giovedì 30 maggio 2013

4850?

Le cose che abbiamo in comune sono 4.850
abbiamo due braccia, due mani ,due gambe, due piedi
due orecchie ed un solo cervello

Noi no.
4850 no.

Noi in comune abbiamo due occhi, ma i tuoi sono verdi, i miei a panda perché dormo poco. 
Abbiamo la lingua luuuuunghissima e la parlantina che, se ci mettiamo di buzzo buono, gliela rivoltiamo anche a Cracco la frittata.

Lo sport ce l'abbiamo in comune.
Però a te piace che sia di squadra, e che preveda una palla, mentre io mi isolo nella sfida con me stessa e non ne vengo a capo, se non dopo ore ed ore spese a misurarmi con me stessa.

Io sono iperattiva, con la mente sempre all'erta, mi piace organizzare cose, e mi piace che quelle cose vadano come dico io, c'est a dir benisssssimo; tu sei pigro, ti piace la vita comodosa, se non fosse per me i nostri sabato si consumerebbero tutti tra divano e centro.

Ci piace camminare, tutti e due adoriamo perderci nel noto ma non saputo, e non sempre ci servono parole per riempire i nostri silenzi, perché a noi piacciono anche quelli.

Io accumulo roba, fatico a staccarmi dalle mie cose, siano essi abiti o scarpe, o riviste, o anche banalissimi scontrini, tu mi sgridi, mi dici che la casa sarebbe decisamente più sgombra se io mi mettessi una mano sul cuore e facessi fuori un po' di cianfrusaglie; tu che hai 4 maglioni, 4 camice e 4 paia di pantaloni... e stai sempre benissimo e sai sempre cosa metterti.

Io sono ossessionata dalla tivù, e tu ti ci sei adattato, anzi possiamo pure dire che ti ho un po' contagiato, ed ora "Grey's anatomy", "Revenge" ed "How I meets your mother" sono il tuo pane... e non disdegni manco Gordon Ramsey!

Ti fai un culo così per il tuo lavoro, che ami, che ti riempie, che ti soddisfa, ed io lo so che se anche ti fa venire il fegato triplo, e la faccia stanca stanca stanchisssssima, sei felice coraggioso e determinato, e ci riuscirai ad emergere; io sul lavoro sono coccolata dall'idea che non sarà per sempre, e la somma delle precarietà mi fa sentire bene, forse non indispensabile, ma bene, e non lo so se ci voglio stare o se no, ma per il momento non ci si scappa, e quindi... mi lamento! Aspettando il momento in cui potrò fare la casalinga godendomi i tuoi faticati guadagni.

Tu sei socievolissimo, predisposto al contatto umano, risulti immediatamente simpatico, ed emani empatia come la rosa il suo profumo; io sono "selvatica" diffidente, faccio un passo avanti e se mi schiaccio il piede 30 indietro, con te ho imparato un po' l'arte del sorriso, ma ancora mi riesce difficile parlare con chiunque ed adattarmi a chicchessia.
Questa cosa a me fa incazzare, a te ridere, e di gusto.

A nessuno dei due servono grandi cose per divertirci, dateci una colazione, un aperitivo, una cena, e noi piantiamo le tende e ci sollazziamo alla grandissima.
La tavola un po' io l'avevo scordata, me l'hai ricordata tu...
Che mi piace mangiare, e che amo fare da mangiare.

Spessissimo mi dici che tu vuoi vedermi felice, e me lo chiedi se lo sono, dici che lavori esattamente per questo, per vedermi felice.

Ed io mi lamento e scazzo e brontolo, ma lo so che è la verità tutta la verità nient'altro che la verità, e dico lo giuro!

Io ti amo, voglio invecchiare con te e vedere il meglio che deve ancora venire accanto a te...

Io non pensavo la vita a due potesse bastarmi... invece è così!

E non vado all'accontentarmi, ma alla scelta.
E me ne rendo conto.
Ed è bello, bellissimo...

