martedì 28 gennaio 2014

me stessa, mia sorella, le mie opinioni impopolari...

Gennaio sta dando delle gran belle soddisfazioni alla sottoscritta.
Che dicono che esporsi così, inneggiando il bene nella propria esistenza, poi meni sfiga, ma io, contrariamente al mio passato superscaramanticotichespiralidoso, ho deciso di fare spallucce, accettando che, si tutto va come deve andare, ma non è detto che vada alla cazzodicane, tanto per usare un fine eufemismo...

Per prima cosa voglio dire una cosa che mi farà odiare da gran parte della popolazione femminile:
CORTO E' BELLO
CORTO E' PERSONALITA'
CORTO E' DIRE SI ALLA VITA
CORTO IS MEIGLI CHE LUNGO

Mi piaccio assai con questo scalpino sul crapino, mi sento libera e felice come una farfalla [ed il ciclo non centra un piffero].

Domenica mattina, super saldi al 50% di "Intimissimi", mi sono regalata una sottoveste a tenuta stagna, di quelle che si mettono sotto i tubini strizza natiche, una sottospecie di mutandone alla Bridget Jones esteso anche a pancia e cosce...

Ora, io sono una sottiletta, senza grandi forme, e l'ho fatta perché detesto il fatto che si vedano mutande e collant sotto l'attillato, ma l'ho fatto anche per poterli mettere odesti abiti che cozzano contro le disgrazie fsiche, perché mi sento di volerli indossare.

Diciamo che me la sto tirando di brutto, che il pavoneggiamento personale ha raggiunto livelli inaspettati, e probabilmente nessuno se lo auspicava, dato che porta me stessa a far notare quanto sono in canna a destra e a manca, rendendomi leggere come il piombo!

Cambiando discorso, con la precisa volontà di farvi seguitare a leggermi senza tirarmi webbiche pietre, domenica sono stata a Verona con Jn, un pomeriggio di gioioso sollazzo, poco shopping, moltissime cose bellissime viste, una cioccolata calda con panna e tante chiacchiere demenziali...

Sapete che reputo bello e comodo avere la migliore amica in casa, ma la cosa sempre più sorprendente è vedere come sia "bella" per gli altri, un concetto per me così basilare, da essere elementare.

Io sto a lei, come lei sta a me.
Al di là del fatto di avere lo stesso sangue [sebbene io sia più che convinta che sia stata adottata e sia una bimba del Burundi, e le abbia detto questa cosa innumerevoli volte nel corso della nostra infanzia...], noi ci siamo scelte, perché io conosco tantissimissime coppie di fratelli, e poche hanno l'attaccamento che abbiamo noi... 

...e dopo questo intrallazzo sul sentimentale andante, che alla maria De Filippi ci fa una pippa, volevo apere: avete sentito della polemica scatenata dal locale "Sirani" a Bagnolo Mella, provincia di Brescia?

I proprietari del locale, un posto gourmet molto chic, dove fanno colazioni lucculiane, e pizza gastonomicamente ad altissimo livello, hanno deciso che dopo le 21,00 non accettano bambini.

Urlato allo scandalo, alla vergogna, al pubblico abominio, io sono dell'opinione, sicuramente impopolare che, al di là di tutto, uno, nl suo locale, fa QUEL CACCHIO CHE VUOLE!

Cioè, io dico, se genitori maleducati non sanno tenere a freno bambini turbolenti, che si permettono di disturbare i tavoli vicini con schiamazzi e maleducazione, perchè io, che mi sto mangiando in santa pace la mia pizza [che non è neppure economicissima...], debbo essere seccata dalla loro presenza ingombrante?

Io capisco, sinceramente, le motivazioni che spingono i gestori dei locali a fare scelte estreme, molte volte discutibili, e voi cosa ne pensate?

51 commenti:

  1. Bellissimo post perchè bello proprio di contenuti belli! Si al sentirsi fighe ogni tanto, e si anche al divieto d'accesso agli infanti volendo.. nel senso, si tratta di un locale uno, mica di tutti, le famiglie possono andare altrove... Ne fanno un discorso di etica quando nel cibarsi mi pare che di etica non ce ne sia proprio, è che piace all'essere umano complicarsi la vita sopratutto se si tratta di un popolo per lo più bigotto e perbenista come quello italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento merita le quattro stelline di approvazione MICOL, perché intelligentemente moderato...

