martedì 9 dicembre 2014

Capodanno con Faletti

Avevo iniziato a leggere "La trama del matrimonio" di Eugenides, subito dopo aver finito "Profumi Perduti", ma 30 pagine sole mi sono bastate per decidere che non sarebbe stato il libro col quale finire, presumibilmente, l'anno.

Non che brancolassi nel buio, dell'autore tanti anni fa lessi "Middlesex", storia di una ragazza nata femmina e maschio contemporaneamente, che per un tragico e beffardo scherzo della natura, si ritrova a fare i conti con la sua condizione di ermafrodite. 

Mi piacque molto, e quando acquistai quest'altro libro, sperai di innamorarmene sulla fiducia. 

Dopo quella trentina di pagine lette, così non è stato.

Ed ho abbandonato la lettura.  
Avrei potuto accostarne un altro, da leggere nel medesimo momento, ma la duplicità non fa per me... 

Così l'ho riposto nella libreria, in attesa del suo momento giusto. 

Ho fatto questa riflessione mentre ero sul tapis roulant, a poche ore dalla partenza per Bolzano.
Non potevo partire in compagnia di una lettura indesiderata, mentre sono in viaggio ho sempre bisogno di buone lettere, sebbene non sia molto il tempo che posso loro concedere.

Circa 4/5 mesi fa, in occasione del mio compleanno, ho deciso che avrei letto ciò che già avevo, e, per non cadere nella tentazione dell'acquisto compulsivo da Mondadori o Feltrinelli, ho pregato tutti coloro i quali volessero omaggiarmi a Natale, di rinfoltirmi la libreria, e sto tenendo una lista dei volumi ai quali darei un'occasione.

Questo, fino ad ora, mi ha tenuta a bada... 
La prospettiva di un albero di Natale ricco di titoli, sta bastando.

...e poi non ho poche cose che ancora non ho letto! 
L'imbarazzo della scelta è in agguato! 

Jn mi ha consigliato "io uccido", primo volume del compianto Faletti, che ho preso tempo addietro.

Un bel giallo non lo leggo da parecchio, e potrebbe essere una scelta papabile, mi son detta. 

E così è.

Sto consumando italiche pagine di quello che, ormai, è un cult del genere, e mi sento piuttosto soddisfatta. 

È scritto molto in piccolo e si confà poco ad una che ci vede si e poi no, ma tutto sommato, non si può aver tutto nella vita! 

Il mio 2014 si chiuderà con lui, e tutto sommato mi sta bene.
Non è un'ultima uscita, ma qualcosa di vecchio da portarmi nel nuovo anno, è piacevole... 

E voi? 
Da chi vi farete transitare in questo nuovo anno?

20 commenti:

  1. Non so proprio con con che libro arriverò a questa fine di anno. Ne ho alcuni in attesa nel mio Kindle, ma il mio ritmo di lettura è molto variabile. Sicuramente tra poco tocca ad un classicone-one-one che leggo tutti gli anni: Canto di Natale di Dickens. Non è un buon Natale senza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai NILY che sei la seconda persona in brevissimo che mi dice di essere lettrice instancabile di Dickens e del suo canto i questo periodo!?

      Elimina
  2. Da fan appassionata di Faletti non posso dirti altro che hai fatto la scelta giusta. Però promettimi che non ti fermi ad "Io uccido" perchè anche "Io sono Dio" e "Appunti di un venditore di donne" valgono la pena.
    Avendo a che fare con un ebook, ho sempre difficoltà a scegliere cosa leggere perché ne ho dentro una ventina e ogni volta ci metto un po' a scegliere a quale dedicare il mio tempo. Recentemente mi sono regalata invece "Non sono quel tipo di ragazza" di Lena Dunham che, dato che è una donna che io stimo particolarmente, non volevo la versione ebook ma volevo il libro da mettere nella mia selezionatissima libreria. E siccome ho due settimane di ferie durante le vacanze, ho deciso che sarà quello il libro che leggerò. Scodinzolo fin da ora. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lettura per me non può avere a che fare con kindle ed affini MYP, il rumore della carta, e la sua incidenza tattile, per me conta davvero troppo!