Però sono nata singola, un individuo senza nulla e nessuno appiccicato addosoo, e questa mia singolarità io l'ho tenuta, e trattenuta, vezzeggiata e curata, tanto, tantissimo.
Prima che arrivassi tu.
Tu che hai scardinato i modi di pensare, di vivere, di agire, di progettare.

Tu che lunedì sera, in mezzo alle nostre serie tv preferite mi hai detto che hai bisogno di un anno perché tutto sia apposto, hai bisogno di un anno per ritrovare quella sicurezza economica che può farci fare passi più ingenti, mi ha chiesto di fermare le rotative dei progetti...
Niente casa nuova, niente accertamenti per avere un figlio a tutti i costi...
Ho preso la cosa senza arrabbiarmi, banalmente l'ho appresa.
Ho pensato alla ricetta per l'alpinoistografiacomecavolotichiami, che giace nella borsa insieme alla richiesta per le analisi della prolattina ed estrogeni vari, ho pensato a quella casa "perfetta" per noi, ho pensato a questo stop... a questo anno sabbatico in cui starò a crogiolarmi sul tempo che trascorre con me inerme...
Ho pensato che forse i bambini arrivano dove sono fottutissimamente desiderati voluti pretesi... 
Che io non so se non posso averne, ma so che mi sento che è così, e per quanto mi sforzerò non arriverò all'obbiettivo "naturalmente"...
Ed ho il groppo in gola un pochino, perché per te, mi sono messa da parte, ho messo da parte quello che davvero davvero vorrei, e lo faccio con la speranza di deludere le mie più nere certezze su me stessa...

Oggi sa di agrodolce, o di dolceamaro... 
Come vi piace, ma la nota dolce c'è...
E sono io.
Io che ci credo, io che, come mi ha detto Jn ieri sera, mi devo prendere questo tempo per me lavorandoci sodo ma davvero sul mio sogno, che chi cazzo l'ha detto che c'ho ragione io!?

60 commenti:

  1. Questo "sfogo" non ha bisogno di commenti, non smettere di credere nel tuo bellissimo sogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci rinunciò 4CINGONTHECAKE, perché anche solo arrivare a farlo mi è costato dannatamente

      Elimina
  2. Esatto, infatti, chi cazzo l'ha detto?!
    Probabilmente sarebbe l'unica volta in cui sarai felicissima di avere torto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei veramente orgogliosamente in torto MICOL...

      Elimina
  3. Socia mia adorata, tutte noi ricercatrici ci facciamo sempre le stesse domande e condividiamo sempre le stesse paure. Questo post è davvero agrodolce e bellissimo. Prendi questo tempo per voi due se questo è quel che vuoi anche se... potresti pure continuare ad indagare senza provare no? Insomma metti che scopri la causa prima del dovuto quando sarà di nuovo il momento zacchete! Una botta e vai sul sicuro! :D

    Scusa per il finale poco sensibbbbile ma c'era da sdrammatizzare :D

    Ti abbraccio sorella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre è comunque da sdrammatizzare Socia PRINCESS...
      Si potrei, ma se mi dicessero che "qualcosa non va" dovrei davvero ridurmi all'attesa stremante del sapere come posso "aggiustare"... Bah Socia Ricercatrice, penso che mi adagerò sugli allori, dimenticherò app dell'iPhone e stick miracolosi e farò in modo che passi l'anno, sperando di sorprendermi... Riabbraccio te forte

      Elimina
  4. Agrodolce o dolceamaro, sa comunque di dolce, di bello, di calore e di affetto...un anno passa in un soffio, che nemmeno te ne rendi conto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai com'è il tempo PERSONNE: alle volte infingardo ci mette a fare i conti con noi stessi, con le debolezze & company e non passa più... Altre volte, manco ce ne si accorge!

