lunedì 16 luglio 2012

e-state con me... il post che vi da le rette vie sulla vostra stagione

e stamattina mi son svegliata (BELLA CIAO BELLA CIAO), ho azzannato fetta e nutella (alla faccia della prova costume che attanaglia tante care amiche, io e i miei 40 kg vi siamo vicini... BASTARD INSIDE)  ed ho pensato di fare un bel postino sull'estate...
mi son detta: "Cara la mia Patalice, perché non informi la tua gentile platea di quello che per te it's summer time?! secondo me tutti loro non vedono l'ora di saperlo... bramano del desio della canoscenza... suvvia, sii clemente, rendili partecipi del Patalice's pensiero... "

ma si dai...
lo faccio!
vi rendo contenti-contentini cari vicini...

ma l'incongruenza è dietro l'angolo... vuoi parlare degli elemente imprescindibili della bella stagione, e il cielo cosa fa?

mostra tutta la sua scherzosa vena umoristica diventando grigio grigio e pieno di nuvole...
vah che è bastardo la sua parte...
ma tant'è...
che ci volete fare se il cirro è uno zingaro è va...

tornando a monte... cosa fa dell'estate, l'ESTATE!

secondo il mio autoirevolissimo parere di lazzarona bighellonatrice del blog, questi sono i punti chiavica...

1-la nudità.
NON artistica, non scomodate Testino e Lagerfield, perché non vi è forma d'arte che possa giustificare un pantaloncino dalla cortezza azzardata in ufficio, e neppure l'infradito che si incolla all'asfalto mentre zuzzerellate in città... eppure non vi è luglio che tenga senza schiena/piede/coscia/petto nudo... e, a corollario della carne in vista,il segno del costume/calzino/braghino/manichetta che coatto fa bello sfoggio di sè in quel dei nostri fisicini... brrrrrrrivido...

2-il sudore.
ebbene si, che sia ascella pezzata o goccetta in bilico sul labbro, la sostanza salina emanata dai nostri fisici accaldati ricopre bellamente le parti più o meno esposte di noi, lasciando traccia indelebile delle nostre membra quando ci appoggiamo al bancone di bar e negozi, o inzuppandoci le appendici palmate degli avambracci, quando distrattamente facciamo scivolare le stesse dietro il collo... orrore puro negli occhi quando ci percepiamo zuppi come il pulcino impecille che con il temporale scorrazza per l'aia... ma la sudata è democratica. colpisce chiunque. anche chi dice che il caldo non gli fa effetto... cagata!

3-la fame.
tutti a ripetere che d'estate il caldo lenisce il senso d'appetito, e la fame sembra chimera... poi però tornano in palestra a settembre, con pancia prominente e addominale platinette's style... e che sia la ritenzione idrica da caldo, ditelo a vostra sorella, che se vi crede è perché ha pietà di voi... altroché... la verità è che l'estate chiama la schifezza... il gelato fa bene. è vero e indiscutibile. ma se ne mangi 15 al giorno non hai scuse... anche se dopo fai il digiuno della Posh Spice... crediamme...
in agguato ci sono i panini con la salamina trangugiati alle feste di paese, la fettazza di pizza unta e bisunta post discoteca sulla spiaggia, dove te la sei tirata con l'ape sushi, ma dopo aver dimenato il deretanbo per 4 ore ti è venuta la fame fisiologica... maledetto corpo umano! le cenone all'aperto con gli amici, che se anche hai fatto mezz'ora di camminata per viale Ceccarini, poi non ti puoi scofanare 6 piade crudo/rucola/squaqquerone, perché tanto hai fatto moto.
e, ragazzi, va bene così.... avete fatto tanto per la prova costume... il primo giorno avete fatto una gran figura col vostro copri pudenda appena accennato, e vi siete trombati l'animatore nell'anfiteatro? e allora che ve frega se sembrate le boa che raggiungete a nuoto sperando di smaltire le 8 birre serali? ci penserete a settembre!

