lunedì 5 maggio 2014

Mettere radici

La ricerca del regno di Patalice procede.

Non è semplice come pensavo buttare il cuore al di là della siepe, e vederlo cadere esattamente in quella cucina che sogno e progetto senza sosta. 

Dicono che quando la vedi te ne accorgi, un po' come se fosse "quella giusta", il grande amore insomma...

È che io debbo essere una puttanella immobiliare... 

Come le adolescenti, prede di fantasticherie ormonali, anche io, non appena vedo una casa che mi strizza l'occhio, la trovo subito P E R F E T T A!

Morale della favola: siamo in alto mare.
Brivido mi aveva chiesto di star "tranquillina" fino a maggio/giugno, ed io, nolente, ho dato giustizia all'accordo, dato che maggio è arrivato, e per quante soluzioni io abbia visto, c'è sempre quel non so bene cosa, che le rende imperfette, ed inizio a disperare un tantinello.

Oggettivamente non posso farne agli altri una colpa però... 

Sono io quella che non ha bene in mente come vuole casa sua. 

La voglio grande, ma non troppo grande.
La voglio col giardino, ma non troppo impegnativo.
La voglio con uno spazio tutto per me, uno studio, ma voglio anche spazio per i miei vestiti, che sono tanti davvero! 

Sono in crisi mistica.
So solo come la voglio arredare.
Che poi... anche lì...  non so se...

Grottesco!

Non desiderare troppo le cose, che capita che le ottieni, e poi?
Un detto che ho sempre capito poco, ma che sento piuttosto mio, mentre penso a me stessa in una nuova soluzione abitativa [parlo come gli agenti immobiliari, avete notato?]
e mi vien da dire una cosa: non è che, anche in questo passo della mia vita, mi sto dando all'autosabotaggio?

Non è che non mi decido a decidere, perché ho paura di farlo?

...e si che ho anche l'impressione che, una volta trovata casa e smosse le acque, le cose avranno un incentivato picco verso la risoluzione...

Non è una cosa che spero, ma una cosa che penso accadrà naturalmente, in modo quasi fisiologico, come se non potesse che essere così...

Sensazioni maggioline...

28 commenti:

  1. Io non mi decidevo mai a comprare casa. Ne vedevo tante, alcune che mi piacevano anche, ma non prendevo mai una decisione definitiva. Avevo pensato che avessi troppa paura di indebitarmi con la banca o che avessi ancora il cordone ombelicare attaccato ma in realtà era solo che non avevo trovato ancora quella giusta. Quando ho visto per la prima volta la casa che ho comprato, per quanto cmq mi scacazzassi addosso, l'ho comprata nel giro di un mese. La volevo a tutti i costi!!! :-)
    Quindi secondo me si tratta semplicemente di vedere LA casa. Prima o poi succederà. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero sia così davvero MYP, in verità è stato così con le cose più fantastiche della mia vita, dovrei fidarmi di me stessa e del mio istinto, dato che pare saperla più lunga di me...

      Elimina
  2. E' la casa che sceglierà te.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...questa cosa MOZ, a tratti mi terrorizza, debbo dirtelo!

      Elimina
  3. anch'io dovrei cambiare casa..ma lui mi dice di aspettare ancora un po' perchè così possiamo magari evitare di comprarne una che ci piace così così solo perchè abbiamo fretta..ma praticamente è come tenere un leone in gabbia..spulcio siti di agenzie immobiliari, compro giornali di case e sospiro..fiduciosa che prima o poi ce la farò ad avere la casa dei miei sogni. Hai tutto il mio sostegno, ma vedrai che davvero la casa è come un grande amore..quando non lo cerchi arriva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma, come per il grande amore ANTONELLA, non è che il principe azzurro ti bussa alla porta, per conoscerlo ti devi dare una mossa!

      Elimina
  4. Credo che la scelta di una casa, vada fatta in modo ponderato...io sapevo solo che volevo una casa su un solo livello. Nessun sali e scendi..mi piaceva l'idea di vederla tutta, nella sua estensione, da capo a capo. Mi piaceva l'idea di vivere ogni stanza...poi ho capito che ciò che volevo era un attico. Il giusto compromesso tra una casa indipendente e un condominio. Stare all'ultimo piano, da soli, ti fa sentire come se vivessi in una casa indipendente...e poi, una bella veranda. Il giusto compromesso con un giardino..impegnativa, ma non troppo. Sei tu a dosare come e quante piante metterci. E poi la vista..dall'alto, sembra tutto più bello. Insomma...vivo in un attico da 10 anni. Mai scelta fu più indovinata..amo la mia casa. Mi ci sento davvero a mio agio. Pensa che noi l'abbiamo scelta sulla carta. Non esisteva ! Sapevamo solo dove sarebbe stata costruita. Abbiamo visto il plastico...il progetto..l'estensione e via, l'abbiamo comprata. Era perfetta. Era ciò che cercavamo. E abbiamo cominciato ad arredarla sempre sulla piantina. La prima cosa che abbiamo scelto è stato il tavolo con le 4 sedie...tutto il resto è venuto dopo. Se ci penso, ancora mi emoziono...Non aver paura di scegliere..la casa, la TUA casa, sarà il tuo nido :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma che bello M4RY! E che pazzesca voglia di abitare un sogno e le sue prospettive...