      Elimina
  5. E non lo so io cosa scrivere qui, dopo che ti ho letto.
    Perchè io in quell'agrodolce mi prendo la parte più amara.
    Perchè in alcune parole ci rivedo altre cose, mie.
    E mi rimane quell'amaro in bocca.
    Sta lì fino a quando leggo "ma la nota dolce c'è...E sono io." e allora mi spunta un sorriso.

    Che questo non è mica un commento, a ben vedere, però lo sai che io sono sopra le righe e pure dentro le righe e me ne sbatto dei clichè. :)

    Un supermegaabbraccio compare stragnocca! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compare OLIVIA tu sei un esserino eccezionale, ed indiscutibilmente sei la nota dolce di te stessa, non scordarlo e non soprassedere a questo!

      Elimina
  6. Un sogno è un sogno, un'esigenza naturale, puoi sentiti chiamare o puoi pensare che non sia così. La sfida è li, quando tutto e tutti dicono che non si può....e tu che non sai se accadrà temi queste certezze altrui. Eccomi: l'hanno detto "non penso proprio signora, del resto è fortunata, ha già una figlia". Adesso quel "noncredoprorpio" corre per casa, e ride. Un bacio grande. ps: bell'amore il tuo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completo e vivo ENZA...
      Tale da farmi attendere perché il regalo più grande è a noi, non a me.
      A me i sogni piacciono tanto e secondo me hanno quel potere extra da infrangere il resto

      Elimina
  7. Cara Patalice, sognare è quello che ci rimane e non costa niente! Chissà che un giorno il sogno diventi realtà!
    Ciao e buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopotutto se ha funzionato per Cenerentola, che ha coniugato felicità e scarpe TOMASO, perché la ricetta dovrebbe non fungere per me?!

      Elimina
  8. Nessuno ha mai completamente ragione, ricordatelo.. Le cose si fanno in due.. Perciò così come si fa del bene in due, in due si sbaglia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti decido di seguire lui ed il suo volere, perché lui è il mio essere speciale LACRI, la mia cura... Ed io spero di avere torto, ardentemente

      Elimina
  9. non mollare...un anno vola prendilo come momento per riflettere e meditare. Nessuno è mai certo di niente ricorda...quando meno te l'aspetti arriva ne ho le prove credimi sulla parola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io voglio crederci perché me lo merito, Dio solo lo sa quanto non mi darò per vinta MARZIASUDUERUOTE e si sa che chi l'ha dura, la vince!

      Elimina
  10. hai scelto di camminare assieme a lui, non di precederlo, non di farti trascinare, ma in parallelo. questo tuo "cedere" ai suoi tempi, l'adeguamento di tutta la tua vita addosso a lui e viceversa è quanto di più sacro e SANO esista al mondo.
    sono sicura che non vi annoierete, nell'attesa di spiccare un altro volo assieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace molto quanto ho letto NONSENSESPOT, è una riflessione che mi piace fare e mi piace perché ha fondamenta stabili e non è per nulla campata per aria

      Elimina
  11. Avere qualcuno che ci affianca, mentre camminiamo é già di per se una bella cosa. Avere qualcuno vicino che ci ama come tuo marito ama te, be rasenta la perfezione!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo MGG64, ma bastasse quello...
      Sono un'essere tanto orripilante se chiedo di più?!

      Elimina
  12. Temevo che la tua arringa sull'amore bello che hai accanto celasse un piccolo momento di coccole di cui hai bisogno...per cui ti ripeto ciò che ti ha detto Bì, che lo sai che è vero...un anno passa così veloce che ti sembrerà di aver solo battuto le ciglia!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No BERRY, non credo la mia arringa celasse secondi fini... Sono portata a credervi quando parlate della minima durata di un anno, ma ammetto di essere piuttosto destabilizzata

      Elimina
  13. I sogni sono fatti apposta pechè noi continuiamo a crederci...E tu non devi assolutamente smettere...Sei solo in stand-by...Un Abbraccione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MEMOLEMEM alle volte temo solo richieda più tempo rispetto a quello che mi è stato concesso, e li le paure aumentano...

