lunedì 28 luglio 2014

una moderna Cenerentola... no le scarpe non c'entrano

...e siamo giunti alla resa dei conti...
Come dicono nei reality: "Patalice, per te il sogno finisce qui."

Ci sono sogni che non hanno abbastanza fortuna e bravura e resistenza e determinazione, per diventare realtà... 
Magari non è colpa tua, magari è per via di altri, magari è per il destino, magari perché è giusto così...

...fattostà che un sogno è solo un sogno, ed è talmente impalpabile che non puoi nemmeno raccoglierne i cocci, o abbracciarlo forte per supplicarlo di rimanere.

E' un sogno e si infrange, come il vetro, e se cerchi di raccogliere i pezzi ti tagli, e se cerchi di reincollare i pezzi, per recuperare, esce qualcosa di simile e più brutto.

Capisco perché le scarpette di Cenerentola fossero di cristallo: era racchiuso dentro quella abbandonata sulla scalinata dopo la fuga, tutto il suo sogno, la speranza, l'aspettativa, il coraggio di vivere fino in fondo, fino alla fine...

Bellissime e fragili, alla portata di tanti, ma indossabili da una persona sola...

Forse è questo il mio problema, ho scelto di "indossare" il sogno sbagliato...

Io non sono cenerentola, io sono Anastasia o Genoveffa, sogno il sogno di un'altra, e non me ne va bene una, non perché sono sfigata, ma perché il mio destino va da un'altra parte...

Quale?

Bella domanda....

Ho deciso di condividere il mio sogno dagli antipodi, scegliendomi accuratamente le parole i tempi ed i modi della battaglia, senza pensare che non ce l'avrei fatta, raccontandovi le tappe, e ascoltando commenti e pareri, convintissima che "...se sogni e speri fermamente, dimentichi il presente, il sogno realtà diverrà..." ma non è andata così.

Oggi confido che ho perso, sono stata battuta da me stessa, ed è la sensazione più brutta possa mai accadere a qualcuno, quando non hai una scelta ma un'imposizione, e quell'imposizione te la devi dare tu.

Perché è giusto così.
Perché il prezzo del gioco è troppo alto.
Perché ci sono troppi perché, che vanno ben oltre a ciò che tu puoi controllare... 

...tuttavia un sogno è solo un sogno, da qualunque parte tu lo possa voltare e pirlare, sempre e solo di un sogno si va parlando, quanto potere vuoi dargli? Quanto dolore puoi lasciare che ti infligga?...

E niente...
E' finita.
Fa strano dover ricominciare a pensare ad un nuovo modo di vedere, ma è la cosa giusta da fare, non si poteva fare altrimenti, lo devo a me stessa... 

...però è dura...
Dio Santo quanto è dura

75 commenti:

  1. Tesoro, la rassegnazione delle tue parole mi ha intristita... Eppure io non ci credo che sia finita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel modo che avrei auspicato si WANNABEFIGA, niente pancione per Patalice...
      Ciò non preclude ci possano essere altre strade, ma è troppo presto, sarebbe solo una ruota di scorta!

      Elimina
  2. Non so se si tratta di quel che penso ma ad ogni modo ti abbraccio forte. Troverai un'altra strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è quello che pensi MAREVA... E si, ci sono altre strade, che però ora non perseguirei... Perché sarebbero il premio di consolazione e nulla più...

      Elimina
  3. Non so di preciso di cosa tu stia parlando, ma se hai messo tu lo stop al sogno significa che comunque hai fatto tutto il possibile, e non avrai rimpianti e rimorsi.
    Ci sono altri sogni da vivere^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero MOZ ho dato il massimo, ed ho fatto il 1000x1000, ho tirato i remi in barca quando, sul piatto, c'era molto più di quanto non potessi sostenere ed i rimorsi in effetti, non sono contemplati

      Elimina
    2. Bene Alis, è già una grande cosa e puoi ripartire con uno stato d'animo sereno^^

      Moz-

      Elimina
  4. Il tuo sogno è un GRANDE sogno. Ma a volte è proprio dopo la rassegnazione che le cose cambiano... abbi fede. La cicogna è strana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...la mia zoppa CONOSCIAMOCI... Magari con la pelle nera o con gli occhi a mandorla...

      Elimina
  5. O no, cavolo, gli ultimi tre post che mi ero persa mi hanno fatto preoccupare!!! Perchè devi rinunciare??? Mi viene un pò da piangere.....mi sento di capirti, anche se magari le cause e le storie che abbiamo sono diverse....sono arrabbiata, non è giusto!!!! Ti abbraccio fortissimo, come posso da qua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero ELLIE, non è giusto.
      La giustizia d'altra parte è una merce scadente, e se non va o si rompe, nessuno è disposto a risarcirti in alcun modo...

