mercoledì 16 luglio 2014

Lettrice compulsiva

...faccio con i libri la stessa cosa che Valerio Scanu, fa con le donne [...credo...], lui fa l'amore in tutti i luoghi e in tutti i laghi, io leggo.
In tutti i luoghi e in tutti i laghi.
Sulla metropolitana ed il divano, nelle ore di stanca sul lavoro, e seduta sul ciottolato del campo dove porto R-Dog a pascolare, in attesa dal dottore e mentre pranzo o ceno in solitudine.

Io leggo dove capita, ed è raro ch'io esca di casa senza un libro a farmi compagnia

Qualche tempo fa, io e me medesima, abbiamo fatto un breefing ed abbiamo stabilito che avrei alternato un libro "moderno" ad uno della tradizione. 
Il nostro intento era di non farmi perdere abitudine ai classici, e di incrementare la lista di libri storici che vanno letti almeno una volta nella vita.

L'esperimento dura da un annetto ed io non posso che dirmi soddisfatta pienamente della riuscita. 

I classici, moderni/italiani/russi/di gente morta che sia, mi danno solide basi sulle quali fare giri e voli pindarici, che poi mi scaraventano nella letteratura odierna, più rapida, con un linguaggio meno articolato.

Il mio sentirmi un po Scanu, ed il trovare tempo spazio e modo per leggere un po ovunque, un po sempre, mi ha fatto iniziare e finire 3 libri nell'arco di un mese scarso. 

C'è stato "Claudine va a scuola" classico, ovviamente.
Il racconto licenzioso di una classe femminile nelle campagne francesi, ha l'enorme pregio di far ridere di cuore e di gusto.
La protagonista è la giovane ed ammaliante Claudine, la quale sceglie con consapevolezza chi è quando colpire, tra insegnanti, compagne di scuola, uomini e donne, forte di una simpatia farabutta, e di una precoce consapevolezza della sua femminilità. 
In sè e per sè la trama non ha nulla di particolarmente incisivo, è una giovane penna che calca un po' troppo sul foglio, ma non si preoccupa ne di quello ne di lasciare macchie d'inchiostro!

Il secondo è "Gli ingredienti segreti dell'amore", recente.
Un libricino ambientato nella mia città del cuore, Parigi, veloce ed incalzante, ha il ritmo di uno dei film che danno su canale5 la domenica pomeriggio; lacrime, amore, tradimenti, un cappotto rosso, ed un abito di sera verde, uno splendido panorama, e piatti serviti su tovaglie a scacchi bianco rossi.
C'è una giovane ristoratrice che trova la sua salvezza in un romanzo che, chissà come, è ambientato nel suo locale, ed un autore che non si capisce di quanto talento sia veramente stato capace. 

Il terzo è "Lettera a un bambino mai nato", classico naturalmente.
Che dire?
C'era un verso di Vasco che recitava "ma te ti sento dentro come un pugno", ecco io questo libro l'ho percepito con queste parole azzeccate. 
Non avevo mai letto la Fallaci, la SuperMamma era ed è sua grandissima fan, ed ha sempre cercato di inculcarmela, ma come tutta la progenie che si rispetti, io ho fatto di testa mia scegliendo i miei tempi, e credo di averla letta nel momento più opportuno.
Sebbene l'argomento per una come me, non fosse particolarmente azzeccato!

Ora tocca ad un nuovo libro, sono tentata dalla seconda parte di 1Q84, ma ho talmente amato la prima parte che ancora mi crogiolo nelle sue atmosfere, sebbene sia trascorso più di un anno da quando l'ho letto!
Mareva mi aveva consigliato un libro una volta "Lui è tornato", ed ancora non l'ho letto... 
Forse è il suo momento... 
Forse mi rifugerò in un giallo, o nell'ennesima storia d'amore da spiaggia...

Si accettano consigli, perché oggi non ho voglia di pensare che devo pensarci su!