      Elimina
  14. E' un post dolcissimo. Splendido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto che tu ci veda riflesso soprattutto il dolce MISANTROPHIA parla a lettere cubiche di te..

      Elimina
  15. Mia cara fai solo quello che ti senti di fare.
    Io ci ho messo ben 3 anni a capire che non avevo rinunciato al mio sogno... Non so dirti se ho perso tempo oppure no, ma posso dirti che "staccare" mi ha fatto bene. Ora mi sento più carica e sto affrontando questo nuovo tentativo molto più serenamente.
    Insieme troverete la vostra strada.
    Un bacio e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai APPRENDISTA, le strade sanno spesso di polvere e ci limitiamo ad osservare il paesaggio senza assaporare a fondo le asperità che affrontiamo, chissà che la lezione non venga a servirmi

      Elimina
  16. Mi sento come te...con sei anni di piu'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sensazione che fa scricchiolare dentro eh MANU179?!

      Elimina
  17. Pata carissima, queste righe sono a dir poco dolcissime e meravigliosamente uniche ma con un retrogusto amaro, e io posso affermare di comprendere il tuo stato d'animo in quanto anche noi stiamo tergiversando sull'idea di intraprendere la strada degli "esami/analisi", nonostante un assaggio di gravidanza io l'abbia avuto piu' di un anno fa ma un finale rapido e difficilmente accettabile. Pero' non smettere di crederci,continua a sognare e se fosse necessario prenditi il tuo tempo...ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LADYB senti molta vicinanza nelle parole di tante, le quali vanno a dare il peso di paranoia e nulla più a quanto sto vivendo... Eppure non voglio smettere di credere, sarò una sognatrice ma mi piace anche l'idea del sogno su di me...

      Elimina
  18. Risposte
    1. Ed io PRINCESS accolgo l'abbraccio stra volentieri...

      Elimina
  19. Che dire, è difficile commentare questo post. Mi sembrerebbe fuori luogo come entrare urlando in una chiesa. Così mi limito ad entrare in punta di piedi e a darti un abbraccio se me lo permetti.
    Si respira amore nelle tue parole, un bell'amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente STREGABIANCA se ha ragione chi canta che è l'amore che conta, noi siamo comunque fortunati... L'abbraccio di natura poco nota, alle volte, può rivelarsi quanto di più sinceri ci sia

      Elimina
  20. la mia situazione è totalmente diversa...credimi...eppure mi ci rivedo nelle tue parole..

    abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché i baratri sono tanti, hanno le loro forme e formule, però ci risucchiano comunque LIZZY, qualsiasi possa essere il nostro problema!

      Elimina
  21. Cavolo, perchè è così difficile esser adulti?? Quando siamo bambine la nostra volontà è l'unica che conta, non sentiamo ragioni...ma ora...abbiamo scelto di vivere in due, come hai scritto tu. Abbiamo scelto di formare una famiglia con un'altra persona (perchè le nostre anche se non comprendono figli, sono comunque GIA' delle famiglie)e questo significa che TUTTE le decisioni vanno prese in due....riesco a sentire la tua amarezza e la difficoltà di questo momento , le proverei anch'io....e non ho consigli, solo un abbraccio e la consapevolezza che le cose non vanno proprio come nei film, nella vita vera...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già ELLIE, c'è amarezza vera...
      Però c'è anche una consapevolezza che brandisce una sensazione meravigliosa: la vita non è bella come i film, ma dura più di 120 minuti...

      Elimina
    2. Brava, parole sante!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  22. E' un dolcissimo post. Un bacio, cara

    RispondiElimina
  23. Ti leggo, ma non commento mai. Io ci sono passata, non è che gli esami costino infinitamente, è più dispendioso lo shopping compulsivo per riempire il vuoto. è però costoso a livello emotivo e forse anche il tuo Lui teme di dover entrare nel cuore del problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no guarda, non è esattamente una questione di costi in quel senso ANONIMO, ma di tempo, di disponibilità, di spostamenti, di attenzione, di appuntamenti medici, di umore legato alle peripezie...