      Elimina
  2. Io e mia sorella non abbiamo mai avuto un grande rapporto da piccole. La cosa che ci teneva più a distanza era chiaramente la differenza di età (7 anni) e quando si è piccoli di certo non aiuta.
    Ma quando lei è andata via di casa per andare a convivere tutto è cambiato. Letteralmente. Ci siamo avvicinate tantissimo. Facciamo cose insieme e ci sentiamo ogni giorno.
    E' bellissimo. Ogni tanto ci stupiamo anche del fatto che sia successo davvero. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi MYP abbiamo 2 anni di differenza, troppo pochi perché ci sia mai stato davvero distacco. Si c'è stata distanza, ma la si è gestita con un reintegro delle priorità [lei per me, io per lei] veloce alquanto....

      Elimina
  3. Per me è una gioia immensa quando leggo di locali che o non accettano bambini o hanno delle aree dedicate. Perché io, se vado a mangiare, voglio stare tranquilla. Voglio poter chiacchierare serenamente senza dover alzare il tono della voce, non voglio rotture di maroni. Non è certamente solo colpa dei bambini eh, ci sono anche tavolate di adulti che andrebbero incenerite ma, generalizzando, posso dire che si mangia meglio senza minidonne e mini uomini intorno. Se maleducati. Se casinisti. Se irrequieti. E soprattutto se con due genitori incompetenti che non sanno educarli.

    Io porto i capelli corti da anni ormai (credo sei) e non tornerei mai indietro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MAREVA la nostra natura similare volta al cinico mi piace assai...

      Elimina
  4. Che ne penso? Che dopo ebrei e cani, ora anche i bambini...a me non mi vedranno manco alle 19.
    E fidati che bimbi vivaci non sono figli solo di genitori maleducati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente TANIA...
      Ma ne passa tra vivacità e maleducazione, e ti assicuro che ce ne passa tra un bambino maleducato ed uno vivace, ed il secondo non sarà origine di diatriba quanto il primo

      Elimina
  5. Perchè dopo le 21 i bambini sono ancora svegli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si ROSSOPEPERINO hanno genitori scriteriati ;-)

      Elimina
  6. Carissima, invece è bello leggere post che sprizzano allegria, autostima e positività! Sono contenta che il corto ti piaccia tanto, ho visto la foto su Instagram e posso solo concordare con te, ti sta strabene! Anche io da anni ho questa mezza idea di fare il cambio radicale, mi manca il coraggio e l'autostima per farlo.. Però mi sono "limitata" a tranciare la mia lunghisssssima chioma ad un caschetto, e già mi sento nuda. Allo stesso tempo, però, mi fa venire voglia di provare il brivido del corto!
    Sul discorso bambini nei ristoranti, la penso come te e Mareva. I bimbi mi piacciono, soprattutto quando sono in quell'età pacioccosa tra i primi mesi e i 2 anni. Più grandi li detesto profondamente, so che è una cosa bruttissima da dire ma li malsopporto davvero. E penso che per quanto impopolare sia la decisione di quel ristorante, abbia fatto bene, e se abitassi in zona, sarebbe sicuramente un incentivo ad andarci per quel che mi riguarda. E' inutile girarci intorno, i bambini che fanno baccano, corrono tra i tavoli, piangono, fanno i capricci sono "carini e teneri" solo agli occhi di chi li ha fatti, e non sempre, per gli altri sono solo una rottura di scatole in quella che magari è l'unica cena fuori che si sono potuti permettere.
    Io farei aree solo per bambini anche per quel che riguarda i viaggi, ad esempio. Ti è mai capitato di viaggiare in aereo seduta davanti ad un pargolo? Ricordo il mio primo volo, non scorderò mai quel demonio di nome Enea (che già lì, tu, madre che l'hai chiamato così, avrebbero dovuto sterilizzarti) che mi ha presa a calci per due ore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volo fino a Dubai con due ginocchiette piantate nei reni MECHANICALROSE, so bene il disagio che mi è costato...
      La penso come voi alla fin delle finite!
      Per il brivido del corto io, per esperienza, ti dico: buttati SOLO se sei carica come una NINA, ma non di aspettative, che li rischi di sbattere contro un cratere irrimarginabile: lo specchio!

