venerdì 31 ottobre 2014

...dolce halloween a tutti...

Camminava su scarpe obbrobriose, con un pacchetto di stagnola in mano, e gli auricolari alle orecchie che le facevano ciondolare la testa, in preda al ritmo. 

La polverosa domenica di ottobre aveva esaurito la sua luce ed il calore non filtrava più dalle nuvole dense.

Il pacchetto in mano profumava di buono, di domeniche trascorse a maneggiare matterello e setaccio, e di bocche golose da accontentare. 

L'iphone si scaricò su "Budapest", è uno sbuffò contenne un "merda", che la bocca non aveva contenuto. 

Joey serrò la mascella, e guardò non senza fastidio, oltre le spallucce ossute; 16 anni e la parentela stretta col pastore di una minuscola comunità montana, si coniugavano come le bistecche e lo sciroppo d'acero.

Si tolse gli scarponi, scrollando il terriccio raffermo nella piazzola erbosa antistante la veranda, ed entrò in casa.

"Joey?"
No, il lupo cattivo. "Si nonna May, sono io."
"Se ti annunciassi ogni tanto..."
Se usassi una maledetta chiave ogni tanto... "Scusa nonna May, pensavo fossi gia uscita."
"Che sciocchezza tesoro! I tuoi torneranno tra almeno un'ora, non potevo lasciarti sola!"
Eh certo, perché chissà quale rave infernale avrei potuto organizzare. "Grazie nonna May, ma il signor William si starà chiedendo dove sei..."
"Non l'hai incrociato? Ha portato Aronne da miss Corey."
Non ho visto il tuo fidanzato, con il quale vivi da 18 anni, ma che, siccome non è tuo marito, non posso chiamare nonno. "Perché dalla Corey? Che ti serve?"
"No a me nulla, ma tuo fratello ed il signor William hanno deciso che non ci saranno fantasmi venerdì, ma un bel stregatto!"
..."Cioè Aronne andrà in giro come un personaggio Disney?!"
"Ma va là sciocca! Come un eroe burtoniano, non come un gattone rosa shokking!"
Joey si chiede cosa ne sappia sua nonna del regista più noir di hollywood, ma tace e mette l'odoroso pacchetto sulla mensola della cucina, slegando i lacci del parka consunto. 
"Zucca, rosmarino e vaniglia... Cos'ha cucinato la mia brillante cuochetta al suo grazioso circolo di economia domestica?"
Se mi chiama ancora "cuochetta", e parla delle riunioni da Doris, come di "economia domestica", io... "Torta dei morti"
"Misericordia che nome terribile!"
...disse nonna wikipedia... "È una torta alla zucca, che si rifà a varie traduzioni legate ad halloween; la zucca è tipica della stagione, ed il rosmarino veniva usato dalle streghe della wicca per i loro sabbah."
"E tu che ne sai di wicca e di sabbah?!"
Vivo nel mondo, uso internet, ho un iphone, sai com'è... "Nonna, non è che facciamo riti o invochiamo chissà quale spirito; banalmente Doris ha messo insieme due ingredienti che insieme sono una delizia!"
Nonna May scrolla le spalle, ed apre il pacchetto, mettendosene in bocca una briciola obesa.
Joey osserva la sua bocca gentile, assaporare la sua torta, e aspetta che dia un responso.
"È buona Joey, sarà che viene dalle streghe, e per questo è buona come il peccato!"
Joey gongola soddisfatta e le strizza l'occhio.

RICETTA della TORTA delle STREGHE 
made in Joey 
[che poi in realtà sono io, Patalice... shhhhh]


250 gr di polpa di zucca (pesata cotta)
240 gr di farina
120 gr di zucchero
1/2 bacca di vaniglia
1 uovo
65 gr di burro morbido
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
rametti di rosmarino a piacimento
Io la zucca la cuocio sempre nella vaporiera, alcuni prediligono il forno, altri metterla in una pentola con poca acqua, la cosa importante, che dovete sempre e comunque fare, è strizzarla bene bene bene! ...fatelo quando non sarà più bollente, forse ci sareste arrivati da soli, ma come strega son buona e ve lo dico... 
Prendete la bilancia, pesatene 250 gr [senza buccia... anche questo è ovvio? probabile... ma io sottolineo anche questo...] e fatela in poltiglia con un frullatore. 
Mentre, accendete a 170 gradi il forno, prendete le fruste elettriche e lavorate con energia uovo e zucchero, in modo da creare un composto giallino e spumoso; ma non lasciatelo solo! Mescolando, pian pianino aggiungete burro ammorbiditosi fuori dal frigo [perché prima avevate pensato che perché potesse essere morbido doveva stare non a temperature sotto zero...], la zucca spappolata e quel pizzico di sale che non guasta.
Nel ciotolone dell'impasto che avete appena fatto con le vostre manine sante, abbiate la pazienza di spezzettare aghi ed aghi di rosmarino come se non ci fosse un domani... Certo, prima non ho parlato di quantità, però non è che ce ne dovete mettere un cespuglio intero, questo era chiaro, no? Facciamo che ne serve una quantità che "sporchi" la vostra immacolata opera culinaria, e non parliamone più!
E' il momento di aggiungere farina e lievito, fatelo setacciandoli con cura, poi versate il tutto in una teglia appena unta di burro, che io sceglierei di silicone, a forma di zucca, perché sono simpatica ed originale, ma se non l'avete siate banali e fancucco.
Quando si raffredderà , potrete decidere di aggiungere un frosting, se siete degni figli putativi di Ernest Knam, oppure spennellare di zucchero a velo il dolce, se siete scrausi come la sottoscritta, resta il fatto che potete fare di tutto e di più, ma sappiate che il rosmarino rende già di suo il dolce "particolare", quindi io non andrei oltre alla versione scrausa...