57 commenti:

  1. Pieno giorno (Moehringer), Le correzioni (Franzen), Middlesex (Eugenides), Stoner (Williams).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Middlesex l'ho letto ed amato in tempi antichi JEANLOUPVERDIER, Correzioni giace nella mia libreria quindi potrei approcciarmi seriamente

      Elimina
  2. Io ho rispolverato Emma, di J Austen :-))

    RispondiElimina
  3. Anche io leggo a velocità supersonica, anche se ci sono periodi in cui il tempo stinge. Scelgo però letture moderne: i classici li conosco bene e ne ho letti moltissimi, visto che sono laureata in lettere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laureanda in lettere a 5 esami dalla pergamena CHIARA, e con liceo classico alle spalle, eppure il numero dei classici letto è vergognosamente basso

      Elimina
    2. Stesso curriculum :)
      Io credo di averne mangiati parecchi... sono concittadina di Calvino, sarà per quello :D

      Elimina
  4. Approvo il consiglio sopra: Le correzioni. Devi!

    RispondiElimina
  5. ho letto gli ingredienti segreti dell'amore.. e poi una sera a parigi, sempre di barreau!
    belli belli! anche se il primo mi è piaciuto di più..
    anche io mi ero ripromessa di leggere i grandi classici... ma purtroppo quest'anno ho abbandonato a metà anna karenina e qualche anno fa cent'anni di solitudine.
    spero di riprenderli in mano un giorno... intanto mi butto sul moderno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa importante KATIE è avere tempo e modo di leggere, ci sono poche altre cose capaci di riempire in tale maniera!

      Elimina
  6. Perché hai sporcato tutto questo bel concetto e questi bei titoli con Scanu e Vasco? XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scanu no, ma Vasco sììììì <3 <3

      Elimina
    2. Ti odio, sappilo :p :p :p

      Moz-

      Elimina
    3. Lo so che mi odi con tanto amore :-)))

      Elimina
    4. Io vi lovvo entrambi WANNABEFIGA e MOZ!
      Anche se questa volta pendo dalla parte dell'uomo... Anche io per Scanu e Vasco non provo particolare trasporto, sebbene sia indiscussa l'egemonia del secondo sul primo

      Elimina
    5. Ahaha anche noi ti lovviamo, bambola! ;)

      Moz-

      Elimina
  7. Ciao, Magari Vasco lo posso accettare ma Scanu proprio non ci riesco...
    La Fallaci me la sono letta proprio tutta, a volte l'ho odiata e a volte l'ho amata. Di lei è interessante leggere "Un Uomo", un romanzo verità. Racconta la sua storia con l'eroe della resistenza greca Panagulis. Amore, libertà e disperazione.
    Io ho appena finito di leggere "La figlia del papa" di Dario Fo (Chiarelettere Editore)
    Ho letto molto di Lucrezia Borgia e devo dire che questo libro di Fo ha ampliato la mia visione e opinione.
    Ciao, a presto e grazie per le dritte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io anche con Vasco, oltre che con Scanu, non ho un buon rapporto... Ho usato frasi delle loro canzoni, ma senza trasporto! Grazie per la dritta CARLA, Lucrezia Borgia mi affascina molto, ed il libro di Fo non lo conosco.

      Elimina
    2. Per conoscere Lucrezia, visto che ti affascina, c'è il linbro LUCREZIA BORGIA di Maria Bellonci.
      e della stessa scrittrice RINASCIMENTO PRIVATO. La Bellonci racconta la storia sotto forma di romanzo. (Ed. Mondadori).
      Sempre della Bellonci I SEGRETI DEI GONZAGA (LaFeltrinelli)

      Elimina
    3. "Rinascimento privato" lo lecqui in un tempo lontanissimo, lo comprai durante una gita mantovana...

      Elimina
  8. Tresor, ho quel libro della Fallaci in libreria, mi guarda e aspetta. Non so se avrò mai il coraggio di aprirlo.

