venerdì 26 luglio 2013

Le senti le vene piene di ciò che sei... E ti attacchi alla vita chehai!

Ho voglia di un anno, un mese, un giorno, un'ora di domande assolutissimamente cazzone e cazzute.

Di quei quesiti esistenziali che non inerpicano su alcun grattacielo, e che a smaltirle basta una sorsata di estathe ghiacciato giù per il gargarozzo! 

Domande sul genere di: "sai qual'è il sogno proibito di ogni donna?" 
[mangiare senza ingrassare] 

C'è che ci ho voglia di leggerezza. 

Spensieratezza facile, da stupidaggine ben architettata. 

Che la canzone che più mi smuove dentro è "Leggero" di Luciano, e penso sia perché ho un bagaglio pesante.

Che me la ricordo perché rimanda ad una notte calda di agosto. 
La patente presa da poco, 19 anni, i genitori in vacanza con la Jn perché la SuperMamma si era mostrata vulnerabile alla precarietà della vita, ed io avevo voluto affrancarmi, nell'unico gesto ribelle di un'esistenza dedita. 
Fu un estate di afa.  
Climatica e non.

Il primo moroso, fighissimo e più grande,  che però il weekend mettevo un stand bye, perché c'erano le mie amiche del cuore... 

Loro: EducAttrice Ritrovata e TetteTabacchi. 
La mia linfa, il mio girlpower, l'armata contro il mondo.

Quella sera mangiammo cotolette di pollo da me, ci mettemmo in tiro, fresche come rose da cogliere, come quella maturità tanto agognata e andammo sul lago, ad una festa di mezza estate su una spiaggia. 

Un bacardi breezer, massimo esponenziale alcolico,  un paio di abbordaggi inutili, e via sulla "Cali", la Opel nera che mi scorrazzava. 

Sulla strada di casa una piada di sfuggita in un posto che non c'è più, ed in auto la voce del Liga, più e più volte, sempre sulle stesse parole, sempre nella stessa incessante melodia: e ti vedi con una [due] che fa [nno] il tuo stesso giro, e ti senti in diritto di sentirti leggeroooo [aaaaaa]... 

Mai più. 

Non sono mai più stata così. 

Intendiamoci: non sono quella del "vorrei tornare indietro", perché ora ho cose diverse che mi appagano a pieno.
Ci sono rapporti più belli, giorni migliori, look meno improbabili, cd con tracce differenti. 

Ma così leggera non sono stata più. 

Lo penso oggi che devo cambiare la cura, perché quella che stavo facendo mi stava uccidendo e quindi mi imbottiscono di antibiotico e cortisone, e le mestruazioni hanno marcato visita, e mi sento come una che spreca, tempo energie ottimismo...

...Leggero, nel vestito migliore, senza andata né ritorno senza destinazione.
Leggero, nel vestito migliore, sulla testa un po' di sole ed in bocca una canzone.


56 commenti:

  1. Sai una cosa?
    Io mi sto godendo questa estate con la stessa leggerezza di un tempo.
    Per metà mi sento come ai tempi delle scuole medie, per l'altra metà come ai tempi del liceo.
    Che manco avevo ancora la patente (che comunque non uso...)

    Sì, il cervello è quello di oggi, la panza pure (e mangiare senza ingrassare è il sogno di tutti!), ma ti garantisco che la leggerezza la possiamo ancora trovare, magari apprezzando le piccole cose che oggi non ci fanno più tanto effetto!

    Un abbraccio, leggero :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MOZ sento nelle tue parole ritmi che appagano trasformandosi in mutevolezze da scoprire, è vero che stai vivendo leggero, ma che vita oh!

      Elimina
  2. Certe leggerezze hanno un luogo e un tempo preciso. Anche per me ci sono delle canzoni che rievocano certe esperienze passate e quando le ascolto mi ci riportano direttamente, a quelle sensazioni. Ma in fondo è giusto così, è bello vivere esperienze sempre diverse e lasciare ad una canzone il potere di rievocarne altre passate. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai ragione PRINCI, forse e solo il potere della musica a fare capolino nel cervello rendendolo atto ed adatto

      Elimina
  3. bella la tua voglia di leggerezza che condivido a pieno, ma quanto é bello poter ricordare quei momenti?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci pregiamo anche solo del fatto d'averli vissuti AMARILLYS, e le cose sorridono. O intristiscono perché non le abbiamo più.

      Elimina
  4. Tu non lo sei stata mai più...io mai e poi mai...quella leggerezza non l'ho mai provata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dilemma del cieco MOKY: non aver mai avuto la vista o averla persa. Quale delle due e la cosa peggiore?

      Elimina
  5. anch'io ho bisogno di leggerezza... come te quella leggerezza dei 19 anni non l'ho più ritrovata...la vorrei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarai anche ESSEREINCOMPRESA, ma a te t'ho capita!

