venerdì 21 settembre 2012

la F**A di legno

ok, parliamo di un argomento importante.
io son cazzeggiona amante del futile che rigetta l'utile, ma questa volta argomento serio...

momento serietà - momento serierà
(sto facendo il balletto ma per vostra sfortuna non ne potete godere)

avventure botta e via.

sono sposata (felicemente) e per me il destino è quello di fornicare con mio marito da qui alle nostre eternità. l'un con l'altro, in un vicendevole scambio di effluvi corporei... e tutto ciò mi sta bene.

oggi.
Ma tutti abbiamo vissuto uno ieri, chi più chi meno pesante, che pressa sulla nuca... Sulle ovaie o sui testicoli a seconda delle reminiscenze percorse.
Non so voi, ma il mio passato è leggero...
Sono stata una figa di legno con la "F" maiuscola, dal talento imperituro.
Ho fatto annusare il mio essere donna, tenendo le gambe chiuse in modo degno d'un manuale per l'uso.

Eppure non sono stata una Santa, e recentemente mi sono ritrovata a sorridere di fronte ad sms ormai vecchi come e più del cucco, di insoddisfatti mietitori, che nonostante le semine abbondanti, hanno raccolto ben poco...

Sono quel tipo di donna che si è sempre parecchio amata.
Vantavo una Tatcheriana opinione altissima di me, indi non ho preso in considerazione i "belli e dannati", i bastardi, che più trattano male e più sei li a ciucciare gozzi, no io ho sempre scelto di interessarmi a ometti da conquistare, possibilmente apprezzatissimi e dai passati un po' torbidi (mio marito fa assolutamente capo a questo mio prototipo...) dei quali diventare la donna ideale, quella del formaggio che li redime e li porta ad adorarla incondizionatamente.

Ce l'ho QUASI sempre fatta.

Il mio QUASI, forse se lo ricorderanno, se ancora bloggano, le mie lettrici di prima battuta, fu una parentesi post Patatino, il mio storico ex, che chiamai il Calciatore.
Ecco lui era un esempio perfetto.
Stronzo, conteso da mille fanciulle, la prima volta che ci incontrammo, quella stessa sera, lui ci aveva già provato con altre due ragazze, io fui la terza (lo scoprii solo in seguito...) e fu una bella botta...
Una cotta di quelle che scaldano i punti giusti, senza richieste o pretese fui confortata dal suo essere una preda perfetta in un momento sostanzialmente secco, d'amore e di autostima.

Iniziammo con facebook, ma non era ancora così chiodo battente, quindi passammo alla tradizionalità degli sms... Battutine e frecciatine che si sprecano nel cosmo, e che, da intercettazione, appaiono come il più subdolo vicendevolmente tasteggiamianto di terreno della storia!

Lui non perde tempo.
Mi trova fantastica (fantasia...) e con buona favella spunta un appuntamento.
Qui suona il primo campanello d'allarme.
Mi chiede di vedere un film a casa sua... seeee poveretto!
nn sarò Jessica Rabbit, vero, ma nemmeno la mia omonima nel Paese delle meraviglie...
quindi No Vamp No Nata Ieri!

ovviamo per l'innocenza carboidratica di una piadina.
6 ore di primo appuntamento.
chiacchiere chiacchiere chiacchiere, 3 piadine, 6 lattine consumate...

Gli uomini al primo appuntamento con me, per ammissione della mia utenza, si sentono in dovere di far colpo e finiscono per rimanere storditi... Giuro che è vero, e che non c'è la benché minima traccia di autocompiaccimento, è un dato... non sarò la regina di saba, ma ho favella accattivante assai...

Comunque, gliene devo dare atto, lui si prodiga in una performance da podio...
la più idiota delle scrittrici da pseudo sfumatura me l'ha già illustrato tante e tante volte il gallo al mio cospetto... Lo riconosco anche nel semi buio del parcheggio della piadineria: Non è di qui, vuole vivere l'attimo, i suoi amici sono la sua famiglia, vuole giocare ancora qualche anno (ne ha 34... Chi pensa di emulare Julian Ross?!) sfodera sguardo assassino e mi parla e mi guarda come se fossi l'Eva del Paradiso terrestre.

Qui commetto l'errore.

Decido che la prossima "vittima" sarà lui!
Ti do una raddrizzata e ti faccio sentire al cospetto di quella che potrebbe essere la donna della tua vita, poi vediamo.

Primo appuntamento. Nessun risultato. Sento le sue mani fremere e i suoi occhi rivoltarmi, ma manco un bacetto sulla guancia...

Ora, per velocizzare le cose, (due mesi in un post potrebbero essere pesantini) vi dico che da quel primo appuntamento passano 2/3 giorni in cui io nessuno si fa vivo, cede lui che mi chiama, vuole vedermi, stare con me per un'altra sera come quella passata, ed è insistente assai!

Ci vediamo e dopo ore di tira e molla lo bacio...
Io, perché ai suoi attacchi rispondo con aria fritta!
Da lì le cose si fanno interessanti e catastrofiche...

Il mattino post bacio mi scrive il primo "messaggino", "Cosa mi hai fatto?" segue il suo migliore amico che mi chiede la stessa cosa, e la deficiente (IO) pensa che... Forse...

L'aplomb riesce a rimanere la mia arma migliore. Per il momento.
Mi porta a casa sua e passiamo la sera a pomiciare e bere estathe al limone, si è ricordato che è il mio preferito (volano petali di rosa e colombe bianche), rifiuta di vedere i suoi amici che vengono a prenderlo sotto casa (sottofondo di orchestra che suona "All you needs is love") , e si mette in ginocchio per fare sesso con me (marciscono i petali, crepano le colombe, la canzone diventa un requiem)!