4-l'amore.
la primavera ci lascia il suo pesante e fetido bagaglio ormonale, attaccandoci addosso un attizzo continuo ed incontrollato... compito della stagione seguente è quello della fatina buona, trasformare il desiderio in realtà! complici i vestiti strizzatissimi/la dieta pre prova costume/i litri di mojito le cose son fin troppo semplici, soddisfacenti azioni maialiche si spargono per il globo, sfidando caldo e umidiccio...  il cazzo di casino ha luogo quando si perde la brocca per la strombazzata di turno...
si perché l'estate ha l'innamoramente facile... siamo abbronzati, quindi più belli... le giornate si allungano, quindi usciamo di più, quindi incontriamo più gente... il caldo ci scalda ossa e ci mette il buonumore, quindi anche le fighe più legnose emanano radiazioni meno nocive, e la favella del maschio, seppur idiota, non pare così tanto idiora...  ci inebriamo di noi stessi, e del grande amore che nasce con l'amicizia scambiata su fb, regge con l'ausilio delle carte vacanze di vodafone/tim/wind/vattelapesca, esplode col fenomeno whatsup... fa nulla se abitiamo a 40 km di distanza, ci si vede tutti i giorni, sfidando gli arabi ed i loro monopoli petroliferi, e facendo comunella con il tizio dell'autogrill che ci riserva sempre il Camogli migliore... e se si ha la sfiga di dover mettere mezza Italia tra noi e il nostro amore, ben poca è la differenbza iniziale... amiamo il tizio dell'alitalia, e strizziamo l'occhio a grupon, sperando nell'offerta per un weekend romantico a 0 euri nei pressi di... fa nulla se a settembre uno dei due avrà il cuore maciullato, ed entrambi nella più dolce delle ipotesi) l'abbronzatura di Casper, perché ha passato più tempo a chattare che altro...

5-lo sport.
all'urlo Trazanino di "VIVA L'ARIA APERTA" assistiamo a fenomeni paranormali del terzo/quarto/quinto tipo... la cumpa in piscina che si da alla partitona di pallavolo, deve tener in conto che, almeno uno, ne uscirà con dell'acido lattico da paura per tutto il mese successivo, le sbucciature multiple creeranno più di un problema di crosta, e, per i più fortunati, nulla sarà meglio di un tutore permanente messo bene! il calcetto del venerdì sera viene traslato ai massimi sistemi, e via ai torneoni estivi capeggiati saldamente da tutti i centri sportivi che si rispettino, con un gran andirivieni di contratture/gessi/stiramenti/occhi neri da pugni sui campi... perché l'agonismo è una cosa seria... e pure un gran tanto pericolosa!  l'andropausato con baga incorporata che decide che è il momento di diventare podista, e si fa la sua giubilante corsetta sotto il solleone del mezzodì... cervello da pennuto stitico a parte, e conseguente morte per disidratazione pressoché sicura, il baldo mezzetaiano solo se ne va per la città, privilegiando le strade provinciali, visto che gli hanno detto che correre sull'asfalto per i neofiti è meglio, e "Viver sani e belli" ha elogiato le potenzialità della sauna... perché non scegliere quindi di squagliarsi bellamente al sole? e poi vediamo fenomenali donzelle in piccoli gruppi da 3/4 che, vestite come se dovessero fare la maratona di NY, o scalare il Monte Bianco, affrontano il paesello ciacolando e sudando copiosamente... trattasi di menopausate per lo più, che dopo 18 minuti di camminata intensa, vanno a fare colazione al bar del paese, prima di una capatina al mercato... la rincorsa della forma fisica della Jane Fonda migliore, è pari per tutti e tutte... e tra una Marcuzzi e il suo bifidus, e le promesse del Kellogs Special Kay, tutti si convincono che uno stile di vita sano, porterà a risultati eccellenti... e cosa c'è di più sano dello sport? ...ah di quello guardato in tv con pop corn, coca cola e rutto libero non si fa menzione, anche se tra Europei/Wimbledon/Olimpiadi quest'anno, siamo stati e saremo ancora, circondati...

