lunedì 6 ottobre 2014

una settimana tra tachipirina e coccole alla SuperMamma

Resoconto della settimana:

come sapete, mi è venuta la febbre, due giorni [domenica/lunedì] sotto le coperte, ma martedì torno al lavoro, perché stavo come un pesce fuori d'acqua nella nullafacenza più totale; martedì, post lavoro, decido che sono in gran forma, pulizie generali della casa! 
Arrivano le 18, ho la febbre a 39,8.
Mercoledì si lavora e si produce, poi si va a casa, DEVI RIPOSARE, mi viene l'orticaria.
Non figurata, effettiva, un rush su tutto il corpo, che non se ne va nemmeno a strapparmi lembi di pelle con le mie unghiette aguzze.
Nottata al pronto soccorso, 3 flebo tra antistaminico e cortisone, non passa... 
E' un antibiotico bastardo bastardento che ha fatto il danno, lo elimino, ma mi tengo il prurito, rimpiango la febbre, vorrei mangiarmi l'epidermide, il cuoio capelluto si ribella alle leggi della fisica e chiede di essere trasferito.

Sabato, il prurito è sotto controllo.
Io sono color Mortisia, ma è il weekend, forza e costanza.
Pranziamo tutti insieme appassionatamente, offerto dalla SuperMamma, festeggiosa il giorno dopo, dopo che avevo trascorso la mattinata a cercarle un regalo con il Paparotto Gigiotto, che se la cava egregiamente e le fa un bel dono [scelto da me!]
Nel pomeriggio Brivido mi trascina in un turbinio di shopping, indirizzato solo a lui, non mi fa nemmeno un regalino quel tegnaccia, e si prospetta programma serale.
C'è la notte bianca a Brescia, musei e biblioteche aperte a tutti, io vado a dormire che non è ancora finito "Ballando con le stelle", e saluto tutti cordialmente.

Domenica è effettivamente ed a tutti gli effetti, il compleanno della SuperMamma!
...nella notte mi sono svegliata per farmi una puntura extra di antistaminico, pena la deflagrazione delle mie membra, ma mi sento talmente stracciosa, da non farle gli auguri fino al sorgere del sole!
Mi sveglio effettivamente rinfrancata nel corpo e nello spirito, vado a fare la spesa, e mi preparo per trascorrere la giornata con le mie donne: i compleanni dovrebbero sempre cadere di domenica.
Andiamo a fare colazione in famiglia, poi Paparotto Gigiotto ci abbandona, e noi ce ne andiamo a comprare il regalo, non lo troviamo, rimandiamo al pomeriggio, ma intanto che si fa? 
Mangiamo un boccone per pranzo...
Non un granché ma alla fine siamo insieme, torno a casa, disfo la lavatrice, rifaccio il letto, pulisco il bagno; sono pronta a ripartire.

Andiamo in centro, gremito, che bello, peccato per i negozi quasi tutti chiusi, comunque il regalo è stato preso, e ce ne si va tronfie, via che c'è la settimana del libro, e c'è un padiglione da vedere, ma suona il telefono: un giocatore di paparotto Gigiotto si è acciaccato malamente, ma non uno qualsiasi il "nostro" footballplayer.

Si riprende la macchina e si va al lago di Iseo, pronte ad essere d'ausilio come meglio possiamo, ma non serviamo; allora ci scappa un giretto sul sebino.
L'atmosfera è allegra, e c'è quel sentore che, da un momento all'altro tutto possa succedere, che non è possibile sia andato tutto così liscio per un giorno intero, ed invece, fatta eccezione per un aperitivo scarso ed un bicchiere dello spritz fatto in mille pezzi, ci si diverte e si ride e si scherza.

Insomma amo le mie donne.
Sono le mie migliori amiche, sono persone speciali, ed io rifletto sul fatto che c'è voluto tanto poco a rendere omaggio alla mia SuperMamma, semplicemente offrendole tempo di qualità, senza orologio alla mano, senza frette, senza impellenti impegni a guardarci le spalle.
E così, anche se il discorso è ritrito e non ha dell'originale, rifletti che non è tanto cosa fai ma con chi lo fai, e che le cose più semplici e banali sono anche quelle che ti migliorano, immensamente, le giornate.

...e ti dimentichi addirittura dell'orticaria...
CHE NON E' POCO!

34 commenti:

  1. Fortunatamente le feste non cadono sempre alla domenica, altrimenti non parteciperei mai :p Che io non lavori alla domenica è un evento più unico che raro (e per altro non gradito).

    Il tempo è quanto di più prezioso si possegga. Dedicare a qualcuno il proprio è il regalo più grande che si possa fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E lo scopri quando c'hai un'età APPRENDISTANOCCHERO... Non so se ci hai mai fatto caso...