      Elimina
  5. Un po' di paura è normalissima, ma una volta scelta avrai un legame speciale col tuo spazio che ti chiederai come hai potuto attendere tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero possa davvero essere così WANNABEFIGA, sento la mancanza di spazi mai stati miei, strano no?

      Elimina
  6. io vivo nella stessa casa da sempre quindi non posso capirti, ma ti auguro un fortissimo in bocca al lupo
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cambiare è una sensazione che ha a che vedere con l'avventura ARCOBALENOSARA, la casa, il lavoro, la compagnia, la macchina, il compagno, il modo di vedere... Trattasi sempre di sfida, l'intensità è diversa, il peso anche, ma la portata che ha nei nostri giorni no...

      Elimina
  7. quando troverai la casa giusta lo sentirai, secondo me è cosi, la devi sentire tua appena entrata...;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh BORDERLINE, mi state dicendo un po tutti così, penso possiate avere ragione...

      Elimina
  8. Da indecisa cronica per me diventerà un odissea trovar casa.

    Però, credo che il primo amore non si scorda mai :) arriverà e te lo auguro :)


    p.s. si ho cambiato cambiato "casa" ma sono sempre BlondeGirl.

    Un sorriso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cambiamento.
      È l'essenza prima e primordiale dell'essere umano BLONDEGIRLV

      Elimina
  9. Ma esisterà veramente la casa perfetta? Oppure è solo un altro insieme di compromessi, il rinunciare a qualcosa per avere altre cose... Chissà, magari la casa giusta è giusta per il solo fatto di averla scelta... Me lo chiedo visto che vivo da 4 mesi nella casa che era del nonno di Marito, carina ma in molte cose tutto il contrario dei miei immaginari di casa ideale. E sogno il momento di trovare la "mia" casa. Ma anche ho paura. Mmmmm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La giustizia del cervello, del raziocinio, spesse volte NILY, va a compromettere la vera felicità libera e sentimentalmente accesa che mostriamo e dimostriamo... Capisco le tue paure, perché sono giustificate tanto quanto il tuo disappunto

      Elimina
  10. Tranquilla, è assolutamente normale!
    Da architetto vedo il tuo stato d'animo centinaia di volte sui volti dei miei clienti e non ti dico quando casa l'ho dovuta scegliere ed arredare per me! aiuto!!!
    Anche io sono dell'idea che quando la troverai te lo sentirai dentro...come fosse un colpo di fulmine in amore!!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una zoccola immobiliare LIBRO PER AMICO... Innamoramento facile...

      Elimina
  11. Volevo scrivere esattamente quello che ha scritto Moz. A me è andata così, sono entrata e per quanto brutta (era da ristrutturare) ho sentito che ci avrei vissuto, che sarebbe stata mia. In un certo senso è lei che ha scelto me :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non era una sorta di incipit ad un film dell'orrore CICCOLA?

      Elimina
  12. Per me era troppo il desiderio di non stare più in affitto che ci siamo decisi presto..in effetti non è una scleta semplice, anche per me la Nostra casa mi ha parlato, mi ha fatto sentire che era quella giusta, e molti dicono che hanno avuto la stessa esperienza...prova a scrivere tutti i requisiti che secondo te sono FONDAMENTALI e quelli sui quali potresti scendere a compromessi. Ad es. nel nostro caso i fondamentali (a parte il prezzo basso, ovviamente), c'era la luminosità, un minimo di spazio esterno, una zona carina e vicina ai nostri parenti/amici. In bocca a l lupo!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una lista ELLIE!
      Io adoro compilarne, sono quasi maniacale a riguardo, debbo ammettere!
      Mi pare una buonissima idea!

      Elimina
  13. Cercare/comprare casa è uno stress mica da poco... in bocca al lupo per la ricerca, alle brutte puoi chiamare Paola Marella! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...che poi è la mia guru VALERIA, ma mi costerebbe più una consulenza sua della casa, temo!

      Elimina
  14. Oh Socia io credevo che questa sarebbe stata la casa della mia vecchiaia e invece adesso voglio andare in città. Ne ho vista una a parer mio perfetta e scalpito per vendere ma l'USI mi tiene a guinzaglio. E forse fa bene. Prendi tutto il tempo che ti serve. In bocca al lupo tesoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia abbiamo un simile animo smanioso di futuro...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!