6-la televisione.
a piacimento, i diversi canali televisivi, mutano la loro essenza, in riciclaggio d'alto borgo...
c'è chi si trasforma nel perenne inserto di Novella Duemila (ma esiste ancora?!) con l'inseguimento stalkiniano a tutti i volti noti (?!) della tv... e così scopriamo che Belen fa Dirty dancing con Di Martino (ex di Emma... così si capisce chi è), che la Fico nonostante tutto il figlio di Balotelli se lo vuole tenere almeno per nove mesi, che Lapo se la fa con l'asiatica, che Tom Cruise è stato piantato, che Zingaretti si è maritato... eccetera eccetera... e chi se ne fotte è la cosa più tenera che dico quando mollo Studio Aperto! ma visto che tutti propinano, facendomi QUASI sentire la mancanza della D'urso e della De Filippi, i cazzi del vip, manco fossero flebo vitaminiche anti-caldo, se uno se le volesse evitare, la soluzione sta nella replica. Luogo comune universalmente riconosciuto, vuole che un bel giro di valzer, tutte le emittenti televisive lo facciano fare ai più disparati film/telefilm/soap opera/fiction, così se qualcuno si è perso la terza puntata di "Le 3 rose di Eva" può recuperare, e chi ancora non ricorda perfettissimamente i dialoghi di "Anche gli angeli mangiano fagioli", possono tirare un sospiro di sollievo: presto o tardi saranno ricompensati... consiglierei sky, ma anche lì si viaggia in low cost, perché non vi so dire quante volte ho visto le puntate di Project Runway e dei Simpson che ripropongono mezz'ora si e mezz'ora anche! la soluzione è spegnere la tv ed accendere il cervello... oppure facebook, che almeno se devo farmi i cazzi di qualcuno, scelgo qualcuno che conosco e magari mi sta anche sui maroni!

7-il tormentone.
si inizia pressapoco a maggio, ma chi lo sbologna in quel periodo, sa che se lo brucia un po'... ce n'è larga affluenza in giugno ed il culmine lo si tocca in luglio, mentre quelli d'agosto sono reietti nella categoria autunnale anche se ci sono50 gradi all'ombra e ancora avete il colore della mozzarella di bufala perché non siete ancora andati al mare! trattasi della canzone dell'estate, quella melodia che vi acchiappa al primo ascolto, vi ritrova dimenanti nelle feste danzerine, prende posto nelle vostre playlist, segna indelebilmente il vostro viaggio di ritorno da chissadovelandia, e dopo vi sdruma a tal punto i maroni che, se il primo di settembre Rtl 102.5 ne propone il remix lanciate la radio talmente lontano da qualificarvi alle Olimpiadi, anche se siete a Milano.
negli ultimi anni la dance ha ceduto l'estivo passo a ritmi latineggianti, con balletto incorporato talmente cretino, che la Fracci ha un'ischemia ad intermittenza ogni volta che qualcuno la definisce "danza". dalle danze kuduro, passando per il waka waka, riconducendo antica memoria alla baciata degli Aventura e alle improponibili mise di Asereje, oggi ci si dinoccola sulla Balada e Ai se tu pego... canzoni dal fortissimo impatto artistico, ricche di significato come un riccio spappolato sulla A4, e gradevoli come una zanzara tigre nella mutanda... eppure, raccolgono sempre fiumane di pubblico adorante e di adepti dal bacino sgangherato!
io che sono bimbaminkia nell'anima, ho un debole per le crociate solitarie della musica pop, sono un fenomeno di massa e ascolto tutto... e anche se neppure sotto forca caudina lo ammetterò, anche la mia spalluccia s'alza e abbassa a ritmo...


direi che non ho dimenticato QUASI nulla...
o forse ho appena accennato... ma aprire questo vaso di pandora non è stato semplice... credetemi!
rimettere tante cazzate dentro è una cosa di una serietà tremibonda!

6 commenti:

  1. Ahahah!! Per me l'estate significa una sola cosa: ZANZARE!!! Purtroppo vivo nella terra delle risaie (Pavia), quindi ogni anno devo fare i conti con questi simpatici elicotterini che dopo una sola uscita serale mi fanno sembrare una con la peste bubbonica... e cerco di non grattarmi per non peggiorare la situazione!

    RispondiElimina
  2. ferie ferie ferie, per me è un concetto che li riassume tutti!

    RispondiElimina
  3. Ma voglia parlare di quelli che d'estate fanno la corsa alle due del pomeriggio!? No, ma sono dei pazzi.
    Baci ^_^

    RispondiElimina
  4. io se non sforno entro un giorno la mia cucciola nella panza ripiena, odierò l'estate con tutta me stessa. Il caldo mi uccide e neanche troppo lentamente =_='

    RispondiElimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!