      Elimina
  6. ... ma l'animale che mi porto dentro non mi fa vivere felice mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così canta qualcuno che ha altri orizzonti, ma similare negli intenti JEAN

      Elimina
  7. Non è mai troppo tardi per sentirsi leggeri. Cambia solo il modo che è per forza di cose diverso, perchè siamo noi ad esser diverse.
    P.s. Adoro questa canzone! Smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è indelebile MOTOPERPETUO, un tatuaggio che non ho nemmeno bisogno di fare

      Elimina
  8. E' una leggerezza diversa, ma ogni tanto capita di riprovarla!!Ehmmm a me se penso a quegli anni mi viene in mente "Non si puo' restare soli, certe notti qui, chi si accontenta gode così così,Certe notti o sei sveglio, o non sarai sveglio mai, ci vediamo da Mario prima o poi."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro pugno nello stomaco quello MANI

      Elimina
  9. Ora ci sono altre leggerezze, altri attimi, altri "ne vale la pena". Sono questi il nostro motore. Però, lo so, certe sensazioni di libertà e perfezione solo a vent'anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià MAREVA, ed ammetto che un po' mi sento vetusta mentre li riportò alla memoria in questa salsa agrodolce

      Elimina
  10. "C'è che ci ho voglia di leggerezza.
    Spensieratezza facile, da stupidaggine ben architettata."

    Ti quoto in pieno e non aggiungo altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è allora MISSTUFFO, che ce la auguro!

      Elimina
  11. Risposte
    1. Ed ora pesantissima GIARDIGNO, quasi granitica!

      Elimina
  12. Credo di aver perso la leggerezza da quando mi sono messa in testa di avere un figlio. Brutta cosa questa e forse influisce pure... Quindi ora mi sono messa in testa di riconquistarla NONOSTANTE la ricerca di un figlio. Spero proprio di riuscirci perché pure io ho tanta, tanta voglia di pensieri superficiali.

    Bacio Socia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Socia PRINCESS, non "nonostante" ma "sebbene"...

      Elimina
  13. Per me quella leggerezza che dici tu stava nei falò sulla spiaggia, nelle estati infinite, nei cornetti con la nutella alle 3 di notte e in un'altra canzone di Liga, "piccola stella senza cielo". Però anche io da quando ho iniziato la Ricerca ho perso un bel pò della mia leggerezza. Le risate sono meno di cuore, la gioia è gioiosa ma ha sempre un fondo, come il caffè turco . Che se lo agiti un pò sparge quella polverina nera e cattiva e improvvisamente diventa tutto amaro. Ecco, è un pò così. Forse possiamo cercare di trovare una nuova leggerezza, che però non sarà mai QUELLA lì che dici tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perderci ELLIE.
      Dovremmo perderci per ritrovarci.
      Che se sotto il cielo c'è qualcosa di speciale passerà di qui prima o poi, o no?!

      Elimina
  14. All'inizio della stagione io penso sempre: non mi divertirò più come l'estate precedente e invece va a finire che poi ogni anno mi diverto allo stesso modo!^^
    Secondo me è più una questione mentale che altro, se non ci pensi troppo su, ti ritrovi a fare stupidaggini con le tue amiche come prima senza neppure accorgertene!
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A sei adorabilmente bella e spensierata... Non buttare queste tue qualità impressionanti, mi raccomamdo!

      Elimina
  15. La canzone e' stramaledettamente azzeccata e io vorrei provare quella leggerezza dei tuoi 19 anni,mi ci sto mettendo d'impegno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io quella determinazione in te BETTY l'ho letta. Ed io ho un difetto... Non mi sbaglio!

      Elimina
  16. La canzone e' stramaledettamente azzeccata e io vorrei provare quella leggerezza dei tuoi 19 anni,mi ci sto mettendo d'impegno!

    RispondiElimina
  17. La leggerezza intesa come spensieratezza assoluta ha un'età, credo. Io ripenso a quando il mio pensiero del mattino era scegliere cosa indossare per uscire, oggi mi capita più di rado ma mi sforzo di essere spensierata, almeno qualche volta. La leggerezza a tempo me la impongo come una terapia. "Oggi mi voto al cazzeggio per un'ora". Funziona, sai :-D? Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe anche essere un palliativo interessante ROSMJ...

      Elimina
  18. Che grande canzone...io quella leggerezza non so se l'ho mai conosciuta davvero, forse sì...ma un po' si può ritrovarla, forse:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente LIZ ci sono circostanze in cui ci si ritrova a riviverla, ma così non lo so...

