mercoledì 11 dicembre 2013

...di fardelli pesanti e cose da non chiedere...



Non so se il popolo diversamente bresciano [e bergamasco credo] ne sia a conoscenza, ma giusto per rendere partecipi tutti,  
venerdì si festeggia Santa Lucia. 

Chi sia Santa Lucia è presto detto: una Santa donna alla quale cavarono gli occhi perché si rifiutò di compiacere un potente dalle abitudini violente e peccaminose, ed è solita portare, nella notte del 13 dicembre, dolci e doni ai bambini buoni, e carbone a quelli cattivi, oltre che rendere cieco chiunque la guardi [ma questi son dettagli macabri che i genitori usano a loro uso e consumo... ]; si accompagna ad un ciuchino, al quale bisogna lasciare un adeguato rancio di latte e biscotti, e ad un suono di campanelle che disseminano gioia e panico, a seconda della coscienza dell'udente. 

Io, da un bel po', non sono più una bimbetta, eppure a casa Patalice, la SuperMamma, è investita del ruolo di Gran Visir della Santa Lucia, e potete sapere da questo post 2011 e da quest'altro del 2012 di che sapore sia il 13 dicembre dalle mie parti. 

In una parola sola: R E G A L I

Quest'anno è stato contrassegnato da una sorta di pessimismo cosmico, conseguenza naturale della serie di sfiga che mi son trovata a fronteggiare! 

Aspetto questa festa con particolare trepidazione, affidando un ultimo cenno di speranzosa aspettativa a questo 2013 rognoso. 

Diciamocelo: se le cose mi sono andate così è anche per colpa mia. 

Battezzato 2000credici, le aspettative che gli ho messo sopra sono state a dir poco allucinanti!
A tratti davvero rimbambitenti!

Cioè, poverino, era appena nato e già si portava ogni sorta di gigante fardello, appresso... 

2013 mi porterai figlio, salute, soldi, ottimismo, fortuna, casa, belle novità... 

E invece un cazzazzo!

Niente pargolo all'orizzonte, la salute non ha brillato d'abbondanza, i soldi non li ho potuti manco spendere, l'ottimismo ammazzato da un lutto nei primi giorni di gennaio, la fortuna ha lasciato posto alla sventura, la casa cos'è poi? e di novità manco l'ombra... 

Insomma, non è ancora finito e tutto può succedere, ma credo ci si debba considerare felici e contenti se non ci casca sulla crapa qualche tegola! 

E allora, in attesa di una Santa Lucia prima, e di un santo natale poi, preludio di cose buone e giuste, ho deciso, prendendo spunto da quel bel donnino di Chiara Maci, di non fare alcun proponimento per l'anno che verrà, lasciandolo libero di venire come viene, senza il fardellozzo del suo predecessore, e con carica positiva a duemila... 

E vediamo se rende... 

38 commenti:

  1. Sono d'accordo sul proposito "niente propositi", per il 2014. Che sono le aspettative che ci fregano. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e per una volta tanto NILY, mi voglio evitare un po' di dannato male dentro...

      Elimina
  2. Sì, capisco lo scazzo derivato dal cazzazzo.
    Che poi basterebbe l'ottimismo... alla fine da quello parte tutto. Ho detto niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PAOLO a me han detto che chi vive sperando...
      Comunque la pertinenza lessicale delle analogie io le amo!

      Elimina
  3. Chi diamine le ha inventate le aspettative, accidenti.

    Dana

    http://danaandtheworld.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno che mi sta in culo, DANA, ma parecchio...

      Elimina
  4. Abbiamo avuto lo stesso funesto anno carico di aspettative che tali sono rimaste, anzi sono state proprio disattese. Facciamo che per il 2014 non chiediamo un ciufolo così 'sta cosa forse ci porta un po' di culo.
    Regali anche prima di Natale? Devo trasferirmi da te!

    Un bacio Socia mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia io non chiedo più, aspetto e me la vivacchio...
      Che qui mi så tanto che non ci si cava un ragno dal buco, altroché storie...

      Elimina
  5. Il terrore in cui mi gettava il campanellino da bambina ce l'ho ancora ben stampato in testa. Io provengo da una famiglia modesta (mamma impiegata e babbo operaio) per cui negli anni dell'infanzia mi era stato insegnato che a Santa Lucia potevo chiedere solo due doni "grossi" ché "Santa Lucia è un po' povera". Crescevo già fortemente di sinistra, come vedi! Detto questo, però, anche per me è sempre stato un giorno meraviglioso e sono felice che anche oggi, nonostante i miei 30 anni e i 35 di mio fratello, la Santa continui a passare di qui, col suo scalcagnato carretto e ormai immortale ciuchino.
    Poca roba: un libro, un maglione, qualche dolcetto ma tanta gratitudine per due genitori che, nonostante tutto, continuano a trattarci da figli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai MAREVA, per necessità e vicissitudini sto rivalutando questa cosa di restare figlia, che è vero che diventare mamma era la grande richiesta 2013, ma è anche vero che avere un bel po' di dolci e regali è un sacco bello... Fin da piccola capitalista e viziata!