      Elimina
  7. La storia dei bambini maleducati sembra essere sempre tutta italiana.
    Diciamo che abbiamo bambini vivaci, non scostumati, se la vivacità resta nella norma.
    Oddio, dai, che sarà mai un po' di colore e confusione?
    Se poi si esagera, però, allora no. Quando aprirò il mio locale, non metterò il divieto ai bambini, ma un misuratore decibel: superata una certa soglia, i bambini entrano in una stanza speciale, dove c'è il tritapargoli. E saranno serviti in salmì :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati di me MOZ, se ne incontrano parecchi di "pargoli insostenibili"...

      Elimina
    2. ...che la locandiera di Sweeny Todd ne avrebbe di pasticci da preparare, altroché!

      Elimina
  8. Sì! Corto è BELLISSIMO.
    Il locale che ha preso questa decisione avrà i suoi motivi. Magari il proprietario era stufo di sorbirsi le lamentele di clienti infastiditi dalle urla dei bambini. Sinceramente quando erano piccoli i miei nipoti mi hanno fatta vergognare più di una volta in pizzeria...I genitori spesso sono assuefatti alle urla dei propri pargoli e neanche se ne accorgono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CICCOLA ci hai ragione ci hai... Alle volte si è giocoforza obbligati a drastici [ed impopolari] rimedi...

      Elimina
  9. ciao, Pata ti leggo spesso ma non rispondo perché la maggior parte delle volte non trovo nulla da aggiungere ai tuoi scritti... Però per quanto riguarda il ristorante una frase mi è tornata alla mente e calza a pennello "la propria libertà finisce dove inizia quella degli altri"... forse non tutti devono essere felici di cenare tra urla, pianti e capricci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ANONIMO ricco di buon senso questo!

      Elimina
    2. ops... sarà stata l'emozione della prima volta e non mi sono presentata.
      sono Chiara!
      ps. è degno di nota il fatto che tu risponda a tutti, complimenti.

      Elimina
    3. No CHIARA è degno di nota il fatto che ci sia chi si prende un attimo per commentare, la risposta ve la devo come il "prego" post "grazie"!

      Elimina
  10. da queste parti ci sono invece due locali che organizzano solo per i bambini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è giusto così GIARDIGNO! Mica parlo di foibe o gaiser, ci mancherebbe...

      Elimina
  11. Corto è fantastico! Io l'ho provato qualche mese fa e giovedì ho l'appuntamento per rinnovare il taglio!!!!
    Per quanto riguarda i bambini ci saràsempre gente senza che dirà che è giusto e gente con che dirà che è sbagliato.
    Partendo dal presupposto che anche da genitori super educati escono figli urlatori e casinisti (tanto ma proprio tanto lo fa il carattere del bimbo) e che i genitori devono rispettare gli orari dei bambini (è logico che alle 23 un bambino ha sonno....nn sempre (!!) ma la maggior parte delle volteè così) secondo me dovebbero invece creare spazi dove far giocare ed intrattenere i bambini, aumenterebbero gli introiti.
    Purtroppo viviamo in uno stato democratico ed esiste l'impresa privata così ognuno può fare il cavolo che vuole quindi se il gestore vuole vietare i bimbi lo può fare, possiamo starci a discutere tutto il giorno ma è così!!
    Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo LETIZIA: è un discorso più che pieno di interpretazioni e sfumature. Ognuno, a seconda della propria esperienza e del proprio vissuto, può dire la sua. L'unica cosa che ho riscontrato io, è che tra vivacità e maleducazione ce ne passa!

      Elimina
  12. Bellissimo quello che hai scritto su tua sorella! Come hai detto tu, non è poi così facile trovare una coppia di fratelli così legata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo state graziate ELIS, ma non facciamo andare vano questo dono!