      Elimina
  19. mah mah... non sono d'accordo sul fatto che leggerezza sia sinonimo di superficialità. Anzi. Vivere con leggerezza è lo sforzo più grosso che ci sia, perché si è consapevoli delle profondità e delle pesantezze che ci sono intorno. Ciononostante, si sorride. Leggeri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potrei essere più d'accordo... Io non ho mai pensato che leggero fosse il contrario di pesante. Frivolo piuttosto lo è VALERIA, no!?

      Elimina
  20. Ciao Patalice! mi piace qui, molto divertente il tuo blog. Passerò a leggerti di tanto in tanto. Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io ti avrò volentieri tra le mie ospiti PAT

      Elimina
  21. C'è bisogno di leggerezza..e leggerezza non vuol dire superficialità ! Leggerezza vuol dire non lasciarsi condizionare da pensieri negativi, da ciò che ci succede attorno..vuol dire prendere la vita con più filosofia, senza dannarsi ed arrovellarsi ( quasi sempre inutilmente ). Leggerezza vuol dire accettare il corso delle cose, quelle cose che vanno come devono, e che non possiamo in alcun modo condizionare o controllare.
    La leggerezza è una sensazione che amo. Sto imparando a vivere con leggerezza, con quella leggerezza che mi ricorda che ho infiniti motivi per essere felice. Che non sarà ciò che non ho a condizionarmi la vita..la leggerezza mi ricorda che gli attimi non vanno sprecati, perché non tornano più, e non abbiamo nemmeno diritto di replica. La vita è un ciak, buona la prima ;)E se ti sto scrivendo queste cose oggi, dopo quello che è capitato ieri, credimi, vuol dire che ci credo davvero e che ne sono convinta. E' tutta questione di prospettiva, orizzonte e messa a fuoco :)
    p.s. "Leggero" è una delle mie canzoni preferite..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei una donna infinitamente palluta M4RY, ed io ti stimo veramente tanto...

      Elimina
  22. Cara Patalice, rieccomi dopo la mia lunga vacanza, che mi a dato tante soddisfazioni.
    Specialmente la presentazione del mio libro alla biblioteca degli alpini del mio paese.
    Solo per fartelo sapere da me c'è il PDF del mio libro e tutti che lo desiderano lo possono scaricare
    e leggere il racconto,! La mia vita!
    Ciao e buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono lieta di sentirti animato da un valore così avvolgente TOMASO, e non metto in dubbio la qualità del tuo lavoro, che mi vedrà impegnata in una gioiosa lettura!

      Elimina
  23. vivere con leggerezza è una conquista. non vuol dire essere sceme ma saper apprezzare il lato ironico della vita, sorridere tanto e probabilmente attirare molto di più anche lo cose positive. io ancora non ho imparato... work in progress!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima AUDREY: work in progress!
      Chi ha stabilito sia già stato tutto fatto deciso!?

      Elimina
  24. Che spettacolo di canzone... E che meraviglia di post! Credo che questa sia una delle canzoni più potenti mai sentite, di quelle che scatenano quel fiume in piena che tu hai liberato - nel bene e nel male- scrivendo queste parole.
    Buon'estate "leggera" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che possa diventarla SERENA...
      Che per il momento "leggera" quest'estate non lo è poi tantissimo... Ma non disperiamo!

      Elimina
  25. Quanti ricordi mi hai fatto tornare in mente. I Bacardi di nascosto, le scorrazzate in bici (perchè ero ancora troppo piccola per la macchina), il primo bacio ad un ragazzo più grande che speravo diventasse il mio grande amore, ed invece era solo un'avventura.
    Ma soprattutto, Liga e le sue canzoni in ogni momento, circostanza.
    Che meraviglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra sapere sempre qual'e la cosa migliore da dire per azzeccarmi la fase MISANTROPHIA... Un guru praticamente!

      Elimina
  26. Ho anch'io nostalgia di certe sere spensierate e in modo speciale delle mie amiche, dell'impegno che ci mettevamo ad apparire carine. Gli anni che sono trascorsi, mi hanno regalato un'altra serenità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle volte "quell'altra serenità" SARA me la ricordo bene, la vivo con trasporto... Ma poi ci sono altri frangenti

      Elimina
  27. La leggerezza a volte serve anche per non prendere troppo sul serio le difficoltà come se fossero insuperabili!
    Ogni tanto quindi ....un estathe ghiacciato con un pò di buona musica e la mente vuota me lo bevo anche io !
    Un bacione
    Dany

    RispondiElimina
  28. La leggerezza a volte serve anche per non prendere troppo sul serio le difficoltà come se fossero insuperabili!
    Ogni tanto quindi ....un estathe ghiacciato con un pò di buona musica e la mente vuota me lo bevo anche io !
    Un bacione
    Dany

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DANI NEPITELLA, arriva il momento giusto per tutto, anche per godersi banalmente la leggerezza!

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!