    RispondiElimina
  9. siamo uguali, anch'io leggo ovunque, stupnedo "Gli ingredienti segreti dell'amore" ho scritto anche una recensione e letto tutte le sue altre pubblicazioni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BORDERLINE io ne ho in libreria un altro, e mi ci approverò a breve, quando le giornate sono afose, da una certa aria il leggere cose leggere

      Elimina
  10. ottima l'idea di alternare un classico ad un contemporaneo! Dovrei farlo anch'io in modo da bilanciare le cose, anche perché mi rendo conto di trascurare spesso la modernità letteraria a favore dell'800 :) (In effetti l'ho fatto di recente inconsapevolmente leggendo prima Il cardellino di Donna Tartt e poi La signora delle camelie di Dumas!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARGHERITA adoro la letteratura ottocentesca. In tutto il mondo sono stati scritti romanzi a dir poco eccelsi!

      Elimina
  11. Anch'io leggo ovunque... il libro è sempre in agguato in borsa... peccato che da me non c'è la metropolitana... in macchina mentre guido è meglio di no...vero?
    Il libro che hai li però mi manca... e mi sa che corro a prenderlo!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MICHELA è delizioso, veloce e poco impegnativo, credo non ci sia da chiedere di più da un libro!
      [per altro fino al 31 luglio Feltrinelli ha il 25% di sconto...]

      Elimina
  12. Tollero Valerio Scanu giusto perche' e' sardo! Bella la tua idea! Io come tua mamma sono una grande lettrice di Oriana Fallaci, per cui ti consiglio di leggere " Un uomo". Piu' chd un libro e' un'esperienza che lascia il segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che non sei l'unica a citarlo TINA, quindi, tra qualche classico, sarà il suo turno!

      Elimina
  13. Io non riesco a leggere più libri alla volta e al contrario tuo non riesco a leggere nemmeno ovunque perché mi distraggo! Sono pessimo, lo so.

    Sono anche io tentato da un paio di libri della Fallaci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io riesco a leggere più di un libro alla volta PIER, mi confondo da sola! Però riesco a farlo veramente dappertutto, anche sul tapis roulant

      Elimina
  14. Come ti capisco... non posso fare a meno di entrare in una libreria e se ci entro è finita, compro.
    Il mio comodino è sommerso dai libri perché leggo più libri alla volta e la cosa assurda è che in generale me li ricordo... poi capita a volte di perdere il senso e doverli rileggere.
    Anche io sto riprendendo in mano i classici... bisogna dire che ogni tanto li ripongo perché un libro anche se è un classico non vuol dire che sia un gran libro.
    "Lui è tornato" è molto interessante... altrimenti se non l hai ancora letto ti consiglio "La verità sul caso Harry Quebert"...
    buona lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Harry Quebert l'ho divorato l'estate scorsa, complice formentera ed il dolce far nulla ERNEST, non ha resistito che 3 giorni! Io non riesco a leggere due libri contemporaneamente, finisce che mi ci incasino!

      Elimina
  15. Cara Patalice, come vedi ci sono di nuovo, il malanno creatomi da questo strano estate è passato.
    Parlando dei libri, credo che io dovrei essere in coda da tutti!!!
    Ciao e buon pomeriggio sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TOMASO mi fa piacere ritrovarti... Noto con dispiacere la tua latitanza, che spero interrotta

      Elimina
  16. Lettera a un bambino mai nato è molto bello, l'ho letto anche io. Ti consiglio Veronika decide di morire di Paulo Coelho, se non l'hai già letto, penso che ti piacerà :)

    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accetto assolutamente il consiglio E, non ho letto quel libro di Cohelo, ma spero mi possa piacere

      Elimina
  17. Dopo aver letto i classici russi e quelli italiani da non sottovalutare, ho ripreso alcuni francesi (Moupassant e Zola).
    Ho letto anche io la Fallaci ma nella versione più politica.
    Ora sto alternando Terzani a libri più vacanzieri Grisham o Cussler o Buticchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terzani SER non è la mia letteratura ideale, ho letto qualcosa, ma probabilmente fatico ad entrare in sintonia con la filosofia espressa; la letteratura russa sarà la mia sfida per la prossima stagione, ho già fatto mambassa di Tostoj & company, ma li relego ai mesi più freddi...
      Anche se, dopo aver letto "Notre dame de Paris", dubito qualcosa possa scoraggiarmi!