      Elimina
  24. Ma sono così necessari gli esami? E' molto tempo che provi ad aver un bimbo? sei giovane ... ma capisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con ogni crisma più o meno da un annetto ROSENUOVOMONDO, ma io sono affetta da fibrosi cistica, il chè rende tutto un tantinello più difficoltoso...

      Elimina
  25. Risposte
    1. Un kiss virtuale CLAUDIA, che carina!

      Elimina
  26. Si legge infinito amore, però un anno è prezioso se si parla di PMA, perché prima di deporre le armi per un periodo sabbatico non fare un colloquio con un dottore esperto di fertilità per farvi consigliare e valutare con scientificità la strada da imboccare? Poi liberissimi di fare una pausa, ma valutando seriamente la situazione. Mio marito fece ostruzionismo per un anno temendo/ presentendo di esser lui infertile, ed io per quell'anno fui veramente frustrata. Scusa l'invadenza, parlo per esperienza. E.C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spaventa molto di più il silenzio carico di parole EM comunque io farò dei passi, sola senza lui che mi tiene la mano, ma non per mancata fiducia o scarsa attitudine alla coppia, banalmente voglio poter gestire la vita e non la presente o mancata gestazione

      Elimina
  27. Che dolcezza, non posso fare a meno ti inviarti un abbraccio di quelli con tanta forza nelle braccia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la prima VERO a dirlo...
      Eh si che mi ci sento invidiabile io, con tutto l'amore che ho...
      Però certo e che neppure io sono sazia, anche io affamata ed inquieta, capace di sola vira

      Elimina
  28. Ti ho scoperta come blogger da un un commento sul mio, e ti ho letta tutta a ritroso per sere e sere... siamo compaesane e con parecchie cose in comune, anche se non ci conosciamo bene di persona (ma credo proprio che ci siamo incrociate parecchie volte). Ho riso tanto, ma qui mi hai commossa... ho la lacrima facile, per carità, però anche se per motivi diversi ti capisco. Ieri ho fatto definitivamente la scelta di rimanere all'estero, e non so fino a che punto sia una cosa che voglio io e quanto peso abbia quello che vuole lui. Mi chiede tempo... Felicissima per quello che ho, ma a volte malinconica, fino a sentire il groppo in gola.
    Tu sei forte, davvero! Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà chi sei, tra mille facce e mille proposito e proponimenti ATELIERBUFFO...
      Non so quale sia la storia coraggiosa di chi lascia il saputo per il nuovo, la invidio da spettatrice con la consapevolezza che io mai sarò e saprò..
      Ti auguro di trovare quel l'equilibrio mediano tra cuore e testa, a me ci sta volendo una dose di cose che non so... Pure pigmenti cannella in testa! Ti abbracciò, forte io pure

      Elimina
  29. E allora prenditi tutto il tempo necessario per realizzare i tuoi sogni e la tua vita :-) Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno un istante di meno ZONZOLANDO

      Elimina
  30. "Ho pensato che forse i bambini arrivano dove sono fottutissimamente desiderati voluti pretesi..."
    Non lo credo più, dopo anni e anni di aborti spontanei, pianti, esami, controlli, inseminazioni e fecondazioni sono arrivata alla conclusione che forse è proprio il contrario.
    Càpitano, dove a volte non dovrebbero e altre dove nemmeno sono attesi.
    Non ho le parole giuste, non le ho trovate nemmeno per me pur cercandole nell'infinito, e sono certa che magari nemmeno servano. Ti abbraccio solamente, in silenzio. Tutto ciò che vorrei dirti passerà attraverso questo abbraccio.
    Cri

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!