lunedì 20 ottobre 2014

...di quale comandamento si tratta?

Sono una alla quale piace santificare le feste.

Non vedeteci chissà quale impegno religioso, nulla a che vedere, solo che le festività mi piacciono veramente tantissimo, e, alle volte, mi piacerebbe esser nata oltreoceano, negli Stati Uniti, dove son tanto futili e bighellonatori, da trovare, ogni 3x2, una buona motivazione per addobbare negozi, case e strade! 

Ecco, io voglio vivere a colori, in quel modo folle e zompettoso!

Tipo che, noi italiani, da qui a Natale non abbiamo nulla.

Dicono si sia adottato Halloween, ma non è vero del tutto: le pagine instagram dei paesi che lo festeggiano davvero, sono impregnate di zucche e teschi, da noi, giusto se vai all'ikea trovi una minuscola porzione del reparto casalinghi, dedicata al 31 ottobre!

E poi loro hanno il Ringraziamento, dove mettono in forno, enormi tacchini ripieni, mangiano patate dolci, e usano le zucche rimaste integre dalla festività precedente, per torte fragranti!

Noi, se cristiani, si festeggia il giorno della Madonna, ma non è un vero festeggiarsi, si va a messa e si sta a casa dal lavoro, e questo è quanto!

...una tristessa cosmica... 

Ci manca il guizzo americano del festeggiamento pacchiano ed esibito, di quell'aurea futile da cavalcarsi, e dalla quale lasciarsi coinvolgere senza ritegno! 

E, al di là dei regali, mi spiace non potermi lasciar avvolgere e travolgere da atmosfere di festività sempre nuove, scadenzate e puntuali ogni anno che passa, pronte a ricordarci quanto vivere ci piaccia ed appassioni!

Quest'anno andrò, come di tradizione, ai mercatini di Natale bolzanini; abbiamo già prenotato 3 giorni nel più completo diletto natalizio, ed io attendo quei giorni con impazienza...

Però è ingiusto mi debba accontentare del natale, per potermi inebriare di emozioni fanciullesche, sarebbe tanto più bello godere di qualche festone extra, giusto per non perdere l'abitudine... 

Questo inverno, vero o presunto, mi piacerebbe tantissimo vedere una città vestita di luci e colori, una capitale europea, come quando ero piccola, mantenuta dal paparotto Gigiotto e dalla SuperMamma, ma so che non sarà possibile, perché abbiamo tante spese, e tanti progetti per i quali i soldini non bastano mai... 

E allora mi accontenterei di vedere che, intorno a me, non si ha paura, ma anzi si ha una voglia incredibile, di urlare al mondo, con una certa esuberanza ed impazienza, che ci sono momenti incredibilmente divertenti e frivoli, che fanno rimbalzare il cuore nel petto, facendovi uscire la voglia di fare bello tutt'intorno a noi...

Probabilmente è una pura e semplice utopia la mia, però io la esprimo, che tanto siamo tra noi, ed uno spiritello delle feste, fastidio non dovrebbe dare... 

Cambiando discorso, il weekend è finito, bene.
Ho visto un bel film al cinema, ho fatto due sontuose cene, e due colazioni apprezzabili, ed ho passato del tempo con la gente che mi piace di più... senza esclusione di nome.

In più, cosa più unica che rara, sabato avevo un programma MA ho accettato di cambiarlo visceralmente per andare incontro al volere degli altri... capisco che per molti sarà la norma, ma per la sottoscritta è un grandissimo passo avanti, ergo plaudo a me stessa e alla mia inclinazione ben augurale ed augurante!

...mamma mia, sono figa da paura, starò mica diventando anche docile e malleabile, neeee?!?

48 commenti:

  1. Gli americani hanno anche il Columbus Day, sono proprio dei gran mattacchioni! Adorabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La loro voglia di bighellonare è encomiabile PIER

      Elimina
  2. Talvolta è bello avere un'occasione non troppo solenne per festeggiare. Quest'anno ho festeggiato per la prima volta in vita mia san Patrizio. Il festeggiamento è consistito semplicemente nell'alzare i bicchieri in un pub con pochi amici, eppure non vedo l'ora che arrivi marzo per replicare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si WANNABE ma ci scommetto che avevi qualcosa di verde addosso, una parrucca Pel di Carota, un quadrifoglio in qualche orefizio...

