venerdì 19 settembre 2014

Patalice nel paese delle zucche

Sono stata alla sagra della zucca di Sale Marasino, paese inculandiato del lago di Iseo. 

Ci siamo vicendevolmente accompagnate io, RDog e la NicolHouse, del gruppo del Fit Girls. 

Io mi aspettavo una cosa più mangereccia, ed invece ci siamo trovate davanti a vie ingombre di meravigliose bancarelle, con in vendita tutto e di più...

Passeggiarcela senza pensieri era la mission, resa un po ardua dal numero imperante di persone col naso in su... Credo RDog avrebbe preferito una tranquilla passeggiata domenicale, anche se il quadratino di pizza scofanato all'aperitivo, ha risarcito il suo piccolo stomaco di cane.

Parlare con NicolHouse è un vantaggio: una donna che non si racconta le bugie, che è consapevole dei suoi limiti, che sa ridere di gusto, ed ha le accortezze gentili di chi evita il passo spiacevole. 

Il pomeriggio in sua compagnia è volato, ed anche se non ho preso lo straccio di una zucca, ho goduto del tempo in sua compagnia.

Buffo, la conosco da quasi una decina d'anni, ma sarà da un 12 mesi a questa parte che ho incominciato a considerare lei, e le altre Fit Girls, qualcosa più che clienti molto simpatiche. 

Saranno cambiate loro, saranno cambiate le circostanze, ma sarà che sono cambiata anche io.

Sono diventata più aperta e caciarona, che, può non sembrare, ma trattasi di bel vantaggio! 

Fa vivere in modo più spensierato l'esistenza, e per un piombo come me, in perenne assillo da leggiadria, è stato un netto miglioramento! 

La domanda che mi sono posta, all'alba dell'abbandono del 2 davanti alla data anagrafica, è quanto tempo utile abbiamo per cambiare noi stessi in meglio!? 
Quanto ci è stato dato per modificare le rispettive esistenze, alla luce dei giorni trascorsi, delle vicende che ci gravitano attorno, delle persone che vengono ad abitare o abbandonare noi?

È eterno l'asse sul quale ci muoviamo per trovare il miglior assestamento in noi? 

39 commenti:

  1. Che bontà la zucca!
    Secondo me, il miglioramento di se stessi è un processo che va portato avanti con costanza, indipendentemente dall'età anagrafica..
    A presto Pata, un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo ragionamento E è corretto, ma allora mi domando perché la saggezza non sia di tutti...

      Elimina
  2. Anche io preferisco la compagnia tipo Fit boys alla faccia delle male lingue.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'argomento amicizia femminile GUS, per me ha un chè di delicatissimo, probabilmente perché in materia sono sempre stata alquanto sventurata

      Elimina
  3. Anche io ci vado tutti gli anni, quest'anno l'ho mancata per cause maggiori mannaggia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una sagra che mi ha molto ricordato quella di San Faustino BETTI, non trovi?

      Elimina
  4. Bella domanda... io preferisco non pensare al tempo, o far finta che sia infinito. Sì, io non finirò mai, ho deciso così! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio Strizza mi disse che se l'uomo non avesse di se, la percezione che è infinito, la sua vita varrebbe poco, perché la sprecherebbe aspettando l'oblio... Ciò detto CERVELLINO, se lo Strizza ha ragione, tu sei destinato ad una vita felice ed intrepida!

      Elimina
  5. Cara Patalice, non coi sono mai stato a questa bella festa delle zucche, ma immagino quanto bello sia.
    Grazie alla tua descrizione per me è come essere stato, per questi ti ringrazio di cuore.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne avrai l'occasione TOMASO, il prossimo settembre facci un giretto... Merita!

      Elimina
  6. Sembra davvero bella, poi io adoro la zucca.
    E soprattutto brava per essere riuscita a crearti un bel gruppo di donzelle :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un gruppo di redivive, che ha amato e sofferto, le cui componenti ci azzeccano poco le une con le altre WANNABEFIGA, tuttavia mi fanno stare bene...