      Elimina
  6. se non sei felice, vuol dire che ancora non è finita. troverai un modo. nel frattempo ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No AUDREY non è finita... Coltello tra i denti, si scende in battaglia...

      Elimina
  7. No, non ti arrendere mai. Senza accanimento, senza estremizzazione, però con una speranza di qualche genere sì, sempre. Forse non sarà mai come hai sognato, ma potrebbe essere meglio. Chi lo sa cosa c'è nel tuo futuro?! Però così triste no... ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una tua frase NILY, "...forse non sarà quello che hai sognato, forse sarà meglio..." Ecco, ora no, ma quando avrò deciso di rimettermi a combattere, ecco li, mi farà bene...

      Elimina
  8. ma tu vuoi accantonare un sogno? ma che sei grulla?
    mai abbandonare i sogni, mai mai mai.
    io ho 50 anni e ancora sogno, e mi stupisco perchè i miei sogni ogni tanto si avverano, e tu Genoveffa smettila di piangerti addosso, la vita è una merda, a volta, MA A VOLTE NO!
    e quelle volte in cui è una meraviglia ti fa dimenticare di tutto il male che ti ha fatto prima.
    pensieri positivi cara mia, niente piagnisdei e ringambamenti, INFILATI QUELLA MALEDETTA SCARPA DI CRISTALLO E INGRANA LA MARCIA... la vita aspettaattttttttteeeeeeeeeeee!
    niente tristezze, niente arrendimenti, niente remi in barca: qui si deve pedalare, sempre e comunque!
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un discorso "da me" il tuo SANDRA, e mi piace e mi da un sorriso vero che nasce spontaneo, ma... Non ho le ruote gonfie ed il sellino è saltato in aria... Non è [ancora] il momento di pedalare, non sono ancora in condizioni... Ora piangermi addosso, è esattamente quello che voglio fare, e me lo concedo ancora un po'... Che poi che è sbagliatissimo lo so, ma mi fa bene adesso...

      Elimina
    2. allora piangiti addosso, ma non ti ci abiturare troppo tesoruccio, un paio di giorni al massimo!
      non ci è permesso fare le vittime, non lo siamo, non lo vogliamo essere.
      non so che è successo, ma nella vita tutto cambia in un minuto.... DOMANI E' UN ALTRO GIORNO con tutti gli annessi e connessi, capito?
      ti abbraccio forte

      Elimina
    3. ...e quel domani SANDRA può davvero stupire con la sua forza!

      Elimina
  9. Non so cosa sia potuto accadere per fari si che tu abbia detto Stop al tuo sogno. Sai, capisco come ci si sente, un pò è accaduto anche a me in passato di aver perso le redini, di aver temuto il peggio, di aver abbandonato il mio sogno perchè troppo grande, troppo lontano e sopratutto, troppo sbagliato. Mi sentivo sbagliata anche io. Non era per me, come hai detto tu...non era il mio destino. Eppure mi ha fatto sentire viva, mi ha fatto emozionare con lacrime di gioia e di dolore, ma pur sempre lacrime di cristallo resteranno. E quando l'ho lasciato andare,beh...il cuore mi si è infranto in mille pezzi. E adesso sono ancora qui, a ricostruirmi per un altro sogno. Perchè se c'è qualcosa che noi umani abbiamo in potere di fare, ed è un grande potere, è la capacità di ricostruire noi stessi dalle nostre macerie, dai nostri cocci perduti. Siamo tutti delle fenici della vita e tutti abbiamo i nostri tempi per rinascere. Ti auguro che tu possa trovare il tuo tempo necessario e un nuovo sogno da curare, annaffiare, proteggere...ma sappi che finchè non è finita, non è mai finita.
    Un abbraccio,
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole ANNARITA sono dolci e rinvigorenti, in un altro momento, sotto un altro cielo, avrei plaudito e riflettuto e mi sarei buttata a capofitto, ma oggi sotto questo cielo stupido che non dovrebbe splendere di sole, sento ancor troppo dispiacere, e vorrei fuggire forte da me stessa... Comunque so che l'essere umano sa come rifarsi vivo dietro se stesso e le sue titubanze.... Spero di esserne capace anche io