      Elimina
  13. Cara, mi hai fatto venire voglia di accorciare la chioma...
    ad ogni modo, la storia di Bagnolo Mella mi ha incuriosita (località che credevo famosa per la presenza di una barista sexy cose simili... XDDD confermi?) Ad ogni modo sono perfettamente d'accordo con te. Ultimamente mi capita sempre più spesso di trovarmi a cena con bambini molesti e rumorosi che capisco anche, porcelli, perchè alle dieci, io alla loro età dormivo già da un pezzo. Ovviamente credo che la colpa non sia loro ma dei genitori, i quali stranamente non dicono nulla e sorridono... va beh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QUEENOFCARROTS colpito e affondato, bagnolo è famosa per variegate polemiche...

      Elimina
  14. Bellissimo il tuo rapporto fraterno, lo invidio molto..hai ragione tu è + unico che raro!
    Tralasciamo sui genitori maleducati...ne conosco fin troppi x poter far polemica e non finirla +...
    kiss kiss
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo veramente un rapporto incantevole ZIA CONSU e stiamo autenticamente bene, cosa affatto scontata!

      Elimina
  15. Come dici tu ogni gestore fa come vuole. Ci sono tanti posti in giro, se hai un bimbo proprio lì devi andare? Magari vogliono offrire alla clientela un certo dipo di clima...boh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino MOKY sia esattamente questa la ragione del veto: assicurare alla clientela un ambiente piacevolmente privo di infanti

      Elimina
  16. Socia continua a tirartela che tu te lo puoi permettere! Urge sottoveste modellante anche per la sottoscritta! Anche se preferirei indossare una pancera premaman, di quelle antistupro che ti fanno sembrare un pollo spennato -_-'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia che abbiamo stabilito!? Non ci pensiamo...

      Elimina
  17. Sai che ne parla Redaz proprio qui? https://www.bloglovin.com/link/post?post=2266876383&blog=3731905&link=aHR0cDovL3d3dy50YWNjb2RpZWNpLm5ldC8yMDE0LzAxL25vLWtpZHMuaHRtbA&group=0&frame=1&frame_type=a

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bagnolo Mella sta facendo concorrenza alle grandi metropoli ERIKA...

      Elimina
  18. Io ai bambini vieterei l'entrata anche prima delle nove. Diciamo pure che vieterei l'entrata. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo grado di tolleranza LAMPUR è semplicemente delizioso!

      Elimina
  19. Credo che ognuno nel proprio locale possa decidere di fare quello che vuole...

    RispondiElimina
  20. La maleducazione e l'esagerazione di urla e strilli non la sopporto nemmeno al Mac Donalds figuriamoci in un locale un po' chic!!Mi fa specie che ci debbano essere i divieti e non prevalga il buon senso!
    Corto è sexyssimo per me...Ma non ho la testa e i capelli giusti per portarli, ma ci ho provato un sacco di volte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MANU bisogna avere il cranio giusto, nel vero senso della parola...
      Concordo sull'importanza del mai troppo applicato buon senso...

      Elimina
  21. ehehe..w i saldi!:P Si, ieri in tv non si parlava d'altro..i bambini respinti..vietati e via dicendo..mah..sinceramente mi chiedo: "Quali genitori portano a zonzo bimbi di due anni dopo le 21?" In genere dormono!:P Credo che ognuno possa fare quel che vuole e che il genitore sia libero di scegliere altri locali. Ad ogni modo, l'educazione conta.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto una chiosa sacrosanta ANASTASIA : "l'educazione conta"

      Elimina
  22. io lo dicevo spesso a mia sorella che era stata adottata, ma siccome ero (ero?) cattivissima aggiungevo anche che presto sarebbero venuti a riprendersela e mi sarei tenuta tutti i suoi giochi :)

    io i locali dove i bimbi non son accetti li trovo un po' tristi....

    RispondiElimina
  23. Io sono passata al corto due anni fa contro tutto e tutti sotto gli insulti di mezzo mondo. Mah:D
    Dev'essere davvero stupendo il rapporto che hai con tua sorella:)
    Francamente io le persone che vogliono sempre avere ragione solo perché sono genitori non le posso vedere. Concordo: ognuno fa ciò che vuole nel suo locale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e dove li mettiamo i: "tu non sei genitore, non puoi capire!" LIZ?!

      Elimina
  24. Tiratela pure che sei una gran figa.
    E hai proprio ragione, CORTO E' CORAGGIO :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proud to be short WANNABEFIGA... Dal capello all'altezza!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!