      Elimina
    2. Dici bene "un'età" perché va bene un'età qualsiasi: per ognuno è differente...

      Elimina
    3. Dipende forse anche dal vissuto credo...

      Elimina
  2. Sono contenta di leggere che stai meglio e che hai passato un bel weekend insieme alla tua famiglia, ci vuole poco per stare bene insieme!
    A presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero E, per stare bene le piccole cose vissute con le persone migliori, sono le più auspicabili tra tutte!

      Elimina
  3. Gli antibiotici sono dei veleni pazzeschi.
    Stamane l'ultimo.
    Mi hanno reso uno straccio.
    Certamente hanno dei lati anche positivi.
    Solo in casi emergenziali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa a me che li prendo 365 giorni l'anno UOMOINCAMMINO! Sono Pata poison

      Elimina
  4. Un sincero augurio alla SuperMamma e complimenti a te che hai tutta quest'energia anche quando sei malata. Io mi sarei rintanata a letto e avrei creato un bozzolo informe con dentro me stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ce la posso fare Socia, mi scatta il prurito del piede che scalpita, se sto ferma troppo a lungo!

      Elimina
  5. Cara Patalice, lo sai che come ti vedo io mi piaci molto , sei straordinaria sai combattere anche quando sei ammalata, spesso ti fai vedere che mi sembri con un freddo cuore, ma la realtà la hai dimostrato in questo bellissimo e straordinario post.
    Ciao e spero che ti sia rimessa per bene per poter continuare a essere sempre te stessa.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una cosa che mi dicono in molti TOMASO, in effetti alle volte mi trincero dietro il mio "fare da dura", ma poi sono una che si commuove per un nonnulla...

      Elimina
  6. Auguri alla tua Mamma speciale! Mi dispiace per i problemi di salute...però hai ragione, uan giornata senza orologio, con del tempo di qualità insieme alle persone più importanti, è un toccasana per l'anima e per la salute!!! Bacio!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha fatta guarire più la giornata in compagnia delle mie donne ELLIE, che ore ed ore di segregazione domestica

      Elimina
  7. Eh ma se da malata continui a fare e dire... ovvio che non guarivi mai del tutto! :)
    Comunque, sei una combattente doc!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh va beh MOZ ma come si fa?! Cioè io sono un furetto, tenermi ferma equivale ad ingabbiarmi!

      Elimina
  8. Ti do ragione.. certi weekend passati tra amici, cene, mostre, volontariato, gite al centro città di Roma (che a piccolissime dosi, da turista, è bellissima) visite ai nipotastri appena nati, sono incredibilmente rilassanti (nonostante spostamenti e freneticità), arricchenti e rigeneranti... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto FRANCO, trattasi di cose rinfrancanti! Dose medicamentose per lo spirito!

      Elimina
  9. Auguri alla tua mamma! Ma quanta energia e voglia di fare traspare in questo post, nonostante influenza e orticaria che a me avrebbero messo KO!
    BAci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per altro NATALIA la SuperMamma si chiama come te! Comunque si combatte l'influenza con una dose extra di energia... O almeno ci si prova!

      Elimina
  10. Mamma che settimana terribile! Ritiro tutto quello che ho detto sull'invidia verso chi si ammala x_x
    Però adoro le colazioni in compagnia, è tanto che non mi capita di farne una :(

    Buon compleanno - in ritardo - alla tua Supermamma! Oggi è il compleanno della mia Supernonna invece :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I compleanni delle SuperNonne sono eventi eccelsi FOLLE, va fatta incetta di calorie e felicità!

      Elimina
  11. Povera Pata,che stress. Ti abbraccio! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io, non stressata PHIIIIBI, faticherei ad immaginarmi?

      Elimina
  12. Ti capisco perché sono come te, stare malata e a letto per me è costrizione...
    Bellissima domenica, le piccole cose che ti danno carica!!!

    RispondiElimina
  13. Povera Pata debilitata. Vedrai che tornerai presto ruggente.

    RispondiElimina
  14. Certo che ne hai di energie!!!!

    (comunque l'immagine dei mici è bellissima!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenerosa tenerosa BAOL, come solo una mamma!

      Elimina
  15. Per fortuna che eri malata, altrimenti quante cose facevi!!!!
    Concordo che le cose semplici sono quelle migliori e che ti rallegrano la giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una macchina da guerra DRUSILLA

      Elimina
  16. Quanta energia cara Patalice...Hai combattuto una dura battaglia...ma poi lo stare insieme a chi ti vuol bene ti ha fatta sentire meglio...Oltre all'antistaminico ovviamente...Ne so qualcosa di allergie...brutta cosa...ma anche a questo ..ci si abitua...Un bacione . Mirtilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti MIRTILLA si finisce per fare il callo a davcero tantissime cose... Noi wonderwoman siamo così d'altra parte!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!