giovedì 11 luglio 2013

Versaci dentro qualcosa che sappia di buono

Ho scritto tanto [troppo?!] sul fatto di evolversi e realizzarsi, ed, anche se si confarebbe meglio alla mia immagine di blogger premurosa, non tutti i commenti sono iper mega scintillanti. 
Ma alcuni si. 
E non perché dicano cose brillantissime per volontà, ma perché sono brillanti loro! 
Magari inconsapevolmente, ma così è!

Cito PERSONNE che mi scrisse, in relazione a cosa poteva voler dire realizzarsi, dicendo che un super attico di una splendida conoscente cinquantenne single con una carriera altisonante le era parso VUOTO in modo terrificante. 

Ci ho pensato ed ho realizzato che a me la parola VUOTO piace. 

Nell'accezione più banalissima del termine "vuoto" può non rimandare a prati verdi dove le capretto fanno ciao, ma se mi dici vuoto io ti dico RIEMPIRE.

Ed ecco che VUOTO non è più così brutto. 
Perché se hai in mano una scatola e quella non ha dentro nulla, puoi ben decidere di riempirla come caspiterina ti pare. 
E tanto brutto non mi pare esserlo! 

Le persone con un vuoto dentro, cercano in ogni modo di portare dentro di se cos'è belle, e ci lavoreranno su fin quando quel VUOTO non si sarà riempito di meraviglia, siano fiori profumatissimi un sentimento puro o un guardaroba nuovo di trinca. 

E qui siamo già al grosso della filosofia spiccia e menatosa a tratti, ma prendete un bicchiere o un piatto al ristorante.
Voi vi sedete e vi versano un Cà Del Bosco accompagnando un Tiger Roll freschissimo, vedete mai che il VUOTO è valso la pena?!

È come quella pagina bianca da riempire perché VUOTA, non è detto che ne uscirà una Foscolata pazzesca, ma magari riempirla di fatti vostri, del testo di una canzone, di un disegno appena abbozzato, della lista della spesa, male non è, no!?

In sostanza...
Bello VUOTO. 
A me piace.

52 commenti:

  1. si, é bello se hai l'entusiasmo (come mi sembra lo abbia te) per riempirlo e se sai di cosa riempirlo!alcuni, pur di non vedere il vuoto, ci mettono dentro cose a caso e allora quel riempire é anche peggio del vuoto.
    Ma dici che essere così filosofe di prima mattina ci fa bene?!:-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo se accompagniamo queste filosofate da un bel croissant fragrante AMARYLLIS

      Elimina
  2. Il vuoti è l'inizio di ogni cosa! Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed ogni cosa ALE B, che sia buona o meno, parte sempre dall'inizio...

      Elimina
  3. concordo.

    il VUOTO è il miglior archetipo possibile.

    soprattutto perchè (ci) "obbliga" ad essere molto più empiristi che razionalisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa JEANLOUPVERDIER che io ci vedo anche un fortissimo coinvolgimento razionale nella gestione del vuoto, un utilizzo concreto del proprio io per risollevarsi da quello stesso empirismo, che è causa di vuoto a sua volta.

      Elimina
  4. Anche a me piace vuoto...perché c'è spazio e lo spazio lo posso riempire come meglio preferisco e magari lasciare sempre un po' vuoto perché non si sa mai!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e chi ce lo dice a noi MANU che non arriverà qualcosa di meglio del bello!?

      Elimina
  5. Bella questa riflessione sul vuoto....la mia psico mi ha detto tante di quelle volte che nella mia vita non c'è spazio vuoto, che è tutto troppo pieno di cose, di persone, tutto bellissimo, ma se non c'è vuoto non c'è SPAZIO e un bambino ha bisogno di spazio in cui nascere e crescere....ci ho riflettuto tante volte, ma io questo vuoto non riesco proprio a crearlo...non appena si crea uno spazietto mi affretto a riempirlo con nuove cose da fare, da conoscere, nuove persone da incontrare, nuovi interessi....sarà perchè sono Sagittario...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono toro, non riesco a rimanere incinta e lo Strizza ha detto cose simili a me pure ELLIE.... A questo punto mi chiedo se sia un caso...

      Elimina
    2. Ma non è che questi Strizza non sanno che pesci prendere con noi e ci dicono ala stessa cosa a tutte???????Aaaargh!!!!!

      Elimina
    3. ...dubbio più che legittimo...

      Elimina
  6. Per me sarebbe il mezzo pieno e il mezzo vuoto la regola giusta da seguire, dove il vuoto può riempirsi e il pieno può svuotarsi, ciclicamente...
    ...difficile da attuarsi.
    Ma non impossibile.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna far luce sui pensieri che sembrano assurdi o, peggio ancora, impossibili MARA, perché non si sa mai...

      Elimina
    2. Il vuoto che può riempirsi e il pieno che può svuotarsi mi pare lo scambio perfetto nel divenire della vita ;)

      Elimina
    3. In effetti sulla carta è il contratto migliore da stipularsi GIZETA!

      Elimina
  7. Non mi hai convinto. Ché se mi parli della voglia di riempire un vuoto dentro, vuol dire che poi tanto vuoto non era... vuoto per me non è mancanza di qualcosa, ma mancanza di stimoli. Quindi per me è brutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustificabile e condivisibile punto di vista VALERIE, se però ti mi metti subito in relazione la parola vuoto come una mancanza senza prendere in considerazione il suo essere una possibilità...

      Elimina
  8. non avevo mai visto le cose sotto questo punta di vista della parola vuoto. mi è piaciuto, molto. mi hai dato serenità e stimoli.
    grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un complimento bello ed una responsabilità grossa MONICA, perché ora non potrò darti meno che quello...