28 commenti:

  1. per me senza frosting grazie! magari anche senza rosmarino ma solo una bella spolverata allegra di zucchero a velo! (ma che bel post!!! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovo il rosmarino le dia un pizzico di mistero, e le tolga il dolce eccessivo BATUSIMO, ma non è certo necessario renderla meno dolce!

      Elimina
  2. Il frosting ce lo metto! L'accoppiata rosmarino e zucca mi incuriosisce non poco cara Patalice! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il frosting è gradevole o mal sopportato PIER! Personalmente lo trovo ottimo su certi muffin o certe fette di torta rese troppo stoppose...

      Elimina
  3. Uuu ma che bella storiella Socia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto per non lasciare "appesa nel nulla" la ricetta Socia, che merita davvero!

      Elimina
  4. bellissima storiella, la torta ... buonissimaaaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Storiella di halloween senza troppe pretese TRISPORTLIFE, la torta merita molto di più

      Elimina
  5. La tua storiella e bella ma ugualmente a me non piace Halloween il costumi e le maschere le trovo troppo macabre, che per me che sono all'antica non vanno.
    Questo è un mio semplice parere.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci mancherebbe altro TOMASO! Ognuno ha la sua opinione, e chi sono io per parlare di giusto o sbagliato?!

      Elimina
  6. ma che figa questa storia..e la ricetta..mmm da provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere MARIAFELICIA come ti esce...

      Elimina
  7. Bellissimo il post, buonissima la torta!!
    Un caro abbraccio e buon Halloween
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la torta merita CARMEN, ma debbo fare i complimenti alla zucca usata, particolarmente dolce!

      Elimina
  8. Risposte
    1. Dammi il tempo di trovarne una abbastanza grande GUS, e arrivo!

      Elimina
  9. questa torta sarà una vera meraviglia, la proverò senz'altro ;)
    buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se è stata di tuo gradimento BORDERLINE

      Elimina
  10. Uhmmm delizioso dolce!!
    Brava cara!!
    Buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono brava come "qualcuno" INCO, ma come dilettante allo sbaraglio, ho il mio perché!

      Elimina
  11. Sappi che ti leggo sempre, commento poco, ma ti leggo! E mi fai impazzire con la tua ironia e naturalezza, perfino quando racconti una ricetta! Complimenti!
    Non amo la festa di Halloween, ma amo la zucca. Nei dolci, nei piatti salati, quando arriva l'autunno non manca mai nella mia cucina.
    Ti abbraccio, buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che questo commento mi piace quanto la zucca ANY, e, fidati, detto da me è una totale lusinga!

      Elimina
  12. Buona sera cara, grazie per essere passata a buttare un occhio ai miei frollini cacao e pistacchi, così ho potuto scoprire il tuo angolino... mi sono unita ai tuoi lettori, per non perdermi le tue prossime invenzioni! Interessante questa ricetta, per essere una che non festeggia Halloween mi sono riempita ogni angolo di casa con zucche di vario tipo a scopo culinario, ed ora sono alla disperata ricerca di ricette! La tua mi ispira molto, quindi sappi che la copierò spudoratamente. Spolverata di zucchero a velo inclusa, perchè a me piacciono le cose casalinghe.

    http://langolodellacasalinga.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ringraziamo il cielo per le cose casalinghe MONICA, che il frosting più buono del mondo non regge il confronto con il sapore di casa!

      Elimina
  13. Risposte
    1. Non è affatto male SPEEDY, io me lo son mangiata di gusto

      Elimina
  14. Ok, anche se Halloween è passato, mi sa che la torta la provo lo stesso!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si STRAWBERRY, perché non annullare le convenzioni?!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!