      Elimina
  3. Anche io vorrei avere più occasioni per festeggiare, ma soprattutto vorrei avere lo spiriti americano di festa e convivialità, cosa che qui in Italia manca tantissimo.. praticamente ci si accorge che è Natale sono se si va ai mercatini!
    Buon lunedì Pata, a presto :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una triste verità E! Pensare che ci sia un'atmosfera solo perché mettono un modo in più per trarci in tentazione, è una vera tristezza!

      Elimina
  4. Ti manderò qualche foto dai mercatini di Bruxelles ;)
    Che film hai visto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che invidia cocente!!!
      CERVELLINO ho visto "Tutto può cambiare"... Che film! Gli dedicherò un post apposito!

      Elimina
  5. Ciò che mi piace di te , cara Patalice, che dici pane al pane!!! senza fare tanto il giro, dall'America abbiamo importato tante cose belle ma anche cose che a me personalmente non mi piace uno è Halloween, io lo trovo un po macabro, ma già io sono di vecchio stampo e tradizioni nostre.
    Sicuro che tante cose ci mettono della buona armonia, America è sempre America con tutti i suoi pregi e difetti, in conclusione dobbiamo viverci sempre serenamente.
    Ciao e buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tradizioni popolari TOMASO, fatte di sagre, di fiere, di mercatini... Cosa c'è di meglio al mondo!?

      Elimina
  6. E' che ogni occasione è giusta per festeggiare, hai proprio ragione! Si vive una volta sola del resto, no? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu, che sei capa delle torte ZONZOLANDO, sai bene che, spesso, si mangia una fetta di torta, perché da qualche parte è il compleanno di qualcuno...

      Elimina
  7. Hai ragione Patalice, da noi manca proprio il lato trash e la cultura dell'addobbo della casa per la festa...quando arriva a Natale infatti mi piace esagerare, e riempio la casa di luci ed addobbi! Per halloween invece ho preparato un vestito per il mio carlino e addobberò casa con qualche zucchetta qua e là :)
    Buona settimana!
    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PANCETTABISTROT anche RDog sarà vittima del travestimento...

      Elimina
  8. Il vero nostro problema è un altro: le feste le abbiamo pure, ma si svolgono in gran parte nelle discoteche. Non esiste il gusto dell'addobbo, della festa in sé... forse solo a Natale e nemmeno ovunque.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e chi ci va più in discoteca MOZ?! Misericordia... Non ricordo il tempo...

      Elimina
  9. Non sono mai stata una grande fan del Natale, ma negli ultimi anni mi mancano le città illuminate e le vetrine scintillanti.
    Posso dire che io ho fatto un ringraziamento negli States (in famiglia) ed è proprio come si vede alla tv...tacchino, partita, e tutto il resto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ma che invidia cocente sta attraversando il mio corpicino ELE781?! Anche io voglio condividere e ringraziare!

      Elimina
  10. La differenza poi, almeno con quello che ho visto negli Stati Uniti, è che a loro piace davvero festeggiare con la famiglia, con grandi pranzi mentre qui non è mica tanto così.

    RispondiElimina
  11. La festa è un modo per non pensare alla solitudine che è dentro di noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente è vero GUS... Ma cosa ci sarebbe di male? Ci sono medicine che ci prescrivono i medici, e quelle che ci meritiamo noi stessi e che noi stessi ci consigliamo

      Elimina
  12. Fanno sempre tutto meglio st'americani oh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai cosa Socia?
      Sono più liberi e liberali

      Elimina
  13. Caspita, Patalice! Finalmente ho trovato una che ama come me festeggiare anche quando (in via teorica) non esiste la festa....
    E' vero gli americani sono più festaioli... Si divertono!
    Proposta: ci trasferiamo?! :P muahuahua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prendo le trombette, tu MAFALDA pensa ai cappellini!

      Elimina
  14. Anche nostro paese è piano di feste importate e molto commerciali... ma la città tutta arancione mi da allegria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono bastevoli, per come la vedo io TITTI! Ne vorrei di più!

