mercoledì 23 ottobre 2013

quesiti esistenziali per colpa dello Strizza... maledetto il gg che ti ho incontrato!

Penso di essere pronta per rimettere sul tavolo carte e fiches, e riprendere il mio posto al tavolo verde.

No, non sono intenzionata a darmi anima e corpo al gioco d'azzardo, ho perso 50 euro a Montmatre l'estate scorsa, ed ancora ci penso con bramosia. 

Il fatto è che voglio mettermi in gioco con maggior trasporto, e la metafora del poker mi è piaciuta... 

Ieri è arrivato il bollettino della tassa universitaria, che con una strizzatina d'occhio mi ha ricordato un altro dei traguardi iniziato, percorso ma non portato a termine...

Fitta al fianco destro e vaga riacutizzazione della mia dipendenza da caramelle gommose. 

Lo Strizza mi ha fatto vedere che la me stessa più bieca ed infame prova un orgasmico gusto nel boicottarsi, e, sebbene ci stia lavorando da mesi, non mi riesce di capire come mai! 

Godo di una discreta autostima, passo intere giornate nella presa di coscienza dell'amore per me stessa, e non capisco perché il mio subconscio non faccia che mettermi bastoni tra le ruote. 

"Riflettici - dice lo Strizza - perché non fai che vederti come un fallimento?! È per questo che saboti progetti, parole, opere ed omissioni, perché così facendo rendi reale il disegno per il quale tu sei nata: non riuscire!" 

Mi legittimo rovinandomi con le mie mani.

Bella testa di microcefalo abnormale sono!

Riflettici, mi vien suggerito, e allora io rifletto... 

Infanzia felice.
Molto felice. 
Genitori innamorati tra loro, ed innamorati di noi figlie. 
Certe piccole bassezze famigliari ci sono pure state, ma la famiglia del "Mulino bianco" a preso fuoco perché il cane di casa spacciava anfetamina, e la tenera figlioletta con le trecce ha ben pensato bene di fumarsele, ed il resto è cenere... letteralmente!
Quindi meglio la mia piena zeppa di difetti... 
 
Rapporti regolari, che vantano addirittura una certa fortuna con l'altra metà del cielo, si beh, non è ho mai avuti da adolescente, ero un tantinello stramboide ed eccentrica, e poi non mi accontentavo di quelli che avevano cotte per me, che non erano mai quelli per i quali avevo cotte io! 
Amiche un tantinello infingarde, ma questa è stata una costante valida a tutt'oggi, e mi sono rifatta con le donnine più strette: Jn, la SuperMamma, la Annina, Amicamicky, e pure la EducAttrice Ritrovata in fin dei conti; ma sopratutto vanto un parterre di maschioni che mi vogliono un bene dell'anima, e stì cazzi!

Economicamente non ho mai dovuto rinunciare ad una costata perché non si aveva i soldi per la carne, e siccome so non essere una cosa tanto scontata, posso serenamente dirmi decisamente fortunata!

Sono anche un bel fighino, senza falsa modestia, magrolina, con le mie nuove formine tutte quante al loro posto, un faccino piacente, e con questo tagli di capelli mi pare anche di avere meno crisi isteriche da chioma in caduta libera...

Insomma dai, che cacchio di motivazione ho per essere la peggior nemica di me stessa?!?


Ci penso ripenso tripenso e non ho risposta...
Mi metto sotto pressione da sola e passo la notte con l'occhio sinistro che perde come un lavandino dalle guarnizioni sgarrupate... 
Non trovo risposta e mi tartasso le meningi...
Che stamattina è salatato fuori dal buio il cielo più arancio e bello che si possa annoverare, io sono rimasta lì imbambolata, con R-Dog che tormentava uno spazzolino da denti, e la coperta di pile piena zeppa dei suoi peli che mi scaldava... 

E non lo so...
Manco la luce che scaglia l'oscurità in un angolo che non c'è aiuta...
Mi faccio un ciobar, che è meglio!

59 commenti:

  1. una cioccolata è sempre una buona e valida soluzione a tutto ciò. think about it baby ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VALENTINA nell'incertezza la cioccolata ha sempre la sua sfumatura di positività intrinseca!

      Elimina
  2. Madonna che fatica 'ste sedute dallo strizza socia mia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Socia PRINCESS non dirmi nulla che se ci penso...

      Elimina
  3. anch'io ho avuto le tasse dell'uni e mi è venuto un colpo e il resto e storia, simile alla tua direi...
    buona giornata cara
    p.s.sono felice di sapere che la famiglia del mulino bianco ha fatto una brutta fine, un po' di disgrazie se le meritano anche loro :P scherzo!!! la famiglia del mulino bianco non esiste, per fortuna altrimenti sarebbe un mondo di plastica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la ricordi la Barbiegirl nel Barbieworld la cui vita di plastic era fantastic AUDREYBORDERLINE?! Ecco ma bufala!!!