      Elimina
    2. letto..credo che sia un capolavoro assieme ai Miserabili.
      Ti consiglio Il Rosso e il Nero o il Bel'Ami.
      Per i russi concordo..dopo aver letto Delitto e castigo e Resurrezione, mi sono avventurato nell Idiota e in Anna Karenina..
      Prova anche il Deserto dei tartari (Buzzati) per me è stata una riscoperta...

      Elimina
    3. Letto il Buzzati, ma la sua letteratura non mi avvince...
      Mentre suoi russi mi voglio buttare anima e corpo

      Elimina
  18. Bello leggere!!
    1Q84 è strano e mi è piaciuto. L'ho letto tutto d'un fiato, tutt'e tre le parti, quando era da poco uscita la terza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono crogiolata nel primo volume [che contiene i due libri inixiali] e non ho voluto passare subito al terzo, o secondo, per la volontà di star vicina ai personaggi ancora un po' NILY, in uno stravagante viaggio accompagnata

      Elimina
  19. Ciao,qualcuno direbbe Scano..chì,Vasco passi .........
    Sono anch'io un appassionato lettore e nella mia lunga vita credo di aver letto e spesso riletto tutti quasi tutti i cosidetti "Classici"
    Oggi preferisco nutrire la mente con le novità.Se non gli hai già letti,ti consiglio il sempre attualissimo "1984 di George Orwell e un classicissimo "Le metamorfosi" di Ovidio.
    Felice letture,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto per imprimere la mia scarsa cultura su blog, ammetto COLORATISSIMO, di non aver letto ne uno ne l'altro... Ma rimedierò

      Elimina
  20. Ciao Pata, mi permetto anch'io di consigliarti qualcosa: in primis i due Italo della mia vita, Calvino e Svevo, se ancora non li hai letti sono secondo me fondamentali. Poi se vuoi qualcosa che ormai è "classico" ma di facile lettura anche in spiaggia, io andrei su Saramago o Pennac. Di moderno so poco perché anch'io sono un topo da classici (che nessuno mi tocchi la Austen o potrei anche uccidere! XD) però dovrei provare ad alternare come fai tu, sembra il miglior modo per tenersi almeno vagamente al passo con gli anni duemila ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mmmmh scegliere un Italo per il prossimo appuntamento al classico?
      Perché no!?
      Dammi un titolo ciascuno [che non sia "la coscienza di Zeno"...]
      NORA della Austen mi manca solamente "Masfield Park", e solo perché so che poi l'avrò letta tutta...

      Elimina
  21. Il mio consiglio è : La vita interiore di Moravia.

    :) In treno e in metro, ho imparato piano piano ad apprezzare la compagnia dei libri... in ogni luogo si!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BLONDEGIRL si impara si impara, e poi non si può più fare a meno!

      Elimina
  22. Patalice mia vederti paragonata a Scanu anche con qualche suo verso citato mi fa orrore...
    Una raffinata come te cadere sullo Scanu..
    Sto scherzando s'intende...
    Una gran bella cosa questa scelta che io noi riuscirei mai a finire ne sono sicurissima.
    Son come la tua mamma adoro la Fallaci e questo libro a sua tempo mi aveva commosso non poco..
    Avrai letto qualcosa certamente di Mauro Corona , ti consiglio quello che preferisci è sempre ottimo e fa tanto estate!
    Abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...intendi dire che non sono raffinata CROSIGLIA?! Scherzi a parte, sono una zuzzurellona, che se la ride alle spalle di un povero diavolo come Scanu!
      Potrei affidarmi davvero a Corona... Non delude di sovente!

      Elimina
  23. Anche io leggevo tantissimo. Ora con le due pupe e' piu' complicato ma per essere una lavoratrice mamma divoro libri come se fossero brioches :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh buon cielo SPETTINATA, ma quelle due sono un buon motivo per stare "a dieta", no?!

      Elimina
  24. Di leggero ho adorato Io che amo solo te...anche io dovrei/vorrei dedicarmi ai classici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non lo conosco MANU179, dovrei recuperare la lettura...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!