venerdì 27 settembre 2013

in ritirata...

Jn parte.
Due giorni di rehab libera da tutto [cellulari, orari, impegni...] e da tutti [me, la SuperMamma, Rocket Man, le sue amiche...].
Ha prenotato in una SPA che pare molto bella, ed il weekend se l'è bell'organizzato! 

Personalmente non so se posso pensarne solo in positivo... 

Non sono legata a doppio nastro a Brivido, certo che non essendo andata via neppure mezza giornata sola con lui, avrei approfittato dell'occasione... 

Ho deciso di non metter becco sul loro ménage, non è giusto ed ognuno crea e trova l'equilibrio perfetto. 
Certo, è strano forte dover pensare che non si aspetti un anello [che non per forza debba dilatare a significare matrimonio, ma impegno forte e fortificato si]; che gli basti una vita al limite dell'adolescenziale coppia che ha etc etc. 

Mi ero detta non avrei giudicato, ma lo sto facendo.
Sto diventando come quelle sorelle maggiori che programmano il matrimonio delle sorelline, senza accorgersi che le loro priorità sono tutt'altre. 

Priorità differenti. 

Ecco cosa divide me e Jn: un ventaglio contrastante di possibilità, sogni, desideri, ed espressione degli stessi.

Non mi ha mai fatto paura la diversità, anzi mi affascina al punto da rendermi preda di incredibile curiosità, ma nei confronti di Jn sento troppo forte una responsabilità auto imposta. 

Stringi stringi vorrei mettere anche lei nel mio quadretto perfetto, la dimensione più possibile conciliante [magari anche la più vicina alla mia...] senza pensare al fatto che lei forse ha già preso giusto spazio nella giusta misura. 

Ci penso e la vedo comunque lei, non particolarmente serena e soddisfatta, e forse nemmeno alla congeniale ricerca di esserlo; tratteggiata con un pastello fluo, fuori dallo schema tradizionale ma non dispiaciuta per questo. 

Nei gesti e nelle discussioni provo a portarla sul mio; ma se non ci volesse stare sul mio? 
Se stesse bene al di la dal confine, alla fossennata esasperazione di una non  convenzionalità a lei congeniale!? 

Io che mi accanisco per farla approdare ad un progetto [a mia immagine e somiglianza] e lei che ha già il suo posto nel mondo: una vita tranquilla, assoggettata ad un continuo volo pindarico, che non ce l'ha nemmeno in mente di venire fuori dal marasma in cui si trova. 

In poche parole, lei il suo piano lo sta forse realizzando? 
Si non è ciò che speravi ne immaginavi tu Patalice, quindi? 

Fanculo il quadretto perfetto, lasciamoci Banderas nella casetta del Mulino Bianco, che gli abbracci a me basta morderli, che ci pensi qualcun altro a prepararli per me!

32 commenti:

  1. appunto.

    il confine tra apprensiva e petulante è molto sottile.

    let it be.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I know JEANLOUPVERDIER...
      farò tesoro di codesto pensiero...

      Elimina
  2. Secondo me tu sei solo preoccupata per lei perché le vuoi bene e la vuoi proteggere, è normale. Ma non tutti abbiamo gli stessi obiettivi/sogni/aspirazioni nella vita ed è giusto che sia così. Non ci pensare troppo, un bacione :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ben so, ma solo quando la razionalità sar come prevalere sull'emotività e sul l'istinto di protezione ELENASOFIA che è un padrone che mi assoggetta senza pietà!

      Elimina
  3. io, essendo la minore di tre sorelle, capisco poco la tua posizione. per tutta l'adolescenza mi è sembrato di avere due vice madri oltre alla mamma ufficiale e solo negli ultimi anni (il prossimo marzo ne faccio 30) sono riuscite a capire che anche io sono, ormai, adulta e che come tale devo essere trattata, sono, finalmente, diventate sorelle maggiori e non supevisori!la nascita della prima nipote (figlia della sorella maggiore) ha di certo facilitato le cose, adesso TUTTA la nostra attenzione è su di lei..fortunata eh?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una premura involontaria AMARYLLIS, non è che non mi fido o che reputi a priori sbagliato il modo di fare e comportarsi di Jn, ma mi pare cosa buona e giusta preoccuparmi per lei!

      Elimina
  4. Cara Patalice, ti auguro un buon fine settimana sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Capisco. La mia mi ha spesso rimproverata dicendo che non voleva una seconda madre ma solo una sorella maggiore. Ed ha sempre avuto ragione. Ma non mi è facile essere indifferente anche perchè gli anni che ci separano sono tanti e siamo davvero molto diverse. forse il ruolo della sorella grande è anche quello di esser un po' rompi, e quello della piccola di sentirsi scocciata per questo. Boh, è tutto un gran casino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MOTO PERPETUO la differenza di età tra me è Jn non è molta, e questo di contro mi ha portata a credere che i percorsi personali potessero coincidere decisamente

      Elimina
  6. Ciao mi chiamo Tiziana trovo questo tuo blog molto interessante e originale giovane e colorato brava. Da oggi tua follower +g. Mi farebbe piacere se anche tu passassi da me per diventare mia sostenitrice e regalarmi qualche consiglio per questa mia nuova avventura nel web. Ciao http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao TIZIANA, grazie per l'affettuosa presenza... A priori tendo a non mettermi d'accordo tramite commento sulle preferenze, se dovrà accadere è perché mi dai qualcosa!