      Elimina
  10. Forse ho capito. Ho capito il sogno infranto e ho capito le motivazioni. Forse no. Tesoro mio, ci sono sempre altre strade. Cenerentola c'aveva un gran culo, noi purtroppo tanta sfiga. Dicono che se un sogno ha tanti ostacoli vuol dire che è quello giusto. Io dico che 'ste stronzate se le sono inventate quelli come Cenerentola. In ogni caso io sono con te. A farti da Socia. SEMPRE e comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia io non potrei desiderare di meglio che averti come socia... Sei meravigliosa, ed io faccio, ho fatto e farò sempre il tifo per te, perché te lo meriti, perché arriverai tanto più in alto e vicino alla felicità di quanto non immagini adesso! E forse a parlare è l'inguaribile appassionata di favole, ma, oh, non andrà sempre e solo bene a loro!??

      Elimina
  11. Forse ho capito... ma anche se non sei riuscita in un modo.. non è detto che tu non possa avere alternative.. te lo auguro!!!! Non smettere di sognare fino a che davvero non c'è più speranza.. e io penso semrpe che una possibilità anche se diversa da quella che vorremmo c'è.. Ti abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si CLAUDIA c'è sempre e comunque un modo... Oggi, quel modo, è troppo poco, ma oggi sono solo 24 ore, non dura un'eternità...

      Elimina
  12. Ogni volta che passo di qui trovo ironia. Stavolta un po' di tristezza e mi spiace troppo.
    Non abbandonare i tuoi sogni. Mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARIANNA alle volte i nostri sogni sono troppo per le nostre persone... È un qualcosa di doloroso che devo poter accettare

      Elimina
  13. Ero nella stessa situazione proprio qualche mese fa e sono bene che il rumore di un sogno che si infrange è il più brutto di tutti.. Prenditi il tuo tempo, rialzati e vedrai che ricomincerai a sognare più forte di prima e sono sicura che troverai la tua strada!
    Un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non è una bella situazione vedere il modo in cui si auto-dumistrugge e provare le pene che fa provare, però mi auguro sia una dura prova da affrontare, per avere meravigliosi regali da vivere...

      Elimina
    2. Sai che anche io penso questa cosa qui?
      Dura prova a cui seguiranno cose bellissime. Te le auguro*

      Elimina
    3. VALENTINATRAVEL è vero che il tempo serve per rimettere a posto le cose... Non le aggiusta, ma fa si che cambiamo il modo di vederle, lasciandoci in condizione di reagire

      Elimina
  14. Se ho capito, e spero di no, non mi resta che mandarti un grandissimo abbraccio, e dire che mi spiace è poco, riduttivo e non rende davvero quanto mi rattristi l'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si PIER, Dio hai capito...
      Non sai che piacere essere compresa da un dirimpettaio di vecchia data... Grazie

      Elimina
  15. è impossibile trovare la parola giusta per consolare, aiutare, alleviare il dolore. tutto può sembrare superfluo o scontato. preferisco stare zitta e abbracciarti forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in questi giorni ho scoperto quanto possa essere sensibile il silenzio ANTONELLA, quindi, grazie di cuore

      Elimina
  16. Per quel che vale hai tuttoil mio sostegno morale.
    Spero davvero che, in qualche modo, tu possa presto tornare a sognare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sostegno morale MR.LOTO è merce rara. Grazie

      Elimina
  17. ti mando un abbraccio, e mi associo a quanto già detto da qualcuno: a volte la cicogna fa dei giri un po' lunghi e contorti per i nostri gusti, ma quando un desiderio è davvero forte, come nel tuo caso, prima o poi trova il modo di farsi strada e realizzarsi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ecco FRANCESCA, posso ammettere il pensiero che la mia cicogna zompetterà in giro per il mondo e ci porterà il modo di vedere com'è essere genitore... Ed ammettere il pensiero è già qualcosa

      Elimina
  18. Accidenti... ho appena finito di scrivere una cosa che parla di sogni, e l'ho scritta in maniera così ottimistica e leggera che leggere le tue parole adesso mi fa riflettere... è vero che sognare è bello e naturale, e guai se non si sognasse, ma è anche vero che non bisogna lasciarsi far male da certi sogni... un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto una cosa sulla quale ho riflettuto moltissimo CERVELLINO, lasciare che certi sogni ci facciano male è doloroso a dir poco... L'ho proprio imparata la lezione...

      Elimina
  19. Stellina, è nel momento in cui un sogno scricchiola che dimostra tutta la sua forza, la sua importanza, la sua veridicità. Io venerdì ho ricevuto un'email di una persona invidiosa che mi invitava a dar fuoco al mio romanzo, "intanto non ne sei in grado." ho passato un weekend di paranoia, poi ho deciso che per me può anche cortesemente fottersi. Ho ricevuto riscontri positivi da autori molto più esperti di me, e sento un bisogno viscerale di raccontare questa storia a prescindere dal risultato.