      Elimina
  9. Pure a me il vuoto piace. Perché mi piace far progetti e avere carta bianca. Però ecco, per esempio, il mio utero lo vorrei pieno, vaccaboia!
    Lo so, lo so Socia... sempre lì vado a finire. Perdonami :)

    Bacio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecche non lo so Socia PRINCESS?! Però tu vedi di far si che la testa sia vuota prima di riempirlo, perché lo riempiamo stay tuned, sto utero!

      Elimina
  10. c'è vuoto e vuoto..... una cosa è certa, prima o poi riempiremo tutti una bara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'angolo del l'allegra c'è stato offerto da: KERMIT!

      Elimina
  11. Il vuoto è una bella sensazione, se c'è comunque chi ti sorregge ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che condividere il vuoto sia una magnifica cosa MOZ nulla da eccepire

      Elimina
  12. Concetto interessante quello del vuoto; mumble, però ci devo pensare:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavi un attimino LIZ senza focalizzarti per forza sulla negatività da sempre nota del termine

      Elimina
  13. Quel tipo di vuoto, come una stanza da riempire, una pagina da scrivere è bello, serve, è utile.

    Quando ti si apre il vuoto sotto i piedi...è bello uguale perché ti fa trovare la forza per riemergere, ti fa scoprire appigli che non avresti mai pensato di trovare

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dove ti sentivi fragile BAOL, rischi improvvisamente di trovarti forte!

      Elimina
  14. E' la "tradizione culturale" che ci impone di conferire alla parola "vuoto" un accezione quasi negativa....Le tradizioni sono fatte per essere sovvertite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sebbene io abbia note molto più tradizionaliste di quello che si potrebbe dire e pensare NINA, concordo in pieno!

      Elimina
  15. WOW, onoratissima della citazione!! :-D
    Messa così condivido e sottoscrivo, il vuoto è punto di partenza, apertura a infinite possibilità di riempimento. Però io, che ho la smania insana del 'tutto e subito', probabilmente arrivata a mezz'età col vuoto non guarderei tanto al lato creativo del riempimento, quanto a quello desolante del nulla. Sicuramente è questione di prospettive e di voglia di fare e riempire. E di muovere il culo, a 20, 30 50 e anche 80 anni, che non è mia troppo tardi. Bella riflessione! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Similarmente bella la tua PERSONNE, che spiccia inviti te stessa e anche chi legge, a non sedersi sugli allori....oh mi riempi di spunti pupa!

      Elimina
    2. Hahahaha, reciprocamente!! Che bel tandem :-)

      Elimina
  16. Vuoto...mi da l'idea di qualcosa che manca...in attesa di...La stanza vuota, un posto vuoto...un cervello vuoto...un utero vuoto...Oggi mi sa che non è giornata...Scusa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la terza ad aver parlato di "utero vuoto" GIN, e non ho contato il mio cervello perennemente operativo, e nemmeno ho letto tutti i post, però questo ci dice che, tanto il nostro utero è vuoto, quanto la nostra testolina piena, troppo piena perché si possa insidiare l'idea giusta...

      Elimina
  17. Il vuoto è bello perché racchiude in sé tutte le infinite possibilità. Siamo noi a scegliere in che modo riempirlo. Come ci pare.
    Partendo da zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sulla tua medesima linea Compare OLIVIA, e non potrei essere più d'accordo!

      Elimina
  18. A me non piace la parola vuoto. Non mi piacciono le case vuote non mi sembrano possibilità ma tristezze, abbandoni.
    Però è bello vedere il lato positivo.... il vuoto è uno spazio aperto a ogni new entry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove le metri le cose belle e nuove se sei troppo ingombra ROSENUOVOMONDO ?!

      Elimina
  19. Il bello del vuoto è che lo puoi riempire con tutto quello che ti piace e ti fa stare bene...meglio di così ;)

    RispondiElimina
  20. in toscana diciamo VOTO con l'apertura della O. Da noi significa due cose la prima il significato vero del termine vuoto..e la seconda è quasi diventato modo di dire. Noi le chiamiamo votezze..quando una donna è vota è vota...è la svampita di turno, la shampista della situazione. Noi donne siamo in tanti momenti siamo vote quando parliamo di shopping e dell'oggetto cool del momento...:)). puoi dare mille significati ad una parola...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo MARZIA2RUOTE, e la femmina che è in me batte le mani deliziata, ma penso che nelle duplicità non sia mai mala cosa cercare i fatti buoni e belli della vita!

      Elimina
  21. Certo, però vuoto all'INIZIO, poi bisogna riempire sempre, è ovvio: le cose brutte servono, altrimenti non esisterebbe la felicità quando ci accadono cose belle :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considero ciò che hai detto molto saggio ANTO. Vivere un mondo di cose belle, di situazioni idilliache di meravigliose scoperte, di assenza totale di lacrime ed imprevisti, è una condizione che finisce per stroncarti e stancarti...

      Elimina
  22. A me ogni tanto piacerebbe avere la mente VUOTA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle volte pesa più quella da sola di tutto il resto del corpo ADE in effetti!

      Elimina
  23. Diciamo che dipende dal vuoto??
    Mi sa che il vuoto del commento che hai ricevuto era un vuoto triste, un VUOTO PIENO DI SOLITUDINE!
    Non il vuoto di qualcosa che può ancora riempirsi di tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro NINA che l'ho percepito esattamente in quel modo, ma mi sono [molto] divertita a riabilitarlo

      Elimina
  24. Mi piace questa riflessione sul VUOTO. Ecco, io vorrei più vuoto nella mia vita.. e soprattutto nella mia testa dove si affollano fin troppi pensieri.. mai un momento di VUOTO totale.

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!