venerdì 9 maggio 2014

Tutto subito adesso e non dopo

Dio come mi piacerebbe. 

Nessuna connessione internet...

Sky che si polverizza, e con esso il televisore... 

Una tempesta di neve, senza danni ma colma di disagi [ma di quelli che non "fanno male", tipo che il pony Express non può portarvi la pizza, ma se avete un'ulcera perforante l'ambulanza ci raggiunge veloce]...

Io, da sola, in casa.

Si, perché R-Dog e Brivido, sono rimasti in azienda, ma stanno benissimo, non hanno bisogno di nulla. 

Libri, riviste arretrate, the caldo ed estathe ghiacciato, pan di stelle e rose del deserto come se non ci fosse un domani, ore di sonno da godere e da godersi. 

Silenzio. 

Ora, io ho un rapporto simbiotico col cellulare, la connessione internet e la linea telefonica sono alleate alle quali di rinunciare non mi passa manco per la capa, ma in questo momento mi andrebbe di staccare la spina, smorzare le tensioni ed allentare la cinghia fino ad avere il pieno possesso del mio tempo.

Consapevole di un fatto che forse prescinde e forse no: vorrei che i miei sogni desiderassero la loro realizzazione così intensamente da non essere più "solo" sogni.

Oggi penso ai miei desideri, al fatto che vorrei che diventassero il mio quotidiano, e che succedesse "tutto subito".

Ma non accadrà.

Non siamo nel tempo del "tutto subito", siamo nel momento giusto per far fruttare la crisi che ci si para davanti, ed agogno un posto per me stessa.

E accadrà.

Quindi abbiamo due certezze che, lessicalmente, si contraddicono vicendevolmente, ma che rendono l'idea, ovvero: avrò le mie soddisfazioni, ma ci vorrà il giusto tempo perché accadano...

Nel frattempo, viva i trip mentali, datemi latte e cioccolato e "Il buio oltre la siepe" e farete di me una donna felicissima! 


22 commenti:

  1. "Soli in casa", per chi apprezza la dimora in quanto tale, è già felicità.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FRANCO non potrei essere più d'accordo...
      La dimensione della felicità è a misura di chi si confronta con essa

      Elimina
  2. Anche a me la solitudine nella mia casetta fa un bell'effetto....però con Trovatello sto più tranquilla..:) Mi piace la tua frase, proverò a sentirla mia: avrò le mie soddisfazione, ma ci vorrà il giusto rempo perchè accadano....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava la mia ELLIE che fa passi da gigantessa!

      Elimina
  3. A me piace star solo, godermi la casa, magari il balcone. Se è una bella giornata, la casa ha una nuova luce e hai più forza per leggere e far tutto^^
    Il tutto e subito non funziona più, o meglio... non serve poi a tanto!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non siamo nati con quella camicia MOZ, ma tutto sommato potrebbe rivelarsi una fortuna

      Elimina
  4. L'essere umano ha bisogno di silenzio! Purtroppo viviamo in un'epoca in cui tutto è rumore e "connessione".
    "Il buio oltre la siepe" è una storia bellissima; ho visto più volte il film ed ho da poco il libro che spero di poter leggere al più presto.
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai visto il film, quasi finito il libro MR.LOTO, bello veramente, figlio di un'epoca e di un luogo che non si dovrebbe mai scordare...

      Elimina
  5. Ritagliati sempre i tuoi momenti di solitudine. Tu sola dentro una stanza, e tutto il mondo fuori :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio che ci fa Vasco in uno dei miei commenti WANNABEFIGA?!

      Elimina
    2. E' che il concerto si avvicina e non sono più in me :-D

      Elimina
  6. la filosofia è una camminata su rocce scivolose!

    buenas tardes, ciaparat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle volte la vertigine è voglia di volare JEANLOUPVERDIER, non paura di cadere!

      Elimina
  7. Socia a staccare tutto ci vuole davvero poco, se ne hai bisogno su, coraggio, fallo e basta! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dici? Per me invece ci vuole decisamente un sacco di impegno, che non sempre posseggo, a dirtela tutta!

      Elimina
  8. Io quando sono a casa rinasco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sto troppo poco impegnata nel non fare ERNEST, vorrei farmi questo regalo di compleanno...

      Elimina
  9. Tutto e subito. Quanto mi suonano familiari queste parole. Purtroppo a quanto pare bisogna imparare ad aspettare. Ma quanto?


    Bisous ♡
    BecomingTrendy | Facebook | Instagram | Twitter

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MIA quando?!
      Non subito, questo è chiaro!

      Elimina
  10. Ti capisco benissimo Pata, ultimamente mi sento così anche io! Non ci resta che dare tempo al tempo..
    Buon weekend, ti abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mi piace tanto dare colpa alla primavera, posso!?

      Elimina
  11. Ciao, passo di qua ed il primo post che leggo mi incuriosisce molto perchè volevo vederlo Alabama Monroe (di cui leggo pareri molto discordanti) poi continuo a scorrere e leggo qua, e devo dire che il dettaglio dell'estate mi ha incuriosita, qui nella mia città la gente ne fa un uso spropositato.
    Tutto subito non si può, ma dice che l'attesa aumenta il piacere, no?
    Ciao Teresa

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!