    Dai energia alle tue speranze. Prima o poi il salto quantico arriverà, anche se potrebbero volerci degli anni. Sono queste mazzate che dimostrano quanto ci tieni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se sia proprio la stessa cosa CHIARA... Non è mio uso sminuire, ma qui non si tratta di fortuna o abilità scrittoria o editoriale... Il mio è un impedimento fisico, il tuo involucro che dice no alla tua anima....

      Elimina
  20. Alice, con tutto il cuore mi spiace. Anche a me tempo fa hanno dato una sentenza simile ed equivalente e ti capisco appieno.
    Ma la vita fa giri lunghi per arrivare dove deve arrivare e l'amore che abbiamo dentro ci spinge in luoghi della nostra anima che credevamo impossibili da esplorare. Dicono "it ain't over till it's over"... facciamo in modo di crederci.
    Scrivimi se hai bisogno, ok? Ti voglio bene, piccola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei preziosa NONSENSESPOT...
      E, no, non è finita finché non è la fine

      Elimina
  21. Mi dispiace tantissimo leggere di un sogno infranto. Ti conosco da poco ma mi sembra di avere capito che sei una persona che non si ferma di fronte a nulla, me lo dice la tua solita ironia e il tuo modo di porti alla vita.
    Molti sogni s'infrangono, è vero, ma molti altri sono in serbo per ognuno di noi. Altri s'infrangeranno e ancora molti altri si realizzeranno. Qualunque cosa sia io con tutto il cuore ti auguro che possano realizzarsi i desideri più intimi ma ora cogli tutta la forza, anche se per il momento "hai le ruote sgonfie e il sellino saltato in aria", riprendi fiato e ricomincia a sognare. Sicuramente riprenderai a volare in alto. Devi darti il tempo necessario però.
    Ci sono sogni pronti per essere realizzati solo che noi ancora non li conosciamo.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una alla quale i sogni son sempre piaciuti molto CARLA, Disney ed affini, fin dalla tenera età, mi hanno illusa che, se puoi sognarlo, puoi farlo! Non è sempre così, perché non sempre dipende solo da noi... Però sto riprendendo le misure per rilanciarmi in strada... Que serà serà...

      Elimina
  22. Mi dispiace belin! Non so quale sia il motivo della tua resa,ma..vedrai che tutto si risistemerà. Chissà magari con il tempo riuscirai,cosa ne dici? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PHIIIIBI dipendesse solo da me sicuramente, ma quando qualcosa non dipende solo da te, tu non puoi dipendere da lei

      Elimina
  23. Quello che ora sembra un surrogato, un ripiego, un ultima spiaggia... potrebbe diventare presto la tua nuova battaglia. Ed io ti auguro di vincerla! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È lo stesso motore che sto montando sulla macchina NINA... Pazientiamo

      Elimina
  24. Io non lo so cosa si prova, però ecco, ti voglio mandare il mio abbraccio più sincero, davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io approfitto BRI di questo abbraccio e di tutta la dignitosa forza che mette in moto

      Elimina
  25. Ad ogni sogno infranto bisogna solo lasciar sfogare la delusione e poi vagliare nuove opportunità, che non saranno pagliativi ma nuovi sogni più belli.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I palliativi in effetti LILA, hanno amaro dentro anche se e quando si tratta di zucchero filato

      Elimina
  26. Sei caduta, hai diritto di stare un poco a terra, ma poi rialzati spolvera i pantaloni e riprendi a camminare.
    Forse dovrai cambiare strada, rallentare il ritmo, oppure aumentarlo ma arriverai a destinazione, potrebbe essere la stessa dell'inizio del viaggio oppure una diversa.
    I sogni si modificano, non sono statici, vivono con noi, hanno un cuore e una loro vita.
    Credici.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo MICOL, che ci voglia molta forza a credere... Non è una frase fatta, è esattamente quello che ho sentito montare al fianco di delusione ed apatia...

      Elimina
  27. Ciao Patalice, ho letto quel che hai scritto e mi dispiace.
    Credo che sia solo un momento di stanchezza e un po` di frustrazione dovuto alla guerra che hai dovuto combattere, ma ti prego non distruggere la speranza...quella no.
    Ora hai bisogno di fermati, ma forse un giorno chissà...
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ARTEPIA ho lasciato che il sogno prendesse il sopravvento e credo di essere caduta nel baratro dell'aspettativa... Oggi mi ritiro per deliberare, come si suol dire...