Lo allontano dicendogli che non è ancora il momento, e ammetto che lì ho portato la zoccolaggine a livelli storici, perché ero vestita da studentessa porca, con gonnella giropassera a pieghe, parigine, camicetta bianca e reggiseno da wonder woman!

Non mi molla più!
Viene addirittura a farmi la posta ad un aperitivo, mentre sono con i miei anici, mi inonda di sms quando sono a far serata ed io, pacca sulla spalla autodata, volo 3 metri sopra il cielo perché ce l'ho fatta di nuovo... E con un non facile soggetto! ...e poi sto scemo un po' mi piace... Un po' bel... Tipo bel po'!

Stop.

Fine.

Nel senso che ci vediamo ancora un paio di volte, in compagnia e no, ma all'ultima (lo ammetto a quel punto mi stavo levando le mutande!) l'orecchio interiore capta un qualcosa...
Un riferimento all'estate, incombente, al divertimento a far provare una caletta diversa ad ogni fanciulla ospite della sua terra sarda, mi impensierisce giusto quel cicinino...
Scatta il salvavitarosa, ovvero perché è qui con me che sto per dargliela dopo un fracco che la chiede, e lui mi parla di altre?!

Non l'ho più sentito.
L'ho chiamato ed è stato vago e brillante...
Ho capito che si era stufato e che non era cascato nel mio gioco... Altro che "quella del formaggio" ero stata la solita "figa di legno"... Solo che i giocatori erano due, lo stronzo che vuol intingere il biscotto nell'inespugnabile versus la stronza che vuol redimere per puro godimento...

Partita nulla...

Ma che sberla morale...
Neppure immaginate!

...torbidi trascorsi e non, all'ascolto, voi che mi dite?

17 commenti:

  1. METTI UN SALVAVITA CHE SCATTA CON UNA CORRENTE MENO INTENSA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...adesso GIARDIGNO65 nn c'è bisogno di nulla... Marito ha le chiavi della serratura!

      Elimina
  2. Premettendo che non sono per nulla una figa di legno, anche se spesso pecco di flirt seriale (e per puro divertimento personale), la tua tecnica mi piace!
    Io invece ho un atteggiamento più maschile...del tipo "sì, magari vengo con te, ma chi te lo dice che mi frega qualcosa di te". Generalmente il giovane maschio a questo punto si appiccica, anche perché non può sopportare il pensiero di non essere l'unico...
    ;)
    Alex V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora il diabolico essere non è solo una mia prorogativa ALEX... Beh, lo apprendo con gioia sorella!

      Elimina
  3. Mai stata una figa di legno, sinceramente credo che ognuno debba vivere la sua vita sessuale come meglio crede, stronzi/e compresi/e.
    Però ho un dubbio: sei sposata, giusto?
    Tuo marito non dice niente?
    Se la mia compagna facesse una cosa del genere non apprezzerei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...probabilmente ANTARES non hai letto il post... Poco male, ho premesso che ora sono felicissimamente maritata destinata, con gioia alla fornicazione a senso unico, ma PRIMA...

      Elimina
  4. Ah ah ah, che bello aver visitato questo blog! Il tampax per la figa di legno è spettacolare!
    Dai non è proprio una partita nulla, secondo me lo str... si roderà al pensiero di ciò che nella sua mente poteva avere ma non ha avuto. In ogni caso si può sempre dire che è stata una bella partita.
    Un abbraccio, Melinda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ma si MELISA, ormai son passati anni dal "fattaccio" quindi niente rancore, nn ce n'è stato manco all'inizio, quindi figurati!

      Elimina
  5. ahahaha,
    fantastico patalice!
    per fortuna non sono da redenzione del maschio tipo, ma è capitato a molte mie amiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una sporca e sfortunata idealizzazione ALL ARIA, ma nn ci si scappa!

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Per me dipende... se sono sicura di volermi divertire e basta, allora mi lascio andare subito. Ma devo essere sicura che il tipo in questione non possa piacermi in nessun altro modo se non per il sesso. Se ho solo il minimo sospetto che potrebbe piacermi anche in un altro senso allora me la tiro, eccome. Agli uomini la conquista della preda piace, non c'è niente da fare.
    Una sola volta feci l'errore di darla immediatamente a un ragazzo che mi piaceva davvero, e presi una legnata di quelle indimenticabili!
    Poi tutto può essere... però... secondo la mia esperienza fargliela solo annusare per un po' è un ottimo modo per testare il loro interesse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e si rivela anche un'esperienza a tratti ludica CLOROFILLA, nn sai il divertimento nel mettere l'ometto sulla graticola! Io con Brivido ho trascorso un mesetto buono su questa strada, e son stata ampiamente ripagata!

      Elimina
  8. Whawhawha.. sei fantastica patalice! Che spasso aver trovato il tuo blog ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SHEIREEN mi inchino innanzi a cotanto entusiasmo!

      Elimina
  9. Io in passato sono stata molto diffidente e un po F.. di lego... a volte devo dire che mi è andata bene che si sono tirati indietro loro se no l'avrei data a degli emeriti coglioni! (colpa della giovane età..) Poi ho deciso di godermi i momenti come mi pareva e li ovviamente cadiamo nel cliché perché sono stata accusata di andare troppo in fretta da un moralisa puttaniere del cavolo, che era il primo a dover stare zitto. Cosa che mi ha mandata in crisi cosmica, mi ha fatto sentire una poco di buono, cosa che non sono e non ero affatto all'epoca dei fatti.
    Alla fine bisogna godersela, senza fretta e con misura.
    Se rispetti te stessa credo che tutto sia concesso, no?

    RispondiElimina
  10. Io pure nel club delle WoodenPhiga.
    Graize di essere passata da me :)

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!