venerdì 16 marzo 2012

essere o non essere...

...che quando sei incazzata e ti dicono "tranquilla" ti esce il fumo da naso orecchie e pori dilatati...
come cacchio faccio a star tranquilla se me le stai facendo ampoliamente girare?! che poi il mio fioretto pasquale era quello di essere un po' più calma e riflessiva, di scattare meno e di non accapigliarmi per tutto, cercando di vivere la vita un po' più sciallatamente... risultati tremendamente insufficenti a dirla tutta... mi incazzo come una iena ridens con tutti e non ce l'ho fatta... se da lassù mi osservano ben benino non potranno che essere delusi da me... però ci metto dell'impegno...ma non abbastanza... non dovrei essere così... così come? così "io"... va bene fuori, anzi così come sono io va benissimo, è il mio miglior pregio, ma dentro le mura di dove lavoro non è male, è malissimo... e ti saltano le certezze... perché è vero, non ti sei impegnata abbastanza... ma quando è abbastanza? quando esci dal tuo corpo per indossare la pelle di un altro diventa abbastanza così? quando rinunci ad essere felici ed accetti la latitanza di personalità per la nobile causa di salvaguardare la tua attività... lì sarà abbastanza? perché io mi metto in gioco a questo punto... lo prometto... mi ci metto a diventare quell'abbastanza, che non sarà più quell'io, ma almeno, forse...

la raffigurazione di noi stessi delle volte passa attraverso il rumore dei nostri modi di essere, ma hanno suoni sgraziati, il mio almeno ha la stessa nota soave del gabbiano della sirenetta... la sospensione di me è un rischio che ho deciso di prendermi... avrei potuto dire "fanculo" ma guardo gli occhi stanchi e disillusi di chi ha cercato di creare un futuro solido per me, e mi parrebbe di strappar loro i bulbi e giocarci come un circense... e questo è troppo anche per me...

abbastanza...
devo essere abbastanza...

abbasso io...
evviva abbastanza...

...così con lettere minuscole, che essere così forse neppure metita la letterona che gorgoglia!

6 commenti:

  1. Che è successo? cosa ti hanno fatto o cosa hai combinato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. profondissimo senso di inadeguatezza BIANCANEVEROSSA... come se quanto fosse stato fatto apparisse in un istante tremendamente precario/banale... comunque da brava sto già tornando sulla retta via... qualsiasi sia...
      ciò detto questione lavorativa spinosa...

      Elimina
  2. principessa....io sono la persona che non si sente mai abbastanza.....e non ho ancora capito , che a volte di più non posso!
    come capire qual'è il giusto ?
    se senti tre persone avrai tre diverse risposte.....ma passerà....e se tu sei sicura del tuo operato, se ne dovranno accorgere!
    ti lascio un super abbraccio e ti auguro una buona domenica ♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...nella realtà, logicamente ragionando hai così dannatamente ragione... è solo che io NADIONE son di pancia e penso poco e male... ma crescendo forse troverò un equilibrio... io lo spero! un abbraccio fortissimissimissimooooo!!!

      Elimina
  3. Sì, il "tranquilla" agita ancora di più! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...a me fa incazzare come una iena in realtà EVA...

      Elimina

Sappiate che vi leggerò.
Non sarò sempre d'accordo con voi, battibeccheremo come galline in un pollaio!
...ah, non chiedetemi di seguirvi, non lo faccio se non mi convincete davvero, sono una FOTTUTISSIMA SNOB!