devi rispondere a te e alle tue esigenze alla fine...

      Elimina
  5. Che bellezza, Pata, leggere di gratitudine. E pensarci quotidianamente aiuterebbe a vivere meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai tutte le ragioni del mondo WANNABE... Sapere quanto conta un grazie e quanto poco costa a chi pronuncia quella parolina

      Elimina
  6. che bello questo post! Dovremmo fermarci più spesso per ringraziare per le cose che abbiamo, invece di quelle che non vanno bene!|

    passa a trovarmi, nuovo outfit mi piacerebbe sapere cosa ne pensi
    un bacione
    Style shouts

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero ALESSIA!
      Preghiamo affinché ci venga dato di più, e non diciamo mai grazie per ciò che abbiamo!

      Elimina
  7. Come hai ragione.. ho una lista di grazie che non finisce più!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imparare ad esprimerli CLAUDIA... Fa bene a noi stessi!

      Elimina
  8. Leggerti è sempre così rilassante e divertente e quindi grazie a te!
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mi fa piacere il tuo delicato grazie NATALIA...

      Elimina
  9. Meglio tardi che mai...
    E' vero, dire grazie fa bene al cuore!!!

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
  10. Giovedì ho chiamato la mia seconda mamma (quella americana) per ringraziarla e per augurarle buon thanksgiving. La gratitudine dimostrata è sempre qualcosa di prezioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...costa poco e niente MAREVA e riempie due cuori: quello di chi lo pronuncia e quello di chi lo riceve!

      Elimina
  11. Ho festeggiato il mio primo Thanksgiving e ho scoperto che i ringraziamenti sono un uso prettamente di famiglia. Ci son rimasta "male" perché io l'ho festeggiato con amici americani e non l'abbiamo fatto, infatti. Io ero già pronta con il mio discorsetto di ringraziamento come il tuo!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...siamo affezionate alle convenzioni MYP, chi potrebbe darci torto...

      Elimina
  12. manca il GRAZIE AL K

    ed evitare ironie please :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...scusa ma il fattore ironia è stato il primo a venirmi in mente K...

      Elimina
  13. ma che bellissimo post! bella l'idea, bella l'intenzione, bello che c'hai ricordato cos'è realmente il giorno del ringraziamento... che uno ormai si immagina semplicemente un po' di americani che si ingozzano di un povero tacchino.
    tra l'altro, condivido parecchi dei tuoi stessi GRAZIE.

    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh MICOL, però diamo a Cesare quel che è di Cesare... Il tacchino ha il suo perché.

      Elimina
  14. Io ringrazio di aver vissuto questi 37 anni come li ho vissuti, perché se non li avessi così vissuti ora non sarei quella che sono ed io amo quella che sono, perciò grazie che ci sono.
    Ah?Che pensiero profondissimo ti ho snocciolato!

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!