      Elimina
  28. A volte una secchiata ghiacciata della realta' fa male, ma magari si inizia per un'altra strada che non sempre e' quella che speravamo ma magari e' quella piu' giusta per noi <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi SPETTINATA sono curiosa ed in attesa...

      Elimina
  29. Ho letto i tuoi ultimi post con tanta emozione, so bene cosa significa anelare la "normalità" e sentire un vuoto enorme nell'affrontare l'inevitabile.
    Poi sono certa che i sogni delle persone belle sanno trasformarsi e regalare gioia altrettanto inattesa.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...il problema, se mai io fossi una di quelle persona bella MARZIA, è vedere il frantumarsi di un sogno...

      Elimina
  30. Quando sarai pronta se esistono e vorrai vedrai altre strade.
    Fai bene a dire che ora non è il momento. Ora è solo dura.
    Mi dispiace infinitamente e non sai neanche quanto.
    Ti stringo fortissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio dedicarmi il tempo necessario a prendere le misure LIZ, a capire quel che c'è da capire e a relazionarmi in questa nuova io

      Elimina
  31. E' sempre dura abbandonare un sogno, purtroppo a volte capita.
    Un giorno sarai pronta ad un altro sogno, o allo stesso sogno in modo diverso.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito il tempo che mi concederò ELE781

      Elimina
  32. Non conosco la tua strada e perche' la maternita' per il momento ti.sia preclusa...e' delicato questo momento, per cui non voglio dire sciocchezze. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi giorni di parole, dette ed ascoltate TINA, ho scoperto quanto bello e forte possa essere il silenzio

      Elimina
  33. Frequento poco il tuo blog, ma il tuo sogno mi era noto. Ti dirò che la cosa mi lasciava un po'perplessa, non sono stata educata alla maternità e poi le cose della vita sono andate in questa direzione. Forse sono anche stata fortunata, perché non mi sono trovata, se non poche volte, bambini intorno, dato che le mie amiche sono più grandi di me e quindi non mi sono ritrovata a pensare "perché loro si e io no".
    Io credo che quella che tu stia vivendo sia una pausa momentanea, non già la fine di un sogno, ma adesso forse è il momento di pensare a te stessa come donna, giovane donna, di trovarti un ruolo, uno scopo, un altro sogno pure, in cui dar dimostrazione concreta della persona intelligente che sei, del mix tra leggerezza e valori, anche coraggiosi, che ti caratterizza:ho colto nel tuo blog, più di una volta, frammiste a cose divertenti, un pensiero autentico e fuori dal coro.
    Credo che questo sia il momento per mettere in gioco i talenti di Patalice, nella moda, nello stile, insomma, credo che sia il momento per far "mestiere" di te stessa.
    Spero di non essere stata inopportuna, nel caso cancella questo commento.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non cancello mai i commenti SARA, tanto meno quando quei commenti mi dimostrano il perfetto pensiero di razionalità del quale, volente o nolente, devo nutrirmi. La gravidanza resterà sempre una cosa fuori dalla mia portata, e temo le cose non possano cambiare, ma non è lo stesso per la maternità... E poi c'è Patalice, come soggetto, come persona a se stante da gioie o desideri, ed io necessito di incontrarla. Grazie del tuo passaggio e delle tue parole

      Elimina
  34. Capita un po' a tutti di vedere un sogno infranto, ma questo non vuol dire che non sia il proprio sogno e che bisogni lasciarlo lì, infranto tra mille cocci.. prenditi una pausa, rilassati, è estate (sembra..), vai al parco, leggi, ama tantissimo... e continua a sognare, perché lui è lì, il tuo sogno, pronto per essere esaudito.. un abbraccio ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia tutto molto vero ERIKA, penso che se un sogno si infrange sotto le nostre dita, non è per forza perché quel sogno è sbagliato, tante volte [hai visto mai?!] si tratta del modo sbagliato di vederlo vivere

      Elimina
  35. Mi dispiace leggere questo post in ritardo, mi dispiace non aver scritto che i cocci, possono ricomporsi.

    Respira, ri-prendi le forze che ti appartengono, la donna che sei e abbi fede ( la vera fede in te).
    Sono sicura, che le cose che desideriamo in un modo o nell altro le abbiamo.
    é questione di fiducia nella fede.

    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho imparato a credere in me BLONDEGIRL, ad essere la prima alleata di me stessa... E sono forte... E ce la farò!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!