      Elimina
  4. mmm...

    siamo sicuri che questi "strizzatori" siano così tanto utili..?

    sfilze di teorie impeccabili, ragionamenti arguti, consigli preziosi, paroloni indecifrabili che cozzano, poi, con i dubbi e le difficoltà e le domande di sempre.

    mi viene in mente tutta quella schiera di "brain-trainer" che vanno di moda oggi tra gli sportivi e che, gratta gratta, servono a una emerita cippa.

    boh, sarò prevenuto, pazienza.

    parlando di cose (molto) meno serie, per colpa tua adesso ho voglia di cioccolata bollente, densa e cremosa, e di torta di mele.

    p.s. maliarda, maliarda, maliarda! tsk.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio essere maliarda ha il sapore del cioccolato JEANLOUPVERDIER, not bad...
      Nella psicanalisi in effetti bisogna avere fiducia e trasporto, altrimenti non vale la candela!

      Elimina
  5. Una buona cioccolata calda è un toccasana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con quella GIANNA sbagliare non si sbaglia

      Elimina
  6. Ma c'è davvero bisogno di pagare qualcuno per farsi dire una cosa così? Te la diciamo noi gratis qui, nei commenti XD
    Sei la migliore, spacca tutto!
    Un MozAbbraccio,

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MOZ in effetti a gratis mi becco complimenti, pagando invece mi becco disorientamento e dubbio... Mmmmh...

      Elimina
    2. Ahaha, ecco... fatti due calcoli :)

      Moz-

      Elimina
  7. Mi associo, a Gianna! Una cioccolata calda ti darà la tranquillità
    di sicuro, cara Patalice. Un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seguendo i consigli dei vecchi amici TOMASO non ho lesinato manco di panna montata sopra

      Elimina
  8. E cavolo.... trovami una sola persona che non è autodistruttiva, anzi... presentamela :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ed io BOH che pensavo di aver trovato la mia specialità nell'autodistruzione

      Elimina
  9. Oh my god...non sono piu' io...non mi fai gola con quel ciobar...!!Comunque la cioccolata è sempre la risposta e la soluzione giusta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MANU ci son già in giro le influenze, sarà mica quella che nn ti fa venir voglia di ciò bar?!?

      Elimina
  10. Vai di cioccolata e cerca di non pensarci per un po', tu vai bene così come sei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi piaccio anche così come sono ELENASOFIA ma poi mi viene in mente che si può anche sempre migliorare, no!?

      Elimina
  11. Ma chi lo dice che il non riuscire è un limite???
    Magai è l'inizio di qualcosa di nuovo, sbalorditivo, stupenderrimo...
    Te lo dice un'esperta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti prego LA PERFEZIONE, dimmi che ho ancora qualche speranza di dare un senso all'inesistenza di senso...

      Elimina
  12. i peggiori nemici di noi stessi siamo noi stessi.

    e dopo questa pirla di saggezza, me ne vado :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma le banalità migliori MARCO sono quelle che dicono ciò che è vero punto e basta!

      Elimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. Chi si sente "riuscito" spesso dice una bugia, ci crede al punto di mentire a se stesso. Semplicemente si è convinto di aver fatto tutte le scelte giuste.
    Ma la notte l'ora dei dubbi appartiene a tutti. *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio credere [sperare?!] che ci sia un momento ESSENZA, probabilmente nelle esistenze che hanno fatto maggiormente pace con loro stesse, in cui si decide di smettere ostinarsi in una spasmodica ricerca, e si accetti che il viaggio vale la pena, magari anche senza gli effetti speciali dei fuochi d'artificio!

      Elimina
  15. già che cacchio di motivazione hai per essere la peggior nemica di te stessa?!?
    A me garba questa pata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che ne so BETTY?! Fatto sta che so strana... Che poi magari questo è anche un po' il mio bello

      Elimina
  16. Ciao!! Ti leggo spesso ma non mi sono ancora lanciata a lasciarti un messaggio...però adesso ti chiedo una cosa talmente banale che se vuoi puoi mandarmi a quel paese...ma tu hai voglia di continuare l'università?? O ormai è diventata una di quelle cose che ti penzolano sulla testa, che credi di dover fare, che ti sei convinta di dover portare a termine ma in realtà non ne hai assolutamente voglia!!
    Ci starebbe pure eh, mica la gente è obbligata a laurearsi!!
    Ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara SILVIA, è assolutamente buona la seconda! È una cosa che devo fare, un traguardo che devo raggiungere! Ma non perché laurea=figata pazzesca, no! Banalmente perché portarla in fondo, avere quel pezzo di carta attaccato al muro, significherebbe che sono riuscita in qualcosa!

      Elimina
  17. Siamo tutte le migliori e le peggiori amiche di noi stesse!
    comunque se ti consola ci ho messo 4 anni o giù di lì prima di decidermi a SCRIVERE la benedetta tesi e concludere gli studi. Pagando ovviamente le tasse universitare tutte in una botta sola che ancora mi sento male al pensiero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..però ne è valsa la pena, avevo sempre questa spada di damocle sospesa sulla testa, una cosa non finita che non mi decidevo a finire... finchè un giorno è scattato qualcosa e mi son decisa, le parole sono fluite da sole e mi sono pure divertita.. è stata una soddisfazione. Poi non serve a una beata cippa o quasi, ma almeno la soddisfazione.