      Elimina
  6. in casa mia si festeggia in modo particolare Santa Lucia: non si mangiano pasta e pane perchè alla povera Lucia non solo hanno cavato gli occhi, ma glieli hanno anche gettati in una macina e da qui l'astinenza dai farinacei. Ora, io al liceo avevo chiesto conferma di questa storia alla mia prof di religione, ma lei non la conosceva, però se lo dice mamma è per forza vera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AMARYLLIS ti dirò che ho un'immagine tra a casa con Santa Lucia cieca con gli occhi in mano che sta proprio davanti ad un mulino... Mamma batte maestra di religione!

      Elimina
  7. gli unici mammiferi a bere latte da adulti (ovvero dopo i sei mesi di vita) sono gli umani. se dai latte e biscotti all'asino gli viene il cagotto. :D

    a casa mia lasciavano del fieno fuori dalla porta...... e lo mangiava sempre !!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma se io sono storica come un limone KERMIT, e ne bevo a litrate?!
      Comunque avevo un amico osteopatia che mi diceva tutte queste vacca te alimentari, è magrolino, sfigatino e deboluccio...

      Elimina
  8. Sapevo di questa usanza ma da me non si usa... alla fine tra poco è Natale e il Castello di Grayskull me lo porta Santa Claus, non la cecata di Santa Lucia (una mozzarella?) :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è una mozzarella MOZ, ma è comunque succosa e deliziosa...

      Elimina
  9. Cara Patalice, quante tradizioni si trovano nelle diverse località!!! Mi pare di ricordare che la mia mamma faceva un dolce per Santa Lucia, e si mangiava alla sera, molto presto perché lei diceva che a Santa lucia è il giorno più corto che ci sia, così appena mangiato si andava a letto presto noi bambini.
    Ciao e buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Santa Lucia porta con se una notte breve TOMASO, che i bambini la temono e lei vuole il bene loro...

      Elimina
  10. Che bella questa cosa di Santa Lucia..qui non c'è....mi sembra uan saggia decisione evitare le richieste al 2014...tanto noi già lo sappiamo che di per sè è più bello e più fico del 2014, perciò ci fidiamo di lui, che sicuramente sa il fatto suo!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio pensare nulla ELLIE, voglio concedermi il lusso di non sperare ne credere in niente...

      Elimina
  11. Ti dirò che in effetti mi sono buttata in questo 2013 senza fare buoni propositi...di cose negative ne ho affrontate comunque tante, ma tutto sommato, sono riuscita a tener fede a tutti gli impegni "non presi" con me stessa...mi sento cresciuta, e sono anche riuscita a portare a termine cose che non immaginavo. Non so spiegarti, ma senza l'assillo dei buoni propositi si campa meglio...quindi, io ti appoggio ;)

    RispondiElimina
  12. Evvabbe ma se togliamo le aspettative mi taglio le vene!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma SECONDO BINARIO se viviamo di quelle non è lo stesso?!

      Elimina
  13. A parer mio è lo "spirito giusto" per affrontare l'anno che verrà.
    Troppi proggetti e troppe aspettative finiscono col farci rimanere male, e che ci sia una Chiara Maci in ognuna di noi capisci a me!
    Un bacio pata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BETTY ce la faremo?
      Io prometto di provarci...

      Elimina
  14. No,, l'anno prossimo facciamo così, DUEMILAQUATTORDICI suona così male che non ha senso farsi aspettative di alcun tipo. E sono sicura che filerà tutto liscio! Il trucco dovrebbe essere abbassare le aspettative...
    Ma mi son sempre chiesta, se passa santa lucia, voi bimbi bresciani ricevete i doni anche a natale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora QUEENOFCARROTS i bambini bresciani non ricevono doni dal Bambinello, si fanno i regali tra loro... Almeno a casa mia funge così...

      Elimina
  15. investimenti sicuri non se ne vedono più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GIARDIGNO sono finiti i tempi d'oro di wall street

      Elimina
  16. Il mio unico proposito per il 2014 è assaggiare il bloody Mary.
    The end

    RispondiElimina
  17. I miei buoni propositi sono sempre andati a puttane anno dopo anno.
    Sicchè quest'anno mi risparmio la fatica e ce li mando sul nascere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ne faccio, o meglio MISANTROPHIA vorrei evitarmeli proprio!

      Elimina
  18. So solo che più passa il tempo più ci si sposta in difesa e si abbandona l'attacco. In difesa "de che" non è dato sapersi con certezza. Della sicurezza forse, della stabilità, della serenità. In una parola dell'immobilità apparente in attesa di quella fisiologica. Mamma mia come so' crepuscolare oggi... famme annà a lavorà che è mejo... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un tantinello troppo LAMPOUR, ma a me non spiace...

      Elimina
  19. So solo che l'ultima notte del 2013 la voglio trascorrere tuffandomi in vasche d'alcol...così il primo dell'anno sarò così rincojonita da non riuscire a fare manco la lista dei buoni propositi e delle aspettative! come va, va!

    RispondiElimina
  20. Non ti conosco. Sono capitata nel tuo blog oggi... per caso... Ho "letto" la tua tristezza ... e ho capito.
    Voglio dirti: alla "tenera età di 43 anni e 10 mesi, ho partorito un bel maschietto di 3 chili. E' arrivato all'improvviso e quando mai più pensavo che sarei diventata madre. Auguro a tutte le donne del mondo, e in particolare a te, dopo averti letto, di vivere la mia stessa esperienza: non ci pensare e soprattutto, abbi fede.... il tuo bambino sta arrivando e sarà tutta un'altra vita! ti auguro tutto un mondo di bene e di felicità.
    Barbara

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!