      Elimina
  3. Devo essere sincera (perchè la sincerità paga sempre): io non leggo molto. Nell'ultimo mese e mezzo ho letto 3 libri/guida diversi su Parigi, ora ne ho uno sul comodino che mi aspetta di Madelaine Wickham, conosciuta pù come Sophie Kinsella, ma non credo lo inizierò prima della fine dell'anno, è più probabile sia il primo dell'anno nuovo (il libro si chiama La compagna di scuola).
    Detto ciò, Faletti con il suo "Io uccido" rimane uno dei miei "desideri" :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono una lettrice pazza e con pochissima cognizione di causa LUISA, tale da divorare letteralmente i libri... Comunque la Kinsella la stimo per aver rilanciato in genere, quello della chiken, ed avergli dato pregio

      Elimina
  4. a novembre ho avuto un ritmo di lettura impressionante... mi sono fatta fuori 5 libri... e adesso mi trovo orfana di letture! domani vado in biblioteca a riconsegnare il libro che ho finito... e vedremo che cosa potrò prendere!!! Faletti però mi incuriosisce parecchio, mai letto niente di suo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è il primo approccio KANACHAN, Jn mi ha detto esser stato uno dei libri che più le è piaciuto, vedremo se potrò dire lo stesso...

      Elimina
  5. Ho letto Io uccido e mi è piaciuto parecchio! Sinceramente sto valutando se comprare un ebook reader in modo da impinguare la mia voglia di letture, perché molto spesso non riesco a cogliere i momenti liberi non avendo il libro sempre con me :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sopperito al problema, vivendo in simbiosi coi miei libri PIER... Me lo porto pure i palestra! Perché l'ereader non fa decisamente per me!

      Elimina
  6. apperò, di solito quando un libro si inizia e non si finisce deve essere una chiavica pazzesca. a me è successo molto raramente di non finire un libro. certo, talvolta facendo una fatica bestiale. mi è successo un sette/otto anni fa con un libro di Brizzi. ma non dopo 30 pagine ! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È veramente difficile ch'io abbandoni un libro FRANCESCO, alle volte, come te, pur di non mollare, violento me stessa E porto in fondo la lettura... Ma il periodo è talmente bello e coinvolgente per me, da meritare un approfondimento

      Elimina
  7. ... pata, cara! oggi in pausa pranzo ho comprato "L'estate francese" di lesley lokko! ..ti farò sapere com'è!
    .. ultimamente ho letto "se torno, ti sposo" di kristan higgins.. spassosissimo!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Lokko KATIE l'apprezzo, fa una letteratura leggera e ben scritta!

      Elimina
  8. ciao Pata!! io sono alle prese con "NOI DUE COME IN UN ROMANZO" , ma non mi entusiasma...Di Faletti ho letto tempo fa "Niente di vero tranne gli occhi" e mi è piaciuto molto!
    Per chiudere l'anno volevo buttarmi sul Giovane Holden (mai letto) ma mi mancano ancora un centinaio di pagine...quindi vedremo! sto pensando di convertirmi al kobo...ma come te non sono convinta convinta...perché come te oltre a tutti i bagagli dell'Alieno spesso con me ho dieto un libro...Vediamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non riuscirei ad abbandonare l'abbraccio odoroso della carta MANU, capisco quanta comodità possa dare il koboo ma proprio non fa per me.
      "Il giovane Holden" è il libro che ha fatto della scrittura il punto viscerale della vita... Come potrei non stra consigliarlo!?

      Elimina
  9. In questo momento sto leggendo Mangia, prega, ama di Elizabeth Gilbert, non credo che riuscirò a finirlo entro la fine dell'anno perchè sono sì e no a metà e il libro è cicciotto, ma devo dire che mi piace molto e chiudere l'anno con lui non sarebbe male :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adorai quel libro leggendolo, FOLLE, e, sebbene qualche anno prima avessi visto il film, mi accorsi di averci capito molto poco, perché il libro mi aveva dato immensamente di più, in termini di senso...

      Elimina
  10. Come già ti ho accennato sto leggendo la Bibbia, ma sono ferma alla genesi da una settimana, e dubito che per il 31 dicembre io riesca a terminare ben 1211 pagine...anche se non ti nascondo che sono conosciuta come <>, difatti ho letto il libro di C.S.Lewis "Le cronache di Narnia" di ben 1154 pagine in un giorno e mezzo....ma erano altri tempi e rispetto alla bibbia, che è scritta per i non vedenti ovvero in caratteri grandi si e no 2 millimetri e con argomenti non proprio leggeri, la vedo dura! Ma farò del mio meglio, mi piacerebbe almeno arrivare all'esodo finito....penso che per Pasqua la terminerò...spero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tra virgolette - "quella che legge come se non ci fosse un domani" - .

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!