venerdì 13 luglio 2012

...fu Jane Austen che lo chiese...

 scegli senza pensare e fallo subito. 


 cuore o testa? 


 cosa pesa di più quando prendi una scelta? 


 una qualsiasi... mangio la pizza davanti alla partita o mi porto da casa un riso freddo? parto per  Berlino e spero di trovare la mia strada o rimango e mi dedico all'attività di famiglia? 


 ...quindi... 


 cosa pesa di più? 
 la ragione o il sentimento? 


 puoi cambiare il mondo da seduto o da in piedi, puoi decidere per chi votare ogni volta che sei nel segreto della cabina elettorale, puoi scegliere di non guardare l'ultima puntata di Grey's Anatomy (anche se saresti veramente un folle a farlo!) cambiando canale sul telecomando, sei libero di frequentare l'università e prepararti canonicamente al tuo futuro oppure fare la valigia e prenderti tempo spazio e luogo per trovarti, puoi scendere in lavanderia e fare la lavatrice stasera così da risparmiare in energia anche se sei stanca morta oppure aspettare domattina sarai riposata e serena ma spenderai di più e anche l'ecologia non ti sorriderà... prendi scelte tutti i giorni, dal momento in cui decidi di mettere piede fuori dal letto, a quello in cui bevi il lexotan pur di addormentarti! 


 ma come lo fai? 


 io sono della generazione che ha fatto il grest estivo all'oratorio, ho vestito Barbie tagliandole capelli e colorandoli con i pennarelloni, mi sono messa i fuseaux dai colori improponibili della Benetton ed ho fatto puzzare di sudore tutte le magliette della Onyx che agognavo disperatamente (ho realizzato solo molto tempo dopo quanto brutte e omologanti fossero!), ho mangiato il primo "Happy meal" quando già le mie papille gustative erano già parecchio sviluppate, ed ho saputo innamorarmi di Leo Di Caprio quand'era ancora uno sbarbatello che moriva in versi nelle vesti di Romeo. 


 ancora oggi se esce un film della Disney sono eccitata da morire, e non riesco a non amare gli abitini sfronzolanti, credo nel potere che hanno i sogni, e non posso dire di non avere un attaccamento bislacco alla magia... il cuore per me ha poteri strani, quel tipo di potere che non ti sai spiegare ma che è dannatamente efficace... ho saputo meritarmi il benessere perché ho accettato la felicità... e la felicità, ho sempre pensato fosse figlia del sentimento! 


 quello che però dice chi sono, è la mia razionalità, il mio sezionare tutto in modo certosino ogni cosa, la mia mente arguta e un po' tagliente ed il mio profondissimo senso del dovere (...fare in modo che le cose vadano come dico io) insomma tutto frutto della ragione. 


 io sono ragione o sono sentimento? 
 io ho la pancia che spinge il gesto col cuore che le fa da motore, o ho il pensiero che si fa padrone al comando della mente? 


 e voi?  

34 commenti:

  1. si possono usare entrambe... un po' e un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh questo è certo ALICE VR... ma cos'è preponderante per te?

      Elimina
  2. io sempre e solo cuore......
    adoro scegliere,sbagliare e vivere tutto con il sottofondo del suo battito
    =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. conoscendoti so che è una scelta azzeccata!
      si abbina perfettamente alla tua sensibilità TATAMI...

      Elimina
  3. io in certe situazioni tanto cuore, in altre tanta testa ( tanta... che esagerato... il neurone che gira!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono dell'opinione PIEREFFECT che un solo neurone ben funzionante, sia assai meglio di una massa di neuroni ubriachi...

      Elimina
  4. Ho entrambi. Mi definisco un sentimentale razionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo anche che si vive sempre in bilico tra il cervello e il cuore e spesso l'uno compensa l'altro. Nella mia vita sono stato capace di andare contro il cuore perché mi avrebbe portato sulla via sbagliata; altre volte ho agito sentimentalmente perché l'amore è un atto di fede.