      Elimina
  7. Non farlo, non creare nella tua testa una vita per lei perché magari, a lei, il tuo quadretto proprio non piace. E non c'è nulla di male, ognuno dipinge con i propri colori.
    Dal poco che hai scritto io mi sento affine a lei, per lo meno nella questione sentimentale. Io e lui non sentiamo minimamente la necessità di un matrimonio, di una certificazione, di un nido. Andremo ad abitare insieme, quando sarà. Si sta bene anche così, da eterni fidanzati per dire. Così come è bello io faccia i miei viaggi e lui i suoi. Perché siamo due persone distinte, non solo una coppia.
    Questo per dirti che non c'è un giusto e uno sbagliato. Ciò che conta è che ognuno sia felice nella propria dimensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione MAREVA, ed io non penso ci sia sostanzialmente nulla che non vada belle scelte che lei ha fatto, del tutto similari a quelle che mi hai descritto tu... È semplicemente un po' lontano dal mondo che ho scelto per me, e così mi crea inquietudine il fatto di avere tanta difficoltà nell'inquadrarla...

      Elimina
  8. Infatti Pata... non dovresti nemmeno prenderti questi "impicci", per quanto nobili d'intenti siano^^

    Un MozAbbraccio

    Moz-

    RispondiElimina
  9. Ed invece io ti capisco e bene, sai? Io ho un fratello più piccolo e ho sempre avuto sogni grandi per lui. Lui però ha i suoi, che non sempre coincidono con i miei, anche se a loro modo sono belli...ed anche io vorrei portarlo dalla mia, è che nel farlo rischio di allontanarlo ed allora mi sforzo di guardare il mondo con i suoi occhi e di accettare che è giusto ciò che lui decide per se...e basta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che nel percorso che mi conduce a lasciare che sia lei a viversi le sue decisioni STRONZABROOKE ci sia anche la paura di perderla...

      Elimina
  10. Io e mio fratello siamo diversi.. diversi al punto che mia madre ogni volta che ci guarda discutere "eppure li ho fatti tutti e due nello stesso modo".
    I miei sogni sono i suoi incubi e viceversa. Ci vogliamo un gran bene e a volte non ci capiamo perché guardiamo il mondo con prospettive proprio diverse... eppure in fondo ognuno farebbe di tutto per far sì che l'altro realizzi i suoi sogni! Ciao Pata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È la splendida alchimia che vanta chi si vuole bene NINA, alle volte il mio caratterino emerge in modo eccessivo e quasi quasi mi trovo poco sopportabile

      Elimina
  11. come scrivi tu" Stringi stringi vorrei mettere anche lei nel mio quadretto perfetto,"
    ecco....per te perfetto, ma forse non lo è per lei!
    quando si è felici vorremmo che anche le persone che amiamo lo siano come noi, con la nostra storia, le nostre esperienze.......
    tu ami molto tua sorella, ma è cresciuta e deve farsi le sue scelte, giuste, sbagliate........la vita è sua!
    puoi sicuramente dare consigli.......ma non obbligarla a fare come te.....
    principessa tu vuoi il meglio, hai tutte le ragioni, ma quel meglio forse non è per lei!
    un bacione e buon week!♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che darti ragione al mille per mille NADIA! La voglia di proteggerla è all'ennesimq potenza ed alle volte mi fa propendere per un'assolutismo sbagliato e dittatoriale...

      Elimina
  12. Il quadretto perfetto è quello che ti crei. Secondo me quelli della Mulino Bianco celano identità pericolose. Sono tutti serial killer! Mai fidarsi della perfezione. Anche la mia Sister è diversa da me e lontana dal concetto di famiglia tradizionale. E' felice a momenti e disperata in altri. Proprio come me.
    Bacio Socia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicità e disperazione prescindono Socia PRINCESS e ci sono sebbene siano diverse le ragioni che ci spingono a provarle. Anche io nella piena razionalità non sono fan della famiglia mulino bianco, ma inconsciamente ne perseguo i dictat...

      Elimina
  13. Il desiderio di intromettersi è forte, ma purtroppo o per fortuna ognuno è fatto a modo suo e fa le sue scelte. Anch'io e mia sorella siamo due persone completamente diverse, nel fisico e nel carattere. Il giorno e la notte! E i quadretti perfetti non esistono, ce li inventiamo solo per mettere a tacere la nostra ansia di vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo Strizza critica aspramente il mio intento [fallimentare] di inquadrare l'esistenza secondo uno scandirsi di situazioni modellate e moderate!

      Elimina
  14. Credo che sia la tensione che si crea tra il "trasformarla in me" e il "lasciarla sbocciare da sé" a farti riflettere tanto. L'importante è prendere sempre la scelta giusta tra le due - e credo tu l'abbia fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si BETTY, spero tu abbia ragione... Ho cercato il modo migliore di vederla nascere sotto la stella più luminosa in effetti... E mi pare quasi di farcela, o meglio sono dell'idea di mettercela proprio tutta!

      Elimina
  15. Io non ho sorelle e mio fratello ha fatto e fa scelte di vita completamente diverse dalle mie....la cosa bella è scoprire che ognuno ha il suo modo di costruirsi la sua vita perfetta, poi se ci riusciamo è un altro discorso, ma ne vale la pena! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chi l'ha detto che la "vita perfetta" ELLIE, sia quella che merita d'essere vissuta?!

      Elimina
  16. È normale, quando si vuole bene a qualcuno, preoccuparsi. L'importante è capire quale è il limite che ci è concesso chè a nessuno piace sentirsi dire come vivere la propria vita ;)
    Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai assolutamente ragione LILA, che siamo già abbastanza surclassati dalle vicendevoli idee sul
      Modo giusto in cui agire...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!