      Elimina
  15. Ciao, ricambio la visita perche sei una persona solare, simpatica e poi mi piaci come scrivi! Io adoro il Natale...le luci, i colori...se posso consigliarti vai a Parigi a Capodanno è stupenda...e poi è la citta dell' amore...un sogno...
    Se ti va passa a trovarmi quando vuoi...
    mi fa solo piacere!
    Un abbraccio Laura♥♡♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai LAURAFIORE che l'ho vista Parigi sotto le feste? Una volta 5 anni fa, per il venticinquesimo anniversario dei miei, che cade il 3 dicembre, abbiamo fatto 4/5 gg a Parigi tutta addobbata nataliziosamente. Tanto tempo fa, ero una bambina, ci ho trascorso con tutta la famiglia l'ultimo dell'anno... Ricordo il freddo e la bellezza!

      Elimina
  16. Grazie per il sorriso. Sei sempre la più bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh PHIIIBI chi sono io per darti torto?!

      Elimina
  17. Se fossi sarda non parleresti così, qui riusciamo a festeggiare più feste che negli USA, e questo è tutto dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo convincere Brivido a trasferirci e diventare isolani PESA...

      Elimina
  18. Paese che vai, festazze che trovi.
    Certo Halloween e ringraziamento sono prrettamente americani ma il carnevale è nostro e non so quanto loro festeggino in occasione dell'Oktoberfest.
    Poi è vero: le "feste comandate" vedono l'Italia semplicemente in Chiesa e poi a casa in famiglia (io devo far parte di uno stato strano perché lavoro, ma va bene lo stesso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le repubbliche indipendenti APPRENDISTA NOCCHERO sono la forza della banda, indiscutibilmente! Ciò detto io festeggerei anche l'oktoberfest se me lo chiedessero!

      Elimina
  19. Anche a me piacciono tanto le feste e mi mette un pò tristezza il nostro modo di festeggiarle, vedi Natale per esempio: da me ultimamente non ci scambiano più i regali, non si fa più festa nel vero senso del termine. Si mangia e si sta insieme, quello sì, ma non come una volta e questo mi dispiace tanto. Per non parlare di chi mi deprime ogni volta dicendo che Natale è la festa del consumismo e bla bla bla. Li odio quelli.

    Trovo inutile festeggiare Halloween, perchè non è una festa nostra e quindi non la sentiamo come gli anglosassoni. Credo ci sia più di una zucca intagliata e di un trucco spaventoso in discoteca.

    Una festa che mi piace tantissimo è Juhannus, la festa finlandese che celebra l'arrivo dell'estate. Trovo bellissimo festeggiare l'arrivo del caldo e della bella stagione e loro lo fanno con balli, canti e barbecue. E' così poetico e allegro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io nutro profondo rispetto per le tradizioni FOLLE, mi affascinano quelle altrui, e sono gelosa ed orgogliosa delle nostre! Mai pensato che una potesse escluderne un'altra, infatti adoro il Natale, quello con la lettera maiuscola, da godercisi nell'intimità famigliare, non disdegno l'arancione delle zucche ed i bambini che chiedono "dolcetto o scherzetto", ed accolgo l'idea di un tripudio per l'avvento della bella stagione, al profumo di Salamina sulla griglia!

      Elimina
  20. Si, condivido il tuo pensiero.
    Unica cosa, Halloween, sarebbe stato bello non averla importata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No KTML io l'adoro! Perché ce l'hai in antipatia?

      Elimina
  21. Pensa che quest'anno anch'io foglio fare il mitico tacchino ripieno del thanksgiving... ma mi sa ripieghero' su un pollo, altrimenti avro' da mangiare per settimane intere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente LARA, a meno che tu non decida di invitare tutto il quartiere, il rischio è quello! Però non lasciare i tuoi ospiti, senza patate dolci, mi raccomando!

      Elimina
  22. Io a fine novembre festeggio il compleanno di un figlio e mi sono inventata pure il mezzo compleanno dell'altro figlio, giusto perchè non mi piacciono le feste in grande ho deciso di invitare tutti i nonni, gli zii, i cugini e i parenti tutti! Più siamo e più ci divertiamo, no?!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente DRUSILLA!
      Al contrario delle cene, le feste vanno in multipli di 5!

      Elimina
  23. Sono assolutamente d'accordo con te! C'è bisogno di festeggiare di più, di alleggerirsi la testa e il cuore (la pancia, invece no!)
    Mi metto d'impegno anche io per rendere questo autunno-inverno più ricco di feste e di momenti condivisi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh la pancia, durante le feste, dev'essere tutt'altro che leggera VALERIA!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!