      Elimina
    2. FRIEDENLINDE posso perfettamente capire l'entità [e l'angoscia!!!] di quella famosa spada di Damocle!
      Spero davvero che la molla scatti alla veloce e mi sia di aiuto per ritrovarmi davvero soddisfatta di me

      Elimina
  18. Risposte
    1. Non c'è volta APPRENDISTA che la cioccolata non faccia miracoli!

      Elimina
  19. Sai la questione università per te e come la patente per me, ho toppato una volta a 18 anni e mi sono riscritta lo scorso anno, supero con disinvoltura la teoria e mi incasino nella pratica, so per certo che non riesco e scusa che lavoricchio in inverno ho fato solo un esame di guida dove mi hanno bocciata, logicamente. quindi prima dell'esatte ridò la teoria che supero e ora sono lì nel limbo che attendo la grazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente MICHELA trattasi delle piccole grandi sfide di ogni giorno... Quelle che ci vedono sopratutto fare i conti con noi stesse!

      Elimina
  20. Quando io mi sento giu una bella cioccolata calda .. sorseggiandola spaparanzata sul divano a guardare la tv non c'è cosa migliore ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È migliore solo se ci sparo sopra una dose extra di panna montata MARIALUISA!!!

      Elimina
  21. Se trovi una risposta, fammi sapere... che la cerco da un bel po'!! E intanto, beviamoci su ettolitri di cioccolata, che è sempre un'ottima idea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NILY siamo ancora nel limbo del "work in progress" ma abbiamo fede!

      Elimina
  22. Sai che pure io sono la miglior nemica di me stessa?! Grazie per la seduta che indirettamente mi hai fatto fare
    adesso devo capire pure io perché...
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...speriamo che chi dice che "Mal comune mezzo gaudio" DARLING abbia ragione...

      Elimina
  23. Calcola che in questo preciso momento della mia vita ho messo TUTTO in discussione... e dico TUTTO: amore, lavoro, ambizione etc.
    ora come ora mi sento davvero la nemica di mè stessa... ma come si dice in questi casi: Dagli amici mi guardi dio, che ai nemici ci penso io!
    Ora penso a me!

    ps: sto valutando anche io l'ipotesi dello strizza! argh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente nello Strizza ho trovato un validissimo aiuto.
      Ovvio è che quando qualcuno ci scava dentro si finisce per trovare meccanismi di pura crudeltà MISSSTUFFO che ci fanno pentire amaramente dei percorso intrapreso, ma questo è un altro paio di maniche!

      Elimina
  24. Ti assicuro che non sei l'unica e quando ti dicono riflettici a me viene ancora più rabbia. Ovviamente non c'è una ragione LOGICA nel farsi del male, e quando si riflette ovviamente si è nel piano logico. Come si fa a riflettere sulle cose inconsce e involontarie? io non l'ho ancora capito....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa auspicabile, dal punto di vista dello Strizza ELENUCCI, sarebbe trovare quella parentesi sospesa tra la conoscenza di se e la ricerca di ciò che è buono e giusto!

      Elimina
  25. Una faticaccia andare dallo Strizza eh? Però ho capito una cosa, andandoci..che le cose su cui ti fa riflettere, anche se lì per lì ti sembra di non riuscire a cavarci fuori niente, in realtà il tuo Inconscio le immagazzina...ci lavora su DA SOLO, e poi dopo un pò di tempo, puff...quella cosa è risolta! Davvero, non sto scherzando! Quindi tu mettila lì, questa riflessione su di te, e lasciaLO lavorare!! Buon chobar!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente è un viaggio interessantissimo ELLIE, sebbene irto di dolore e difficoltà...

      Elimina
  26. Risposte
    1. Ottimo in ogni sua sfumatura ENRICO!

      Elimina
  27. Secondo me essere nemiche di se stesse aiuta a non darsi mai per vinta, a pretendere sempre più... Anche io come te mi sento allo stesso modo, mi sento un fallimento ecco, però poi mi riprendo e mi dico che se vado fino in fondo ad una cosa, potrei persino suscitare invidia :D

    Non sapevo fossi iscritta all'università... Stima per te!

    PS= sono Elenie, ho cambiato link al blog e account... Spero continuerai a seguirmi!
    Ti abbraccio :*

    http://www.parolecheportoconme.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non dovrei LYLIA!? Tipico delle donne "in costruzione" cercare se stesse anche attraverso nuove identità!

      Elimina
  28. Cosa sono le crisi isteriche da chioma in caduta libera?
    Beh io più che pensare al passato,penserei a cos'è che mi fa tanta paura affrontare che mi spinge ad auto-sabotarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto riferimenti a cose che ora MARCELLA, sono decisamente lontane...
      Comunque andare in analisi dovrebbe aiutarmi a lavorare su me stessa!

      Elimina
  29. mmm.. la cioccolata mi piace..molto.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi non piace MAURIZIO!? Diffidare di costoro!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!