      Elimina
    2. concordo perfettamente sulla definizione di amore come atto di fede WHO IS... ecco perché delle volte appare come un alto mare di incoscienza e nulla di fronte al tutto... ciò detto il sentimentale razionale è una definizione che ha un buon valore su scala umana...

      Elimina
  5. bel post, mi hai fatto riflettere: forse a volte sono troppo "ragione" e poco "sentimento"... ma per paura mi sa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh che la paura inquini il cuore AUDREY è risaputo... metter da parte la ragione delle volte è l'inizio di un gran viaggio

      Elimina
  6. sono tutti dilemmi che sto vivendo in questi giorni...
    io sono molto sentimentale.. ma poi la pago.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh che il cuore debba un dazio più oneroso è verissimo VATY, e secondo me in queste occasioni il giusto mezzo è chimera

      Elimina
  7. guarda,mai quanto ora un post così mi è vicino!una mia amica mi ha detto che sembro jane austen..
    al momento non so,o almeno,devo usare la testa,essere razionale,lo sto facendo solo perchè DEVO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io adoro jane austen MANDORLA, a parer mio quindi ti è stato fatto un bel complimento... dovere e cuore non fanno rima comunque...

      Elimina
  8. Testa Testa Testa, per lo più..se poi il cuore scalpita la testa non funziona più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...anche con me lo fa ALL'ARIA... ed io che pensavo di avere un testolino tutto bacato!

      Elimina
  9. Vorrei che potesse essere il cuore... invece per me è sempre e soltanto la testa.
    Il che non è sempre una cosa positiva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no purtroppo non sempre lo è VEGGIE... la testa conosce tante vie, ma per raggiungere quella della felicità, bisogna lasciarsi influenzare dal cuore

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. splendido post.... io credo di essere sentimento, purtroppo, a volte un pò di ragione aiuta! (comunque, mi associo, che orribili magliette erano quelle della onyx??)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ah ho ragione PARTICELLE ELEMENTARI?!
      ciò detto se tu sei "tutta cuore" devi essere pronta a delle bastonate... di contro chi è "tutto testa" a delle privazioni

      Elimina
  12. la ragione rende più forti... ma alla fine vince sempre il cuore... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...secondo me nn vince sempre il cuore THE PRINCESS, ma nn ti so dire se sia fortuna o no questa...

      Elimina
  13. la donna è in perenne conflitto fra le due strade. L'uomo normalmente sceglie la terza, quella del... hem... cof cof... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti LA SPETTINATA per noi non essere dotate di pene è una mancanza... una limitazione no... la dipendenza fa male!

      Elimina
  14. per me se non c'è anche un po' di sentimento, la ragione e basta non ce la fa a farmi resistere di solito.

    (le magliette della onyx... LOL)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beata te NILY, delle volte a me la ragione fa tale pressione...

      Elimina
  15. Io ho messo sempre il cuore nelle cose e non me ne sono mai pentita, anche quando ci ho rimesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...il rischio di lasciarsi guidare dal cuore ATA corrisponde ad una sofferenza... certo anche lasciarsi guidare dalla mente fa l'effetto di un dolore, perché c'è sempre un rimpianto dietro...

      Elimina
  16. Sono della tua stessa generazione e ho indossato i fuseaux multicolori delle Benetton e le magliette aderenti della Onix (erano alquanto tamarre, ma fossi più giovane, le rimetterei ancora, ehehe!!). Sai che ho come l'impressione che in trent'anni abbia dato fin troppo ascolto alla ragione, e che sia venuto il momento di lasciare un po' di spazio al sentimento? Anche perché, se non lo faccio ora, quando??

    PS: scusa se non ho più commentato, la verità è che ero convinta di essermi iscritta al tuo blog, ma in realtà me lo sono perso e non mi ricordavo più come si chiamava! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo SARA FATINA ci dev'essere il momento in cui ci si lascia andare al cuore! in determinate persone la natura della ragione ha la meglio... però ci si trova a rimpiangere dannatamente certune situazione.

      Elimina
  17. stessa generazione, stesse magliettine puzzolenti, stessi fuseaux improponibili e stesso dubbio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...siamo della generazione con un piede in fallo BRI...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!