      Elimina
  7. Oh, questo paesino e questa sagra non mi sono nuovi.. Mr.Capri me ne parla sempre bene :)
    Spero un giorno di poter andarci anche io (magari con lui... )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un paesino dimenticato ma delizioso BLONDEGIRL, e questa sagra, merita d'essere goduta, ha una sostanza dai sapori quasi antichi

      Elimina
  8. La zucca è una meraviglia.
    E il processo di miglioramento/cambiamento, secondo me, è costante, continuo e senza fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti ritroverò vecchissima piena di meravigliosi pensieri e di succulenti lezioni di vita MAREVA... Mi piaaaace

      Elimina
  9. Ogni giorno è utile a migliorare la nostra esistenza.
    E se lo si fa al sapor di zucca, che è anche arancione... è molto meglio^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le migliori meditazioni del mondo MOZ sono arancioni

      Elimina
  10. adoro le zucche, odio i cambiamenti.... devo trovare una via di mezzo, che dici? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, AUDREY, per accettare i cambiamenti ci vuole lo stato d'animo giusto... Facile dire che ne vale la pena... Magari fosse sempre così!

      Elimina
  11. Mmm a me piace pensare che col tempo possiamo solo imparare dai nostri errori, e di conseguenza possiamo solo migliorare e aggiustare il nostro carattere. Non fa molta differenza sapere quanto tempo abbiamo, secondo me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici FOLLE? Sarà che io, il tempo, l'ho sempre vissuto con molta ansia, probabilmente a causa della mia condizione, ma se fosse che al tempo non dobbiamo affidarci, che ne sarebbe di noi? Che vorrebbero dire i nostri sforzi e l'essere puntigliosi? Troppo celebrale oggi...

      Elimina
  12. bella domanda... mah! chi lo sa!
    forse non sapere quanto tempo abbiamo è un bene, dopotutto...
    così possiamo dare valore ad ogni giorno, ad ogni ora, ad ogni momento....
    possiamo e dobbiamo sfruttarlo questo tempo! :)

    un bacio!

    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il senso di tempo e temporalità che abbiamo REBECCA, non è solo soggettivo, ma rispecchia moltissimo noi stessi e le persone che vorremmo o no essere...

      Elimina
  13. Bella questa festa. Non la conoscevo, inoltre mi piace tantissimo mangiare la zucca.
    Le tue domande esistenziali sono complesse, posso solo dirti, vivi la tua vita nel migliore dei modi e se c'è un cambiamento ben venga, basta che sia positivo. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una sagra che, ho saputo solo domenica scorsa, ha molto proselitismo ARTEPIA... Per le domande che mi pongo, mi rendo conto essere molto molto celebrali, ed un tantino troppo riflessive, ma giuro mi vengono dal nulla!

      Elimina
  14. Inculandiato mi garba! :)
    Quanto ci e' stato dato? UnaVitaIntera.

    Nonostante le nostre resistenze tutto scorre e cambia. E la prima cosa che cambia siamo noi stessi.
    Le zucche aiutano a stare in salute (cibo toccasana) e stare in salute aiuta nel cambiare. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora io sono un concentrato di salute UOMOINCAMMINO! È già tanto se non assumo un bel colore arancio halloween!

      Elimina
  15. E' tanto che non passo, e mi dispiace..mi sei mancata!!!! Ho letto dove ero rimasta indietro, però!!! Che bella questa domanda!!!! Forse la risposta è che dovremmo cercare di migliorarci ogni giorno come se quella fosse la nostra ultima occasione per farlo! Non che io ci riesca, ma è bello rifletterci sopra!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ELLIE è bello anche auto-convincerci che sia possibile fare così...

      Elimina
  16. Risposte
    1. Socia sarà che io, ovunque si possano spendere quattrini, mi trovo bene assai?!

      Elimina
  17. Per me si cambia sempre... il mondo cambia velocemente e noi dobbiamo trovare il modo di stragli dietro, rimanendo fedeli a noi stesse: questo secondo è la cosa più difficile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero FEDERICA, il mondo cambia, e lo fa alla velocità dei razzi... Certo, cambiare il mondo in cui viviamo, ed il modo di guardarlo, non è sempre gioco da ragazzi!

      Elimina
  18. Credo che non smettiamo mai di cambiare, in meglio si spera, almeno ci si prova. Ogni persona che incontriamo, che abbiamo 20, 30, 100 anni, è potenzialmente capace di influenzare ciò che siamo. Sono fermamente convinta che siamo fatti (anche) di tutte le persone che, anche solo per pochissimo tempo, ci sono entrate in testa e/o nel cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo alla perfezione MAESTRAMIYAGI, come te vedo negli incontri e negli scontri, potenziali maestri, alcuni di vita, altri di incazzature, tutti comunque, capaci di cambiare le rotte che ci siamo imposti ed impostati

      Elimina
  19. Risposte
    1. Siamo una nutrita porzione di popolazione noi, idiolatrianti di zucca SPETTINATA... Fondiamo un club!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!